Il “Million Dollar Man” Ted DiBiase Sr è stato ospite, ieri sera, del programma Inside The Ropes. Ecco i passaggi più interessanti:

Pubblicità

 

Sui suoi vecchi commenti contro The Ultimate Warrior e la sua introduzione nella Hall Of Fame di quest’anno:

“Voglio dire, non lo odio. È quello che pensa chiunque vede il suo DVD, The Self Destruction of the Ultimate Warrior, che veramente racconta la sua storia. Ovviamente, se Vince ha deciso che avesse bisogno della Hall Of Fame, non lo invidierò, non avrò nulla da recriminare e ovviamente parteciperò alla cerimonia. Francamente, non so quanti dei miei coetanei pensino che meriti la HOF perché…non si tratta solo di essere la stella, si tratta di una serie di cose, si ritorna alla questione della gratitudine"

 

“Nessuno di noi sarebbe una stella, quando mi hanno introdotto avevo una lista di persone che dovevo ringraziare. Harley Race era li, tra il pubblico e l’ho indicato. Penso sia questo il punto, la mancanza generale di gratitudine che The Warrior ha dimostrato nel corso degli anni. È  questo che fa dire a molti di noi “Chi ti credi di essere?”. Non si rende conto che niente di tutto questo sarebbe successo se non fosse stato per un sacco di aiuto da un sacco di gente. Non ho nulla contro di lui, non sono quel tipo di persona che serba rancore. Se avessi un sentimento nei confronti di Jim Hellwig, penso sarebbe un sentimento di pena, di compassione. Ho sentito altre persone dire che ha l’atteggiamento di quello che pensa solo al successo, che fa qualsiasi cosa per andare avanti, anche se questo significa calpestare altre persone. In mia opinione, è un commento molto triste e davvero un brutto modo di vedere la vita. Quindi lo invidierò perché è entrato nella HOF? No."

 

Su quello che sarà il discorso di The Ultimate Warrior durante la Hall of Fame:

"Spesso mi chiedo se Vince ci abbia mai pensato. È la sua unica possibilità di tirare tutto fuori, di sfogare la sua frustrazione su tutti noi che non lo riteniamo degno di essere nella HOF. Speriamo che non lo faccia, ho sentito che sarà Linda McMahon ad introdurlo. Bisognerebbe chiedersi il motivo. Perché lo introduce lei? Forse non è riuscito a trovare nessun altro.”

 

Sulla possibile fine della Streak:

“La gente me lo chiede, io ho sentimenti contrastanti. Una parte di me dice di lasciarla intatta, è un riconoscimento all’Undertaker, alla capacità di mantenere nel tempo il suo personaggio e un modo per essere ricordato per sempre. Ma, vedete, un’altra parte di me pensa che sia come quando Andre The Giant ha perso ad Hulk Hogan di batterlo a WrestleMania 3, ha passato il testimone, penso che sia una di quelle cose che devono accadere. Dopo tutto, è un business. Si ha l’esigenza di avere nuove stelle e di avere persone che passano il testimone alle nuove leve. Non lo so, ma in ogni caso sarà felice”

 

Fonte: WrestlingInc.com | Traduzione a cura di ZonaWrestling.net