Puntata di peso per NXT che, nonostante oramai sia partita già la diaspora verso gli altri roster, oggi ci regala un super match titolato e anche un altra sfida di grande fascino.

Prima della sigla ci viene riassunto come si sia arrivati alla title shot di Velveteen Dream che verrà usata in questo episodio su Johnny Gargano per il titolo Nord Americano.

Entriamo quindi alla NXT Arena e subito le luci sono spente e si parte con l’altro match di cartello della giornata.

Match 1: Aleister Black vs Roderick Strong (3,5 / 5)

Strong arriva sul ring tutto solo e con uno strano pendaglio al collo, sembrano medagliette militari ma tinte di nero e molto plasticose. E’ proprio il membro degli UE a cercare di portare subito la lotta a terra ma Black ha altri piani e sfodera subito le sue basi di Muay Thai a cui unisce un german suplex per un conto di 2 già a inizio contesa. Strong riesce a far finire l’avversario fuori ring e con un back bodydrop lo fa finire sui gradoni d’acciaio, in modo che una volta risalito sul quadrato possa condurre le danze alternando backbreaker e prese a terra. Aleister cerca una reazione con dei forearm ma Strong sembra avere le redini ben salde, non esitando a spostarsi di nuovo all’esterno e usare anche il ring come arma, caricando poi Black sul paletto e cercare il superplex ma il suo tentativo viene disinnescato da Aleister ma solo parzialmente perchè comunque deve subire un backbreaker e un tentativo di schienamento. Roderick va a segno con una ginocchiata ma la successiva viene parata da Black che può partire con una delle sue combinazioni di calci chiusa da una quebrada di rimbalzo dalle corde e una brainbuster in corsa che vale un conteggio di 2. I due si scambiano a ripetizioni mosse a centro ring e alla fine è Strong a uscire dal ring per evitare danni peggiori; Black lo ferma e i due si affrontano sull’apron e Strong riesce a mettere a segno una torture rack con l’aiuto del paletto che lascia Aleister stordito ma non abbastanza per pote ottenere il conteggio di 3. Strong le prova tutte e va di nuovo vicino alla vittoria dopo un Angle Slam in movimento, ma esagera nel cercare un ennesimo backbreaker, che Black evita e appena mette i piedi a terra mette a segno la sua implacabile Black Mass che vale la vittoria.

Vincitore: Aleister Black

Come sempre, il resto degli Undisputed Era arriva per aiutare il loro socio, ma ad aiutare Black arriva Ricochet che con l’olandese riesce a far piazza pulita del ring e a cacciare striscianti Cole e compagnia cantante.

Al Performance Center in settmana sono arrivate le nuove reclute ma ovviamente rrivano Shayna Baszler e le sue amichette che cercano di far valere il loro nonnismo ma per una volta sembra che il personale riesce ad evitare che si passi al rissone tutte contro tutte.

Video registrato per Bianca Belair che continua a sentirsi defraudata da quanto successo a Takeover Phoenix, si sente ancora imbattuta e che Io Shirai e Kairi Sane non si devono aspettare che si metta da parte per avere una shot titolata e in sostanza le sfida a un confronto per decidere chi avrà la prossima occasione titolata.

Vediamo quanto successo a Raw e SmackDown con le apparizioni di Ricochet, Black, Gargano e Ciampa. Avrei voglia di dire tante parolaccie su come son stati proposti nell’apertura di RAW ma ve le eviterò per non esser troppo volgare.

Il nostro tavolo di commento ci annuncia che anche quest’anno torna il Dusty Rhodes Tag Team Classic con in palio la shot ai titoli di coppia dei War Raiders in quel di Takeover New York(ecco, mi son perso un pezzo, sarà al Garden o a Brooklyn come sempre?) e abbiamo anche le prime coppie iscritte: Undisputed Era, Street Profits, Aicher & Barthel a cui non hanno per ora confermato il nome European Union che a me piaceva assai e, nello spot dell’inutilità, i Forgotten Sons. Settimana prossima credo scopriremo gli altri tag coinvolti e dalla settimana successiva partiranno i match.

Match 2: Mia Yim vs Xia Li (2 / 5)

Devo dire che Xia Li nella sua apparizione alla Rumble non mi è dispiaciuta facendo una figura più che discreta, vediamo come se la cava in un match ufficiale contro una avversaria affermata e tosta come Mia Yim, anche se mettere contro due atlete dai nomi di sapore asiatico è una tortura per chi scrive. Partenza con un po’ di scambi di prese tra le due e Xia cerca prima di colpire con una serie di calci in velocità e poi cerca di sorprendere Mia con un serie di roll up acrobatici. Yim sembra in difficoltà a leggere gli attacchi molto poco canonici dell’avversaria ma poi, con molta esperienza e mestiere, mette la contesa sui binari a lei più adatti, difendendosi bene dai tentativi di striking della cinese, stendendola con uno spinning backfist e chiudendo la contesa con la Protect Ya Neck.

Vincitrice: Mia Yim

Dal nulla arrivano sul Ring Shayna e le sue paggette e partono col pestaggio sulla povera Mia che manco ha fatto a tempo a festeggiare la vittoria. A supporto di Mia arrivano un po’ di ragazze dal backstage ma le 3 ex MMA hanno vita facile nello sbarazzarsi di loro e Baszler colpisce Yim con una ginocchiata in corsa per ribadire il suo dominio su tutta la divisione femminile.

