Meglio soli che male accompagnati…oppure no. Per Cesaro e Tyson Kidd è giunto il tempo di un ulteriore prova. Quale effetto avrà la cura a dose di tag team ???

Pubblicità

L'inizio dell'anno nuovo rappresenta per tanti wrestler l'occasione del riscatto con la speranza di potersi rilanciare ad alti livelli, specialmente dopo aver vissuto un 2014 con grandi aspettative o con grandi exploit senza però emergere del tutto. La situazione attuale di Cesaro e Kidd non è affatto serena e d'altronde come potrebbe essere dopo che sono stati gettati in acque agitate? Storie differenti ma con il medesimo epilogo. Vari tentativi per spiccare definitivamente il volo per poi vedersi perforare le ali a suon di proiettili precipitando al suolo. I due atleti si sono sempre rialzati a testa alta riprendendo dal punto in cui erano stati interrotti ma purtroppo per loro l'ostacolo è apparso insormontabile.

Per quanto riguarda lo svizzero è davvero un colpo al cuore vederlo arrancare, disperso nel labirinto della WWE alla ricerca di una via d'uscita. Cesaro è un wrestler di livello A ma a quanto pare non ha tutte le qualità necessarie per essere considerato una Superstar capace di impadronirsi del main eventing. La vittoria della Battle Royal in onore di Andre The Giant a Wrestlemania XXX aveva fatto ben sperare, e averlo consegnato nelle mani di Paul Heyman equivaleva ad una netta approvazione dei dirigenti per il push definitivo. Il tutto si è rivelato un illusione e così come la stella King Of Swing è nata, in un lampo è svanita. Trovare il perché del dietrofront da parte della fed è come decodificare un geroglifico. Le dichiarazioni di Mr.McMahon nel podcast di Steve Austin lasciano il tempo che trovano, e un grande "perché" rimane ad oggi nell'aria. Da singolo il wrestler europeo si è ben distinto specialmente sul ring una volta suonato il gong e con Heyman al suo fianco aveva grandi chance di colmare le proprie lacune. I rumor lo davano addirittura come futuro papabile avversario di Lensar ma tutti i buoni propositi sono andati a finire direttamente nel cestino premendo velocemente il tasto canc senza avere la possibilità di recuperarli in futuro. Tornare in tag team dopo che l'esperienza con Jack Swagger sia stata bocciata, può suonare come un campanello d'allarme. Con l'All American American e Zeb Colter, i titoli di coppia dovevano essere una conseguenza naturale ed invece altro dietrofront. Per Cesaro è stato un continuo tira e molla e il promo eseguito nell'ultimo RAW con successivo squash per mano del rientrante Barrett fa storcere il naso. In certi ambiti è meglio tenere la bocca chiusa e le ultime uscite dell'atleta non sono state di certo tenere nei confronti dell'azienda per cui lavora. E' assai probabile che il periodo condito da numerose sconfitte sia stata accolta come una punizione dall'alto.

Per il canadese situazione differente, grande protagonista ad NXT, incontri di alto livello, mentre nel main roster appare come l'accompagnatore di Natalya, la valletta della moglie, una specie di scambio di ruoli. Kidd ha dato il meglio di se in tag team conquistando anche i titoli della divisione ma quando si è trattato di andare per la propria strada sono apparse le prime difficoltà. A differenza di Cesaro, ha mostrato della carenze di personalità, complicato ad inquadrarlo come una credibile futura star. Una evidente difficoltà di imporsi, sia per scelte dovute che per propri demeriti. Sotto il profilo del wrestling lottato Tyson può senz'altro dire la sua e in un ambito come quello di NXT non è un pesce piccolo, ma bensì un grande squalo. Decidere di fare di NXT la sua fissa dimora poteva rivelarsi un ottima soluzione in quanto il roster del territorio di sviluppo pullula di wrestler con uno stile più idoneo al suo, il che lo mette in condizioni di potere esprimere al 100% il proprio potenziale. La storyline che lo vede coinvolto con Nattie e sul loro diverso approccio di esprimere il proprio affetto rischia di intaccare anche la nuova avventura con Cesaro. Un arma a doppio taglio che la WWE dovrà maneggiare con cura.

Chi se la sente di appoggiare la previsione di Mick Foley? Per l'Hall Of Famer sono i futuri campioni, il team del nuovo anno, invocando la federazione di dare loro una vera possibilità venendo ripagati con match a cinque stelle. A volte i tag team nati per caso si sono imposti come delle scommesse vincenti e l'esempio da Foley citato (Road Dogg & BG James) è una prova che va in favore alla tesi. E' altresì vero che per Cesaro e Kidd è una storia che sa di vecchio avendo più volte percorso lo stesso viale per poi ritrovarsi al punto di partenza. Noi vogliamo essere positivi e guardare il bicchiere mezzo pieno, gli ultimi incontri del tag team hanno lasciato una buona impressione. L'esperienza e il tasso tecnico dei due wrestler è un ottima base su cui partire, e la finisher move in stile combo aiuta. Ci sarà da lavorare, da capire la direzione sul legame tra marito e moglie e l'ingresso di Cesaro nella coppia. Ad oggi è come un bomba pronta ad esplodere all'improvviso e se rinunciare a due singoli del loro calibro è visto come un grande errore, chissà che non ne venga fuori una coppia di primo spessore che è sempre ben gradita, rimandando a data da destinarsi un nuovo colloquio per quanto riguarda la carriera come singoli.