Nella serata di Venerdì si è tenuto l’evento Final Battle, giunto ormai alla sua diciassettesima edizione. Si sono disputati ben nove match e li andremo ad analizzare in questa review.

 

Kenny King VS Eli Isom (6 / 10)

Prima che il match inizi, King sfotte il suo avversario al microfono dicendo che il dojo fa abbastanza schifo. Il match non ha offerto particolari spot per cui gridare al miracolo e Isom mi è parso in più occasioni troppo acerbo per meritarsi un match in ppv. King d’altro canto ha potuto sfoggiare tutte le tattiche da heel che da qualche tempo sembra aver abbracciato. Isom connette una Gory Bomb ma viene sopraffatto dall’ex campione Tv con una Michinoku Driver. 1,2,3! King nega perfino la stretta di mano al giovane rookie.

WINNER: Kenny King

 

ROH Tv Championship: Jeff Cobb VS Hangman Page (8 / 10)

Uno scontro che ha acceso la folla dell’Hammerstein Ballroom. I due non si sono risparmiati in nulla, offrendo il match che sognavo facessero. Sin dai primi minuti abbiamo assistito a spot interessanti, come la classica Shooting Star eseguita dall’apron di Page e a cui Cobb ha risposto con un Belly-To-Belly Suplex.

Un Cobb come ancora non si era visto in ROH. Infatti l’ex Matanza ha subito tanto e ha dovuto faticare non poco per contenere l’aggressività del membro dell’Elite. Page ha resistito ad una Piledriver, un Superplex e ad una violenta F5. L’hawaiiano riesce a liberarsi del Boia solo dopo aver connesso ben due Tour Of The Island. Intenso.

WINNER and still ROH Tv Champion: Jeff Cobb

 

WOH Championship – Survival match: Sumie Sakai VS Kelly Klein VS Karen Q VS Madison Rayne  (6,5 / 10)

Mandy Leon è al commento. Karen e Kelly fanno lavoro di squadra contro le face fino a che non si colpiscono per sbaglio l’un l’altra. Qui Karen deve quindi soccombere alla Klein dopo circa otto minuti di match. La disputa poi si concentra tra la campionessa e Madison Rayne. L’ex Impact subisce una Smash Mouth, Kelly Klein ne approfitta per lanciare la Sakai fuori dal ring e andare lei stessa a schienare la Rayne riuscendoci. Rimangono quindi la campionessa e Kelly Klein. La giapponese resiste a molto ma non ad una Super K Power. 1,2,3! Nuovo anno, nuova campionessa!

WINNER and new WOH Champion: Kelly Klein

 

Jonathan Gresham VS Zack Sabre Jr.  (7,5 / 10)

Un incontro quasi interamente lottato al tappeto, dove Gresham ha lavorato più volte agli arti inferiori dell’avversario. L’inglese ha dimostrato perchè sia definito il miglior Technical Wrestler del mondo con la strafottenza di chi se lo può permettere. Questo tipo di match può rischiare di ‘addormentare’ il pubblico ma non è stato assolutamente questo il caso. Gresham chiude l’anno con un’ottima prestazione contro un avversario d’eccellenza come l’inglese. Bridge per il pin finale uscito dal nulla per Sabre.

WINNERZack Sabre Jr 

 

Matt Taven VS Dalton Castle (6,5 / 10)

Castle si presenta come al solito con i Boys, mentre c’è TK O’Ryan a bordo ring per quanto riguarda Taven. Castle parte bene e viene anche favorito da un Suicide Dive di Taven andato a vuoto. Il due del Kingdom vanno come al solito a darsi alle scorrettezze; Taven distrae l’arbitro mentre TKO colpisce Castle. I Boys però non rimangono a guardare occupandosi sia di TKO che di Taven. Da sotto al ring arriva però Marseglia con i suoi palloncini rossi che connette una doppia DDT ai danni dei gemelli. Trascina uno dei Boys sotto al ring mentre Taven riesce a colpire di nascosto Castle con la sua cintura. Il conto però si ferma solo al due.

L’incontro sembra star per chiudersi in favore di Castle dopo una Bang-A-Rang sull’apron e una Powerbomb. Sul conto di due però arriva un Boys volante lanciato da TKO. L’arbitro decide di espellere TKO da bordo ring per via della sua condotta.

Altra Bang-A-Rang ma Taven si salva con un piede sulle corde. Castle si accanisce si Taven all’angolo con delle ginocchiate e cerca l’ennesima Bang-A-Rang, ma Taven si svincola e connette la Climax! Un incontro che se fosse durato cinque minuti in meno sarebbe stato molto più gradevole.

