Brie e Nikki Bella, in un'intervista rilasciata al The International Business Times durante il weekend del Super Bowl, hanno confessato quanto sia stato per loro importante l'aiuto dei rispettivi partner, Daniel Bryan e John Cena, ai fini del proprio miglioramento per quel che concerne le prestazioni sul quadrato:

Pubblicità

 

 

Brie: “Devo molto a mio marito. Ricordo che, fin dal periodo in cui abbiamo avuto il nostro primo appuntamento, poco più di quattro anni fa, abbiamo preso l'abitudine di salire sul ring e di simulare un incontro tra di noi. Lui mi diceva sempre: “So che puoi fare questo, quindi fallo e basta” e non ci è mai andato leggero con me e, di fronte ad un mio errore, la sua reazione era sempre: “No Brie, non va bene, ripetilo altre 100 volte”. Dopodiché, ha guardato tutti i miei match e quando sono tornata (nel 2013, ndr) mi ha detto chiaramente: “Devi migliorare qui, qui e qui.”

 

 

Per di più, devo dire che io ami guardare il wrestling giapponese e, peraltro, Bryan mi ha sempre consigliato match specifici da vedere. Egli è riuscito a portare le mie prestazione non tanto ad un livello superiore ma a dieci livelli sopra rispetto al passato, e il tutto in maniera molto divertente. Grazie a lui ho appreso davvero tanto. D'altronde, mio marito vuole il meglio per me, conosce tutti i miei punti di forza e lo dimostra sempre. Ovviamente, credo che lo stesso discorso valga per Nikki.”

 

Nikki: “Adoravo lottare contro Beth Phoenix(che ha lasciato la WWE nel 2012, ndr) e, in generale, adoravo tutto ciò che lei faceva sul ring perché, guardandola, pensavo: “Mamma mia, quella donna è così bella ma, al tempo stesso, è così forte.” Penso che, inizialmente, sotto questo profilo, noi due (si riferisce a sé stessa e alla sorella, ndr) fossimo carenti. Non avevamo nulla a che vedere con lottatrici così forti (nell'originale inglese, powerhouse, ndr) come Beth e, per questo motivo, quando ho iniziato ad aumentare il numero di ripetizioni di squat, e ho iniziato a prendere consapevolezza della mia forza, mi sono detta: “Voglio essere anch'io una lottatrice forte come lei.” Non sarò mai Beth Phoenix, beninteso. Ella aveva una forza mai vista prima e alla quale non potrò mai arrivare, pur essendo, adesso, relativamente vicina a quel livello. A quel punto, io e John abbiamo parlato e lui mi ha detto: “Devi riuscire portare sul ring quella forza che esprimi quando fai lo squat. Diventa anche tu quel tipo di lottatrice possente. Inizia a pensare a qualche mossa specifica”. Perciò, mi sono messa a guardare numerosi filmati e ho pensato: “Quali mosse potrei fare alle ragazze e da quali dovrei iniziare ad allenarmi?”.

 

Per cui, (John Cena, ndr) è stato una grande fonte di ispirazione e motivazione e,col passare del tempo, quando ho iniziato a divertirmi sia a fare queste cose che a vedere le conseguenti reazioni del pubblico, mi sono sentita ulteriormente spinta ad ampliare il mio arsenale da lottatrice fisicamente dotata. E' un peccato che, in questo momento, io stia soffrendo un affaticamento al ginocchio che mi limiti notevolmente e, tra le altre cose, che mi ha costretto a ridurre ai minimi termini il mio potenziale offensivo al match combattuto al PPV Royal Rumble visto che non ho potuto esercitarmi con lo squat e, quindi, non ho potuto sollevare nessuno. E' una gran bella seccatura sapere fare certe cose ed essere infortunata. In ogni caso, posso tranquillamente dire di aver preso le tecniche di sollevamento pesi e di averle portate con me sul ring, proprio come mi ha detto John.”

 

Fonte: LordsOfPain.net & ZonaWrestling.net

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.