A bocce ferme e mente fredda, Marsupilami e Girolamo tornano sull'ultimo live show di NXT.

Pubblicità

 

Ed eccoci come dopo ogni evento live di NXT a tirare le somme di quanto abbiamo visto mercoledi notte, o in successiva visione voi che non volete fare le ore piccole. Anche questa volta c’è molto da dire, per cui non indugiamo oltre, lascio subito la parola a Girolamo con la sua Top 5 e poi andiamo con i vostri commenti e l’approfondimento nato dai vostri spunti.

 

GIROLAMO TOP 5 – NXT TAKEOVER UNSTOPPABLE EDITION:

5 – TURN HEEL DI ALEXA BLISS

Il match valevole per i titoli di coppia è stato qualitativamente sufficiente, ma il particolare che ha fatto la differenza è il turn heel della piccola e graziosa Alexa Bliss. Un colpo di scena inatteso rispetto al voltafaccia più probabile che Carmella poteva assestare ai suoi compagni. Un atto sorprendente da meritare un posto nella TOP 5. Un mossa che ha il sapore di “push” e che allo stesso tempo potrà giovare allo status dei campioni di coppia.

4 – AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA…CHE C'E' UN SAMOANO IN PIU'

Samoa Joe è arrivato ad NXT confermando le voci di corridoio. La WWE ha provato a sviare la nostra attenzione facendo commentare proprio HHH questo presunto approdo del samoano, smentendo quanto si vociferava nel web. Ma una volta che è partita la musica, non poteva essere che Joe l'indiziato #1 ad apparire sullo stage. Un face-to-face niente male, un immagine che mi ha personalmente fatto pensare a come l'attuale territorio di sviluppo della fed, sia il luogo più accessibile e più ambito, potendo successivamente far duellare i migliori talenti provenienti da  federazioni minori e tramutare in realtà il fantawrestling.

3 – FINN BALOR vs. TYLER BREEZE

Pensando allo spettacolo che un triple threat ci avrebbe regalato, l'assenza di Hitami si è fatta sentire, ma i due wrestler coinvolti hanno comunque saputo mettere una pezza sull'infortunio del giapponese. Gli ultimi minuti hanno dato un bello scossone ad una contesa che stava viaggiando ad un ritmo normale, senza particolari esaltazioni. Sia Breeze che Balor hanno avuto i loro exploit ma a catturare maggiormente l'attenzione è stato l'ex lottatore della NJPW che può contare su un elevato carisma, un elevato apprezzamento da parte dei fan e un body painting che non lascia mai a desiderare.

 

2 – KEVIN OWENS vs. SAMI ZAYN

Rivincita tanto attesa che è stata fisicamente e narrativamente più intensa rispetto al primo duello. Se in quella occasione  fu messo in luce l'impeto di Owens, ora a dominare la scena è stata la voglia di redenzione da parte di Sami, proponendoci l'ex NXT Champion in una veste inedita.  L'incontro non ha avuto un lungo minutaggio optando per una battaglia senza esclusione di colpi racchiusa in 6 minuti. Alla fine la WWE ha voluto premere sul concetto di quanto Owens possa essere brutale e spietato, e da quanto abbiamo potuto constatare, di certo non si può dire che sia stato eseguito un lavoro indecente. Se il seguente incontro ha messo una pietra sopra sulla rivalità dei due wrestler all'interno di NXT, il no contest con la manovra omicida del campione in carica è una tesi da approvare, anche per giustificare la futura assenza della scene di Zayn.

 

1 – SASHA BANKS vs. BECKY LYNCH

Se il main roster fatica a proporre un incontro femminile di alto livello, NXT non conosce  il problema continuando evento dopo evento ad alzare l'asticella raggiungendo livelli mai toccati prima. Lo show "giallo" ci sta viziando troppo bene ed elogiare il talento di Sasha e Becky rientra nella routine quotidiana. I professionisti del settore non parlano mai a caso e se il successo del wrestling espresso dalla ragazze è giunto ad un livello così alto, gran parte del merito è dei trainer, in primis Sara Del Rey, il resto è da attribuire al talento di queste ragazze. Quello scricciolo della Banks ha grandi doti, ed oltre al wrestling lottato è capace di fare la differenza anche sul lato prettamente entertainment (da notare mentre urlava a Becky che le avrebbe spezzato il braccio). L'attacco diretto al braccio sinistro è stato portato avanti sin da primi istanti rivelandosi la chiave che l'ha portata al successo, come dimostra l'azione prima della submission move. La lottatrice irlandese non è stata da meno, dimostrando il suo potenziale tenuto nascosto nei primi mesi ad NXT, per poi esplodere all'improvviso. Giusta scelta confermare Sasha come campionessa , mentre per Becky è stata ugualmente un uscita trionfale. L'incontro per il titolo femminile è stato il “vero” main event. Chapeau!

