La sua avventura nel wrestling comincia nel 2010 allenandosi sotto le direttive di Lance Storm. L’occasione di esibirsi per un grande palcoscenico arriva in Messico conquistando il mondo della Lucha Libre e proseguendo il suo percorso come “Wera Loca” nella nuova frontiera del wrestling moderno, la Lucha Underground. ZonaWrestling è lieta di presentare come sua ospite TAYA VALKYRIE che si è concessa per questa intervista al nostro Girolamo De Nicolo nonostante i numerosi impegni.

Pubblicità

Prima di approdare nel pro-wrestling, hai partecipato a numerose competizioni dedicate al fitness vincendo dei premi. Cosa o chi ti ha spinto a intraprendere una carriera come wrestler?
Mentre crescevo sono stata vittima di bullismo, molto, e ricordo che guardavo le Divas in TV e pensavo come fossero estremamente forti e belle. Avevo una bassa autostima e desideravo davvero tanto essere come loro. Quindi questo significa tanto per me ora che le ragazze e le donne mi vedono come un modello positivo da seguire.

Nel 2010 hai mosso i tuoi primi passi nel wrestling presso la Storm Wrestling Academy. Che maestro è stato per te Lance Storm? Quanto è stato importante per la tua crescita da pro-wrestler?
E’ stato un grande maestro e continua ad essere un mentore positivo per la mia carriera. Lance è un allenatore molto tecnico con tanta pazienza ed una conoscenza infinita riguardo a questo business. Parliamo tutto il tempo e durante la mia permanenza in Messico viene sempre a farmi visita. Il suo supporto e e il suo parere mi ha aiutato ad attraversare nel corso degli anni momenti molto difficili e non potrei pensare di avere una persona migliore al mio fianco.

Nella tua carriera in Messico, hai conosciuto e lavorato con il tuo mentore El Hijo del Perro Aguayo. Che ricordi hai di lui? Puoi raccontarci qualche episodio in particolare che ti ha aiutata a crescere professionalmente?
Ho così tanti ricordi di lui che potrei scriverci un libro (ride). Fu il primo a credere in me in Messico. Se non fosse stato per lui, non avrei mai avuto le possibilità che ho poi ottenuto, e sono eternamente grata che abbia visto qualcosa in me. Spero che dovunque lui sia, sia orgoglioso di come sia cresciuta come persona e wrestler.

Nel 2014 hai conquistato il titolo Reina de Reinas della AAA (Lucha Libre World Wide) ed hai quasi raggiunto i 1000 giorni come campionessa. Come ci si sente con un title reign di questa proporzione?
Per anni mi è stato detto da molte persone che non fossi abbastanza brava e che non sarei mai diventata campionessa Reina de Reinas perché ero canadese. Si, so che suona ridicolo ma è così. Questo mi ha solo motivato ulteriormente e acceso il fuoco dentro me che alla fine mi ha spinto a conquistare il titolo diventando la prima wrestler non-Messicana in assoluto a vincere il titolo in 25 anni di Lucha Libre AAA. Sono inoltre colei che ha detenuto il titolo più a lungo e una 2 volte campionessa adesso. La vita è bella.

La Lucha Underground si è imposta come una delle federazioni più interessanti grazie al suo stile unico che unisce wrestling e dramma da serie tv. Quali sono gli aspetti della LU che ti hanno maggiormente impressionata? Cosa la rende realmente differente dalle altre federazioni?
La Lucha Underground è diversa da qualsiasi altra federazione o serie tv proprio per questo. E’ un grande modo di combinare drama-tv e storytelling con la Lucha Libre. Quello che mi ha maggiormente impressionato è come tutti lavorino insieme. Noi abbiamo la gente più incredibile dietro le quinte e gli atleti più talentuosi del pianeta. I nostri scrittori e i nostri produttori credono in noi e ascoltano sempre le nostre idee. Il risultato non può che non essere magico.

Nella LU hai disputato diversi incontri. Qual’è il tuo preferito? E perché?
Nella 2a Stagione il mio match preferito è senza dubbio quello contro Brian Cage. Fu letteralmente il mio secondo giorno alla Lucha Underground, non proprio un bel “welcome to the temple” (ride). Il mio match preferito della 3a Stagione non è ancora stato trasmesso, per cui tutti voi dovrete aspettare e vedere!!!

Cosa riserverà il futuro per la Worldwide Underground e in particolar modo per Taya? Puoi darci qualche anticipazione su quello che andremo a vedere?
La Worldwide Underground è appena cominciata!! C’è così tanto di cui io non possa parlare dato che siamo in regime di “no spoilers”!!! Ma posso dire che il resto della 3a stagione è una BOMBA!!! e non sarete delusi dalla WWU!! Per quanto riguarda Taya, sento che il mio character sia così tanto cresciuto negli ultimi 6 mesi e non vedo l’ora di iniziare con la 4a Stagione così che tutti voi potrete vedere perché mi chiamano la “Wera Loca”.

