Welcome Everybody! Nuova puntata di WWE Monday Night Raw. Ne mancano ancora due prima di Summerslam, per questo forse non ho molte aspettative, almeno in questa. Vedremo. Siamo al Veterans Memorial di Jacksonville in Florida #StayAttila

Ad aprire la puntata arriva colui che si è beccato un F5 la settimana scorsa, Kurt Angle, gentile cortesia di Brock Lesnar. Seguito dal perfido Baron Corbin.

Al tavolo degli Amici del Commento troviamo il tridente titolare, composto da Micheal Cole punta centrale con Corey Graves a destra e Johnatan Coachman a sinistra.

Il General Manager di Raw Kurt Angle intanto ci ricorda che questa sarà una storica notte per il debutto nello Show di Ronda Rousey sul ring. Angle paragona la Rousey a Lesnar, tessendo le lodi per la prima, sul fatto che lei pensi a combattere solo in WWE e non altrove. Angle poi dice che Heyman ha ancora il suo lavoro e che più tardi avremo un’intervista dello stesso con Reene Young. Quando finalmente si decide a dire due parole sul F5 subito viene interrotto dalla musica di Roman “poi mi lamento che mi schifate” Reigns.

Roman arriva sul ring, dice ad Angle che ben gli sta, visto che ha cacciato il “Big Dog” settimana scorsa e nessuno è rimasto di guardia al cortile. Roman quindi chiede se Angle voglia prendere provvedimenti. Kurt dici di no, non vuole sospendere Lenar e quindi rimandare la contesa di Summerslam. Ma anzi vorrebbe che Reigns lo prende a calci li dove non batte il Sole.

A questo punto interviene Corbin, che bacchetta Angle sull’avere un atteggiamento professionale. Lo scontro verbale tra Corbin e Reigns è inevitabile, sul fatto che Baron possa essere stato un codardo settimana scorsa. Per questo Angle, che a volte si ricorda di avere il potere di fare i match, decide che ci sarà subito un Baron Corbin vs Roman Reigns selvatico da far tremare i polsi dalla paura.

MATCH 1: Roman Reigns vs Baron Corbin (2 / 5)

Baron prova a prendersi un vantaggio attaccando alle spalle Roman. Vantaggio che dura il tempo di caricare un Superman Punch per Roman, 1-2-Kick Out! Si salva Corbin per questa volta. Tornati dalla pubblicità troviamo Corbin in vantaggio su Reigns. Vantaggio che vorrebbe concretizzarsi attraverso un Pin, ma arriva un misero conto di 2 per ‘Er Paletta’. Corbin porta Reigns al tappeto per un Addominal Stretch prolungato, ci starà buoni due minuti così. Reigns poi riesce a liberarsi e a correre da una parte all’altra del ring in Springboard, fino a quando con una gomitata porta fuori dal ring Corbin colpendolo col Drive By poi sull’Apron Ring.

Dopo la pausa pubblicitaria troviamo ancora Reigns in controllo del match, pronto a chiamare il Superman Punch che viene parato da Baron. Anzi Corbin assesta un Deep Six, 1-2-Kick Out! Si salva ancora Reings! Gli atleti sul ring iniziano ad essere stanchi, tanto che Corbin lanciato fuori da Reigns colpisce una telecamera per sbaglio all’esterno del ring. Come risale sul ring Baron viene attesto da un Superman Punch, 1-2-Kick Out! Si Salva ancora Baron. Gli atleti appaiono stremati, tranne Roman che come al solito si rialza dal tappeto con la stessa espressione di chi ha appena fatto un massaggio Thai with Happy Ending.

Corbin invece va fuori dal ring molto ammaccato e prova a prendere la strada della rampa. Ma quando è quasi arrivato in cima arriva Finn Balor, che con la sua presenza costringe Baron a riprendere la via del ring, tra le grinfie di Roman Reigns. UUUUAAAAA, Spear, 1-2-3!!

Winner: Roman Reigns

A fine match Roman se ne va tranquillo e beato, mentre Balor infierisce sul povero corpo di Er Paletta con una Coupe de Grace.

Andiamo in pubblicità che subito dopo avremo il 2° match di serata. Prima però vediamo Kurt Angle che viene raggiunto nel proprio ufficio da Seth Rollins. Seth ricorda a tutti che a Summerslam avrò una Title Shoot contro Ziggler, ma stasera vorrebbe potersi occupare anche di McIntyre. Angle è d’accordo per questo da l’opportunità a Rollins di trovarsi un partner per un Tag Team match stasera contro il duo dei bellocci.

