Cari lettori di Zona Wrestling, sono Juri e come di consueto sono qui a parlarvi di Impact Wrestling. L’editoriale di questa settimana sarà incentrato sulla Road to Redemption.

Pubblicità

Chi è un fan di Impact sa che fra due settimane andrà di scena un nuovo pay-per-view chiamato Redemption. Quest’ultimo sarà il primo ppv dell’anno della ex TNA dopo i due episodi speciali di Genesis e Crossroads. L’attesa per l’evento cresce, soprattutto per il main event, dove Austin Aries difenderà il titolo mondiale dall’assalto di Alberto El Patron. Per The greatest man that ever lived sarà la terza difesa del titolo, dopo aver sconfitto prima Eli Drake, poi Johnny Impact in quel di Crossroads. Ora il nuovo primo sfidante è El Patron, che da mesi reclama il titolo che non ha mai perso. Il wrestler messicano, in alcune sue dichiarazioni, ha affermato di essere contento di sfidare Aries poiché lo ritiene un buon campione a differenza del precedente che non era degno di indossare la cintura di campione del mondo dei pesi massimi.

Le parole di Alberto sembrano molto dolci ma, in realtà, nascondono il pensiero reale dello sfidante il quale pensa di essere superiore al suo avversario. Lo stesso Aries, infatti, in un’intervista ha affermato che lui non è l’underdog in questa rivalità (come crede Alberto) poiché per essere il detentore della cintura è sicuramente il migliore nel roster. Insomma il main event di Redemption avrà per protagonisti due dei lottatori più carismatici di Impact, che per la prima volta in assoluto si sfideranno in un match. Storyline che è stata costruita bene, con i due rivali che si sfidano più dal punto di vista psicologico che fisico cercando di distruggere emotivamente l’avversario. L’attesa fa crescere sempre più il desiderio dei fan di vedere come andrà a finire tra i due.

Tuttavia, stando alle voci girate negli ultimi giorni, sembra che il match sia a rischio o addirittura non ci sarà affatto. Ciò a causa del comportamento di El Patron durante l’evento Impact vs Lucha Underground, dove il messicano avrebbe dovuto combattere insieme a Pentagon jr contro Aries e Fenix. Dunque se tali voci dovessero essere confermate, Alberto non ci sarà nemmeno al ppv ed avverrà un cambiamento nei piani per il main event di Redemption. In sostituzione dell'”orgoglio del Messico”, la dirigenza di Impact potrebbe avere optato proprio per Pentagon e Fenix, che daranno vita ad un match a tre con Aries valevole per il titolo mondiale. Insomma, anche se studiato all’ultimo, ne varrà sicuramente la pena di vederlo lo stesso anche perché i due sfidanti sono due grandi performer, che in quel di Lucha Underground hanno dato vita a match a cinque stelle nel corso delle tre stagioni. In aggiunta, Pentagon è persino il campione massimo della federazione a partire dalla fine dell’ultima stagione. Fenix, per parte sua, è l’unico triple crown champion di LU ottenendo il massimo alloro all’inizio della seconda stagione. Dunque la prossima settimana ci sarà un’ulteriore conferma sul main event del ppv e vedremo anche le rivalità minori in corso.