Primo evento live 2018 sul Network per NXT e anche quest’anno i Takeover saranno legati ai Big Five WWE, dato che è stata aggiunta un quinto appuntamento da tenere in concomitanza con Money In the Bank. Ad ospitarci per questo appuntamento sarà la città dell’amore fraterno, di Will Smith, degli Eagles al Superbowl, di Joelone Embiid e patria dei tifosi più scatenati, oltre che della Rumble in cui il vincitore è entrato con lui ma non si può nominare ovvero Philadelphia. Cinque ad ora i match annunciati per lo show, andiamo subito con l’analisi degli stessi più una piccola postilla sul finale.

 

Velveteen Dream vs Kassius Ohno

Potrei prendere e copiare paro paro quanto detto per il precedente Takeover nel match che veniva coinvolto Ohno. Il buon Kassius si è preso il ruolo del veterano con credibilità che serve a lanciare i nuovi volti e sembra conscio e contento di questa situazione, consapevole che la sua grande occasione di farcela l’ha bruciata nel suo primo passaggio in WWE. Qui il suo compito sarà meno complesso di quello della scorsa volta dato che Velveteen Dream, contro mio qualsiasi pronostico e previsione, si sta dimostrando un bel lottatore con tutte le sue cosine a posto sia sul ring che nel modo di portare un personaggio comunque non semplice da rendere. La sua vittoria pare scontata e serve soprattutto a tenerlo caldo per i prossimi feud importanti.

Vincitore: The Velveteen Dream

Extreme Rules Match : Adam Cole vs Aleister Black

Siamo a Phila, storica culla della ECW e regalare a un pubblico così un match impostato sulla cattiveria pura di certo è una buona idea, per quanto tutti stiano smentendo che la stipulazione sia stata scelta per questo motivo. In effetti la faida tra i due è stata molto intensa e mettere un match di questo tipo è coerente con quanto visto, pensando soprattutto al fatto che Cole sarà plausibilmente senza l’aiuto di Fish e O’Reilly. Il problema su questo match dal mio punto di vista è il risultato in quanto per assurdo nessuno dei due avrebbe bisogno di perdere, in particolare proprio Cole che, sarò io con la puzza sotto al naso, non ha ancora messo un bel punto esclamativo sulla sua permanenza a NXT, molto carismatico ok ma sul ring l’ho trovato piuttosto medio e senza quell’acuto o quella prestazione notevole che lo abbia fatto spiccare dalla massa. Black ha sicuramente avuto un impatto migliore ma avrebbe questa sua imbattibilità individuale da tenere. Credo che potremmo vedere molto più hardcore di quanto normalmente accade in WWE e magari un big spot finale per proteggere lo sconfitto e in questa ottica un Cole che tira fuori un gran coniglio dal cilindro e porta a casa la vittoria ha una sua logica.

Vincitore: Adam Cole

NXT Tag Team Championship: Authors of Pain vs Undisputed Era

Sfida decisamente interessante questa per i titoli di coppia, con gli Authors alla ricerca della riconquista delle cinture contro i Undisputed alla prima difesa in un live event. Due stili di lotta decisamente diversi per i due team ma che hanno buona possibilità di mescolarsi bene regalandoci una contesa molto equilibrata e divertente, per quanto gli AOP non avranno questa volta una stipulazione per coprire le carenze che ancora anno. Per i due bestioni gestiti da Paul Ellering questo potrebbe essere però il canto del cigno qui a NXT e li vedo molto bene per esempio a Smackdown a rinfrescare la divisione di coppia mentre per Fish e O’Reilly si prospetta un discreto regno, con ancora diversi sfidanti tra cui i rientranti TM61 che mi paiono i più interessanti come accoppiamento.

