Welcome Everybody! Navighiamo a velocità di crociera verso WWE Clash of Champions, gli scontri, le sfide, i match titolati stanno per arrivare al punto più in alto della tensione, in vista della concretizzazione in Pay-per-View. Per questa settimana Smackdown Live! fa tappa a Baton Rouge; una riverente località della Louisiana. Nella bolgia della Raising Cane’s River Center, Roman Reigns sarà pronto per dichiarare in pubblica piazza il proprio dispiacere e porgere le proprie scuse a Daniel Brayn? #StayAttila #StaySosia

E la puntata viene aperta proprio da un Roman Reigns selvatico che cammina da solo e beato in quel posto dei misteri chiamato Backstage. Kayla Braxton lo ferma chiedendogli se sta andando a chiedere scusa a Daniel Bryan ed Erick Rowan. L’ex mastino dello Shield (Sigh!) ci rivela che in realtà avrebbe ben altro da dire, ma forse è meglio che lo faccia sul ring più tardi.

Andiamo nel catino del Baton Rouge dove la musica del New Day risuona col WWE Champion Kofi Kingston che arriva sul ring. Kofi dice che Randy è un codardo e che ha portato la loro rivalità ad un livello personale, nel momento in cui ha iniziato a menzionare la sua famiglia. Questa è una cosa che Kofi non può tollerare, per questo non vede l’ora di fargli ancora il cooolo.

Giusto per abbassare i toni e per non essere troppo offensivi nelle parole, stile PD e 5Stelle negli ultimi anni, Randy Orton ci mostra il suo bel faccione sul Titantron, chiedendo l’attenziona di Kofi a suon di “Stupid”. Il buon Randy prende una lettera e la legge. In questa lettera un giovane fan, che poi si rivelerà un figlio di Kofi, prega Orton di smetterla di far del male a suo padre. Randy conclude che magari invece di rispondergli con un’altra lettera, potrebbe andare direttamente a trovare il piccolo pargolo in albergo.

Questa cosa mi ricorda molto la faida tra Samoa Joe e AJ Styles. Fatto sta che Kofi parte a 1000 per andare ad acchiappare Orton e se lo ritrova nella Gorilla position. Scatta un’afferrata rissa dove alla fine la peggio l’avrà proprio Kofi Kingston che sarà portato in infermeria. Fuori dalla stessa poco dopo Big E ci informa che Kofi sarà, quasi certamente, pronto per Clash of Champions, ma non può dire lo stesso di Orton che affronterà più tardi in questa puntata. Big E ha la determinazione di vendicherà il suo amico di stable.

Andiamo sul ring per il primo match di giornata; un’ottavo del Kinf of the Ring tournament.

1) KOTR First round: Buddy Murphy vs Alì 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Match tra protagonisti della categoria dei pesi leggeri che hanno trovato fortuna anche oltre. La contesa è quindi molto veloce e tecnica più  che prettamente fisica. Nelle fasi centrali del match Alì sembra in grande spolvero deliziandoci anche con un Suicide dive che non dispiace mai. La regia poi ci fa notare che il 24/7 Champion, si sta godendo la contesa tranquillo e beato in una località segreta del backstage, ma stai attento Elias!

Nel frattempo spettacolo puro sul ring, con Murphy che prima vola da sopra alla terza corda per atterrare su Alì fermo all’imbocco della rampa per gli spogliatoi. Non contento Buddy, dopo, prova a volare dalla terza corda, ma Alì si scansa. Tornati sul ring Alì caccia fuori dal cilindro una hurricarana al contrario o qualcosa di simile (aiutatemi se conoscete questa mossa), 1-2-Kick Out. Che gioiello di match che sta diventando. Murphy risponde con la Brainbuster, ma il risultato anche per lui è un conto di due.

I fan sono in delirio, stanno apprezzando tanto questo match. I due continuano a darsi colpi al centro del ring Alì colpisce con un Tornado DDT Murphy sull’apron ring, l’ex Mohamed sale sul gradino più alto del paletto, 450 splash, 1-2-3!! Che match! Per Alì si potrebbero aprire le porte della semifinale, ma davanti a lui avrà Elias prima da affrontare.