La parola ai lettori e Marsupilami risponde

Ringraziandovi come sempre per l’enorme feedback che mi date ad ogni evento di NXT e in particolare per i live, apro ufficialmente il contest su un titolo da dare a questa rubrica, ovvero dove io sfrutto gli assist che voi mi ponete dopo aver visto lo show e io schiaccio con ulteriori considerazioni. Ovviamente, più il nome sarà fesso e divertente tanto più sarà preso in esame dalla giuria, composta da me, io stesso medesimo e il sottoscritto.

Bando alle ciance e andiamo in ordine sparso, non seguirò la card ma il livello di interesse generato e dalle discussioni nate tra di voi, simpatiche testoline. Partiamo quindi dall’evitabile Corbin vs Rhyno e dalla riflessione di Gosazer sul Lupo Solitario:Corbin non è in grado di fare match lunghi e non sopporto gli squash match che gli fanno fare in generale, per cui di che stiamo parlando? Un lottatore che ha zero prospettive per il momento.

In effetti, se una cosa è venuta fuori da questo match che, intendiamoci, strappa comunque una sufficienza è la totale per ora capacità di Baron di portarsi sul ring o meglio,non è stato messo in mostra alcun tipo di capacità di affrontare un match intenso e lungo in maniera diversa da uno squash match, senza un qualsiasi tipo di piano battaglia e intento(tenete a mente questo perchè di questo concetto ne riparleremo..). L’incontro è stato condotto di pura esperienza da Rhyno che ha dimostrato di poter e voler mettersi al servizio dei nuovi arrivi, ma questi devono cominciare a darsi una svegliata, altrimenti il numero di simil big man non provenienti dalla indies che non hanno sbocchi comincia a farsi alto.

Poca discussione ha generato anche il match per il primo sfidante di cui l’onnipresente wakko ci fa un rapido ma efficace sunto:Logicamente con KENTA lo spettacolo sarebbe stato altro comunque sia buona contesa.

E’parso ovvio come la contesa fosse stata preparata per un match a 3, e ritengo interessante come sia stato messo fuori gioco Itami e penso che quella carta se la giocheranno al suo rientro; sul ring la contesa è stata discreta ma nulla di trascendentale, bello ma un pò fine a sè stesso il volo di Balor che si ritrova di nuovo primo sfidante come qualche mese fa e la sensazione è che lo tengano li buono ma senza grandi piani per il futuro; per questo avrei visto meglio una vittoria di Breeze e i due che si sfidano ancora per un pò di tempo.

Passiamo ora ad argomenti più succosi che hanno maggiormente stimolato la discussione e andiamo quindi ai due match di coppia e partiamo dal match per i titoli e avevo promesso a paulheymanguy di parlare della sua teoria che riporto: Parliamo del finale, pensavamo che sarebbe stata Carmella a farli perdere (turnando heel definitivamente anche come manager)… invece è stata Alexa Bliss.Quindi ci troviamo con una che sarebbe (ed era) perfetta come face, la Bliss, che ora è heel… e una che sappiamo che saprebbe fare la sua buona figura come heel a rimanere face, ovvero Carmella?

Dal mio punto di vista la scelta di non fare turnare heel Carmella è interessante, si tratta di un  personaggio che effettivamente non viene percepito dal pubblico della NXT Arena in maniera positiva ma in generale sta facendo bene il ruolo della ragazza “from the block” un pò spocchiosa ma di buon cuore e affezionata ai suoi due pupilli e un tradimento avrebbe rovinato quanto raccontato fino ad ora. Sono invece curioso di vedere la Bliss dalla parte dei cattivi, sicuramente la mimica facciale ce l’ha tutta e staremo ad osservare come verrà modificato il suo personaggio alla luce del cambio di allineamento. Il match di per sè è stato gradevole, non un capolavoro ma si è fatto guardare e voglio sottolineare ancora la ottima prova di Enzo Amore che ha mostrato dei decisi miglioramenti dal punti di vista del lottato, fino ad ora suo vero tallone d’achille.Se il nostro continuerà su questa strada, il futuro per questo tag team è roseo e i paragoni con i NAO possono cominciare ad avere un senso.

Passiamo all’altro match femminile su cui come sempre vi siete sbizzarriti nei commenti e nelle osservazioni, Per la sfida tra Charlotte & Bayley vs Emma & Dana prendo dal mazzo il commento di stormingwhite:Match godibile, Dana ha fatto decisamente poco, l'hanno coperta troppo durante il match e quando è entrata per fermare la figure 4 leg lock ha avuto qualche imprecisione, mentre Emma si è comportata più da heel rispetto al solito.