Vincitori e ancora NXT Tag Team Champions: Undisputed Era

NXT Woman Championship: Ember Moon vs Shayna Baszler

Forse il match su cui si può discutere maggiormente di questo Takeover è questa sfida per il titolo femminile, data la costruzione rapidissima e repentina della Baszler che in 3 puntate, 2 risse e qualche parola si è presa di forza la title shot, eliminando di fatto tutto il resto della divisione, dato che la Sane è infortunata e le Iconic Duo sono scomparse dai radar dal giorno alla notte. La regina di spade va detto che personalmente non mi è dispiaciuta per la presenza scenica, che credo ricalchi fra l’altro molto il suo carattere personale, voglio però vedere se ci sono stati dei miglioramenti dal punto di vista del lottato, dato che le sue prestazioni nel Mae Young Classic sono state discontinue e hanno messo in visione doti tecniche più che discrete ma ancora molto lavoro da fare sul posizionamento e sulla gestione del match. Da questo punto di vista sarà molto interessante vedere come interagirà con Ember Moon , lottatrice molto mobile e con diversi ritmi di lotta, che a sua dovrà dimostrare innanzitutto di poter gestire un match di questo livello e far vedere un carisma decisamente maggiore rispetto a quanto visto fino ad ora, dove ha si convinto nel lottato ma sul suo impatto sul pubblico e top face del brand c’è ancora da lavorare. Esito del match comunque molto incerto, potrebbe andare in molti modi. Una ipotesi interessante potrebbe esser, per come ci hanno presentato la Baszler, che la ex lottatrice MMA possa esagerare con la violenza e vincere il match ma non aver la cintura per decisione dell’arbitro o addirittura di William Regal e questa scelta lascerebbe lo spazio aperto per un rematch all’evento del weekend di Wrestlemania.

Vincitrice per squalifica e ancora NXT Women Champion: Ember Moon

NXT Championship: Andrade Cien Almas vs Johnny Gargano

Main event che si preannuncia spettacolare visti i precedenti tra i due, che come ci ha vagamente ricordato Zelina Vega in queste settimane, ci son già affrontati due volte ed entrambe le volte è stato il messicano a prevalere. Qui però abbiamo un Gargano finalmente rinato, pronto, carico, deciso ad andarsi a prendere la cintura a cui tanto ambisce e per di più battendo la sua bestia nera. Perfetta qui la costruzione di Mr. Wrestling come underdog, quasi ad omaggio di Rocky Balboa che è proprio di Phila e gli han fatto persino una statua per quanto incarna lo spirito della città. Un buono scrittore sa però che l’eroe può sempre sembrare rinato ma se ad un passo dal trionfo ricade nel barato, magari per colpa di qualcosa nel suo passato, la sua storia diventerà ancora più di riscatto e la sua vittoria ancora più grande. Tutto questo per dire che mi aspetto una interferenza per Tommaso Ciampa proprio al culmine della sfida in modo da costruire una grande faida per i prossimi mesi. Vero che Almas ne potrebbe uscire un pò ridimensionato ma si consolerà con il titolo e il main event anche nel prossimo live show.

Vincitore e ancora NXT Champion: Andrade Cien Almas

Bonus Round: E la Rumble?

Eh già, la sera dopo c’è la Rumble,anzi le Rumble, quindi ancora più possibilità per gli atleti NXT per farsi vedere già nel main roster. Sicuramente vedremo diverse atlete della divisione femminile entrare nella 30 per la prima storica rissa del sesso non più debole. Se devo fare dei nomi direi le Iconic Duo(almeno in parte)e Nikki Cross quasi certe del posto, potrebbero apparire le stesse Moon e Baszler mentre per le altre vedo minori possibilità, dati i vari infortuni e le atlete non ancora pronte a un evento di questa rilevanza.

Per gli uomini negli ultimi anni abbiamo avuto almeno uno spot dedicato al roster di sviluppo. Mi sento però di dire che per me sto giro i posti saranno due; uno per Pete Dunne come campione UK e meritevole di farsi conoscere dal grande pubblico, mentre l’altro mi sa che sarà di Lars Sullivan, dato che al momento di questo pezzo non ci sono news di un suo match a Takeover e i big man hanno sempre buon risalto all’interno di un match cosi particolare.

Considerazioni finali

Vi sentireste di scommettere contro un Takeover? Fino ad ora, ogni volta che ci si è aspettati uno show sotto la media siamo stati smentiti con spettacoli sempre di ottima fattura. Anche stavolta la macchina dell’hype non ha lavorato molto e lo show arriva un po’ sottotraccia, ma ho come il sospetto che anche stavolta verremo sorpresi e intrattenuti da un evento di assoluto livello.

Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.