Winner: Alì

Dopo il match uno sportivo Buddy Murphy porta in alto il braccio di Alì in segno di sconfitta e rispetto per il vincitore, che gli rende altrettanti onori ed omaggi.

Torniamo nel ventre dell’arena dove nello spogliatoio troviamo la Smackdown women’s champion Bayley che viene raggiunta da Ember Moon. Ember dice a Bayley che la prossima volta che si troveranno di nuovo faccia a faccia sul ring sarà lei a trionfare, non come a Summerslam. Poi continua dicendole che Charlotte Flair sbaglia a dire che è la faccia della divisione femminile dello show Blu; Bayley lo è. Alle due si aggiunge Lacey Evans che ride al pensiero che Ember e Bayley si dichiarino le migliori, e loro si mettono a ridere. Lacey molto adirata dice che proverà quanto detto stanotte in un match con Bayley.

Torniamo sul ring dove a farci visita arriva il sommo The Miz. Il sommo inizia dicendo che è arrivato il momento di parlare del “portavoce” Sami Zayn. Miz dice che non capisce come è possibile che uno come Shinsuke Nakamura, un veterano della disciplina, un grande atleta abbia bisogna di un perdente di lusso come Sami Zayn che gli graviti intorno. Ma Miz non dimentica il suo passato e visto quello che gli hanno fatto non ci pensa due volte e sfida Nakamura per un match titolato a WWE Clash of Champions per il “suo” titolo Intercontinentale.

A questo punto sullo stage si palesa anche Sami Zayn che dice alle persone di non dare peso alle parole di un’idiota come Miz. Perchèil “nostro” Intercontinental Champion si chiama Shinsuke Nakamura, il King of Strong style, mentre Miz è il King of Soft style (geni). A questo punto Miz, stufo di sentir parlare Sami, lo sfida ad un match da disputarsi subito. Sami prova a dissuaderlo, e da dietro arriva Shinsuke Nakamura. Mentre il nipponico pesta Miz, Sami urla al microfono la sua eccitazione per quello che sta vedendo.

Il tutto continua con Miz in mezzo al ring, sempre con Sami microfono alla mano che tiene fermo il suo odiato rivale mentre Shinsuke Nakamura gli somministra un paio di Kiiiiiinssssssshaaaassssssssa. Davvero intollerante Sami che urla al microfono. Penso che avrà avuto almeno un 4-5 orgasmi per come rideva e urlava in questo frangente.

Andiamo nell’ufficio di Shane McMahon dove troviamo Elias sul divano che prova degli accordi. Arriva a disturbarlo Kevin Owens, molto tranquillo. Elias ricorda subito che l’ha battuto molto onestamente settimana scorsa per il KOTR tournament, rimproverandolo anche di non aver bussato alla porta prima di entrare. Kevin sostiene che era aperto e poi cercava Shane per chiedergli una cosa, o meglio un po’ di cose. Elias gli risponde che Shane non c’è. Owens molto sommessamente accetta che il capo non ci sia e va via.

2) Bayley vs Lacey Evans

2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Faccia a faccia quindi fra la campionessa di Smackdown e la belloccia anni 70’. Lacey vorrebbe partire subito con un big boot, ma Bayley se scansa. La Hugger quindi cerca subito di far capire alla sua sfidante chi comanda, ma alla fine il match rimane molto equilibrato con colpi da una parte e dall’altra.

Il match per alcune fasi continua fuori dal ring, sul bordo dello stesso e all’improvviso sullo stage si presenta Charlotte Flair, in tenuta “civile”. Davvero molto elegante e femminile la figlia del Nature Boy.  In ogni caso non cambia molto se non che Charlotte continuerà a guardare il match dall’esterno del ring.  Lacey e Bayley invece si scambiano delle prese tecniche al centro del ring, fino a che la campionessa non ci prova con un portentoso Crossbody, 1-2-Kick Out.

