Salve a tutti e benvenuti ad un nuovo report di SmackDown Live!

A commentare per voi l’odierna puntata sarà, anche per questa settimana, il sottoscritto, che, nonostante viva in mezzo a posti di mare discretamente carini come Torre dell’Orso, Porto Cesareo e Gallipoli è qui a fare il suo onesto lavoro di reporter stagionale dello show blu. Ma bando alla ciance, si comincia! Anche perché SummerSlam è dietro l’angolo!

Siamo a Detroit e ad aprire la puntata ci pensa la Queen per antonomasia della WWE: Charlotte Flair. La figlia di Ric raggiunge il ring e ha qualcosina da dire a tutti noi: lei rappresenta la grandezza che tutti vorrebbero avere ma che solo pochi possono dire di possedere perché soltanto le persone geneticamente superiori, come lei (che ha preso dal padre), si possono ritenere grandi, mentre per tutte le altre non c’è nessuna possibilità. Dopo questa breve introduzione fatta per ricordare a tutti di chi sia figlia (ma lo sappiamo Charlotte, tranquilla), Charlotte si concentra poi sulla sua avversaria di Domenica, Trish Stratus.

La Queen dice che Trish, nonostante tutti i suoi vecchi successi, non potrà mai competere con lei, perché lei è la donna di punta dell’evoluzione femminile, oltre al fatto che, aggiunge la Flair, i wrestler del passato non sono minimamente paragonabili per abilità a quelli del presente. Chiude dicendo che Trish vuole combattere questo match solo perché l’evento è in Canada ma promette che trasformerà questo suo sogno nel suo peggior incubo. Per chiudere in bellezza presenta un filmato con tutti i suoi innumerevoli successi ma, nel momento in cui parte il video, vediamo tutti i migliori momenti della carriera di Trish che, a video terminato, si presenta sul ring, raggiungendo una Charlotte leggermente incazzata, per usare un eufemismo.

Trish deride Charlotte, la quale non si aspettava questo fuori programma, e poi dice che il loro match di SummerSlam è per lei l’opportunità per dimostrare a tutti, ai fan, ai figli, al marito, ad Harley Race ed anche e soprattutto a se stessa ciò che vale. Poi dice: “Charlotte, tu potrai pure essere una regina, ma non sarai mai me, non sarai mai Trish Stratus”, la Flair non ci sta e risponde per le rime dicendo che Domenica la farà inginocchiare al suo cospetto. Le parole colpiscono Trish che però ha una pronta soluzione: colpisce Charlotte con uno schiaffo, così, per non sbagliare. Charlotte sembra incazzarsi seriamente ma, in realtà, è tutta scena, ride ed esce dal ring limitandosi a fulminare con lo sguardo la sua avversaria. Ci sarà tempo Domenica per rispondere all’affronto di Trish ma è stato un ottimo segmento perché, come dice lei stessa, Charlotte è una Queen.

Stacco: Rey Mysterio è nel backstage, si sta dirigendo verso il ring perchè lo attende un match.

Ma all’improvviso nell’arena risuona la musica di Goldberg! Da Man è qui e tutte le persone presenti impazziscono di gioia! La magia sparisce però quando l’uomo della security bussa su una porta in cui c’è scritto Dolph Ziggler. Dolph sei veramente un burlone, non sono scherzi da fare! Ma visto che ormai è entrato nella parte, Dolph imita in tutto e per tutto Bill e, con la security ad accompagnarlo, si dirige verso il ring replicando l’entrata dell’ex WCW con urla e movimenti eseguiti alla perfezione. Mancava soltanto una cosa: la testa sanguinante dovuta ad una testata alla porta, ma c’è tempo Domenica, e sono fiducioso!

Poi è il momento di Rey che però, ancora prima di salire sul ring, viene attaccato da Dolph con un poderoso Superkick. Intervengono alcuni arbitri per placare Ziggler ma lui colpisce Rey con un altro Superkick, poi prende un microfono e, salito sul ring, dice che questa e l’ennesima leggenda che mette al tappeto, promettendo che con Goldberg a SummerSlam farà lo stesso perchè, dice, che ormai è giunto il momento di finirla con questa nostalgia, con queste superstar del passato ormai vecchie. Conclude poi dicendo che questo per Goldberg sarà l’ultimo match della carriera. Tutto questo mi sembra qualcosa di già visto: ah sì, 2003, Randy Orton, Legend Killer, ma va bene, è tutto molto bello, quindi chissenefrega.

