Pubblicità

Ysmsc alle prese con Bray Wyatt e The Undertaker. E quando Ysmsc deve parlare di Undertaker può farlo in un unico modo: a ruota libera.

È passato un anno e ancora non sono riuscita a decidere come avrei voluto veder conclusa la carriera dell'Undertaker dopo la fine della Streak. Sono passata dal desiderare un dignitoso ritiro a volere il rematch con Brock Lesnar con tanto di vittoria del titolo

(oe, nei deliri è concesso immaginarsi di tutto)

Non sapevo quale sarebbe stata la scelta migliore, né come avrebbe dovuto costruirsi un ipotetico nuovo match per il Becchino, ci ho pensato spesso nel corso di questi (quasi) dodici mesi e ancora non ho ottenuto risposta.

Poi c'ha pensato Bray Wyatt a togliermi le castagne dal fuoco.

All'inizio ero scettica, ma poi mi sono resa conto di quanto uno scontro tra il Deadman e il Santone avrebbe potuto coinvolgermi emotivamente. Bray Wyatt ha parlato di come lui ed Undertaker (anzi, nei primi promo non lo ha mai nominato espressamente) siano simili, di come facciano parte di un mondo diverso dalla gente comune e di come la loro visione del mondo sia impossibile da comprendere per gli altri

Ed è vero!

Bray Wyatt ha deciso di divenire il nuovo volto della paura, il nuovo personaggio esoterico, inquietante, impenetrabile, il nostro nuovo incubo ricorrente, ha deciso di prendersi questo posto e per farlo deve sconfiggere il vecchio volto della paura dimostrando, incredibile ma vero, che il suo personaggio sarà ancora più unico e lascerà ancor più il segno di quanto abbia fatto Undertaker, che ormai ha fatto il suo corso

Ci sto! Mi piace!

Wyatt ha detto che ciò che è accaduto al Becchino, la fine della Streak, avrebbe dovuto essere l'ultimo chiodo piantato nella sua bara, invece il Deadman ha deciso di andare avanti nonostante l'umiliante sconfitta, perciò spetta a Bray dargli il colpo di grazia e toglierlo da questo mondo una volta per tutte

Ha senso! Un feud per Bray che finalmente abbia un “senso”! Ok WWE, mi hai preso, mi hai coinvolto, sono con te, facciamolo questo match, facciamo scontrare il vecchio ed il nuovo volto della paura, la vecchia e la nuova gimmick talmente sui generis che ci si domanda come abbiano fatto a sopravvivere in un ambiente come il wrestling, sempre in evoluzione. Ci sto! Voglio questo feud! Del lottato mi interessa anche relativamente, ci sono le potenzialità per uno storytelling da leccarsi i baffi . . .

E poi leggi che la WWE starebbe pensando di non far mai comparire Undertaker prima di WrestleMania.

E ti domandi cosa avrai mai fatto di così sbagliato nella tua vita. Voglio dire, sono convinta che questo non sia solo un problema mio, Undertaker sarà sempre il mio wrestler preferito quindi è ovvio che passare dal vedergli combattere un match l'anno al semplice “vederlo comparire” una volta l'anno per me sia tragico; ma sono convinta che anche per gente normale, o almeno gente che non dorme con la card autografata di Undertaker sul comodino, rimarrebbe scontenta di un feud del genere

Davvero la WWE sarebbe capace di non farci vedere neanche un mezzo promo o una mezza interazione tra questi due?

Io spero davvero che ciò non accada, altrimenti sarà l'ennesima occasione sprecata per la WWE.

Da una parte sono felice che un giovane come Bray Wyatt potrà vantarsi di aver affrontato nei suoi primi due match a WrestleMania una volta John Cena e l'altra Undertaker

(No, davvero, scusatemi se è poco)

E sono contenta anche che Undertaker venga portato a confrontarsi con dei volti nuovi, piuttosto che con superstar che ormai dovevano avere uno starpower pari al suo. L'anno scorso è stato fatto con lo Shield, anche se nel post WrestleMania, quest'anno si è deciso di mettere da parte nomi del calibro di Triple H, CM Punk o Brock Lesnar per permettere a qualcuno che ha ancora da farsi le ossa (diciamo così) di confrontarsi con il Becchino.

Dall'altra parte, però, proprio per la novità della cosa, proprio per la posizione precaria dei due contendenti, la faida dovrebbe essere gestita con il massimo dell'impegno: da una parte c'è il Becchino, che ormai ha un'età e che il mondo è diviso tra quelli che non gliene importa più niente di lui e quelli che si stanno bruciando i neuroni per decidere come dovrebbe avvenire il suo ritiro, dall'altra Bray Wyatt, che ha vinto faide come se piovesse ma che non sembra ancora convincere del tutto, anche se ultimamente anche i suoi match sono migliorati, complici certamente gli avversari che gli sono stati mandati contro.

Ed io leggo che questi due potrebbero venire in contatto per la prima volta solo quando si troveranno sul ring di WrestleMania l'uno contro l'altro.

C'è qualcosa di marcio a Stamford.

Il delirio sconnesso che è questo editoriale vuole chiudersi con un pensiero: rileggendomi la pagina con l'elenco dei wrestler del roster WWE mi sono resa conto dei cambiamenti lenti ma inesorabili che si stanno compiendo: dalla primavera del 2012, anno in cui ho ricominciato a seguire il wrestling, su 50 atleti (maschi) presenti nel roster, 14 sono stati i nuovi arrivi e 6 i wrestler che hanno visto cambiarsi significativamente la gimmick (più un character che adesso è interpretato da un personaggio nuovo, provate a indovinare chi), senza contare tutti quelli che dal 2012 la WWE ha licenziato. Per le Divas le cose procedono più lentamente, ma anche qui se facciamo un confronto con il 2012 scopriamo che di 14 atlete 4 sono nel main roster da meno di tre anni e altre 4 sono passate da avere un ruolo di manager a quello di lottatrici attive (di queste 4 una sarebbe una tre volte Divas Champion)

Insomma, il roster è in evoluzione, i tempi stanno cambiando e la WWE si è resa conto che bisogna provare gente nuova e avere il coraggio di mandare i giovani contro i cosiddetti pilastri della vecchia guardia, sta succedendo con John Cena e se persino Undertaker ha compreso la necessità della cosa allora, da sua fan, non posso che convincermi che sia la scelta giusta da fare.

So bene che in molti ritengono l'Undertaker un personaggio che dovrebbe solo ritirarsi, ma vi prego di pensare, per un momento, a quanto potrebbe giovare a Bray Wyatt un feud con questo indimenticabile personaggio. Sempre che la WWE sappia gestirli al meglio.

Forse è per questo che alcuni sono scettici riguardo questa faida, o se ne domandano l'utilità, forse è proprio perché la WWE ormai ci ha abituato a credere che non sappia più azzeccarne una.

Voi cosa ne pensate? Cosa ne pensate di questo feud? Come vorreste che venisse gestito? Quale futuro attende The Undertaker? Mandarlo contro un Bray Wyatt piuttosto che contro un John Cena che significato ha? I tempi stanno davvero cambiando?

Stretta è la foglia, larga è la vita, dite la vostra che ho detto la mia

Ysmsc.

 

Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname