Hi, I’m Dolph Ziggler.

Pubblicità

Dolph Ziggler è uno di quei lottatori sui quali ho spesso cambiato opinione; alternando momenti di totale indifferenza nei suoi confronti, al punto da domandarmi che cosa ci facesse ancora in WWE, ad altri in cui tornavo a interessarmene, a pensare che in fondo non aveva esaurito tutte le cartucce e che avrebbe potuto essere rilanciato in qualunque momento, per poi tornare a pensare che ormai il suo treno è passato da un pezzo.

Per me, appare evidente che Dolph Ziggler, come The Miz, è un personaggio jolly: puoi tenerlo nel cassetto per mesi, inserirlo in faide di quinta categoria, farlo recitare in siparietti insulsi, per poi dargli una mano di vernice, rispolverarlo e avere di nuovo pronto un semi-main eventer perfettamente in grado di intrattenere il pubblico. Tuttavia, fra Mike Mizanin e Dolph Ziggler esiste una sostanziale differenza:

Mentre il primo dimostra di essere un ottimo intrattenitore al microfono, dimostra di poter gestire un segmento importante come l’opener di Raw, o ancora un intermezzo tra i due blocchi di una puntata, mentre il primo a Talking Smack regala promo che ti fanno gridare dove sia l’Academy con la sua statuetta d’oro, il secondo punta tutto sul wrestling

Non che Dolph Ziggler non abbia doti da intrattenitore, intendiamoci, ma la sua arma principale è l’abilità in ring, oltre a un’ottima capacità di mandare over l’avversario che ha di fronte. Ziggler forse non regala match a cinque stelle, ma sa adattarsi ad ogni ruolo e ad ogni situazione, sfrutta la sua reale esperienza di vita da lottatore che non ha mai raggiunto realmente il top per trasformarsi all’occorrenza nel beniamino del pubblico o nell’heel frustrato e odiato dalla massa

Diverso tempo fa affermai di apprezzare Sheamus perché, che si trattasse di un match per il (fu) World Heavyweight Championship contro Randy Orton, di uno squash match contro Heath Slater o di un match di riscaldamento nel pre-show di un PPV, Sheamus ci mette dentro sempre la stessa energia, la stessa passione e la stessa grinta. Per Dolph Ziggler si potrebbe fare un discorso simile: è sempre lì, pronto a mandare over chiunque e a tirar fuori il meglio da chiunque gli si trovi di fronte, pronto a farsi martoriare se il pubblico deve tifarlo e pronto a non lasciar tregua all’avversario se il pubblico deve odiarlo. Certo, alcune volte ha fallito, contro Apollo Crews evidentemente i miracoli non si possono fare e anche contro Kalisto se come minutaggio di un match ti danno il tempo di un caffè è un po’ difficile mostrare che cosa sei in grado di fare; ma Ziggler ci ha sempre provato, sempre.

Non è un caso che sia stato scelto lui come primo feud semi-importante per Baron Corbin, ben sapendo quanto Corbin avesse bisogno di essere guidato sul ring; allo stesso modo non è un caso che sia stato scelto lui per tirar fuori tutto il potenziale di Nakamura nel suo primo match che lo consacrerà agli occhi del grande pubblico, anche di coloro i quali non hanno mai visto una singola puntata di NXT. Dolph Ziggler è il prodotto WWE, Nakamura è l’outsider venuto a scombinare i piani, Dolph Ziggler in un’altra epoca sarebbe stato un main eventer perfetto, Nakamura è qui per farci aprire gli occhi e ricordarci ancora una volta che i tempi sono cambiati, Dolph Ziggler è bravo, ma Nakamura è, per citare il suo match con Tye Dillinger, un “undici”.

