Popolo di Zona Wrestling!
Benvenuti ad un nuovissimo report di Monday Night Raw: è il classico episodio aftermath dopo quello che è successo ad Extreme Rules; evento godibile che ci ha lasciato soprattutto un punto su cui fare le pulci e scannarci amichevolmente sui vari forum del wrestling web. Come sempre, il vostro Paolo Palermo è qui per raccontarvi che cosa accade di bello (o di brutto) in quel dello show rosso: cominciamo!

Brock Lesnar fa il suo ingresso assieme a Paul Heyman e allo Universal Championship vinto domenica notte, incassando la valigetta del Money in the Bank dopo la fine del main event di Extreme Rules. Heyman gongola e si “giustifica” dicendo che ci aveva avvertiti: ci aveva detto che Seth Rollins non sarebbe arrivato a Summerslam da campione… ed è stato così. Non è certo il buon Paul che deve avvertirci di come le cose siano cambiate un’altra volta, qui a Raw: nessuno ha il coraggio di affrontare la Bestia; ma ci sarà una Battle Royal che determinerà il nome di chi si farà conquistare da Lesnar a Summerslam. Fra i nomi dei partecipanti c’è anche quello di Seth Rollins: Heyman lo prende in giro e sottolinea come il mettersi contro Brock corrisponda a una rinuncia di salute e virilità, poiché in questo universo siamo un po’ tutti le puttane della Bestia Incarnata. I due fanno quindi per andarsene, ma al loro “arrivederci” risuona la musica di Ricochet, che ignora bellamente Lesnar e Heyman per dirigersi verso il ring: il primo match della serata avrà il Principe fra i suoi protagonisti!

1) 2 out of 3 falls six-man tag team match: Ricochet & The Uso’s vs Robert Roode & The Revival 3 out of 5 stars (3 / 5)
L’inizio è oltremodo rapido: un Superkick di un fratello Uso coglie impreparato il povero Scott Dawson. Wilder prova ad intervenire ma viene cacciato fuori dal ring; Ricochet prende il cambio e schiena il membro legale dei Revival dopo una plastica Codebreaker e una Standing Shooting Star Press in corsa: 1-0 e palla al centro.
La situazione prova a riequilibrarsi fin dalle battute successive; tant’è che i Revival spingono sull’acceleratore e riescono a capitalizzare in un momento di foga degli Uso’s, con una Flapjack del solito Dawson che porta al pareggio: 1-1, tutto da rifare per i buoni.
Il match procede coi Revival che si occupano dei gemelli samoani; poi entra anche Robert Roode che si ritrova ben presto ad affrontare Ricochet: il Principe del Cielo ha vita facile grazie alla sua rapidità. L’ex campione degli Stati Uniti evita la Glorious DDT e connette un’altra Codebreaker (che sento chiamare “Recoil” nei commenti) che è il preludio alla 630° che permette al nostro amico Trevor di schienare il (fu) pornobaffo canadese: 2-1.
Winners: Ricochet & The Uso’s per 2 cadute a 1.

Il nuovo United States Champion che risponde al nome di AJ Styles, però, non è in vena di assistere ai festeggiamenti: assieme a “Machine Gun” Karl Anderson e “Doc” Luke Gallows, Styles si avvicina al ring ma viene respinto dagli sforzi combinati di Ricochet e degli Uso’s. Questi ultimi hanno un Superkick per tutti, ma vengono ben presto messi fuori gioco dal ritorno dei Revival, aiutati da Robert Roode. Il Principe del Cielo resta quindi da solo, ed è preda facile del Phenomenal Forearm (sellato divinamente è dire poco). Non paghi, Anderson & Gallows connettono anche la loro Magic Killer e posano assieme al leader su ciò che resta del Principe. Ma non è finita qui…

2) Tag team match: The Viking Raiders vs Quei Due Malcapitati (s.v.)
Piccolo promo dei Vichinghi prima di questo “match”, dove dicono che il loro nome ricorda gli antenati che razziavano le terre esattamente come loro devastano i propri avversari quando entrano sul ring. Quei Due Malcapitati (Vinnie e Jackson mi sembra) vengono rasi al suolo dalla Viking Experience.
Winners: The Viking Raiders via pinfall.