WINNER: Matt Taven

 

#1 Contender’s Match: Christopher Daniels VS Marty Scurll  (7 / 10)

Match molto equilibrato nei primi minuti. Daniels subisce un Half&Half Suplex ma risponde con una Blue Thunder Bomb seguita da una STO. Segue con una Body Slam ed un Lionsault. Tutto ciò non basta però per arrivare al tre.

Subito dopo assistiamo ad una bella sequenza di counter dove è Marty ad avere la meglio e ad arrivare quasi allo schienamento. Daniels risponde con una Burning Hammer e Marty con una Tombstone Piledriver. Non può mancare il solito spot delle dita rotte per Scurll. Daniels spera di chiudere l’incontro con la Angel’s Wings ma non basta. Prova dunque il Best Moonsault Ever ma Scurll alza le ginocchie e poi connette la Graduation. Ancora conto di due. Scurll va quindi ad infierire sul collo fino a poco fa infortunato di Daniels per poi farlo cedere con la Chicken Wing. Pubblico che rimane in silenzio al termine del match salvo poi ringraziare Daniels con un ‘Thank You Daniels’. Bully Ray sbuca dal nulla e colpisce Daniels nelle parti basse.

WINNERMarty Scurll

 

I Quit Match: Flip Gordon VS Bully Ray (6,5 / 10)

Bully Ray aveva fretta di iniziare il suo match e chiama a gran voce Flip Gordon. Il giovane si presenta come se dovesse invadere l’Iran e con una bandiera americana addosso. Il match parte con il dominio assoluto di Gordon che non schifa anche l’uso delle armi. Bully ha la sua reazione grazie ad un bidone della spazzatura.

Bully Ray va al tavolo di commento armato di catena a disturbare Cary Silkin. In suo aiuto arriva l’annunciatore Bobby Cruise che cerca di calmare Bully rimediando uno spinto contro la barricata. Arriva anche l’arbitro Sinclair fa lo stesso e l’epilogo è simile. Dopodichè recupera un bastone da Kendo e torna a concentrarsi su Silkin. Daniels torna dal nulla e gli fa da scudo.

Gordon perde sangue dalla fronte e si ritrova di fronte a Bully Ray. Quest’ultimo minaccia di eseguire una Powerbomb sul tavolo alla sua fidanzata che era in prima fila, se Gordon non rinuncia a proseguire il match. Cary Silkin arriva alle spalle di Bully Ray e lo colpisce con il bastone da Kendo. La ragazza di Flip intanto colpisce Bully alle parti basse. Ora che la ragazza è messa al sicuro, Flip può andare a chiudere il match cercando di far cedere Bully Ray con il bastone da Kendo. Alle sue spalle però arriva Silas Young che connette la sua Misery sul giovane.

Young recupera della benzina da sotto al ring e cerca di mettere fuoco al tavolo. Arriva Cheeseburger che cerca di salvare il tavolo ma fa la sua solita figuraccia. Arriva quindi Colt Cabana, ma anche lui fallisce nel suo intento. Young ha l’accendino in mano ma le luci si spengono e.. appare The Sandman! Colpisce Young con il suo Kendo Stick per poi trovarsi davanti a Bully Ray. Ciò da modo a Gordon di connette un Superkick e una Star Sprangled Stunner. Armato di due Kendo Stick riesce a far cedere Bully Ray. Un overbooking esagerato dove tutti quelli che hanno avuto a che fare con questa faida infinità hanno partecipato.

WINNER: Flip Gordon

 

ROH Championship: Jay Lethal VS Cody  (6,5 / 10)

I due si scambiano due parole al microfono prima che il match inizi. E anche una volta iniziato Cody non manca mai di interagire con il pubblico fermando l’incontro. Lethal punta sin da subito a lavorare sul ginocchio sinistro di Cody. L’American Nightmare riesce comunque a connettere una Cross Rhodes, ma il conto si ferma sul due.

Pochi istanti dopo vediamo Brandi salire sul ring e cercare di colpire Lethal con una Spear. Lethal si sposta e la ragazza capita proprio su Cody. Nel caos del momento, Brandi subisce anche una Lethal Injection ‘per sbaglio’. Questo permette a Cody di connettere la Cross Rhodes. Ancora conto di due.

Cody imprigiona Lethal nella Figure Four Leg Lock e sentiamo la campanella suonare. Lethal però non ha ceduto, infatti è Hangman Page ad averla suonata e a consegnare la cintura a Cody. L’arbitro Sinclair chiaramente non ci sta e fa proseguire il match.