MATCH 2: Bobby Roode vs Mojo Rawley (1,5 / 5)

Finalmente un match glorioso in quel di Raw. Nelle battute iniziale c’è poca gloria però, visto che Mojo sembra partire meglio e costringe subito Roode alla difensiva. Anche se Bobby sembra poter chiaamre la Glorius DDT quasi subito ad inizio match. In ogni caso Micheal Cole più fastidioso di una zanzara annuncia la pubblicità.

Tornati sul ring, troviamo un match molto lento, fatto di tante prese tecniche poco gloriose al tappeto di Mojo su Roode. Dopo due minuti il Glorioso riesce a liberarsi giusto per subire Sideslam da parte di Rawley. Tentativo di Roll Up per Roode, 1-2-Kick Out! Si salva Mojo che poi prova a far correre Roode sulle corde, ma viene steso a terra.

Bobby dal paletto riesce a mettere a terra Mojo, chiama la Glorius DDT che viene in un primo momento evitata per poi essere assestata in un secondo tentativo, 1-2-3. C’è Gloria a Jacksonville

Winner: Bobby Roode

(Se questa è la prima ora, ho paura per le altre 2)

Ecco finalmente una nota lieta. Elias è nello spogliatoio alle prese con una Troupe Televisiva. Lo Staffer gli mostra le loro idee per le riprese, ma il Drifter lo zittisce e gli dice che la sceneggiatura cè l’ha tutta in mente lui. Loro devono limitarsi a fare il lavoro per riprenderlo bene. I Love This Man.

E proprio Elias che ci accoglie sul Ring al ritorno. Grazie al cielo. Assolo con le corde degno di Jimmy Hendrix prima di chiederci chi vuole camminare con lui. Si vanta del successo del suo Album e ricorda che il nuovo documentario su di lui, sarà disponibile sul Walk With Elias Network (Genio). Elias però dice che non è stato contento di come è stato montato il documentario. Per questo ha questa Troupe con lui oggi, per farlo a modo suo. Il Drifter poi chiede a tutti di tacere ed ad allienare i propri cellulari, che deve cantare. Inizia a suonare, poi si ferma e chiede più volte ai cameraman di riprenderlo nel modo giusto. Ovviamente iniziano gli insulti al pubblico di Jacksonville e a Bobby Lashey. Sono loro la colpa del fatto che le riprese non vengono come lui vorrebbe. Ovviamente c’è la solita grande interazione col pubblico per Elias.

Bobby “Vinco i match inutili per perdere poi quelli che contano” Lashley non si fa attendere sul palcoscenico del ring. Arriva ancora una volta ad interrompere Elias. Tartufone dice comunque di apprezzare Elias, gli è simpatico. Per Elias invece Bobby non è simpatico e gli rinfaccia di come il suo ritorno sia un totale fallimento. Striglia i cameraman di non distogliere mai l’attenzione da lui per andare su Lashley nel frattempo.

Fatto sta che  Elias decide di andare a finire il documentario da qualc’ altra parte e aiuta gli uomini delle riprese ad uscire, per poi attaccare Lashley a tradimento. Bobby riesce però quasi subito a reagire stendendolo con una Spinebuster. Poi richiama il cameraman di Elias a salire sul ring e a riprenderli. Tartufone deve eseguire infatti un Vertical Suplex prima di andare via.

Prima della pubblicità, se qualcuno se lo fosse chiesto, Micheal Cole decide di rovinarci l’esistenza dicendoci che il compagno di stasera di Seth Rollins non sarà Dean Ambrose. Ricamino è ancora fuori dai giochi per l’infortunio. Intanto nello spogliatoio Seth Rollins viene raggiunto da Tyler Breeze che si propone come partner. Ovviamente Rollins declina. Compare però un Roman Reigns selvatico che si propone come partner.

MATCH 3: Titus O’Neil (with Apollo Crews & Dana Brooke) vs Rezar (with Akam) (1,5 / 5)

Rezar sembra poter facilmente controllare il match contro Titus. O’Neil è da subito in palese difficoltà all’angolo, per questo Dana da fuori inizia subito ad incoraggiarlo per dargli forza. I Risultati sono abbastanza scarni.

Dopo qualche minuto Titus riesce a trovare una reazione e a portare Rezar all’angolo. Rezar prova a reagire ma si becca un Big Boot all’angolo. Akam intanto distrae Titus e permette al suo compagno di Team di tornare in vantaggio. Spinebuster di Rezar su Titus,1-2-3.

