Pubblicità

UFC 171, American Airlines Center, Dallas, Texas. Protagonista indiscussa la categoria pesi welter della UFC, co-main event e main event strettamente correlati. Verrà assegnata anche la cintura pesi welter dopo il ritiro, definitivo o meno non si sa, di GSP. Protagonisti per il match titolo, due atleti di grande spessore, Johny Hendricks e Robbie Lawler. Vediamo chi ha avuto la meglio.

Pesi massimi-leggeri, Nikita Krylov vs Ovince Saint Preux

L'incontro di apertura della serata dura un minuto e mezzo, straordinaria affermazione per Saint Preux che porta a terra l'ucraino, il quale sembra controllare bene la posizione di monta dell'avversario, ma il francese blocca un braccio di Krylov e poi applica una splendida e strana ghigliottina che fa svenire Krylov e consegna una gran vittoria per Saint Preux, un talento da tenere sottocchio perchè Krylov era un avversario giovane, ma quotato e tosto e vincere in questo modo è sicuramente un grande messaggio a tutta la categoria ed alla UFC.

Winner by submission: Ovince Saint Preux

 

Pesi welter, Hector “Lightning” Lombard vs Jake Shields

Incontro interessante tra due lottatori molto importanti nella categoria pesi welter ed il primo round del cubano è straripante, Shields è scosso, sanguinante dal sopracciglio sinistro, Lombard arriva puntualmente al viso di Shields con il calcio ed i suoi pugni, ma l'ex contender al titolo trova il modo di resistere fino a fine round portando a terra la contesa. Lombard nettamente in vantaggio in questa prima ripresa.

Seconda ripresa decisamente brutta, Lombard non spinge sull'acceleratore mentre Shields non sembra trovare la strategia giusta per scardinare l'ottima difesa del cubano che ha difeso tutti i takedown, un eccellente 5 su 5 per Lombard che mostra un judo eccezionale.

Terzo round di controllo per Lombard che si difende benissimo dagli attacchi di Shields, trova il modo di finalizzare due takedown, il cubano è in netto vantaggio sull'avversario, Shields sanguina copiosamente dal sopracciglio, ma proprio negli ultimi 10 secondi del round, l'americano trova una ghigliottina piuttosto stretta, ma Lombard non cede e si va alla decisione dei giudici. Che rischio per Hector Lombard! Vince comunque Lombard per decisione unanime.

Winner by unanimous decision: Hector “Lightning” Lombard

 

Pesi massimi-leggeri, Myles “Fury” Jury vs Diego “The Dream” Sanchez

Round iniziale che vive di fiammate e sprazzi, Sanchez inizia da subito a provocare Jury invitandolo alla battglia, mentre l'avversario è sfuggente e cerca di entrare nella guardia dell'americano col timing giusto. Sanchez invece è più sanguigno, va avanti con grande foga, rischiando molto, ma senza trovare lo spunto decisivo.

La ripresa numero 2 è molto piacevole, i due si affrontano a viso aperto, Jury apre una ferita piuttosto profonda, che sanguina parecchio a Sanchez, ma alla fine del round è Sanchez che va vicinissimo alla vittoria con una lunga ghigliottina che però non finalizza l'incontro in quanto Jury riesce ad uscirne alla grande.

La ripresa finale è tutt'altro che entusiasmante, poco aggressiva, a parte Snachez che inizia il round a mille. Jury tiene botta e porta a terra Sanchez che fatica a difendersi da questi attacchi. I giudici premiano giustamente Jury, prestazione non proprio eccezionale da parte dell'Original Ultimate Fighter, Diego Sanchez.

Winner by unanimous decision: Myles “Fury” Jury

 

Co-Main Event, pesi welter, “Natural Born Killer” Carlos Condit vs Tyron “The Chosen One” Woodley

Due grandi talenti si affrontano ed il primo round è di alto livello per tecnica, potenza, grande qualità in generale. I due sostanzialmente si equivalgono, parte megli Woodley che trova due ganci pesanti che mettono in difficoltà Condit, ma l'atleta del New Mexico finisce meglio il round con un bel back fist ed un diretto sinistro pesante. Woodley porta a segno due takedown, ma a terra Condit è molto pericoloso infatti Woodley tende a restare poco sul tappeto e si rialza in piedi abbastanza in fretta perchè il jiu-jitsu del Natural Born Killer è straordinario.

Purtroppo dopo due minuti del secondo round, il match termina a causa di un infortunio di Condit. Takedown portato a segno da Woodley che provoca un problema al ginocchio a Condit che comunque continua l'incontro, ma appena si ritorna in piedi Woodley mette a segno un low kick pesantissimo che genera un torsione innaturale sull'altro ginocchio di Condit che crolla a terra molto dolorante…probabile rottura del legamento crociato per lui e vittoria per TKO per Tyron Woodley. Peccato davvero perchè l'incontro sembrava crescere di minuto in minuto e ci aspettavamo altri due grandi round prima della fine. Woodley vince e si lancia prepotentemente verso la title shot. Auguri di pronta guarigione per quel grande campione che è Carlos Condit.

Winner by TKO: Tyron “The Chosen One” Woodley

 

Main Event, UFC Welterweight Championship Match, Johny “Big Rigg” Hendricks vs “Ruthless” Robbie Lawler

Dopo due grandi pesi welter, altri due eccezionali atleti della categoria, chi vince prende la cintura di GSP dopo 6 anni di tirannia del canadese.

Parte forte Lawler che schianta subito due grandi ganci sul viso di Hendricks che soffre, pare contratto e nervoso, a differenza di Lawler decisamente più rilassato e addirittura sorridente. Ma Hendricks si riprende, inizia a sorpresa a lavorare con dei low kick molto ben portati a segno e trova qualche discreta combinazione, tuttavia prova due takedown che sono molto ben difesi da “Ruthless”. La ripresa finisce con un clinch abbastanza lunga e poco produttivo, incontro decisamente equilibrato, ma un pochino meglio Lawler per il momento. Pubblico tutto per Hendricks.

