Ed Nordholm di ImpactWrestling/Anthem ha rilasciato un’intervista con Live Audio Wrestling parlando della situazione legale con gli Hardys riguardo la gimmick “Broken Matt”.
Nordholm ha chiarito all’inizio dell’intervista: “Non credo di esserne il proprietario. Io so di esserne il proprietario.”
Molte persone volevano sapere com’era il rapporto con gli Hardys.
“Penso sia fuori questione che la proprietà dei characters nella storyline appartiene ad Impact Wrestling. Non credo nemmeno gli Hardys avrebbero da ridire a riguardo. Hanno entrambi firmato un contratto. I loro sono contratti standard. Non solo nell’industria del wrestling, ma nell’industra dell’intrattenimento, in generale, il produttore dello show possiede il prodotto creato e non ha davvero importanza chi nel team creativo ha avuto l’idea di creare un determinato character. La persona che possiede la storyline ed il character è la persona che ha investito per creare quell’idea e portarla in TV. Questo è ciò che abbiamo fatto. Impact ha portato quei personaggi in TV.”

Pubblicità

Sei è aperto a sedersi e parlare con gli Hardys:
“Oh, certo che lo sono. Io ero aperto a parlarne prima e lo sono adesso. Abbiamo offerto molte volte la possibilità di trovare un accordo con gli Hardys che avrebbe concesso loro di continuare ad usare la gimmick con dei parametri ragionevoli riguardanti cosa è importante per noi e cosa lo sarebbe per loro. Io capisco che la dinamica del loro spostamento in WWE ed il drama con cui hanno lanciato il loro ritorno – capisco il loro piano di creare massimo “heat” dal momento in cui ci hanno annunciato che avrebbero firmato il loro contratto, alla data in cui hanno rivelato la loro nuova destinazione. Ma mi aspettavo in minima parte che una volta raggiunto quell’obiettivo, la cosa sarebbe morta in modo naturale dato che per quanto ne sappiamo, la WWE non vuole quelle gimmick, e per l’appunto, da ogni conversazione che abbiamo avuto con loro, mi è stato detto che non hanno alcun interesse in esse.”