Winner: Rezar

Prima della pubblicità una grafica ci annuncia una puntata del Kevin Owens Show con ospite Er Libanese Jinder Mahal.

Palco ai lati dello stage per Kevin Owens ed il suo talk Show. Seduto sulla poltrona con quella scenografia mi ricorda tanto Maurizio Costanzo. Boni. In ogni caso, Owens invita Jinder Mahal e il fido Sunil a raggiungerli sul piedistallo. (Demo, moseca).

Owens prende la parole, ringrazia Mahal per avergli insegnato le tecniche della meditazione. Non ci credeva, ma dice di essere piacevolmente sorpreso dei benefici di quelle pratiche. Ora non soffre più e gioca con i suoi figli. Ma non l’ha chiamato per questo, ma perché entrambi hanno una cosa che li accomuna; Braun Strowman.

Owens dice che Braun è un mostro. La gente urla “We Want Strowman” e allora Kevin rinfaccia a tutti di come lui abbia vinto contro Strowman, riuscendo ad evadere da una Gabbia d’Acciaio (o sei stato semplicemente scaraventato giù?). Kevin promette, anche in maniera molto agitata, che lui si prenderà la valigetta di Strowman a Summerslam e che si riprenderà indietro il suo titolo Universale. Owens continua a ringraziare Mahal per averlo aiutato a essere così lucido e tranquillo (Ma davvero?). Owens poi ha una grande idea per stasera, Jinder contro Braun Strowman.

Quindi Kevin presenta Strowman, che ovviamente non compare. Owens dice che Braun non compare perché ha paura. Invece Stromwan non fa altro che ribaltare tutto il palcoscenico da sotto e ad andare sul ring in attesa che lo raggiunga Jinder.  Finalmente un bel segmento! Grande Owens!

MATCH 4: Jinder Mahal (with Sunil Singh & Kevin Owens) vs Mr. Money in the Bank Braun Strowman (1,5 / 5)

Gioco di squardi tra Braun e Jinder al centro del ring. Finchè Braun non scende dal ring e decide di rincorrere Kevin con scarso successo. Il docile Braun decide quindi di risalire sul ring iniziando a far quel che vuole di Jinder.

Nel frattempo Owens ruba la valigetta a Braun e prova ad andare via, ma Stromwan lo raggiunge sulla rampa e si riprende la valigetta. Mahal allora lo raggiunge e prova a colpirlo, Braun gli da la valigetta in testa.

Winner: Jinder Mahal for DQ

Il tutto si chiude con Mahal e Owens che riescono ad evitare la furia di Strowman. Tutti tranne il povero Sunil Singh.

Prima del prossimo match vediamo Baron Corbin a telefono con la Stephanie McMahon. Baron trova Kurt Angle e gli passa il telefono. Il General Manager non sembra molto contento degli ordini impartiti dalla signora Triple H, ma gestirà la cosa.

Pronti al Tag Team match fra Ziggler/McIntyre contro i 2/3 dello Shield. Ma mentre camminano nel Backstage per dirigersi sul ring, Rollins e Reigns vengono fermati da Angle e Corbin. Angle non ha il coraggio di parlare, quindi lo fa Er Paletta. Corbin avvisa Reigns che Stephanie non vuole mettere a rischio il Main Event di Summerslam (Oh My God!). Quindi a Reigns è vietato salire sul ring insieme a Rollins. Roman ovviamente dice che gli ne frega Catzi di cosa dice Stephanie. Baron allora continua dicendo che se Roman scenderà la rampa perderà l’opportunità per il titolo. Rollins consiglia a Roman di starsene nel backstage e di non preoccuparsi. Ovviamente Roman regala un bel punch allo stomaco per Baron.

MATCH 5: Handicap match Seth Rollins vs Dolph Ziggler & Drew McIntyre (2 / 5)

E’ proprio McIntyre a cominciare il match. Ovviamente il vantaggio per Dolph e Drew è importante e riescono a gestirlo bene. Mentre il pubblico incoraggia Seth, davvero impotente da solo contro quei due, sperando in un ritorno a sorpresa di Dean Ambrose.