Per quanto la faida sia appena agli inizi e sarebbe prematuro esporre un qualsiasi giudizio, quel che ho visto finora mi ha soddisfatta, Ziggler ci sa fare (sebbene il paragone Nakamura/Michael Jackson io non l’avessi proprio capito, santo Iddio) e Shinsuke è semplicemente Shinsuke; inoltre, nonostante non mi sia persa un match di Nakamura da quanto è giunto a NXT, sono comunque impaziente di vederlo all’opera nel main roster e soprattutto contro Dolph Ziggler, proprio perché so cosa lo show off è in grado di fare, sebbene anche lui non sia esente da difetti

Insomma, non diamo Ziggler per bollito, né auguriamoci di vederlo andar via dalla WWE troppo presto perché, nonostante sia forse vero che è diventato un pesce piccolo in una vasca piena di squali, è ancora in grado di svolgere qualunque compito gli venga assegnato

E forse, in questa fucina di talenti che ultimamente è diventata la WWE, Ziggler è uno dei nomi migliori con cui mettere alla prova le “nuove leve”.

Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname
  • SunBro245

    Jobber’s life insomma, per i pezzi ai piani alti, certo, ma sempre jobber’s life è, solo un po’ più di lusso. Ziggler ha dato alla WWE più di quanto abbia ricevuto, anche in tempi dove avrebbero potuto e dovuto dargli di più, togliendo quei 2 regni WHC che comunque furono tanto anonimi da esser dimenticati da tutti per come furono gestiti. Peccato, ora è chiaro (anche se non scontato a mio modesto parere, con un personaggio ricalibrato a dovere potrebbe ancora essere un top tra i main eventer, solo che evidentemente non è quello che vogliono e che probabilmente non hanno mai voluto fino in fondo per lui) che con tutto quello che ha da offrire il roster lo spazio sia poco. In tutta sincerità mi sorprende che sia rimasto in WWE nonostante tutto.

  • Elia Notari

    Più che altro lui è uno dei pochi wrestler made in WWE che penso potrebbe fare strada anche al di fuori della federazione di Stanford, ce lo vedrei bene da qualsiasi parte, per questo credo che non rimanga in WWE ancora per tanto tempo.
    Felice di essere smentito nel caso ottenga di nuovo qualche cosa di importante lì dentro.

  • Ryo

    In wwe c’è troppa carne al fuoco (e non è una cosa ottimale per tutti..), con tutto il ben di Dio che esce da nxt. Secondo me Ziggler potrebbe diventare una figura principale in qualsiasi altro show al di fuori della wwe..

  • G.S.B

    brava finalmente qualcuno che dice le cose come stanno vorrei anche dire che la grinta che ci mette ziggler nei suoi match a volte esagerata altri non ce l’hanno.

  • Thebigdog

    La brutta copia di mr perfect mischiato con billy gun non mi è mai piaciuto è mai mi piacerà certo è un buon atleta e sul ring ci sa fare ma il ruolo che gli spetta è il jobber nulla più

    • TheMoneyMaker

      Il ruolo di jobber spetterebbe al Cane Grosso, non a Ziggler

      • Thebigdog

        Ziggler non gli pulisce nemmeno il sudore a reign mentre gli esegue una spear

        • TheMoneyMaker

          Infatti Ziggler da face sarà sempre over, Reigns probabilmente nemmeno sganciato un centone a ogni fan presente nell’arena

          • Thebigdog

            E certo oramai i fan wwe seguono la massa reigns va fischiato va odiato è raccomandato nessuno ragiona più col proprio cervello X quanto riguarda ziggler over può solo tornare a fare la cheerleader XD

          • TheMoneyMaker

            Roman Reigns lo vedrei bene sotto la guida del #TitusBrand

          • Thebigdog

            Intanto è sempre lì main eventer all ennesima potenza e voi rosicate

          • TheMoneyMaker

            Sì, ma invece di pensare a Reigns, passa un po’ di tempo sui libri di grammatica caro

          • Thebigdog

            L’errore di grammatica quale sarebbe spiegami stai a rosica dai non te la prendere poi sei te che hai risposto al commento XD

          • TheMoneyMaker

            Ma io lo voglio main eventer con manager Titus O’Neil 🙁

        • Alessandro

          Toglimi una curiosità, l’amatriciana la fai con la pancetta o con il guanciale?