Rivedendo il match, si nota come la Brooke non faccia veramente nulla per tutto il match e quelle poche cose che fa le mette in atto con poca convinzione e con dei tempi decisamente rivedibili e ciò rafforza in me la convinzione che la fanciulla sia stata mandata allo sbaraglio troppo presto e che necessiti di ancora tanto lavoro in palestra sui fondamentali della disciplina. Il match di per sè è stato normale e stupisce come la vittoria se la sia presa Charlotte che tra le 4 era quella che ne aveva meno bisogno, in quanto per me il suo ciclo a NXT si è esaurito e ha bisogno lei si di essere promossa nel main roster.

Vediamo infine ai 2 main event e partiamo con il match per il titolo assoluto tra Sami Zayn e Kevin Owens, finito come sappiamo in no contest e con l’arrivo finale di Samoa Joe. Tengo buona la riflessione fatta da violencejack in merito alla contesa e al futuro ruolo di Kevin Owens:Il match ha consacrato Owens come il "Brock Lesnar" di NXT,qualcuno in grado di distruggerti appena ne ha l'occasione,proprio come successo a Zayn e la sfida con Cena è stata portata avanti con il segmento negli spogliatoi e con la maglietta indossata da KO. Owens è probabilmente uno dei wrestler più credibili per poter battere Cena e credo che ad EC avremmo una gradita sorpresa. Questo qui sarà nella zona alta della Card in tempi record.

Sono completamente d’accordo su quanto espresso dal lettore su Owens che si sta ritagliando un ruolo e un peso che nessuno gli avrebbe accreditato in tempi cosi rapidi, ma tutto ciò è meritato e va dato credito al booking di NXT per una costruzione perfetta. Tenete conto che in questo momento il nostro ha aperte addirittura 5 faide contemporaneamente e senza che la cosa lo limiti ma anzi ciò gli dà uno slancio e un potenziale incredibile. Ovviamente tutto passa da EC e cosa accadrà con Cena, e la paura che possano rovinare tutto quello che è stato fatto fino ad ora c’è. Su quanto visto a Unstoppable, avevo previsto rissone e rissone è stato, chapeaux a Zayn per la prestazione ottima nonostante la condizione fisica, bello lo storytelling per cui lo sfidante aveva sempre la risposta alle mosse del campione a parte la devastante finisher e ottimo come è stato gestito l’arrivo di Joe; avrei forse solo evitato la seconda entrata di Owens con relativa fuga, è stato un superfluo che non ha aggiunto nulla a quanto già visto. Staremo a vedere nelle prossime settimane se il samoano avrà da subito occasione di andare contro il campione o se dovrà attendere e farsi valere in qualche match prima di avere una sfida per il titolo.

Andiamo ora al match della serata, alla contesa incredibile tra Beclky Lynch e Sasha Banks per il titolo femminile. Lo spunto per la discussione ce lo dà wdttw:il match femminile (a cui do un bell'8) è stato fantastico, a mio parere più bello del fatal 4 way e soprattutto più divertente e meno casinaro; è stato tecnico ed intenso e si vede che entrambe ci sanno fare, inoltre è durato 15 minuti abbondanti.

Quando nel caso di Corbin parlavo di mancanza di piano di battaglia e di modo di lottare, mi riferivo a questo incontro: le due ragazze sono arrivate alla sfida con ognuna una idea ben chiara e definita di cosa fare per aver meglio sull’altra, quali mosse applicare e in che punti in modo da arrivare ad applicare la sottomissione vincente. Questa è fine ring psycology, roba che sinceramente non si è quasi mai vista a livello femminile e ormai sempre più di raro si vede anche negli uomini e nel main roster. Va dato quindi merito alle due fanciulle per una contesa tra le migliori senza dubbio, a cui è mancato un filo di pulizia in alcune delle manovre più complesse per raggiungere il 5 su 5 della mia valutazione ma è l’ennesimo gioiello nella corona della divisione femminile da mettere via e da mostrare a chi si vuole avvicinare al mondo del wrestling su come può esser fatta una contesa tra donne, prima tra tutte quell’esser ormai senza forme umane che abbiamo visto salutare durante lo show.

Se devo tirare le somme dello show dopo una settimana, possiamo dire che lo show, nonostante resti un gradino sotto a quanto visto in passato, è stato divertente ed estremamente godibile dal vivo, anche se turn di Bliss e arrivo di Joe la situazione è molto simile a quella che avevamo a Rival; ora sta ai valenti fino ad ora booker e scrittori di NXT trovare una nuova chiave di volta per diversi feud, in modo da rivitalizzare lo show e soprattutto le puntate settimanali che nelle ultime edizioni non sono state scoppiettanti e entusiasmanti come il recente passato ci aveva abiuato.

E’ tutto, speriamo di non avervi annoiato troppo, ci rileggiamo con i report delle nuove puntate nelle prossime settimane!

 

Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.