Intanto sul ring poderoso Backbreaker di Drew su Rollins, mentre Ziggler lo lavora psicologicamente in vista di Summerslam. Rollins vede uno spiraglio quando Dolph va completamente a vuoto, andando a terminare la sua carriera di Latin Lover sul paletto. Nel frattempo Seth riesce  a mettere fuori gioco Drew e a colpire Ziggler con uno Slingblade. Deve fare presto ora Seth ed approfittarne della mancanza di Drew.

Prova il Curbstomp su Ziggler ma non ci riesce, dopo averlo riportato sul ring quando lo aveva colpito fuori con un Suicide Dive. Riesce però a mandarlo contro al paletto a Ziggler in Powerbomb, ma proprio in quel momento rientra Drew che si prende il cambio. Sembra finita per Seth quando dal cilindro spunta fuori il Coniglio del Roll Up. Ma il conto dell’arbitro spezzato sul 2, spegne i sogni di vittoria di Seth. Torna anche Drew, gioco di coppia, Superkick di Ziggler, 1-2-3!

Winner: Drew McIntyre & Dolph Ziggler

Un video ci ricorda chi è Alicia Fox, quella che combatterà contro Ronda Rousey più tardi.

In tanto siate felici amici, il B-Team, campioni di coppia di Raw sono qui. Con una nuova musica d’Ingresso molto festosa.

MATCH 6: Tag Team match; Raw Tag Team Champions B-Team vs The Revival (1 / 5)

Bella sfida inizialmente, molto dinamica. Con il B-Team che in coppia riesce anche ad avere qualche buon colpo assestato sui suoi avversari. La magia del B-Team viene spezzata però da Scott Dawson quando riesce ad essere in vantaggio su Bo Dallas. Lunga presa al collo sull’ex Campione di NXT per il pelato dei Revival. Bo riesce però a scappare. Proprio quando sia Scott che Bo stanno per dare il cambio ai rispettivi avversari, veniamo sorpresi dall’intro marchio di Fabbrica di Bray Wyatt. Al posto di Courtis Axel e Dash Wilder agli angoli troviamo ora Woken Matt e Bray Wyatt. Che mettono tutti a terra e rimangono a pavoneggiarsi sul ring.

Winner: No One. Match finito in No-Contest.

Cambio di scena è arrivato il momento dell’Intervista di Paul Heyman concessa a Reene Young. Tutti ci stiamo chiedendo come sono i rapporti al momento tra Lesnar e il suo avvocato. Heyman visibilmentre distrutto, dice di non sapere dove si trova Brock, visto che è una settimana che ha il telefono staccato. Reene in versione Barbara D’Urso, chiede a Paul se considera ancora Brock come un amico. Certo che si, risponde un Heyman davvero commoso e con gli occhi rossi. Giuro che mi sto commuovendo anch’io. Insesibili che siete voi della WWE! Heyman straziato continua dicendo che non avrebbe mai pensato che tra lui e Brock sarebbe finita in maniera così triste. Progettavano da parecchio il tramonto insieme, con alla vita di Brock sia il Titolo WWE che quello UFC.

Reene allora senza sensibilità chiede ad Heyman se Lesnar ha ancora bisogno di lui in questo momento. Heyman non riesce a rispondere, distrutto dalle lacrime. Ricamina allora gli chiede se vuole un minuto per riprendersi. Heyman dice che sta bene. Heyman dice che non lo sa comunque. Reene allora le chiede se ha già in mente la procura di qualche altro possibile talento. Heyman dice che questa domanda sarebbe stata inimagginabile settimana scorsa, come tutta questa situazione. Non contenta Reene continua a girare il coltello nella piaga, chiedendo ad Heyman chi pensa vincerà il Main Event di Summerslam (Se fate silezio però il sole nascente all’orizzonte mi pare stia urlando un UUUUAAAAA). Heyman, che oramai non ha nemmeno più gli occhi per piangere, per tutte le lacrime versate, risponde singhiozzando. Paul afferma che non ha mai visto in 16 anni un Lesnar così violento e concentrato, per Roman Reigns non ci saranno speranze di uscire distrutto anche fisicamente.

Cambio di scena si torna sul ring.

MATCH 7: Tag Team match; Liv Morgan & Sarah Logan vs Bayley & Sasha Banks (2,5 / 5)

I 2/3 della Riott Squad vs The Boss & Hug connection. Durante la discesa della rampa, nota per i più maliziosi, la Banks e Bayley hanno afferato un salsiccioto e giocato con esso.  A voi i commenti. A cominciare la contesa sono Sasha Banks e Liv Morgan. Vabbè invidio l’arbitro.