Dopo alcune scene salienti dal match che ha aperto Extreme Rules, ossia lo scontro fra Undertaker e Roman Reigns da una parte; Shane e Drew dall’altra, siamo dietro le quinte per un momento che è accaduto oggi: Cedric Alexander, Finn Bàlor, gli Street Profits e No Way Josè stavano amabilmente discutendo sui massimi sistemi della scienza quantistica moderna, quando proprio Drew McIntyre passa di lì per caso: le attenzioni sono tutte per il buon Cedric, al quale lo scozzese promette distruzione ed eviscerazione per questa sera. L’ex Cruiserweight Champion, però, prende con calma i commenti del levriero di Shane: dopo il loro match stasera, è certo che non farà più lo spettacolare in giro.

3) Single match: Drew McIntyre vs Cedric Alexander 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)
Drew parte aggressivo, ma Cedric riesce addirittura a farlo finire fuori dal ring dopo averlo colpito con uno spettacolare Enzeguiri di rimbalzo, utilizzando le corde come partner ideale. Segue una Somersault Senton mozzafiato, ma una volta tornati sul quadrato Drew comincia ad assestare botte da orbi: Cedric prova a crearsi lo spazio per la sua gomitata volante, ma lo scozzese lo colpisce in corsa e tenta la sua Inverted Alabama Slam… ma Cedric è lesto a sgusciare via e ad arpionare McIntyre a terra con una culla improvvisa! Conto di tre!
Winner: Cedric Alexander via pinfall.

Niente, è successo. Drew McIntyre ha perso pulito contro Cedric Alexander.
Andiamo nel backstage per tornare un attimo in noi: Finn Bàlor viene intervistato riguardo la perdita del suo titolo Intercontinentale per mano (e ginocchia) di Shinsuke Nakamura. Stasera Finn affronterà Samoa Joe per cominciare a muoversi in direzione del suo titolo. Joe ci fa gentilmente sapere che le sue previsioni, però, sono un tantino diverse.

Charly Caruso, invece, ospita Roman Reigns, uno dei partecipanti alla Battle Royal di stasera: “Questa è la mia settimana”, afferma Roman, ed è per questo che vincerà e andrà a riprendersi lo Universal Championship.

4) Single match: Samoa Joe vs Finn Bàlor (s.v.)
Uno squash vestito da vittoria di rapina: Joe inchioda a terra Finn con un Crucifix Pin dopo uno scambio all’angolo. Ha ricordato molto i loro match ad NXT, sì.
Winner: Samoa Joe via pinfall.

Joe è un tizio simpatico e comincia a randellare Finn, che però reagisce e connette anche il suo Colpo di Grazia. Mentre il buon Samoa se ne va, l’irlandese resta sul ring… ma c’è un blackout, che gradualmente fa scomparire ogni luce attorno al ring e nell’arena.
Quando la situazione torna visibile, un vero e proprio demonio sta stringendo Finn nella propria morsa: BRAY WYATT TORNA A RAW!
Mascherato, demoniaco, satanico: il padrone della Firefly Fun House è però tutto men che amichevole e, presentatosi nella sua versione-Fiend, colpisce Bàlor con la Sister Abigail (meh, speravo in una nuova finisher). Ridendo convulsamente, il Demonio se ne va esattamente come era arrivato.
YOWIE WOWIE.

Drake Maverick ha prenotato un albergo con quel ben di Dio di sua moglie, a nome “Mr. & Mrs. 24/7 Champion”. Lei si arrabbia, ma Drake le garantisce che è solo per precauzione: ha gli occhi di tutti puntati addosso. La signora pretende suite e champagne perché bisogna… ehm, festeggiare. I due si appropinquano a raggiungere la loro camera, ma R-Truth è nello stesso hotel con un arbitro al seguito…
Gli Street Profits, come un coro delle antiche tragedie, commentano il tutto guardando la tv nel backstage… poi, passano ad analizzare i match di stasera: dal Fatal Four Way Elimination Match che mette in palio un posto da prima sfidante a Becky Lynch in vista di Summerslam, alla ormai famosa Battle Royal a dieci uomini per garantisti una shot al titolo di Brock Lesnar. I due Sultani dello Swag qui sono divisi: Angelo Dawkins mette un penny su Big E, mentre il meraviglioso Montez Ford non ha dubbi e dice che vincerà Seth Rollins.