Ad interrompere Dolph arriva però Prezzemolino Alì che, totalmente a caso, si mette in mezzo, aiuta Rey ad alzarsi e colpisce Ziggler prima con uno Spinning Kick e poi con un Suicide Dive. Ed ecco che, in modo stocastico (citando una persona importante che ha fatto report molto prima di me), abbiamo il primo match della serata.

1)Single Match: Dolph Ziggler vs. Alì 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Ziggler, risalito sul ring a seguito del Suicide Dive, parte subito forte, colpisce ripetutamente Alì e lo lancia fuori dal ring. Getta poi il suo avversario sui gradoni e lo fa tornare sul quadrato e, qui, Ziggler esegue una Face First. Alì però si riprende, si libera con una serie di pugni e poi colpisce Dolph prima con un Dropkick e poi con una serie di Chop. Alì esegue un Enziguiri Kick e poi lancia Dolph verso le corde ma quest’ultimo risponde con una incredibile Clothesline, poi, emulando Shawn Michaels, chiama il suo Superkick ma Alì lo evita e tenta un Roll up ma il conto è interrotto al due perché Dolph riesce a liberarsi. Il primo a rialzarsi è proprio lo Show Off che riesce a colpire il suo avversario con un perfetto Superkick e ottiene il 3 vincente.

Vittoria per schienamento: Dolph Ziggler

Stacco: parte un video che mostra i recenti tentativi di omicidio subiti da Roman Reigns, il quale oggi concederà una intervista a Kayla Braxton per parlare proprio di questi avvenimenti. Roman sembra leggermente frastornato, non riesce ancora a darsi una spiegazione per quanto subito nel corso dell’ultima settimana e, di conseguenza, non sa minimamente chi possa essere stato. Roman aggiunge che non si sente in pericolo perché si fida ciecamente della WWE e non ha paura del codardo che lo attacca soltanto alle spalle. Roman poi chiede scusa a Samoa Joe dicendo che lo ha incolpato ingiustamente e chiude aggiungendo che vuole ottenere i filmati da visionare perchè vuole delle risposte entro questa sera.

Parte poi un filmato che celebra le imprese del leggendario Harley Race, uno dei più grandi wrestler di tutti i tempi che, prima ancora di essere un wrestler, era un marito ed un padre.

2)Single Match: Natalya vs. Ember Moon 1 out of 5 stars (1 / 5)

Anche qui, ad arbitrare, abbiamo un arbitro donna, scelta che replica quella della Uefa per la Supercoppa Europea tra Liverpool e Chelsea. A partire meglio è Ember che connette una serie di Arm Dragg su Natalya. La canadese però reagisce colpendo la sua avversaria con una serie di pugni all’angolo, poi la lancia verso le corde e tenta un Back Body Drop, ma Ember cade in piedi e colpisce Natalya con una Face First. Natalya si rifugia fuori dal ring ma viene colpita da un Missil Drop Kick che la fa finire contro la balaustra. Moon però si distrae per via di alcuni cori del pubblico e Natalya prima la spinge sull’apron e poi la colpisce con una Clothesline. La canadese poi, sempre fuori dal ring, esegue la sua Sharpshooter finchè l’arbitro non chiude il match per doppio conto di dieci.

Count Out

La canadese non molla la presa finchè non interviene Bayley che separa le due e presta aiuto alla sua avversaria di SummerSlam. Io non capisco, sinceramente, il perchè di tutto questo.

Ed eccoci giunti al Kevin Owens Show, Kevin però non sembra carico come altre volte, taglia subito corto e chiama immediatamente Shane sul ring. Il figlio di Vince sembra rifiutare l’invito e così il canadese inizia ad attaccarlo verbalmente ma ecco che, a rasserenare Kevin, risuona la theme song di Shane, il quale si presenta sullo stage e raggiunge il ring. Shane vuole la sua classica introduzione da Greg Hamilton ma Owens non è dell’umore giusto e così strappa il microfono dalle mani del povero Greg e parte con le domande. Kevin chiede, innanzitutto, a Shane perché non ha messo in palio anche la sua carriera nel match di Summerslam, dimostrando per una volta di essere un vero uomo. Il figlio di Vince risponde che non lo ha fatto semplicemente perché è stato Kevin a volere questa speciale stipulazione ed aggiunge che è talmente sicuro di vincere questo match che deve soltanto limitarsi a scegliere come farlo e “poi, finalmente, tu te ne andrai dalla WWE”. Il canadese risponde dicendo di non essere affatto sorpreso da tutto questo perchè ciò conferma una cosa che ha sempre saputo: “tu, Shane, non hai le palle, per questo non lo hai fatto” e poi lancia il microfono a terra.

