Amici di NXT, anche nella settimana in cui il mondo impazzisce per fare i regali, anche lo show nerogiallo ci porgerà un dono, ovvero il nuovo primo sfidante al titolo di Shinsuke Nakamura.

Entriamo quindi alla Full Sail University e partiamo subito con il primo incontro di serata.

Match 1:Billie Kay vs Daria Berenato (2 / 5)

Le due australiane arrivan come sempre in coppia, con Peyton ad osservare la compare da bordo ring. Incredibilmente sul volto di Daria appare addirittura un sorriso al momento dell’ingresso sul ring, che diventa però subito uno sguardo concentrato una volta fra le corde. Partenza lanciata di Berenato che fa valere il suo background di artista marziale per colpire per prima, e costringe le due australiane a ricorrere ai trucchi sporchi per potersi difendere, ma Daria è una furia e con calci, compilation di pugni e takedown tiene il pallino del match. Peyton cerca di portare via l’amica dal ring, ma la Berenato le va a riprendere sulla rampa e riporta la sua avversaria fra le corde. La Royce riesce comunque nel suo intento attaccando Daria alle spalle e facendola sbatter violentemente contro l’apron ring, e per Billie è quasi fin troppo facile colpire con il Big Boot e vincere il match.

Vincitrice: Billie Kay

Post match Billie prende il microfono e dice che quello han fatto è un messaggio per tutte le lottatrici del roster e sfidando Asuka a sfidarle per decidere chi è al comando della divisione…cosi a naso per me è una brutta idea far arrabbiar la giapponese, ma fate voi..

Match 2: The Authors of Pain vs 2 Poor Jobbers (1 / 5)

Uno dei due jobbers ha la bandiera della Turchia sul costume, e direi che questa è la nota più interessante di questo super squash match, che viene vinto per KO degli avversari visti i danni fatti.

Vincitori: The Authors of Pain

Anche Paul Ellering prende il microfono, e ricorda che i suoi protetti andranno per i titoli in quel di San Antonio, e son pronti a distruggere sia i DIY che i Revival per arrivare alle cinture.

Nel backstage, ad Asuka vien chiesto che ne pensa dei proclami di Billie e Peyton. La campionessa conferma che le due non sono affatto al suo livello e devon stare attente a ciò che dicono. Appesa al palo della struttura del backstage, Nikki Cross osserva la situazione e se ne va ridacchiando..

Un bel video musicale ci fa vedere il meglio dei 4 match di qualificazione al fatal four way di stasera, con tanto di mini interviste ai quattro partecipanti.

Match 3: Fatal 4 Way Elimination Match for the N°1 Contender for the NXT Championship: Tye Dillinger vs Andrade Cien Almas vs Roderick Strong vs Bobby Roode (3,8 / 5)

Mi piace la scelta del format ad eliminazione, mantiene la tensione alta per tutta la durata dell’incontro senza il limite del solo schienamento che castra un pò l’andamento. Roode prova a scappare, ma si becca chop a destra e a manca e lui e Dillinger restan a bordo ring, mentre sul quadrato Almas e Strong parton a ritmo altissimo, con il messicano che ha la meglio nel primo scambio e può bearsi a centro ring. Almas tiene il controllo e riesce anche a scansare un attacco da dietro di Dillinger, ma fallisce nel doppio moonsault e si becca dropkick da Tye che lo spedisce fuori ring. Arriva Roode ad attaccare i due face, in particolare Roderick, facendo leva sulla sua forza ma l’ex ROH si difende e con un backbreaker ottiene un conto di 2. Strong resta l’obiettivo degli attacchi dei altri 3 avversari, che probabilmente l’hanno identificato come anello debole della contesa, ma si difende con astuzia e poi vola sugli altri 3 contendenti con un volo in corsa con avvitamento molto spettacolare. Roode cerca di ottenere un pin sporco con i piedi sulle corde, ma viene pescato da Anfibio, unico caso in cui è l’anfibio il pescatore, ma il Glorioso continua a mantenersi in vantaggio sugli altri, con Strong a tenergli però testa in maniera molto orgogliosa e poi scatta la più classica tower of doom dal paletto con tutti e 4 i lottatori coinvolti. L’azione diventa molto frenetica e rapida e Almas colpisce con la doppia ginocchiata in corsa Dillinger al paletto ma rialzatosi non vede Strong che lo abbatte con il Sick Kick che vale il conto di 3 e la prima eliminazione. Preso dal momentum, Roderick cerca di eliminare anche Dillinger dopo un notevole side suplex con rotazione, ma Tye riesce a rovesciare una proiezione nella Tye Breaker che vale il conteggio vincente e l’eliminazione di un ottimo Strong. Restano sul ring, come a Toronto, Dillinger e Roode e il pubblico non vede l’ora di veder i due, e Tye parte lanciato non dando un attimo di riposo con attacchi continui e precisi. Il Perfect Ten però manca sia la Breaker che il superkick e Roode lo livella con un lariat potente. Bobby decide di sfruttare la mancanza di squalifiche ed abbranca una sedia, ma Tye lo colpisce con un superkick dritto sul mento, ma lo schienamento non risulta vincente per una questione di centesimi di secondo.Scaltro come sempre, Roode rotola sotto le corde e le usa come arma alla prima occasione buona e poi ribalta la Tye Breaker in una Spinebuster. Il Glorious DDT viene parato e Dillinger mette a segno la sua finisher ma Roode esce anche da questo schienamento per lo stupore del pubblico e la disperazione di Tye. Dillinger cerca la Tye Breaker dalla terza corda ma deve desister per la troppa stanchezza e Roode ne approfitta per lanciarlo di peso con le parti basse sulla protezione del ring più alta per guadagnare tempo e fiato necessario per la Glorious DDT che vale un biglietto per il main event di San Antonio!

Vincitore e nuovo N°1 Contender al titolo NXT: Bobby Roode

Con le immagini di giubilo di Roode si chiude questa puntata e vi auguro buon Natale e Felice Anno Nuovo!

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
7,5
Qualità promo
6
Evoluzione storyline
7
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.