Lethal va per l’Elbow Drop ma Cody alza le ginocchia. Lethal risponde lanciandolo fuori dal ring ed eseguendo ben sei Suicide Dive. Cody lo ferma con il Mist e poi connette la Din Fire. Conto soltanto di due. Subito dopo, mentre i due si scambiano pugni, l’arbitro viene colpito accidentalmente e questo permette a Lethal di prendere in mano la cintura e utilizzarla contro il ginocchio di Cody. Manda a fare in culo Cody e connette la Lethal Injection. Seguono dei Superkick e si chiude il match facendo cedere Cody con la Figure Four Leg Lock. Il solito ‘average Cody’ e anche qui si è caduti nell’overbooking senza senso (vedi l’arrivo di Page). Hanno fatto bene a non metterlo come main event dell’evento.

WINNER and still ROH ChampionJay Lethal

Nel post-match vediamo arrivare Marty Scurll sul ring che va faccia a faccia con Jay Lethal. Allo stesso tempo Nick Aldis si presenta sullo stage, fissa Cody che se ne va e poi applaude a Jay Lethal. Scurrl ruba il titolo a Lethal ma poi glielo ridà.

 

ROH World Tag Team – Ladder War Match: SCU (Kazarian & Scorpio Sky) VS The Briscoes VS Young Bucks (8,5 / 10)

Match che parte con il turbo e dove i Bucks spiccano e i Briscoes recuperano subito un tavolo su cui Mark sistema Scorpio Sky e Jay ci si lancia con un Double Stomp subito dopo. Sedie, scale e bidoni segnano il dominio, almeno iniziale, dei fratelli Briscoe. Kazarian è già sanguinante.

Una scala si rivolta contro i due fratelli e Jay ci viene lanciato sopra da Matt. In questo punto del match, i Briscoes stanno più defilati mentre i Bucks se la vedono con gli SCU. Sistemano la scala e arrivano molto vicini a prendere le cinture fino a che Kazarian non connette una Slingshot Codebreaker su uno dei Bucks. Jay si arma di una sparachiodi ma Kaz gli impedisce di usarlo colpendolo nelle parti basse. Mark invece viene schiantato su un tavolo al di fuori del quadrato con una Cutter di Kaz. Ciò permette a Matt di tentare di nuovo la scalata verso le cinture ma viene fermato e lanciato su di una sedia da Jay.

I Bucks sono vicinissimi a connette la Meltzer Driver ma Jay si lancia dalla scala intercettandoli con una Cutter. Jay Driller su Matt. I Briscoes sistemano tre scale sul ring insieme ad un tavolo. La cosa gli si rivolta contro con Mark che finisce proprio su una delle scale. Kaz e Nick sono sulle scale e combattono per arrivare alle cinture ma Jay arriva e sposta la scala di Nick facendolo cadere al di fuori del ring. Subito dopo anche Kazarian, colpito da una sedia lanciata da Mark, cade sul tavolo sistemato sotto permettendo a Jay di recuperare le cinture e di diventare per la decima volta campioni di coppia.

Tutti e sei gli atleti coinvolti hanno dato davvero tutto per dare vita al match della serata.

WINNERS and new ROH World Tag Team ChampionsThe Briscoes 

 

RECAP

  • Kenny King batte Eli Isom in 9:15 [6.0]
  • ROH Tv: Jeff Cobb batte Hangman Page in 13:40 [8.0]
  • WOH Championship: Kelly Klein batte Sumie Sakai, Madison Rayne & Karen Q in 14:38 [6.5]
  • Zack Sabre Jr. batte Jonathan Gresham in 12:20 [7.5]
  • Matt Taven batte Dalton Castle in 15:45 [6.5]
  • Marty Scurll batte Christopher Daniels in 17:35 [7.0]
  • I Quit Match: Flip Gordon batte Bully Ray in 14:30 [6.5]
  • ROH Championship: Jay Lethal batte Cody in 23:35 [7.0]
  • ROH World Tag Team: The Briscoes battono Young Bucks & SCU in 22:20 [8.5]

VOTO FINALE DELLO SHOW: 7.5

VIAzw
FONTEzw
Irish Tommy
Classe 1991, newsboarder, reporter di ROH e di MLW. Appassionato di libri (Ellroy, Orwell, Kerouac, Hornby e Bunker i miei preferiti), di criminologia e di musica scritta da gente ormai morta.Promotion seguite: RoH, MLW, NJPW. Wrestlers preferiti: Eddie Guerrero, Chris Benoit, Brock Lesnar e Steve Austin.