          • Thebigdog

            Dove vuoi arrivare dai

          • Alessandro

            Al dessert.

  • Mich Catinari

    Concordo con tutto.
    Ma sono sempre più convinto che a Backlash vincerà proprio lui.

  • Alessandro

    Dolph ha avuto meno di ciò che meritava. Era una di quelle cose interessanti in periodi non proprio esaltanti. Ancora spero in una faida di livello per una delle prossime WM.

  • Ziggler è sempre stato un worker fantastico, secondo me ha sempre potuto fare di più di quanto ha dimostrato su un ring WWE, ma quello che conta a Stamford, è ciò che lui ha fatto valere in questi ultimi anni. Ha fatto, a parer mio, promo veramente ottimi, e che hanno dimostrato anche quanto valga come intrattenitore extra-ring, cosa che in molti ancora oggi non capiscono. Ha avuto una fantastica carriera fino al 2014, triste da dire ma proprio quando vinse il World Title fu il momento fatale per lui, perchè guarda caso, doveva proprio accadere in quel momento l’infortunio, e la WWE giustamente per quanto già non sia uno stimatore di Ziggler al 90% hanno ben pensato di mandarlo nel midcarding, ma poi si è perso e nel 2015 a parer mio ha vissuto il peggior anno della sua carriera. E’ uno di quei “made in WWE” che meritano di essere in cima alla lista dei main eventer, uno di quelli che non “vengono dalle Indy”, gente tipo Cody che avevano del fantastico potenziale ma che sono stati lasciati scappare in un modo stupido. Sicuramente merita ancora, ma oggi come oggi, c’è TROPPA gente che aspetta, e per Ziggler, purtroppo, aspetta soltanto il midcarding. Sarebbe troppo figo se in Estate se ne uscisse con una pipebomb contro la compagnia, se veramente volessero trovare un modo per rilanciarlo in futuro… but, speaking of originalities….

  • Jeff Hardy

    Insieme a Miz, Ziggler rischia (o già lo è) di diventare la superstar più sottovalutata e male utilizzata di sempre. Al microfono Ziggler ci sa fare, i promo con Miz, Cena e Dean (ne cito pochi) lo dimostrano. Sul ring stesso discorso. Ha tutte le carte in regola per stare li nell’uppercard, e magari beccarsi qualche regno da campione massimo. Ora è la volta buona per provarlo, anche solo 3 mesi. Lui è heel, Orton è face e sta facendo un regno da svogliato mentre Ziggler non ha nulla da perdere. Nel caso dovesse stufarsi della WWE spero faccia un bel promo stile CM Punk vomitando tutto quello che pensa. #pushziggler

    • JohnMorrison96

      Cesaro, Christian, Miz, Ziggler, John Morrison…
      Se iniziamo con una lista dei più sottovalutati in WWE, non la finiamo più

  • TitoLivio

    E’ il nuovo Kane/Big Show.
    Sempre utile a stare nell’uppercard, mai realmente credibile come top.
    Serve anche gente così.
    Spiace, perchè rispetto a Big Show o Kane Dolph è Bret Hart.

  • Mr. 619

    Bell’editoriale. Ziggler meriterebbe di stare nel mid-upper card ma invece ha spesso periodi di stallo bruttissimi. Avrebbe meritato di più ma ormai è troppo tardi e c’è tanta concorrenza brava e agguerrita.

  • JohnMorrison96

    Io continuo tutt’oggi a sognare per lui un regno da campione WWE.
    Potrà sembrare una follia, ma io spero che vinca il MIB ancora una volta.
    Ricordiamo tutti le tristi fini di Edge e CM Punk ai loro primi regni generati da un Money In the Bank…
    Io spero per Dolph che il secondo MIB sia ciò che lo lancerà definitivamente verso il ME