Pat Patterson Tribute: In memoria del leggendario Pat Patterson, sullo stage, lottatori, personale e leggende ritornano persone comuni e commemorano uno dei più grandi geni che questo sport-spettacolo abbia mai conosciuto, accompagnati dagli iconici dieci rintocchi.

Intervista: Kayla Braxton ci dà il benvenuto qui a Friday Night Smackdown, per poi introdurre il proprio ospite, The Head Of The Table, Roman Reigns; dopo una lenta camminata, Roman raggiunge l’intervistatrice, esigendo la vera e propria introduzione a cura di Paul Heyman, il quale accontenta il proprio assistito. Kayla, scusatasi con il Tribal Chief, chiede a Roman cosa sia successo di preciso la scorsa settimana circa la situazione del cugino, mostrando ai due un video recap che riassume perfettamente l’arroganza di Roman e l’insicurezza di Jey Uso, costantemente pervaso dalle voci del cugino, spettatore del massacro perpetrato da Kevin Owens ad Uso. Finito il video, Kayla ribadisce come Kevin non si dica impaurito da Roman e chiede a quest’ultimo se sia impaurito dal Prizefighter, con lo Universal Champion che insulta la ragazza chiedendole come possa fare domande del genere durante l’esperienza più importante della propria vita. Ormai l’intervista è andata, dunque la Braxton chiede a Reigns se stia usando Jey e Roman dice di non essere un approfittatore, ma il difensore della propria famiglia, chiedendo come sia possibile che vengano fatte queste ridicole domande ed, a rispondere, è il Mastermind, che ribadisce il concetto di difesa e non di utilizzo da parte di Roman, venendo interrotto da Kevin Owens. Il Grizzly Canadese va a muso duro contro Roman, difeso da Jey che dice di comandare questo show insieme al cugino, ma Kevin dice di non essersi rivolto al tirapiedi del Tribal Chief, ma a quest’ultimo, al quale dice tre lettere: T L C, dove risolvere il tutto da uomini veri, oppure si può risolvere in questo momento, ma Roman si dice non impaurito e, parlando in terza persona, dice che tutto ha un tempo ed un posto, dicendosi un gentiluomo che non combatte a pochi passi da una donna. Questo non è il momento. Roman torna nel backstage, ma Kevin lo interrompe e gli consiglia di farsi crescere le palle, perché ora come ora, è solo una put**nella.

Backstage: Nel backstage, Jey, visibilmente sotto pressione, viene tranquillizzato dal cugino che dice che ad ogni azione corrisponde una reazione.

Bayley Vs Natalya 2 out of 5 stars (2 / 5)

Continua la costruzione per un ipotetico scontro tra Bayley e Bianca Belair che, seduta al tavolo dei commentatori, viene spesso presa in considerazione dall’ex-Huggable One che, concentratasi sulla EST, si distrae e viene mandata contro i gradoni d’acciaio dall’avversaria; pausa pubblicitaria ed ambo le atlete tentano di sferrare i propri assi nella manica, andando spesso e volentieri a vuoto, con Natalya che porta a casa la contesa dopo una breve Sharpshooter.

Vincitrice: Natalya.

Sorprendente come la più longeva campionessa della storia di Smackdown abbia ceduto alla Sharpshooter di Natalya dopo pochi secondi.

Pat Patterson Video Tribute: Per onorare nuovamente la memoria di Pat Patterson, viene mandato un video in cui possiamo leggere alcune condoglianze dei wrestlers, per poi rivedere alcune tra le più iconiche immagini raffiguranti il primo Intercontinental Champion della storia sotto le note di “My Way”.

Pat Patterson Tribute Match: Daniel Bryan, Rey Mysterio & Big E Vs Sami Zayn, Dolph Ziggler & Shinsuke Nakamura 3.2 out of 5 stars (3,2 / 5)

Speravo tantissimo nel ritorno alla vecchia gimmick di Big E, magari anche con la stessa theme song dei tempi che furono, ma devo dire che anche l’attuale calza a pennello col personaggio dell’ex-New Day che, tornato ad utilizzare la polvere di talco, purtroppo, porta ancora il ring attire caratteristico della stable. •Un agglomerato di campioni intercontinentali che poco c’entrano l’uno con l’altro che, cominciato con lo scontro tra Rey Mysterio e Shinsuke Nakamura, riesce a proporre qualche buono scontro seppur non memorabile, come quello tra Bryan e Ziggler, agevolati dall’over-selling dello Show Off e dal Tope Suicida di Daniel su Zayn, prima di venir mandato all’esterno del ring con un Dropkick. Pausa pubblicitaria e sequenza di mosse Comeback di Big E su Nakamura, vittima di un’Uranage Slam, ma non della Big Ending, con Sami che riesce a vendicare il nipponico tramutando un Bulldog di Mysterio nella Blue Thunder Bomb. Numerose sequenze coinvolgenti tutti i lottatori che terminano con la Yes Lock di Bryan sul Great Liberator, arrivato alla corda più bassa forzando il rope break, prima di connettere una Brainbuster, fine a sé stessa data la decisiva Inside Cradle dell’American Dragon.

Vincitori: Daniel Bryan, Rey Mysterio & Big E.

A fine match, i face attaccano gli heel, con Dolph che chiede pietà al team di buoni, prima di over sellare un’Inverted Atomic Drop ed incassare la combo di 619 e Big Ending, anch’essa over sellata.

