Pubblicità

Nuovo appuntamento con l’editoriale dedicato alla scena italiana, stavolta accolgo come ospite uno dei nuovi arrivati, ma con cui ho avuto piacere di dividere avventure e passione in passato, ecco a voi Matteo “T.I.B” Di Fina, che ci racconta dell’ultimo show della siciliana Real Italian Wrestling andato in scena lo scorso Sabato.

 

Il wrestling siciliano riscalda i motori per questa rovente estate e, la RIW, inizia il suo cammino con il suo primo evento 2015 chiamato Wrestling on the Beach, al Marmora Beach (ME).

Bella la location, con tanto di sedie a sdraio e ombrelloni a far dar cornice all’evento ma la decisione, forse, di montare il ring sulla spiaggia non è stata delle migliori visto che, alla fine di ogni incontro, per precauzione e soprattutto per salvaguardare gli atleti, l’arbitro ha dovuto perennemente pulire il ring dalla sabbia.

Piccola pecca dell’evento il pubblico: poco partecipe alle fasi del match

 

 

#1 Contender Match for RIW championship (Triple Threat Match) 

Tir vs Raider vs Amazing Guerrera

 

 

Prima dell’inizio dell’incontro, fa la sua entrata il campione G King che assisterà a bordo ring l’evolversi della contesa.

Un bel match tirato su dai tre: Tir decide inizialmente di dare spazio sul ring ai due avversari, con Guerrera che prova a dire la sua contro Raider, grazie alla sua velocità.

Lo stesso Raider però, riuscirà a mettere in riga il wrestler mascherato ma, quando il profumo della vittoria iniziava a sentirsi sempre di più, il mastodontico Tir, entra nel match, attaccando entrambi gli avversari.
Autorevole Tir mette fuori gioco Guerrera con una front powerslam ma non arriva il conto di 3, a causa dell’intervento di Raider.

Sarà lo stesso ad iniziare a colpire senza pietà il gigante della RIW e a buttarlo fuori dal quadrato, dando la possibilità ad Amazing di tornare sui suoi passi e a cercare di conquistare la vittoria ma, Raider chiuderà i giochi con una impressionante Backdrop to lariat, conquistando match e title shot.

 

 

Vincitore e Nuovo #1 Contender: Raider

A fine incontro sale sul ring il campione G King, stretta di mano tra i due, ma subito faccia a faccia: la sfida è lanciata

 

Handicap Match: Tir vs Darkman e Axel ABS

 

 

 Il mastodontico Tir non è contento del risultato che lo ha visto escluso dalla lotta al titolo e si vuole rifare sui due giovani Darkman (al debutto in RIW, Ndr) e Axel ABS.

I due ragazzi ci provano all’inizio a mettere in difficoltà l’avversario, provando ad abbatterlo con una serie di bracci tesi ma, al terzo, vengono scaraventati via.

Tir si fa beffe degli avversari e, dopo aver buttato fuori dal ring ABS, stende definitivamente Darkman, reo di aver provato a reagire, con un running splash.

 

 

Vincitore: Tir

 

Tag Team Match

El Nazareno & Original Italian Tiger battono Antares & Blizzard

 

 

 

L’arbitro ha il suo gran da fare in questo match, visto che gli Heel (Antares & Blizzard, ex XIW al debutto nella RIW, Ndr) sono a dir poco scatenati e vogliono dominare la scena.

A farne le spese è Original Italian Tiger che rimane spesso in balia delle manovre offensive degli avversari, non riuscendo a dare il cambio al wrestler della NWE.

Buone le manovre di coppia di Antares e Blizzard (un bel double vertical suplex) e bravi ad approfittare delle distrazioni dell’arbitro per infierire sul loro avversario.

Ma quando arriva il cambio la musica cambia: El Nazareno prende in possesso il match e sbaraglia i nemici.

 

 

C’è anche il tempo per una piccola vendetta di Italian Taiger che colpisce Antares con la Tiger Sword, sevendolo a El Nazareno che eseguirà, successivamente, la Tombstone che concluderà la contesa.

 

 

Vincitori: El Nazareno & Original Italian Tiger

 

Hardcore Match for Real Italian Championship Title: G King (C.) vs Raider

 

 

Un match bello da vedere: ben combattuto, sempre in bilico e, soprattutto molto divertente.
I due non si sono risparmiati e, soprattutto, hanno sfruttato al meglio la tipologia del match che li ha visti utilizzare tutto quello che li circondava per fiaccare la resistenza dell’avversario.

 

 

Dal suplex sulla spiaggia del campione allo sfidante, fino alla bodyslam spacca schiena sulle tavole del legno eseguita ottimamente da Raider.

Il campione è andato vicinissimo alla resa dopo un magistrale exploder suplex ma l’arbitro si è fermato al conto di 2,9.

Alla fine però è il gran cuore del campione che esce fuori e, dopo una dura battaglia, riesce a vincere il match con una tremenda spear.

 

 

Vincitore e mantiene il titolo: G King

 

A fine contesa stretta di mano tra i due, con una grande dimostrazione di rispetto da parte di entrambi. G King festeggia con dei bambini al centro del quadrato ma, dalla rampa di accesso, arrivano Tir, Antares Blizard e Darkman pronti ad attaccare il campione che, di fretta e furia fa scendere i pargoli.

Gli Heel sembrano sopraffare il campione ma, a salvarlo, arrivano El Nazareno, Original Italian Tiger, Amazing Guerrera e Axel ABS che liberano il ring.

 

 

Un buon show da parte della Real Italian Wrestling, c’è ancora da lavorare su alcuni aspetti ma il piede è nella giusta staffa. Ottimi gli esordi dei nuovi wrestler della accademy e, soprattutto, ottima complicità tra i wrestler sul quadrato.

L’unica pecca, come già detto all’inizio, è stato il pubblico che, a mio parere, non ha supportato al meglio i lottatori sul quadrato.

Un buon banco di prova quello del lido Marmora Beach, in attesa del grande evento del 28 agosto dove il famoso rapper, Inoki, sarà presente all’evento (nei prossimi giorni ci saranno nuovi aggiornamenti sull’evento) e, ovviamente, Zona Wrestling sarà lì.

 

Foto © RIW

 

Appuntamento al Prossimo Numero

Because I’m The Italian Badass,  and I’m The Voice Of The Voiceless

Matteo “T.I.B” Di Fina