A pochi giorni dal prossimo Takeover, NXT si carica con l’ultima puntata prima del grande evento. Con gran parte della card già delineata, vediamo quali sorprese ci attendono.

Pubblicità

Prima della sigla, vediamo Bobby Roode arrivare alla NXT Arena con tanto di lacchè a trascinargli la valigia; evidentemente il campione ha qualcosa in mente per stasera.

Dopo la sigla entriamo fra il pubblico della Full Sail University e suonano subito le cornamusa..

Match 1: Drew McIntyre vs Sean Maluga (2,3 / 5)

Continua la lunga strada verso i quartieri alti di Drew che questa sera se la deve veder con il samoano Maluga. Il buon Sean ci prova a metterla sulla forza, ma quello è proprio il punto di forza dell’ex Chosen One che se la prende anche con una certa calma, si deve difendere da una Codebreaker volante dell’avversario, ma poi lo coglie di sorpresa con una bella sforbiciata volante al paletto e poi parte all’attacco in maniera decisa e infermabile,nonostante una bella botta all’occhio destro, e poi chiude con il single leg yakuza kick che basta per mantenere la sua striscia di imbattibilità.

Vincitore: Drew McIntyre

Intervistato subito dopo il match, Drew dice che non è preoccupato del fatto che Wesley Blake si sia fatto avanti per sfidarlo e lo invita a un match per la settimana prossima, registrato evidentemente prima di Takeover.

Torniamo al bel main event di settimana scorsa, in cui Hideo Itami si è guadagnato una shot al titolo battendo Roderick Strong. Dopo che la puntata è finita, però, i Sanity hanno attaccato a piene forze lo stanchissimo Roderick sul ring; il povero Strong si trascina nel backstage e chiede al GM Regal una possibilità di sfidare i Santy. Nel parcheggio Young percula Strong per tutte le cose carine che si son viste nei video a lui dedicati e sono pronti a portargli via il suo angolo di cielo, ed è proprio il leader della fazione a farsi avanti per Takeover Chicago.

Stasera: Nel main event Kassius Ohno se la vedrà contro Andrade Cien El Cucador Almas; inoltre, Lacey Evans contro…ma perchè cambiare il nome a Daria Berenato santiddio…Sonya Deville. Ora spiegatemi il cambio di nome ma non di gimmick, questa cosa non ha il minimo senso.

In vista di Takeover, rivediamo l’arrivo di Hideo Itami,fu Kenta, a NXT con il cambio nome motivato(vedi quanto detto sopra)e l’attacco respinto da parte degli Ascension.

Altro filmato che ci ricorda la finale del torneo per il titolo UK tra Tyler Bate e Pete Dunne, gran match di cui vedremo la rivincita Sabato nella Windy City.

Continuano i promo per il Velveteen Dream, nel mio più completo disinteresse, ma li ringrazio perchè non mi lasciano mai senza qualcuno da odiare visceralmente.

Torniamo ad Itami, e vediamo il suo ingresso in quel di NXT San Diego, primo evento della storia di NXT svoltosi nel weekend di Wrestlemania, con anche il ritorno della GTS come finisher.

Seguiamo Asuka in auto fuori dall’arena, e la nostra non risponde ad alcuna domanda riguardo il match o le sue avversarie. Quando poi scende fa tutta la carina e simpaticona con il pubblico che la incoraggia, ma appena si allontana si leva il finto sorriso e se ne va con la faccia decisamente scocciata.

Match 2: Lacey Evans vs Sonya Deville (2 / 5)

L’ingresso di Lacey è molto carino, ma la canzone non è da theme song, non ha il giusto tiro e non è immediata .Sonya è esattamente uguale a Daria, non hanno cambiato una virgola del personaggio e allora per quale diavolo di motivo cambiarle il nome. Sonya parte con i suoi attacchi stile MMA e i takedown a terra per alcuni rapidi schienamenti e una leg scissor a terra prolungata. Lacey reagisce con un bel gancio destro al mento e la bionda ex militare cerca il contrattacco con una serie di attacchi al collo che valgon un conto di 2.Sonya non si arrende, colpisce con un calcio obliquo al corpo e poi prende la rincorsa per un bel shining wizard in corsa (e alè, un altro calcio in corsa come finisher..perchè una submission a una ex lottatrice di MMA era troppo ovvia come cosa, no?) che le vale la vittoria.