Zack Ryder è sul ring, ma noi ci spostiamo nella Gorilla Position dove Maria Kanellis afferma di voler combattere contro il bello di Long Island al posto del marito. Quest’ultimo le ricorda che è incinta, ma la perfida Maria sostiene che sarebbe comunque capace di fare una figura migliore di quanto il povero Mike potrebbe mai permettersi.
Il siparietto si sposta sul ring, dove Zack attende… ma alla fine è deciso: sarà Mike Kanellis a lottare…

5) Single match: Mike Kanellis w/ Maria Kanellis vs Zack Ryder (s.v.)
… Rough Ryder.
Winner: Zack Ryder via pinfall.

Maria uccide letteralmente il povero Mike a fine match: mi chiedo se tutto questo non porterà il nostro eroe a qualcosa di nuovo; magari un tag team con EC3, che si sta rivelando un ottimo dispensatore di saggezza nelle ultime settimane, con tutti quei bicchieri rossi. La mia compassione per Mike Bennett è smisurata, comunque.

6) Six-man tag team match: The Club vs Lucha House Party 3 out of 5 stars (3 / 5)
Cominciano Styles e Gran Metalik; poi l’azione del Club si sposta sui binari di Anderson che fatica un po’. Meglio Gallows con la forza bruta, ma i messicani sono avversari ostici: fortunatamente per i profeti del Too Sweet, la situazione torna ad essere gestibile… fino a quando Ricochet non interviene per attaccare Styles, venendo però portato via a fatica dagli arbitri.
Si ritorna dalla pubblicità (mica succedono le cose per caso qui) e Styles sta dominando tranquillamente; poi è hot tag per Kalisto che fa il bello ed il cattivo tempo: dopo un buonissimo impatto, il messicano viene sopraffatto dalla troppa foga e dal cinismo del Club nella persona di AJ Styles, che da buon leader applica la Calf Crusher sul lottatore mascherato portandolo a cedere… e mantenendo la presa anche dopo il suono della campana.
Winners: The Club via submission.

Seth Rollins, in zona mista, affronta diversi argomenti: dalle sue sensazioni di devasto dopo il match di Extreme Rules alla rabbia di vedere Lesnar con il titolo che non merita affatto, passando per la forza di Becky Lynch e garantendo, quindi, che Baron Corbin non ha ancora finito di pagare per aver rifilato la End of Days alla Raw Women’s Champion. Stasera Seth afferma che vincerà per andare a Summerslam e detronizzare Lesnar ancora una volta.

7) Fatal Four Way Elimination match (the winner faces Becky Lynch at Summerslam for the Raw Women’s Championship): Alexa Bliss vs Naomi vs Natalya vs Carmella 1 out of 5 stars (1 / 5)
Venticinque – giuro, venticinque – minuti di morte: cercherò di soffermarmi sulle eliminazioni, ma principalmente è stato veramente uno spettacolo noioso. La prima a salutare questo stillicidio è Carmella, eliminata da Alexa Bliss dopo una culla improvvisa. Stessa sorte per Naomi, che viene inchiodata a terra da Natalya – con il pubblico che tifa l’eliminazione dell’ex Funkadactyl. Restano, quindi, Alexa Bliss (con tanto di Nikki Cross selvatica) e Natalya… e Summerslam è in Canada: chi vincerà?
Ovviamente, Alexa Bliss… si trova costretta a cedere alla Sharpshooter della veterana Nattie, che strappa il biglietto con scritto “sfidante di transizione” e si prepara a quattro lunghe settimane in cui, visti i precedenti, non ci sarà la costruzione di un feud. I cori “this is awful” del pubblico, prolungati per gran parte del match, hanno sicuramente influito sulla percezione della performance… ma vi garantisco, non è stato facilmente tollerabile.
Winner: Natalya via submission.

