Marsupilami e Girolamo analizzano a modo loro l'ultimo live show di NXT.

Pubblicità

 

 

Eccoci dunque con la review del live show di Nxt di settimana scorsa, Takeover: Rivals. Ringraziandovi come sempre per i tantissimi commenti e feedback che ci avete lasciato per tutta la settimana su questo show, proseguiamo con il format della scorsa edizione della recensione, per cui lascio a Girolamo subito la palla per il suo Top 5 dello show, mentre con me Marsupilami ci ribecchiamo sotto con i vostri appunti di viaggio e qualche riflessione da essi.

 

GIROLAMO TOP 5 – NXT TAKEOVER RIVAL EDITION

 

 

5 – HIDEO ITAMI vs. TYLER BREEZE
Un opener match da cui è possibile ritenersi soddisfatti. Senza una story alle spalle non ci aspettava di certo i fuochi d'artificio ma Itami e e Breeze hanno onorato l'impegno con del buon wrestling. Alla contesa poteva essere dedicato un timing maggiore e ciò avrebbe giovato alla riuscita generale.
Il best moment è da assegnare allo scambio di superkick al centro del ring.

4 – BLAKE & MURPHY vs. LUCHA DRAGONS
Categoria di coppia che regala sempre spettacolo e rispetto all'ultimo evento è stato fatto un passo in avanti. I messicani hanno acceso l'incontro, specie quando l'azione passava nelle mani di Kalisto. Se la WWE pensa ancora di trovare un degno sostituto di Rey Mysterio, basta guardare in casa propria…e non mi riferisco a Sin Cara. Il match è filato via liscio di corsa dove i luchador sono stati i veri protagonisti. Oramai non ci sorprendono in quanto abbiamo imparato a conoscerli a fondo. Precisi e concreti, belli da vedere, grazie al loro stile acrobatico che non delude mai. Blake & Murphy sono apparsi come dei grandi incassatori per poi colpire nel momento giusto. In questa occasione non si è potuto vedere granché ma quel poco è bastato per capire di cosa sono capaci. Ottima la combo che ha portato al pin decisivo.

3 – CHARLOTTE vs. BAYLEY vs. SASHA BANKS vs. BECKY LYNCH
Nessuna diva ma solo e soltanto del sano e più che gradito wrestling al femminile. Non importa quante ragazze salgano sul ring, il risultato ai nostri occhi sarà sempre il medesimo. Personalmente penso che attualmente un 1vs1 sia la ricetta migliore ma questo fatal four way è una conferma dello spessore della categoria in quel di NXT. Ben curata la parte più narrativa delle storie che hanno portato le 4 a fronteggiarsi tutte assieme, tra cui l'alleanza tra la Banks e la Lynch con il voltafaccia successivo, la vittoria sfiorata d Bayley per ben due volte in cui è stata trascinata via dal corpo di Charlotte e il post-match tra la ex e la nuova campionessa, il segmento principe dell'incontro. Un passaggio istantaneo dalla vita reale al personaggio di scena, dall'abbraccio tra Ashley Fliehr e Mercedes Kaestner allo spintone della Banks a Charlotte.

 

2 – ADRIAN NEVILLE vs. FINN BALOR
Non poteva essere altrimenti…Potrei spendere mille parole per Neville e Balor ma non sarebbe mai abbastanza. Magari l'espressione più adatta sarebbe “this is wrestling”. Una contesa pura e leale, dettata da due ragazzi appartenenti alla cerchia dei “face” che si affrontano in una finale del torneo. Pollice in su per la presenza in dose massiccia di tentativi credibili di pin dopo l'esecuzione di manovre decisamente cool, la naturale conseguenza quando due repertori di livello A vengono a collidere. Difficile individuare un MVP in quanto entrambi i wrestler hanno viaggiato sulla stessa lunghezza d'onda. Superlativo.