I due sembrano pronti a prendersi a pugni, buttano fuori dal ring tutti gli oggetti di scena del KO Show ma prima che vengano alle mani interviene Elias che, da dietro, blocca Kevin permettendo a Shane di colpire il suo avversario. Owens però si ribella, colpisce entrambi e getta Shane sul tavolo dei commentatori, si fa sotto nuovamente Elias che però viene atterrato con una Stunner sul tavolo di commento ma ciò permette a Shane di approfittare della situazione e colpisce Kevin con una serie di pugni e pestoni. Poi lo lancia contro il tavolo dei commentatori e solleva lo stesso tavolo su Kevin, schiacciandolo e facendolo rimanere bloccato lì sotto. Prende poi una sedia, la posiziona sulla faccia del canadese e lo colpisce con un Drop Kick. Il Kevin Owens Show finisce qui, è tutto per questa settimana, non è finita benissimo per il nostro presentatore preferito.

È il turno di Sami Zayn che, salito sul ring, prende la parola e dice che ha fatto un grande regalo ad Aleister Black sfidandolo per SummerSlam, visto che così Black avrà la giusta attenzione, grazie a lui. Dice poi che non ha ancora ricevuto una risposta, probabilmente perchè Aleister ha paura di affrontarlo. Ad interrompere questo volo pindarico di Sami ci pensa la theme song di Black che, a sorpresa, è qui e dice che il match non si farà Domenica, ma ora. Sami è shockbasito ma dopo quanto detto non può tirarsi indietro per cui non può fare altro che affrontare Aleister. Ma Sami statti zitto no? Aleister era lì che dormiva nella sua stanza buia!

3)Single Match: Aleister Black vs. Sami Zayn 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Sami parte subito forte atterrando Black con un Superkick e poi bloccandolo al tappeto con una Head Lock ma Black si libera e con un Kick manda Zayn fuori dal ring. Dopo la pubblicità Sami è in controllo del match e colpisce Black con pugni e Chop in serie. Black con una serie di pugni prova a rispondere a Sami ma finisce vittima di una Side Back Breaker per un ampio conto di due. Sami lavora sulla testa del rivale con una Head Lock e poi lo lancia verso le corde ma Black lo colpisce con un calcio di incontro e , dopo una serie di pugni, seguiti da una serie di calci alle gambe, vola con un Springboard Moonsault. Black invita Sami a rialzarsi e lo colpisce con un Running Knee. Zayn è ormai stordito e Black, dopo averlo rialzato poggiandogli il piede sotto al mento, lo colpisce con la Black Mass per il tre vincente.

Vittoria per schienamento: Aleister Black

Stacco: nel backstage troviamo uno Shelton Benjamin silenzioso. Chiedono lui un parere sul 24/7 Championship ma lui ride e va via.

È tempo di una nuova puntata della Firefly Fun House: vediamo Husky il maiale ingozzarsi di dolci ma poco dopo arriva Bray, il quale dice di ammirare Finn Balor perchè non teme nulla, ma poi aggiunge che questo coraggio è frutto soltanto di ignoranza. Finn sei ignorante perché ignori! La puntata si conclude con la comparsa del Fiend che dice il suo classico “Let me in”.

Nel backstage troviamo un Chad Gable selvatico, che con questo look continua ad avere qualcosa che non mi convince. Lo raggiunge Elias, che dice lui che sembra un bambino con questo nuovo taglio (Grazie Elias, non sono il solo allora), recupera una chitarra e vai via. Gable è irritato ma non dice nulla. Bene così.

