Lettori di ZW, bentornati ad un nuovo appuntamento con Friday Night Smackdown. Prima puntata dello show blu dopo la serata di Money in the Bank, evento nel quale abbiamo visto incoronati gli Usos come nuovi campioni di coppia, la vittoria di Big-E della valigetta del Money in the Bank e soprattutto il ritorno di John Cena che ha subito puntato gli occhi sul titolo Universale di Roman Reigns (uscito vittorioso dalla sua difesa titolata contro Edge). Puntata quindi che ha molto da dire e soprattutto dove vedremo il tanto atteso debutto di Toni Storm, direttamente da NXT e un nuovo capitolo della consolidata rivalità tra Edge e Seth Rollins, dopo che quest’ultimo ha interferito nel match della Rated “R” Superstar costandogli così il titolo. Inoltre vedremo un grande rematch, ovvero l’incontro valido per il titolo femminile di Smackdown tra la campionessa, Bianca Belair e Carmella.

Ad aprire la puntata è niente meno che il 16 volte campione mondiale John Cena, il quale, rinnova la sua sfida al campione Universale, cogliendo nel frattempo ogni occasione possibile per provocarlo ed insultarlo. Il leader della Cenation invita poi Roman a raggiungerlo sul ring, ma al suo posto fa il suo ingresso Paul Heyman che gli comunica che non è degno di essere degno del Tribal Chief. Nonostante ciò l’avvocato gli comunica che avrà la risposta alla sua sfida entro la fine della serata per poi tornare nel backstage, ma non prima di aver preso in giro Cena canticchiato la sua canzone di ingresso “My Time is Now”.

Match 1: Finna Balor vs Sami Zayn 3 out of 5 stars (3 / 5)

Primo match di Finn Balor a Smackdown dopo ben due anni che inizia con Sami che cerca di ottenere un vantaggio sul suo avversario. Controllo che dura poco, perché Balor, dopo essere stato ributtato nel ring, assale il suo avversario per poi colpirlo con un tuffo oltre la terza corda. Dopo la pausa pubblicitaria Zayn è tornano in controllo grazie ad un Big Boot e una Facelock, il lottatore irlandese prova a reagire ma viene messo a terra da una DDT. Sami prova a chiudere subito il match con un Helluva Kick, ma la cosa gli si ritorce contro, infatti, Balor lo colpisce con uno Slingblade. L’ex campione di NXT prova il suo patentato Dropkick in rincorsa, ma questa volta è Sami ad avere la risposta pronta trasformando l’offensiva avversaria in una Blue Thunderbomb che però gli vale solo un conto di due. L’Underdog from Undeground prova un Exploder Suplex contro l’angolo, Finn riesce a liberarsi e colpisce con due Dropkick e il Coup de Grace che gli vale lo schienamento vincente.

Vincitore: Finn Balor

Backstage: Troviamo Baron Corbin che, intervistato da Kyla Braxton, ci racconta le sue ultime disavventure finanziarie.

Fa il suo ingresso sul ring il nuovo detentore della valigetta del Money in the Bank, Big-E, il quale non riesce nemmeno a finire la sua prima frase che viene interrotto prima da Apollo (che gli ricorda la sconfitta a Wrestlemania 37), i Dirty Dawgs, Shinsuke Nakamura e infine da Cesaro che lancia la sua sfida al campione Intercontinentale. Nel frattempo nel ring scatta la rissa che culmina con il team face che libera il ring da tutti gli avversari.

Poco dopo ci spostiamo nell’altra location di SmackDown ovvero il Rolling Loud Music Festival, dove il rapper Wale ci introduce gli Street Profits.

Match 2: Chad Gable w/Otis vs Angelo Dawkins w/Montez Ford 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Dawkins non perde tempo e ottiene subito il controllo della contesa. Chad Gable però non ci mette molto a portare il vento del match a suo favore alternando attacchi al braccio sinistro del membro degli Street Profit a svariati Suplex, Il leader dell’Alpha Academy prova un Moolsault dalla terza corda che non va a segno, lasciando così spazio al comeback dell’avversario che culmina con uno Spinebuster che gli regala il conto di tre.

Vincitore: Angelo Dawkins

Match 3 – Titolo femminile di Smackdown in palio: Bianca Belair vs Carmella 3 out of 5 stars (3 / 5)

Rematch della settimana scorsa tra Carmella e la campionessa che inizia con le due che provano subito a portarsi a casa una vittoria rapida attraverso dei roll-up. Bianca si prende subito gioco dell’avversaria e prova addirittura il KOD, che però la Untouchable riesce ad evitare aiutandosi con le corde. Carmella riesce ad ottenere un leggero vantaggio, ma entra in gioco lo strapotere della campionessa che riesce a prendere al volo la sua avversaria, buttatasi dalla terza corda con un Crossbody. La sfidante ci prova un’ultima volta con una Facebuster ed un Superkick che però non bastano e finisce per capitolare poco dopo vittima della KOD della campionessa.