Johnny Gargano si sta scaldando per il main event quando arriva Candice e gli chiede perché Ciampa è li al suo fianco. Ciampa le risponde che capirà più tardi il motivo della sua presenza ma Gargano lo stoppa dicendo che stasera vuole fare tutto da solo senza coinvolgimenti esterni ed è pronto a dimostrare ancora una volta perché lui sia Johnny Wrestling. Gargano se ne va con signora e Ciampa resta solo con la cintura e tra sé e sé dice che allora stasera starà solo a guardare..

Toh, un Jeremy Borash selvaggio(e che ha scoperto la trippa con i funghi vista la pappagorgia che si ritrova..) appare e conduce una intervista registrata con Matt Riddle e dice che da quando è arrivato a NXT nessuno gli ha chiesto di cambiare il suo modo di essere cosi rilassato e non convenzionale, e questo si è visto per come ha chiuso la faida nel match di Takeover con Ohno. Chiuso quel capitolo Riddle si dice pronto a concentrarsi sui prossimi obiettivi che ovviamente sono una delle cinture singole di NXT e si dice sicuro che nessuno possa bloccarlo verso il successo.

Settimana prossima: visto quanto successo poco va, Mia Yim se la vedrà con Shayna Baszler.

Match 3: NXT North American Championship: Velveteen Dream vs Johnny Gargano (4 / 5)

Mise di Dream per una volta quasi sobria, solo una vestaglia argento glitterata e un fascione viola in testa. Come promesso poco fa, Gargano arriva solo sul ring e anche lui, come ormai diversi lottatori di NXT, canticchia la sua theme song prima di salire sul quadrato. Fasi iniziali a terra dove ovviamente Gargano ha maggiore esperienza e familiarità con Dream che cerca qualche giochetto mentale, uscendo con acrobazia da una armlock e rifilando un pizzone in faccia a Gargano, che deve ripiegare fuori ring per riprendersi e non perdere la calma già a inizio incontro. Dream cerca ora di imporre il suo stile di match fatto di trucchetti e accelerazioni improvvise, concentrando i suoi attacchi sulla schiena nemica, ma esagera con i tentativi dal paletto e Gargano lo fa cadere rovinosamente dalla terza corda, permettendo al campione di poter a sua volta attaccare e ottenere un 2 dopo un low dropkick. Johnny non sembra avere alcun interesse ad alzare troppo il ritmo e cerca in maniera scientifica di tenere a bada l’avversario, usando sapientemente striking e neckbreaker per comandare la contesa e poi infliggere i maggiori danni con una serie di per iperestendere le braccia di Dream. Velveteen cerca anche di reagire ma si ritrova poco dopo lanciato fuori ring da Gargano, che si prende anche il tempo di giocare col pubblico,prima di ritornare ad attaccare l’avversario portandolo proprio vicino alla zona più calda dei tifosi in prima fila e tornato sul quadrato bloccare Dream in una abdominal stretch, per lo meno modificata e non quella anni 80. Dream finalmente si libera e mette a segno una Spinebuster che gli concede il tempo di respirare e poter ripartire all’attacco con una serie di calci in corsa e un lariat che lancia Gargano fuori ring e Dream subito gli vola addosso con la Double Axehandle. L’azione si velocizza e Dream mette a segno una Fameasser per un conto di 2 lungo, mentre Ciampa guarda il match dalle zone alte dell’arena. Velveteen cerca la DVD dalla terza corda ma Gargano la evita, fa cadere di peso l’avversario e connette con la Flatliner sopraelevata per un altro conteggio corto. I due lottatori lottano per prendere l’inerzia del match ma si scontrano testa contro testa e restano per un attimo storditi a terra; la lotta si sposta sull’apron e Johnny mette a segno un buon superkick per cercare l’apertura per la Slingshot DDT ma Dream lo blocca con un uppercut e cerca a sua volta la DVD dal bordo, ma va a sua volta a vuoto finendo fuori ring e Gargano subito lo colpisce con un Suicide Dive ma tornato sul ring viene preso da un calcio di incontro di Dream che poi connette con la spinning DDT per un conto lungo ma non ancora vincente. Velveteen cerca di chiudere subito con la Purple Rainmaker ma va a vuoto e si becca un altro superkick di Gargano che prova lo schienamento ma non riesce a ottenere il 3. E’ Johnny ora che cerca di andare dalla terza corda ma Velveteen lo blocca e lo raggiunge, si prende un paio di testate a cui risponde con un gran forearm e al terzo tentativo va a segno con la Avalanche DVD dalla seconda corda, ma con grande tenacia Gargano esce miracolosamente dal conteggio, per l’apprezzamento del pubblico della NXT Arena.Johnny si sposta fuori ring, Dream riprova l’axehandle volante ma questa volta si becca il superkick dritto sul naso e viene sbattuto contro i gradoni prima e poi contro la rampa dopo uno snap suplex; Gargano mette a segno la Slingshot DDT ma stavolta è Dream a fare il miracolo e a uscire dalla finisher dell’avversario, per lo sbigottimento di parte del pubblico e di Ranallo al commento. Gargano cerca di chiudere la contesa una volta per tutte con una compilation di lariat, tra cui una con rotazione, ma cerca un superkick di troppo e stavolta Velveteen lo intercetta, se lo carica sulle spalle, mette a segno la Death Valley Driver per ben due volte e si apparecchia per bene la Purple Rainmaker che va a segno e consente a Dream di ottenere il conteggio vincente e strappare alla prima difesa il titolo Nord Americano a Gargano.

Vincitore e Nuovo NXT North American Champion: The Velveteen Dream

Nel buio della sua stanzetta, Ciampa vede tutto e se ne va con un sorrisetto beffardo sul volto, mentre Gargano striscia fuori ring sconfitto e Dream si gode la meritata affermazione e conquista del titolo.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
8
Qualità promo
7
Evoluzione storylines
7,5
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.