Vincitrice: Sonya Deville

Terza parte dell’Hideo Itami tour, e siamo ai giorni nostri o meglio al mese scorso, con il suo arrivo durante il promo di Bobby Roode con tanto di Go to Sleep sul grugno del campione in carica.

Match 3: Kassius Ohno vs Andrade Cien Almas (3,3 / 5)

Grafica Vintage Orlando Magic per la divisa di Ohno, che almeno è passato al nero che smagrisce, ma le righine bianche un po’ attutiscono l’effetto. Atteggiamento sempre molto rilassato per Almas che non sembra impressionato dal chain wrestling di Kassius e i due cercano di metterla sull’agilità ma si annullano a vicenda. Ohno cerca subito il Rolling Elbow che fa fuggire Almas fuori ring, ma l’artista del Ko lo insegue e lo stende con un big boot all’esterno del quadrato, per poi riporarlo tra le corde per una serie di chop ma esagera uscendo dalle corde ed è lui a subire stavolta il big boot che lo manda pesantemente a terra fuori ring. Il messicano prende un pò di slancio e cerca di capitalizzare al massimo il vantaggio conseguito con attacchi di pura cattiveria e aggressività, con tanto di sberlone al ring. Ohno non si tira certo indietro quando si tratta di far a gara a chi picchia più forte, ma si trova intrappolato nella armbar fra le corde di Almas, che connette con il dropkick dal paletto ma ne ricava solo un conto di 2, applicando immediatamente dopo una Armbar proprio al braccio già attaccato precedentemente. Andrade riprova lo sberlone ma stavolta Kassius è pronto e riparte all’attacco e uno spinning neckbreaker è la premessa per uno spinning big boot, ma il conto non è ancora quello vincente. Ohno cerca anche il moonsault dal paletto ma Almas si scansa in tempo e riesce a colpire con la sua neckbreaker modificata ma non ottiene un conto di 3 pulito. Il messicano prova un complesso suplex sull’avversario, ma Ohno lo para, lo mette alla cima del paletto, i due si scambiano colpi durissimi ed è Kassius ad avere la peggio cadendo al tappeto; il messicano tenta quindi una mossa volante, ma si becca un altro big boot, ma reagisce e colpisce con un dropkick dopo la ruota, a cui segue la doppia ginocchiata al paletto. Almas prova la hammerlock DDT ma Kassius lo mette all’angolo, ma ciò non ferma El Idolo che mette a segno una spettacolare inverted DDT dalla seconda corda. Sul conteggio, però, Ohno esce addirittura al conto di 1 incazzato come una iena e lo prende prima con il bicicle kick e poi con due rolling elbow che gli vale la vittoria.

Vincitore: Kassius Ohno

Nella puntata di settimana prossima, oltre ai risultati del live event, avremo il già annunciato McIntyre vs Blake e anche Aleister Black che uccid..ehm in azione.

L’ultima tappa nei ricordi di Itami ci riporta di nuovo a settimana scorsa e alla sua bella vittoria contro Roderick Strong.

Rientriamo nella NXT Arena ed è GLORIOUSSSSSS TIME e Bobby Roode arriva sul ring con la sua bella cintura sulla spalla. Il campione dice che ovunque vada la gente gli parla solo di Itami e della GTS e che qualche settimana fa anche lui è stato vittima della finisher ma lui era li bel bello a farsi gli affari suoi quando è stato attaccato senza averlo provocato. Il campione suggerisce ad Itami di godersi questi momenti di gloria perchè saranno gli ultimi che potrà assaporare in quanto in quel di Chicago lui sarà con i suoi abiti da lotta e pronto a far quello che ha fatto sempre, battendolo e mettendolo in imbarazzo facendo di lui un esempio per il roster. Roode poi comincia a prender in giro tutti gli infortuni subiti da Itami e i suoi pochi risultati ottenuti, a differenza sua che sta portando NXT a livelli mai arrivati, e il giapponese dovrà tornare a casa da moglie e figli ammettendo di aver fallito per l’ennesima volta. Hideo ovviamente non ci sta e arriva in magliettina e pantalone grigio sull’apron pronto a prenderlo ancora a calci, ma Regal arriva a fermarlo prima che la situazione degeneri con tanto di security a far da muro. Itami sfugge però alla guardia e si butta come una bestia su Roode mandandolo a terra. Gli uomini della sicurezza dividono i due quel tanto che basta per permettere al campione di uscire dal ring, ma Itami è una furia e due dei bodyguard si beccano pure una GTS per uno, a far capire quale sarà il suo destino. Mentre cerca di colpire anche il terzo agente, Hideo viene colpito alle spalle proprio da Roode ma è lesto a ribaltare la situazione e per la seconda volta è il campione a beccarsi la GTS e a finire a nanna…andrà cosi anche a Chicago?