Tornando seri, una intraprendente Liv riesce inizialmente a mettere anche la Boss all’angolo, prima di lanciare un urlo in faccia al povero arbitro che gli stava solo ricordando il conto di 5, Timpano rotto per lui quotato ad 1,01. Entra poi l’artiglieria pesante sul ring con Bayley e Sarah Logan, che la mettono subito sulla tecnica di base al tappeto, dov’è la Hugger che primeggia.

Sarah Logan prova a metterla sulla potenza lanciado Bayley all’angolo, ma si becca un Crossbody  1-2-Kick Out. Si salva Sarah Logan che poi getta Bayley con grande potenza contro il proprio angolo per dare poi il cambio a Lingua puffa Liv.

Tornati dalla pubblicità troviamo ancora Sarah Logan che tiene Bayley al tappeto con una Headlock. Bayley però sembra liberarsi e poter dare il cambio a Sasha. Ma proprio sul più bello Sarah prende la Banks e la fa cadere fuori. Sasha allora vorrebbe entrare nel ring ma l’arbitro la ferma distraendonsi, permettendo alle due canaglie di Liv e Sarah di far quello che vogliono di Bayley. Comunque Liv dalle espressioni che ha non mi sembra molto in forma, anzi mi sembra un po’ come se fosse non connessa del tutto all’evento.

La musica cambia quando Sasha riesce finalmente ad entrare nel ring, trovandonsi di fronte Sarah Logan. La Logan è vittima della Hurricarana di Bayley prima e della doppia Ginocchiata volante dal paletto di Sasha poi. Arriva Liv Morgan ad interrompere il conteggio che avrebbe permesso a Sasha di ottenere il Pin vincente. Bayley allora vorrebbe mettere fuori gioco Liv con una ginocchiata all’esterno del ring, ma una persona vestita di nero riesce a spostarla giusto in tempo. Bayley cade a terra rovinosamente. Quello uomo nero si rivela essere non altro che Ruby Riott finalmente ripresasi dall’infortunio.  Sasha rimane di stucco e rimane vittima del Roll Up di Sarah Logan, 1-2-3!

Winner: Liv Morgan & Sarah Logan

Ed ora video che ci ricorda gli ultimi mesi di Ronda Rousey e della campionessa della divisione femminile Alexa Bliss prima del Main Event. Dopo  l’ingresso di Alicia e Alexa, Charly Caruso sale sul ring per intervistarle e vengono lettaralmente prese in giro insieme al pubblico di Jacksonville da parte delle due bellezze della WWE. Ad interrompere il teatrino è la musica di Ronda Rousey, pronta a combattere.

MAIN EVENT MATCH 8: Alicia Fox (with Alexa Bliss) vs Ronda Rousey (with Natalya) (2 / 5)

Alicia Fox tenta di schernire l’avversaria, ma per poco non viene annichilita all’instante. La salva solo uscire dal ring. Allora mentre la Fox circoscrive il ring, Alexa prova a distrarre la Rousey. E ci riesce, visto che Natalya si è fatta buttare subito sul paletto. La Fox riesce a prendersi un vantaggio, ma viene subito detronizzata prima dallo sguardo e poi dai pugni di Ronda Rousey.

Ronda fa quello che vuole di Alicia Fox sotto gli occhi attoniti della campionessa Alexa Bliss. Onestamente devo dire che Ronda non mi dispiace ne per tecnica ne per le qualità recitative. Anche se può sembrare al momento una Brock Lesnar al femminile.

Ah! il match finisce appena Ronda blocca la Fox nella sua Armbar.

Winner: Ronda Rousey

Intervista di Charly Caruso alla vincitrice dopo il match. Alexa Bliss vorrebbe provare a colpirla da dietro, ma per poca non rischia di arrivare in barella a Summerslam. Un’impaurita Alexa Bliss sale via sulla rampa col suo titolo, mentre Ronda la minaccia di prendersi il titolo a Summerslam. E’ tutto qui per oggi. La puntata è finita andate in pace.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
4,5
Qualità dei promo
6,5
Evoluzione delle storyline
5
FONTEzonawrestling.net
Leafar Attila
La passione per la WWE è alla pari a quella per il Napoli. Vive alla giornata non si preoccupa dei problemi, sono i problemi che si preoccupano di lui. AJ Styles, Kevin Owens, HBK, Eddie Guerrero e CM Punk i Wrestler preferiti. Blindmark di Daniel Bryan, YES! YES! YES!