Il pallino del match poi passa successivamente nelle mani di Lacey Evans, che un po’ con mosse potenti un po’ con tecniche di sottomissione tenta alla lunga di sfianchire la sua avversaria. Il match rimane però in un lunghi tratti forse un po’ troppo lento.  Bayley riesce finalmente a correre mandando al tappetto prima più volte la sua avversaria con delle Clothesline e poi con una strana manovra di sottomissione, una presa alla gambe che ha nella preparazione qualcosa di simile alla Shurpshooter e una volta al tappeto qualcosa di simile ad una Figure Four al contrario. Ma la Evans riesce ad arrivare ad una corda per il break. Più avanti nel match Evans ci prova anche dal paletto con uno splash in salto all’indietro, 1-2-Kick Out, si salva Bayley.

Il Match rimane molto equilibrato, Belly-to-Belly Suplex di Bayley, 1-2-Kick Out, schienamento avvennuto a pochi centimetri dalle corde, quindi è stato molto facile per Lacey arrivare ad esse con una mano. Bayley allora ci riprova con il suo Belly-to-Bayley Suplex senza riuscire a connetterlo, ma riuscendo comunque a stendere la Evans al tappetto e colpirla col suo Flying elbow drop dalla cima del paletto, 1-2-3!!

Winner: Bayley

Questo gradevole match termina con Bayley che guarda Charlotte alzando la cintura al cielo.

Cambio di scena nella zona interviste Kayla Braxton ci presenta coloro che aspettano delle scuse da Roman Reigns; Daniel Bryan ed Erick Rowan. Daniel prende la parola e dice che settimana scorsa si è presentato al beniamino del pubblico mostrandogli chi ha tentato di terminargli la carriera, ma non ha sentito alcuna parola di scuse. Bryan continua dicendo che non uscirà da questa arena se non sentirà Roman Reings scusarsi con loro per averli accusati o comunque pensato male di loro senza una giusta motivazione.

3) Big E vs Randy Orton 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Big E si presenta ovviamente da solo e con un diavolo per capello. Il bestione del New Day comincia subito buttando a terra Orton con un calcio e poi facendolo carambolare fuori dal ring. Li Big E continua la sua manovra espansiva gettandolo sulle barricate sia di destra che di sinistra del bordo ring. Ma per essere in par Condicio lo lancia anche al centro, sul tavolo degli amici del commento (Tom Phillips, Byron Saxton e Corey Graves). Il match poi torna sul ring normalizzandosi con delle Sleeperhold e degli Abdominal stretch che non guastano mai.

Orton prova quindi ad abbassare i ritmi dell’incontro, ma in tutta risposta Big E reagisce con 3 Belly-to-belly Suplex in seguenza. Arrivano i Revival ad aiutare Orton. I due vengono prima respinti da Big E che distratto rischia di essere morso dalla Vipera con la sua RKO. Ma Big E riesce a sottrarsene e viene lanciato di nuovo verso le corde dove stavano salendo Dash e Scott che quindi ricadono giù. Stavolta però Big E è preda di una RKO, 1-2-3!

Winner: Randy Orton

I tre dopo il match infieriscono con una mossa combinata, una Shutter Machine mista alla RKO.

Nella zona interviste questa volta Sarah Schreiber ha come ospite Chad Gable, che onestamente senza barba e con i capelli corti è anonimo quanto un bicchiere di latte freddo, senza zucchero, in pieno inverno. Chad si dice dispiaciuto che le persone pensano che lui sia basso. Ma non vede l’ora di dimostrare a Shelton chi è quello basso tra i due. Arriva quindi Shelton Benjamin che ovviamente fa battute sulla sua altezza.

Prima di andare sul ring con Elias, un video ci mostra cosa è avvenuto intorno al 24/7 champion questa settimana. Il titolo è infatti passato di mano in un paio di occasioni per tornare poi nelle mani di Elias. (“Livelli di epicità che voi umani non potete nemmeno immaginare”).

