30 giugno, The Miz torna on-screen dopo aver finito le riprese di The Marine 4. 20 luglio, The Miz diventa il nuovo Intercontinental Champion a Battleground. Perché tutto questo? Perché ancora Miz e non qualcun altro?

Pubblicità

Ci sono molti wrestler in WWE che avrebbero avuto bisogno di un titolo come quello intercontinentale per consolidarsi o per rilanciare la propria carriera. A Stamford hanno però deciso di puntare nuovamente sull’Awesome One, un wrestler che ha spesso fatto bene, ma che non è mai riuscito a spiccare, nonostante le grandi opportunità che gli sono state concesse. A differenza di molti, penso che Miz non sia assolutamente un wrestler da buttare. Da campione WWE ha fatto un regno sufficiente, rovinato purtroppo da un pessimo match contro John Cena a Wrestlemania 27, ed anche con i titoli secondari se l’è sempre cavata decentemente. Ma appunto, non è mai riuscito ad andare oltre il sufficiente ed è questo che lo ha penalizzato, e che ancora lo sta facendo, nel corso della sua carriera. La sua presenza scenica e le sue abilità al microfono sono ottime e per la WWE sotto questo punto di vista lui è oro colato, tanto che viene utilizzato anche come attore nei film della federazione, ma allora cosa gli manca per fare l’effettivo salto di qualità? A mio parere la sua vera carenza è la parte lottata. Non dico che sia tremendo, ma semplicemente non ha nulla di speciale rispetto ad altri migliaia di wrestler al mondo. Non lascia il segno, a differenza magari di un wrestler di livello medio basso come Roman Reigns, che con le sue manovre caratteristiche riesce a suscitare un'ottima reazione nel fan medio. Gli manca quel qualcosa che lo diversifica dagli altri quindi, perché per il resto anche lui ha dimostrato di essere in grado di sfornare buone prestazioni. Non parliamo comunque di un Daniel Bryan o di un Cesaro, ma con un avversario capace anche Miz è riuscito a mostrare qualcosa di buono. In questo modo, quindi, il marito di Maryse resterà sempre uno di quei wrestler incompleti, che non ha saputo sfruttare al meglio le occasioni che gli sono state offerte. Però nell'extra ring è molto bravo ed è proprio per questo che spesso e volentieri la WWE gli concede un titolo secondario. Sa che con The Miz bene o male il rischio di un totale fallimento non c’è, nonostante magari anche la possibilità di un grande successo non sia alta. Che poi abbia un po’ stancato è vero, ma come traghettatore in vista del ritorno di Bad News Barrett ci sta abbastanza bene. Se dobbiamo trovare un vero difetto in Mike Mizanin, oltre alle sue abilità sul ring, sta nel fatto che in tutti questi anni non ha mai mostrato effettivi miglioramenti o cambiamenti, ad esclusione del look. Qualcosa in piiù giusto per quanto riguarda il lottato, ma nel complesso quello che è in grado di fare ora era in grado di fare prima. Stessa situazione che ha vissuto, ad esempio, Mr.Kennedy/Anderson, un wrestler che è rimasto sempre uguale nel corso della sua carriera e che infatti non per altro non è mai riuscito a fare il definitivo salto di qualità. 

Ora troviamo Miz impegnato in una rivalità con uno dei wrestler più discussi della WWE, ovvero Dolph Ziggler. Nonostante l’epilogo di questa rivalità sia già scritto, dato che un cambio di titolo a Summerslam sarebbe una cosa molto insensata, come inizio di questo regno è molto adatta ed infatti sta proseguendo tutto per il meglio. Se anche i prossimi feud saranno su questo livello, potremmo assistere ad uno dei migliori regni da campione secondario da anni a questa parte. Non penso comunque che dopo questa parentesi Miz riuscirà a tornare nei piani alti, soprattutto ora che il titolo massimo è uno solo ed attorno ad esso circolano solo i top name della compagnia. Qualche push qua e la sempre sulla falsa riga di questo, ma il treno per lui è già passato e si sa, la WWE non sempre concede più di una possibilità ai suoi wrestler.

 

Cosa ne pensate voi di The Miz? Merita un'altra chance nei piani alti oppure è già tanto quello che la WWE gli sta concendendo attualmente?

Andrea Cesana
Classe 1996 e staffer di ZonaWrestling dal 2012. News reporter, reporter, editorialista, blogger e tanto altro ancora...sul sito ho fatto un po' di tutto diciamo. Oltre a parlarne da dietro un computer, per questa disciplina svolgo anche un ruolo attivo, ovvero quello di arbitro in FCW. Al di fuori del pro-wrestling sono un grandissimo tifoso milanista.