Becky Lynch, che intanto era lì sullo stage a guardare il match, si dirige verso il ring quando Natalya sta svolgendo la classica intervista post-vittoria affermando che è contenta di poter sfidare la sua amica per il titolo.
The Man però afferma che le due non saranno amiche, su quel ring: non sarà di certo Becky stessa a regalare a Natalya uno sprint alla sua carriera. Nattie impazzisce e le dà della stronza, promettendole che la prenderà consequenzialmente a calci nel culo. Vuoi vedere che forse non sarà così male come sembra? Bello scambio fra le due.

Per la serie “stasera vinco io”, anche Randy Orton registra un suo promo in vista della Battle Royal. Ci sarà anche lui, il nostro amico Randall Keith.

Miz è sul ring per una puntata di Miz TV che ha come ospite Dolph Ziggler: i due, fondamentalmente, si pizzicano un po’ fino a quando Dolph non menziona il nome di Maryse. A quel punto, Miz si infervora e lo attacca fino a spingerlo fuori dal ring. Bel promo di Dolph, che si è soffermato su come Miz sia diventato uno yes man capace solo di vendere magliette… però il fatto è che, nel 2019, Dolph Ziggler non so quanta credibilità possa ancora avere con segmenti del genere, ecco. Tutto qui.

Drake Maverick ha preparato il letto: il matrimonio sta per essere consumato. Il Campione rimane completamente nudo, vestito solo della sua cintura. La moglie sta per arrivare; il servizio in camera c’è… però da sotto il carrellino ecco spuntare R-Truth!
L’atleta di colore prova un primo schienamento dal quale Drake evade, ma una volta lanciato sul letto il General Manager di 205 Live viene arpionato a terra… E R-TRUTH SI RIPRENDE IL TITOLO 24/7!!!!!
Drake insegue, completamente nudo, il diabolico Truth… mentre sua moglie grida e si dispera – probabilmente per avere un marito idiota. Ahi, ahi.
Grazie di esistere, ragazzi.

8) #1 Contender 10-man Battle Royal: Corbin vs Orton vs Mysterio vs Strowman vs Lashley vs Rollins vs Reigns vs Big E vs Zayn vs Cesaro 3 out of 5 stars (3 / 5)
Il primo ad andarsene, dopo uno scoppiettante inizio peraltro, è ovviamente Cesaro. Segue Lashley, per cortesia di un Braun Strowman che poco dopo si becca la Big Ending del mitico Big E, il quale però viene colpito dalla RKO ed eliminato per mano di… Sami Zayn?
Anche Sami, comunque, si prende una 619 e l’RKO venendo eliminato. Vengono rapidamente fatti fuori Rey Mysterio e Baron Corbin (per mano di Seth Rollins). Restano Strowman, Rollins, Orton e Reigns: dopo che quest’ultimo colpisce accidentalmente Seth con la Spear, finisce ad occuparsi di Strowman. Rollins riesce ad eliminarli entrambi, restando però sotto il perfido tiro di Randall Keith: quest’ultimo connette una Draping DDT (Silverspoon?), insulta un po’ Lesnar che è lì con Heyman a guardare il match… e prova la sua RKO, ma Seth non è mica nato ieri. Blackout per Randall e saluti Mariangela: è ancora, incredibilmente, stoicamente, Seth Freakin’ Rollins.
Winner: Seth Rollins.

Paul Heyman promette dolore e vittimizzazione al ragazzo dell’Iowa; Seth gli dice di stare zitto e aspettare Summerslam, quando schiaccerà la testa della Bestia a terra un’ultima volta per riprendersi il titolo.
Su queste parole grosse, noi ci salutiamo: un bacione!

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
5,5
Qualità dei promo
6
Evoluzione delle storyline
6,5
Avatar
Classe 1996, laureato in Lettere Moderne. I report di Raw sono il romanzo dei miei martedì mattina. A volte è il peggior Manzoni, a volte è Irvine Welsh, altre semplicemente Fabio Volo. Legato da un rapporto amore/odio con la WWE, coltivo il sogno di vedere Adam Cole e tutta l'Undisputed Era sul tetto del mondo. Mi piace proprio tanto immaginare.