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
6,5
Qualità promo
6,5
Evoluzone storyline
6,5
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.
  • Buona puntata.
    Se dovevano Blake a Drew meglio che stia fuori TakeOver.
    Strong se lo merita invece, e con Sanity va bene, riprende la faida di poco tempo fa e può chiuderla anche lui, magari ritentando di andare per il titolo subito dopo Itami.
    Buon l’angle finale, Itami si mostra forte giusto per domani.
    L’intervista ad Asuka molto bella, quando fa la figa col pubblico e poi disgustata XD
    Tag team assenti, ma il match sembra proprio un’aggiunta a caso, e adesso la notizia dell’infortunio di Ciampa mette dubbi.

    Almas jobber for life.
    Daria cambia nome, nome peggiore e la finisher si non ci sta proprio.

  • m4p0

    La scelta di Itami come #1 contender non mi convince: non per lui, ci mancherebbe altro, ma perché capita nel momento sbagliato. È impensabile che Roode perda già il titolo (a meno che non ci sia Vince Russo a fare da booker), e far perdere Itami al primo scontro titolato, subito dopo la lunga faida che Roode ha avuto con Nakamura sarebbe come dire implicitamente che Hideo non è all’altezza del suo connazionale.

  • Pietro_ Brother Nero

    Ma come fa Ohno a muoversi in quel modo, non riesco a spiegarmelo è fenomale. Comunque i Sanity mi puzzano di Wyatts 2.0…

  • Giordano

    Bello il match tra Ohno e Almas, con quella DDT davvero spettacolare, dispiace però per la sconfitta del messicano:secondo me Ohno poteva jobbare senza problemi ad Andrade che ha
    un disperato bisogno di vittorie.

  • LORD_SUNSHINE

    Puntata buona, penso che sto nxt takeover porterà tante botte

  • Stex14

    L’ultima puntata pre Takeover Chicago si rivela uno show abbastanza guardabile che praticamente ha “chiuso” la card.
    Nel lottato c’è stato un bel Ohno-Almas, un mediocre incontro femminile e il semi squash di McIntyre
    Proprio lo scozzese battendo Maluga è arrivato alla terza vittoria consecutiva; nel post match, che visto la scorsa settimana ha sfidato apertamente Blake a un incontro per la prossima settimana che verso fine puntata è stato ufficializzato
    Per la SanitY c’è una nuova vittima all’orizzonte visto che nella scorsa puntata, a fine main event, la stable ha attaccato Strong: quest’ultimo mentre rientrava a fatica nel backstage ha chiesto a Regal un match contro la SanitY e Young con un breve promo nel parcheggio ha accettato il guanto di sfida per Chicago
    Nell’incontro femminile c’è stato il ritorno on screen dopo 5 mesi di assenza della ex Daria Berenato chiamata oggi Sonya Deville che trova la sua prima vittoria on screen in singolo a NXT battendo la “nuova” Lacey Evans, al terzo cambio di ring name
    Ohno è ritornato a lottare dopo diverse settimane di assenza on screen battendo Almas che aveva sfidato apertamente la scorsa settimana
    Nel MainEvent classico promo provocatorio di Roode verso Itami che dopo aver sentito parlare della sua famiglia è uscito sul ring con intenzioni tutt’altro che buone: per un attimo era stato bloccato da Regal e dalla security ma il blocco è durato un niente ed è riuscito così a mettere non solo le “mani” sul campione ma anche un GTS come “regalo” pre Takeover
    Nella prossima puntata post TakeOver, come detto, annunciato McIntyre-Blake e ritornerà in azione Aleister Black