1 – SAMY ZAYN vs. KEVIN OWENS
Immaginatevi di andare al cinema per vedere un film tanto atteso dove negli ultimi minuti c'è una scena sconvolgente che fa presagire ad un proseguo lasciando dei punti in sospensione. Il successo della sfida tra Zayn e Owens è per gran merito della sceneggiatura che ha coinvolto positivamente anche il wrestling lottato. Si è partiti sin dall'inizio con un Owens restio ad entrare nel ring per poi arrivare all'epilogo con tanto di nota drammatica percepibile al cambiamento repentino dell'atmosfera che si respirava nell'arena e dai volti dei fan presenti. La vittoria e non vittoria di Kevin, la sconfitta e non sconfitta di Sami e il controverso title change sono stati gli elementi clou che hanno reso differente, unico e speciale lo scontro tra i due wrestler rispetto ai molteplici “El Generico vs. Kevin Steen” che hanno dominato per anni le scene indy. Ho sempre preferito un incontro con un racconto che un incontro senza, e il main event di NXT è tanta roba.

 

 

I COMMENTI DEI LETTORI

 

Grazie come sempre a Girolamo per la sua classifica e vediamo a voi, amicici del Disqus che ogni volta non mancate di farmi sapere come la pensate sullo show. Come sempre, o meglio come l'altra volta ma dato che è andata bene teniamo le stesse regole, per ogni match prendo un vostro commento che mi ha colpito e approfondiamo le questioni.

Ordine cronologico come sempre e si parte da Itami vs Breeze e dal commento di Imtoogood che giudica cosi l'incontro: Itami vs Breeze è stato un buon opener, anche se probabilmente non ha raggiunto il primo match tra i due. Comunque buon inizio per il live show. Avevo pronosticato la vittoria del biondo solo perché credevo che gli avrebbero dato un contentino, invece no. Piccola nota, se vogliono far davvero usare la GTS ad Itami, cosa stanno aspettando? Se non vogliono, trovo inutile i tentativi. In effetti, anche io avevo pensato a una vittoria di Tyler, ma la sua prestazione è stata molto buona, con una ottima psicologia sul ring a cercare di indebolire il punto forte dell'avversario, ovvero le gambe, e non è una cosa da dare mai per scontata. Dal suo lato, Itami ha confermato di esser un ottimo lottatore e ho soprattutto apprezzato la rimonta alla giapponese senza sentire il dolore che è un tocco interessante per il personaggio. Sul continure a far la finta di GTS penso si tratti di classico contentino per il fan che lo conosce da tempo e son certo che a breve la vedremo eseguita. In ogni caso, concordo con il discreto opener e vedremo da qui per entrambi i lottatori quali saranno i piani, ma temo questo sarà un filo conduttore di tutta la discussione.

Andiamo ora a quel disastro che è stato Corbin vs Dempsey e il commento più pacato che ho trovato è stato questo di NicottiWoodpecker:Bull vs Corbin è stato brutto, ma brutto proprio, match senza squalifiche e non c'è stato neanche un oggetto, manco uno. Si sapeva sarebbe stato un disastro ma mai a questo livello, con un Bull in serata negativissima piena di errori e una generale mancanza di concentrazione Questo match doveva esser il banco di prova di Baron per far vedere di avere certi doti ma sono mancate le basi per dimostrare qualcosa, diciamo rimandato a Settembre ma con l'obbligo nel brevissimo tempo di farci vedere qualcosa di più.

Passiamo a un altro match che ha deluso le previsioni di molti di voi, ovvero il titolo per le cinture di coppia. Leggiamo cosa ha scritto a riguardo il buon Back: Bruttino e disordinato, il botch iniziale di Sin Cara sulla headscissor ha in un certo senso creato una tensione che non riesco altrimenti a spiegarmi. Tutti e 4 i wrestlers, Lucha in particolare, mi sono sembrati parecchio nervosi e hanno sbagliato di tutto, fallendo nel riuscire a raccontare una storia coerente ed a mettere in piedi un match che non fosse una collezione di spot neanche troppo convincenti. Blake & Murphy ci tengono troppo a cercare di distinguersi dalla massa, sono parecchio artificiosi specialmente a livello di entrance, mi piacerebbe acquisissero più naturalezza. Buon teamwork tra i due, in compenso.

Non concodo con il giudizio generale sul match: è vero che la prima parte di match è stata confusionaria dovuta a una serie di errori da parte dei messicani, ma la seconda metà è stata salvata da una ottima serie di scambi veloci e da una catena di ottime mosse da parte dei 4 lottatori, e la conferma dei titoli è stata secondo me la scelta azzeccata. Mi trova già più d'accordo la disamina su Blake e Murphy; il buon vecchio Eddie Mantegna, in privato,mi disse di veder in loro qualcosa del primissimo team Beer Money in termini di lavoro sul ring, sta ai due ragazzi trovare una loro via più personale e spontanea di porsi e dei personaggi un filino più caratterizzati,ma NXT serve anche a questo, quindi diamo tempo al tempo e vediamo cosa ci proporranno.