Torniamo sul ring dove Elias è seduto sul Trono di Spade della WWE, insieme al suo scettro e alla cappa da Re appessa sull’appendiabito. Il Drifter ci dice che dobbiamo impare bene la frase “All hail to King Elias”, che presto saremo obbligati a ripetere spesso. A fermare questa auto-proclamazione arriva Kevin Owens che lo attacca da dietro e lo stende con la Stunner. Owens pensa bene di disinteressarsi al 24/7 title e se ne va. Dopo qualche secondo lemme lemme al ring si avvicina R-Truth con un arbitro. Elias e lì steso a terra, perché non provare a schienarlo? Ma Truth viene tirato via da Drake Maverick che a sua volta schiena Elias, 1-2-3!!!!!!! Abbiamo un nuovo WWE 24/7 Champion; Drake Maverick!!! “Tutto molto bello”, cit.

Dopo questo clamoroso colpo di scena, siamo pronti per un nuovo ottavo di finale del King of the Ring Tournament, forse l’ultimo se non ho fatto male i miei calcoli.

4) KOTR Tournament: Chad Gable vs Shelton Benjamin 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Shelton Benjamin continua con le sue battute sull’altezza di Chad dopo ogni colpo che gli assesta.  Gable molto umilmente cerca solo di concentrarsi sulle manovre da utilizzare. Intanto ci viene mostrato un diretto interessanto al match; Andrade. Il latino guarda il match dagli spogliatoi dal monitor insieme a Zelina Vega. Il match continua comunque sui livelli tecnici e di velocità in cui i due sono maestri.

Nel contempo al centro del ring Shelton continua a prendersi beffe di Chad e la sua altezza. (Ma in questi casi non è pur sempre una qual forma di razzismo?). In ogni caso il bullo, una volta mammone, Shelton Benjamin sembra avere qualcosa in più rispetto a Chad Gable. Ma viene fregato in maniera clamorosa quando, tentando una Powerbomb, viene aggirato con un Roll up, 1-2-3! Gable avanza ai quarti di finale.

Winner: Chad Gable

E con l’ultimo ottavo di finale agli archivi abbiamo un quadro completo dei 4 match che designeranno i 4 semifinalisti: Samoa Joe vs Ricochet, Elias vs Alì, Cedric Alexander vs Baron Corbin e Chad Gable vs Andrade. Intanto Gable si gode la vittoria prendendosi beffe di Shelton che rimane incredulo al centro del ring, una rinvicita per tutto il movimento dei nani nel mondo.

Per la parte finale di questa puntata di Smackdown Live, sul ring si palesa Roman Reigns. Questi arriva al centro del ring, mentre Bryan dal Led wall dice a Roman che sono solo due parole; “Mi dispiace”(E’ molto semplice, cit). Roman dice che è pronto a dirle ma prima ci mostra un video. In questo video si vede bene che  è stato Rowan a far cadere l’impalcatura addosso a Roman Reings settimane fa a Raw. Daniel guarda il video in maniera sconvolta.

Inizia a prendere a schiaffi Rowan incazzato come una bestia. Rowan prova a dire qualcosa ma gli schiaffi e le urla di Brayn non glielo permettono. Daniel caccia via Rowan e prende un microfono. Attraversa tutta l’arena fino ad arrivare al ring, pergiurando e urlando al microfono che lui non c’entra nulla. Erick lo ha sempre mentito in queste settimane.

Bryan dice di sentirsi tradito. Giura che sicuramente qualcuno avrà detto a Rowan di fare queste cose, ma non lui. Brayn giura che odia i bugiardi. Ma come entra nel ring viene steso da una Spear di Roman Reings per la gioia del pubblico. I fan in visibilio partono con gli “Yes!” chant. In ogni caso un interpretazione magistrale di Daniel Bryan. Mentre Roman sembra finalmente a suo agio in questo tipo di Storyline.

Per questa puntata e tutto amici,a settimana prossima, forse.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
7
Qualità dei promo
7,5
Evoluzione delle storyline
7,5
VIAwwe.com
FONTEwwe.com & zonawrestling.net
Leafar Attila
Reporter per ogni occasione di zonawrestling. Vive alla giornata non si preoccupa dei problemi, sono i problemi che si preoccupano di lui. #StayAttila #StayIgnorante