Favoloso secondo round di Hendricks che ha capito cosa deve fare per mettere in difficoltà Lawler, “Big Rigg” è un continuo di pugni, calci bassi, ginocchiate, Lawler è costantemente in balia dell'avversario e si riprende solo a fine round quando trova un bellissimo gancio sinistro ed un gran calcio che scuotono Hendricks, ma il match è apertissimo e molto divertente seppur questa ripresa sia tutta di Hendricks. Lawler sembra già in difficoltà a livello di ossigeno.

Nel terzo round, gira ancora il vento perchè Hendricks sembra in controllo con il suo mix letale di pugni, calci e ginocchiate, ma Lawler azzecca una gran combinazione che scuote fortemente “Big Rigg” che va ad un passo dall'andare a terra, ma resiste per più di un minuto alla bordata di colpi di Lawler ed a fine round viene fuori di nuovo. Match molto interessante, terzo round tutto di Lawler.

Anche il quarto e penultimo round è fantastico, i due si affrontano a viso aperto, l'incontro è incerto, bellissimo, ma ora è in netto vantaggio Lawler che sente l'odore del sangue e apre una pesante ferita sotto l'occhio destro di Hendricks e sul naso di “Big Rigg”, il quale è una maschera di sangue, a tratta arranca contro gli attacchi di questo indomito avversario, ma resiste e risponde con un cuore grandissimo con altri pugni, calci, ma colui che ha messo veramente in difficoltà GSP (e direi che lo ha pure battuto…), ha ora diversi problemi a contenere Lawler che è una furia, veramente in forma, ride ogni volta che viene colpito. Decisamente uno splendido match che raggiunge il quinto round dopo una battaglia a suon di colpi. Quarto round è di Lawler, ma la distanza tra i due è veramente minima a livello di colpi, i due sono vicini.

Ultimo e decisivo round…torna in auge Hendricks! Incredibile, i due iniziano in sordina, ma Hendrick inserisce la marcia giusta, trova una serie di combinazione che scuotono e scombinano Lawler che è in seria difficoltà, “Big Rigg” lo porta a terra e continua a punirlo, ma Lawler resiste fino alla fine delle ostilità. Questo round è tutto di Hendricks, il match è stato veramente interessante, con tanti ribaltamenti di fronte e la decisione dei giudici non sarà facile per niente perchè i due sono veramente vicini a livello di colpi portati a segno ed anche a livello di takedown siamo in parità fra l'attacco e la difesa. Un grande main event, un incontro bellissimo, sicuramente il miglior match principale dall'inizio del 2014 per la UFC.

I giudici decidono, vince per decisione unanime (WHAT???) ed è il nuovo indiscusso campione pesi welter UFC…Johny “Big Rigg” Hendricks!!! Decisione controversa, diciamo che gli è stata restituita la vittoria e la cintura che aveva meritato contro GSP. Delusione più che comprensibile per Robbie Lawler, un grande atleta, autore di un match sontuoso e forse è lui il vero vincitore di questa sfida. 728 colpi portati a segno in questo match, al secondo posto come numero di colpi nella storia della UFC, assolutamente statosferico! Di certo, urge un rematch nonostante Joe Rogan dica che il match per il titolo lo merita Rory MacDonald dopo la sua grande affermazione contro Demian Maia, ma non credo che la UFC accontenterà Rogan e penso che sarà concesso il rematch a Lawler.

Winner and NEW UFC Welterweight Champion: Johny “Big Rigg” Hendricks

 

Bonus della serata:

Fight of the Night: Johny “Big Rigg” Hendricks vs “Ruthless” Robbie Lawler

Performance of the Night: Ovince Saint Preux e Dennis Bermudez

 

Commento PPV:

Ottimo evento con una card molto solida e che si è dimostrata molto piacevole.

Inizio di ppv eccellente con questo nuovo ragazzo che avanza a grandi passi in UFC, Ovince Saint Preux, ne sentiremo parlare fra non molto perchè ha doti veramente notevoli.

Lombard vince abbastanza agevolmente contro Jake Shields, nonostante non riesca a finalizzarlo, il cubano dimostra che ha capito come funziona in UFC dopo un inizio non proprio positivo all'interno dell'ottagono più famoso al mondo.

Bel match anche tra Sanchez e Jury con quest'ultimo che vince, ma per l'ennesima volta, grande spettacolo offerto da Sanchez che come al solito non molla un centimetro e regala grande spettacolo.

Peccato per il co-main event, terminato sul più bello quando stava salendo di colpi, due atleti sensazionali, vince Woodley che procura un serio infortunio a Condit che ora dovra attendere molti mesi prima di rientrare nell'ottagono.

Ed infine un eccezionale main event, già da ora candidato ad essere uno dei top match dell'anno 2014. Prestazione di altissimo profilo per entrambi, vince Hendricks e nessuno grida allo scandalo, ma Lawler ha combattuto un grande main event e sicuramente tornerà a breve all'assalto del titolo perchè ha dimostrato grandi doti contro un avversario tostissimo come Hendricks e GSP ne sa qualcosa. Comunque ottimo ppv per la UFC.

Voto: 7,5

 

Appuntamento a sabato 22 marzo, UFC Fight Night: Shogun vs Henderson 2.

MarcoManiac83
Il più "storico" di Zona Wrestling, grandissimo appassionato di basket NBA e fan UFC, ancora oggi in cerca dell'Eldorado. Festeggia quest'anno i 10 anni di collaborazione con ZW...oh my brother, testifyyyyy!