Assistiamo all’intervista rilasciata dal campione WWE Kofi Kingston mentre scorrono alcune immagini di lui contro Orton in match passati. Kofi dice che Randy è stato sempre un duro avversario, lo ha umiliato tante volte e per tale motivo stava per lasciare la compagnia, ma poi ha resistito ed è riuscito a divenire una delle superstar principali della federazione e a Wrestlemania è diventato WWE Champion. Chiude dicendo che lui è uno stimolo per tanti perchè permette di capire che se qualcosa la si vuole veramente la si può ottenere e lui, dice Kofi, vuole usare la sua influenza per convincere di questo le persone: “tutto è possibile”, a differenza di Orton ” che usa la sua influenza per affossare le persone, come ha fatto con me”.

Ultimo match di serata:

4)Tag Team Match: New Day vs. Daniel Bryan & Rowan 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Daniel attacca subito Woods con alcuni pugni all’angolo ma Xavier si libera eseguendo, in rapida successione: Head Scissor,Drop Kick e Suicide Dive. Torniamo dalla pubblicità con Bryan che con un Arm Bar blocca Big E sul quadrato ma quest’ultimo si libera e colpisce Daniel con un violento Clothesline. Bryan riprende il pallino del match e da il tag a Rowan che esegue un Body Slam su Woods, che risponde con un Enziguiri Kick e lo mette all’angolo colpendolo con una serie di pugni. Poi lo lancia verso le corde ma subisce un Shoulder Tackle da Rowan che da il tag a Bryan, il quale lo colpisce con un Missil Drop Kick seguito da uno splash di Rowan, per un conto di 2. Dopo un’altra pubblicità vediamo Xavier dal paletto che colpisce Rowan con un Missil Drop Kick e da così il tag a Big E, così come Rowan lo da a Daniel, il membro del New Day lo colpisce con una serie di Belly toBelly Suplex e poi con uno splash, si prepara alla Big Ending ma Daniel lo anticipa con una scivolata e poi lo colpisce con gli yes kicks, Big E evita l’ultimo e prova un Roll up ma Daniel lo ribalta con una Lebel Lock, dalla quale Big E se ne libera eseguendo una Bomb. Doppio tag, Rowan viene atterrato da una Clothesline da Big E, e poi da un Elbow Drop di Woods ma Daniel interrompe il conteggio prima di essere colpito da una Spear attraverso le corde di Big E. Rowan poi prende i gradoni di acciaio e colpisce Woods pronto a eseguire un Suicide Dive causando la squalifica per la sua squadra.

Vittoria per squalifica: New Day

Daniel e Rowan infieriscono sui due con Rowan che atterra Big E con una Iron Clow Chokeslam e Bryan che fa lo stesso con la sua ginocchiata su Woods.

La puntata sembra finire qui ma ci regala, come settimana scorsa, una sorpresa finale: Roman entro nello spogliatoio dove sono presenti numerose superstar, fa uscire tutti tranne Buddy Murphy e chiede lui di dire tutto quello che sa sugli incidenti degli ultimi 7 giorni perchè è sicuro del fatto che lui sappia qualcosa visto che era lì vicino Martedì scorso. Buddy fa lo gnorri, non sa niente e non ne vuole sapere niente ma Roman non ci sta e lo convince con la forza a parlare, dopo averlo appeso letteralmente ad un muro. Buddy così crolla e dice di aver visto Rowan fare quei gesti, Roman è sorpreso,così come lo sono Daniel e lo stesso Rowan che erano rimasti al centro del ring per vedere da lì la scena.

Su queste espressioni piene di incredulità dei protagonisti termina la puntata di SmackDown, a pochi giorni di distanza dall’evento estivo più importante della WWE: SummerSlam.

L’appuntamento è alla prossima, sempre qui, su zonawrestling.net!

ENQU4R

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
5.5
Qualità dei promo
7.5
Evoluzione delle storyline
6
VIAzonawrestling.net
FONTEzonawrestling.net
ENQU4R
Laureato in legge, ancora senza un futuro certo, ma con tre grandi passioni: il Calcio, il Cinema e la WWE. Come tutti quelli della mia età mi sono avvicinato al wrestling 15 anni fa, su Italia 1, con John Cena ed Eddie Guerrero, poi me ne sono allontanato riscoprendolo da poco più di 5 anni. Adoro Seth Rollins, AJ Styles e Kevin Owens. Nel sito oltre ad essere, ormai, tra i veterani che rompono le scatole ai nuovi arrivati, sono il "reporter ufficiale" di SmackDown e di Main Event. Quando non sono in giro a bere Gin Tonic e Old Fashion passo le giornate tra film, serie tv, tennis e partite di calcio. Fino alla fine!