Per parlare di Balor vs Neville usiamo il commento di alberto: Balor-Neville molto buono, per i miei gusti partiva con un po' meno hype per la mancanza di una storia dietro e ciò inficia il giudizio. Comunque son sempre un piacere per gli occhi.

La mancanza di storia citata da Alberto ci può stare, essendo una finale di torneo, ma proprio sotto l'ottica di match secco senza grandi implicazioni successive ha permesso aì due di cercare semplicemente di lottare un match tirando fuori il meglio dei propri arsenali e direi che ci sono decisamente riusciti. I falsi finali ben costruiti sono stati la ciliegina sulla torta di una contesa equilibratissima e che ha dimostrato come Neville sia molto più completo di quanto possa sembrare a una prima occhiata e che Balor sia un lottatore su cui, se gestito oculatamente, si possa costruire tantissimo e renderlo una delle colonne portanti non solo di NXT ma anche del main roster, e anche in un futuro non remoto.

Arriviamo ora al match della serata ovvero il Divas 4 Way e sentiamo cosa ci dice a riguardo Raven's House of Fun Sono rimasto impressionato soprattutto da Sasha Banks, che avevo visto poco: un fenomeno! Ma in quel ring c'è abbastanza materiale da rivoluzionare la woman division per anni. Non credo ci sia molto altro da aggiungere,tutti i vostri commenti vanno in questa direzione e si può dire che le 4 ragazze abbiamo messo in scena uno dei match più belli del roster femminile WWE degli ultimi anni, dando prova di come, se gestite bene e con intelligenza nella costruzione dei personaggi, anche le signore possan diventare non solo spettacolo gradevole agli occhi ma anche un contesto tecnico di assoluto livello. Ora vedremo Sasha come campionessa, ruolo non cosi semplice da interpretare ma la ragazza ha la dote e il look giusto per essere una odiosa detentrice del titolo e vedremo tra le altre fanciulle chi proverà per prima ad andarla a scalzare, anche se l'impressione è quella che potremo vedere un regno di lunga durata per The Boss.

Meno unanime invece è stato il responso sul Main event tra Sami Zayn e Kevin Owens ma partimo da stex 14 che inquadra cosi la vicenda:Giustamente per gran parte della contesa Steen è stato il dominatore incontrastato stile Lesnar che prendeva in giro il suo avversario come un vero Heel sa fare. Dall'altra il solito Zayn che subisce, subisce ma non "muore" mai. Il finale molto chiacchierato da molti alla fine è stata una scelta a dir poco intelligente e ottima che con il cambio di titolo mette ancora più pepe in questo feud che soltanto all'inizio. Dal mio punto di vista, si è trattato di una storia raccontata in maniera ottima dai due lottatori, e il paragone con Cena\Lesnar di Wrestlemania ci sta alla grande. Qui si è anche voluto giocare il finale senza il pin, ma con la supremazia assoluta di Owens che manda KO l'avversario ed è una scelta decisamente interessante,e che dà il massimo del push da bestia infermabile al nuovo campione. Qualcuno ha storto il naso per la sconfitta di Sami alla prima difesa in live show, ma è un personaggio il suo che rende probabilmente molto meglio da inseguitore che da inseguito, e adesso il nostro potrà decidere se vendicarsi di Kevin per la cintura o per aver reso la cosa molto personale. In ogni caso ci aspetta un proseguimento di faida di assoluto livello, e la cosa giustifica ampiamente il fatto che, sul ring, i due abbiano solo grattato la superficie di quanto possano dare.

In conclusione, Rival è stato sicuramente un buono show, lo ritengo un filo sotto ad Arrival per gli errori dei 2 match della prima ora ma la seconda parte di show riabilita il tutto. Sarà interessante ora capire come verranno gestiti molti dei personaggi che abbiamo visto impegnati in questo live che è stato per molti punto di svolta e di chiusura di certe storyline. Quello che rimane certo è che NXT rimane lo show WWE nettamente più godibile da vedere e da analizzare, anche in vostra compagnia.

 

Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.