Vincitore: Bianca Belair

Backstage: Baron Corbin si scusa per il suo comportamento di settimana scorsa con Kevin Owens, il quale alla fine decide di perdonarlo e gli dà dei soldi. Nemmeno il tempo di goderseli che Corbin viene colpito alle parti basse dal proiettile del cannone di Shotzi e Nox, i Dirty Dawgs ne approfittano e provano a rubargli i soldi. Fortunatamente per il Lone Wolf Owens torna indietro armato di sedia riuscendo così a far indietreggiare Ziggler e Roode.

Torniamo sul ring dove troviamo Edge che afferma di aver lavorato duramente per tornare a sentire il boato della folla e, sebbene lui avrebbe voluto essere lì come campione Universale, questo non potrà accadere a causa di Seth Rollins. La Rated “R” Superstar avverte l’ex architetto dello Shield che farà di tutto per fargliela pagare (ricordando il suo passato sia nel Brood che nel Ministry of Darkness. A quel punto arriva sullo stage Rollins, il quale non perde occasione per prendere in giro Edge per la sua età (chiamandolo Grandpa Edge), per poi dirgli che è colpa sua se non è riuscito a portare a casa il match a Money in the Bank. Seth inoltre afferma di essere stufo di gente come lui e John Cena che pensa di poter ottenere opportunità titolate a discapito della gente che se lo merita più di loro, infine, avvisa Edge che questa volta non esiterà a premere il grilletto e sarà ben lieto di porre fine alla sua carriera (ricollegandosi così ai fatti del 2014). Il lottatore canadese ha sentito abbastanza e attacca, parte la scazzottata che lo vede uscire vincitore.

Match 4: Zelina Vega vs Toni Storm 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Dopo settimane di attesa è giunto finalmente il momento del debutto nel main roster di Toni Storm. Il match non inizia bene per la lottatrice australiana che subisce l’offensiva avversaria dopo che quest’ultima è riuscita ad usare a suo vantaggio il tavolo dei telecronisti. Storm riesce ad ottenere il vantaggio della contesa grazie ad una poderosa testata seguita da una Cannonball e un German Suplex con annesso schienamento che però non basta. Toni prova a chiudere la contesa con la Storm Zero V2 ma la mossa viene ribaltata in un Sunset Flip di Zelina. L’incontro si chiude poco dopo con Zelina che paga un momento di distrazione dopo aver sfilato la cintura alla rivale la quale non perde tempo e colpisce con la sua mossa finale ottenendo così la vittoria.

Vincitore: Toni Storm

Match 5: Dominik Mysterio w/Rey Mysterio vs Jimmy Uso w/Jey Uso 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Dominik inizia subito forte e mette in difficoltà Jimmy grazie al ritmo elevato della sua offensiva, momento positivo che però dura davvero poco perché il samoano riesce subito a mettere a freno il suo avversario facendolo cadere in malo modo sul ring dalla terza corda. Jimmy non lascia molto spazio di manovra a Dominik che riesce comunque a provare la 619, Jey però riesce a mettere in salvo il fratello portandolo fuori dal ring. Rey non apprezza il gesto e, prendendo la rincorsa dall’apron, colpisce Jey con una Senton mentre il figlio si lancia dalla terza corda con un Crossbody abbattendo Jimmy. Momento positivo di Dominik che va a segno con la 619 ma, a causa della distrazione causata da Jey, perde tempo e finisce vittima di un Superkick di Jimmy che però vale solo il conto di due. Alla fine a spuntarla è proprio Jimmy che grazie ad un roll-up (con aiuto di Jey) si porta a casa lo schienamento vincente.

Vincitore: Jimmy Uso

Il Tribal Chief Roman Reigns raggiunge i cugini sullo stage e tutti e tre sollevano le proprie cinture al cielo.

Dopo la pubblicità Roman e Paul Heyman sono al centro del ring pronti a rispondere alla sfida di John Cena. Il Tribal Chief inizialmente chiede sia al pubblico a casa che ai fan presenti di riconoscerlo per poi passare a criticare il leader della Cenation per la sua monotonia (stessa musica, stessa corsa verso il ring, stessi insulti etc…). Afferma che effettivamente lui non possa né voglia vedere John Cena e proprio per questo rifiuta la sua sfida a Summerslam. A sorpresa fa il suo ingresso Finn Balor che non perde tempo e sfida lui stesso il campione Universale. Roman dopo un attimo di esitazione, accetta.

Su queste immagini si chiude la prima puntata di Smackdown dopo Money in the Bank, alla prossima settimana sempre qui su ZonaWrestling.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6
Evoluzione delle storyline
7.5
Qualità dei promo
7