Backstage: Intervistato da Kayla Braxton nel backstage, Kevin Owens dice di aver rispettato Roman Reigns per tutta la sua permanenza in WWE, ma ora è tutto cambiato, non sapendo se sia a causa di Paul Heyman o qualsiasi altra cosa: sta di fatto che Roman non è più Roman. Totalmente a caso, dagli spogliatoi, spunta Kalisto e Kevin viene raggiunto da Otis, il quale dice che stasera Otis e Roman verranno distrutti.

Carmella & Sasha Banks Confrontation:  Comincia il confronto tra Carmella e Sasha Banks, con Michael Cole che, volendo porre la prima domanda alla Principessa di Steten Island, viene interrotto dalla Legit Boss che, dicendo come Carmella abbia già parlato troppo settimana scorsa, dice di avere la priorità e, alla domanda riguardo una somiglianza tra le due, dice che le due sono due poli opposti e che Sasha è su un altro livello rispetto a Carmella, la quale non ha mai attirato le attenzioni della Blue Print. L’Untouchable dice di essere migliore della rivale e che quest’ultima sia solo invidiosa della superiorità di Carmella che, a TLC, le strapperà il titolo di campionessa di Smackdown.

Murphy Vs King Corbin 3 out of 5 stars (3 / 5)

Anche questa settimana, Murphy si è portato a bordo ring la famiglia Mysterio, mentre Corbin, dopo aver detto che si sarebbe preparato a dovere, si presenta con Wesley Blake e Steve Cutler (magari Ryder fosse stato zitto su Twitter).

Corbin fa valere fin da subito la propria mole, sfruttando la categoria di peso dell’avversario per poterlo sballottare da una parte all’altra e dominarlo per l’intero primo frangente, connettendo numerosi Knees diretti alla zona addominale dell’avversario, a segno con una Running Hurracarrana ed un Penalty Kick, controbattuti con uno sballottamento oltre l’are del time keeper. Pausa pubblicitaria e dominio di Corbin, chiuso in una duratura Headlock e vittima di un Diving Dropkick, seguito dalla sequenza di mosse Comeback dell’australiano, a segno con uno stordente StepUp Knee. Sott’ordine di Corbin, Blake e Cutler attaccano i Mysterios, permettendo al capo di portare a casa la vittoria grazie all’End Of Days.

Vincitore: King Corbin.

Promo: Nel backstage, gli Street Profits tornano ai tempi dei debutti nel main roster spettegolando riguardo tutto e tutti, prima di venire interrotti da Robert Roode e Cesaro.

Otis & Kevin Owens Vs Roman Reigns & Jey Uso 3 out of 5 stars (3 / 5)

Jey si dirige verso il ring e si gira nervosamente verso lo stage in cerca del cugino che, non arrivato, lascia Uso in situazione di handicap.

Ad affrontare Jey, comincia Otis, il quale, sballottando il samoano da una parte all’altra, va a segno con un sorprendente Discus Lariat che fa vedere le stelle al tag team specialist, a segno con un Samoan Drop su Kevin Owens, mentre ecco arrivare Roman Reigns, spettatore dell’Enzeguiri Kick ad opera di Kevin, per poi impedire al canadese di dare il tag ad Otis, colpendo questi col Superman Punch e mandandolo da una parte all’altra a bordo ring, prima di colpirlo ripetutamente coi gradoni d’acciaio, venendo colpito alle spalle da Kevin Owens, placcato dal Tope Suicida di Uso. Pausa pubblicitaria e dominio dei samoani, fino al momento in cui Jey fallisce l’Hip Attack ed incassa la Cannonball, seguita dalla combo di Rebound Lariat e Senton, alla quale, segue una Snap DDT. Roman è disgustato e Kevin lo istiga con un Samoan Drop invitandolo a salire sul ring e così il Tribal Chief fa, connettendo un Throat Thrust, seguito dal Superkick di Jey che, andando per l’Uso Splash, riceve l’ordine di uscire dal ring, ma perdendo tempo, permette a Ko di riprendersi, andando a segno con la Stunner, nonostante la quale, Owens non vince per schienamento, bensì, venendo chiuso nella Gulliottine Choke, porta a casa il match per squalifica.

Vincitori via DQ: Otis & Kevin Owens.

A fine match, i due samoani continuano il pestaggio e Roman colpisce anche il cugino con vari Chairshots dopo l’Uso Splash. Il Tribal Chief continua ad attaccare KO per ottenere il rispetto che merita. Kevin ha l’attenzione di Reigns.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
5.75
Qualità dei promo
8
Evoluzione delle storyline
7
Giammarco Ibba
Giammarco Ibba, sardo DOC, seguo il wrestling da quasi 7 anni. Fin da bambino, ho sempre preferito stare 3 ore a guardare RAW piuttosto che stare 90 minuti a guardare una partita di calcio e, non avendo molte passioni oltre al Wrestling, quest'ultimo mi occupa gran parte del tempo libero. Amante del wrestling britannico e fanatico della PWG, il mio wrestler preferito è Pete Dunne, seguito da lottatori come Nigel McGuinness. Scrivo per Zona Wrestling dal settembre 2020, occupandomi di news, della sezione report ed, in particolare, di Friday Night Smackdown ed NJPW Strong.