A fine 2016 hai avuto l’opportunità di lottare in Giappone per la Stardom. Cosa hai appreso da questa esperienza nella terra del sol levante? In che modo ha arricchito la tua conoscenza?
Lottare in Giappone è da sempre un sogno nel mio cassetto, e a fine 2016 l’ho potuto fare per due volte!!. Una volta con la AAA e una con la Stardom. La Stardom ha così tante fantastiche wrestler e il match contro Io Shirai sarà ricordato come uno dei miei preferiti della mia carriera. Ho imparato così tanto in solo due settimane che non vedo l’ora di tornarci. Il Giappone è davvero un posto speciale per me.

Con quali wrestler che non hai mai affrontato ti piacerebbe disputare un match? E tra tutte le lottatrici che hai affrontato in carriera, con chi hai avuto una maggiore chimica?
Mi piacerebbe lottare 1vs1 con Kairi Hojo o Yoko Bito della Stardom. Per quanto riguarda il wrestling in America, vorrei affrontare Mia Yim. Al di fuori del roster WWE, Natalya e Charlotte.
Recentemente ho lottato con Ayako Hamada in un NO DQ Street Fight per il titolo di Reina de Reinas. Quel match è stato il più pazzo che abbia mai disputato, e l’intesa che ho con Ayako è magica. Cercate quel match sulla pagina Youtube della AAA!!
* Match visibile dal minuto 19

 

Nel 2011 sei stata per un breve tempo nel territorio di sviluppo della WWE. Cosa ha portato alla fine del vostro rapporto? Cosa non ha funzionato?
Quello che la gente non sa è che in realtà non ci sono mai arrivata. Si, ho ricevuto un contratto, ma prima che mi trasferissi mi fu detto che non erano più interessati a me. Inutile dire che avevo il cuore a pezzi, ma tutto accade per una ragione. Ora sto facendo quello che amo e non ho rimpianti. Si, ho preso la strada meno conosciuta e si, è stato estremamente duro ma questo mi ha reso una persona ed una performer migliore. Quando vuoi davvero una cosa, per quanto volessi lottare, 1000 ostacoli si potranno presentare davanti a te ma tu spingerai comunque qualsiasi cosa accada!

Vediamo sempre più spesso incontri 1vs1 tra uomini e donne, e ad esempio nella LU hai affrontato Cage in un NO DQ Match. Qual’è il tipo di approccio quando devi affrontare un uomo? E quali sono le differenze principali rispetto ad un match tutto al femminile?
Uomo o donna siamo semplicemente tutti umani! E’ esattamente lo stesso per me lottare con l’uno o con l’altro. Gli Intergender match si disputano nella Lucha Libre messicana da moltissimi anni, per cui l’idea di affrontare un uomo non mi ha mai preoccupata o spaventata.

Avendo lottato negli USA, Messico e Giappone, puoi dirci quali sono le principali differenze del pubblico?
Sono tutti molto diversi (ride)…in Giappone applaudono rispettosamente per l’intero match. Mentre negli USA e in Canada ricevi i cori e la tipica reazione della folla. Il mio preferito però è il pubblico messicano. Lucha Libre è parte della loro cultura e la passione che hanno per questo sport è unica nel mondo.

Qual’è il tuo wrestler canadese preferito di tutti i tempi?
Di tutti i tempi? (ride) Il Canada ha tanti grandi talenti, come puoi sceglierne uno solo.

Sei una delle wrestler più social, quotidianamente attiva a interattiva tramite dei Q&A. Come definiresti il tuo rapporto con i fan?
Penso che l’interazione con i fan sia estremamente importante. Non saremmo nessuno se loro non riempissero le nostre arene e non supportassero questo sport.

Quali sono i tuoi prossimi impegni sul ring? E i tuoi obiettivi per il futuro?
Per il resto dell’anno lavorerò in giro negli USA e in Messico. Spero di andare in Europa prima o poi. Mi sto preparando per l’inizio della 4a Stagione della LU che si terrà in inverno.

John Hennigan è recentemente stato in Italia per lo show della EPW (European Pro Wrestling) a Roma nell’Ottobre del 2016, e un giorno potremo mai avere il piacere di vederti lottare nel nostro paese?
Chiedi alla EPW!!! Mi piacerebbe. La mia famiglia viene dalla Svizzera e mi piacerebbe avere la possibilità di esibirmi in Italia, Svizzera, Francia, Germania e Spagna. Amo l’Europa, per cui sarebbe un onore.

Grazie per aver risposto alle nostre domande, in bocca al lupo per i prossimi impegni e ovviamente appuntamento per il 31 Maggio per il prosieguo della 3a Stagione della Lucha Underground!

ZonaWrestling.Net

 

  • Cole

    Bella intervista.

  • SunBro245

    Mmm ha piazzato le telecamere?

    Non la capirà nessuno… torno tutto vergognato nel mio angolino scuro.

  • Give me a Spell yeah! TFT

    Spero che questo mondo possa crescere perchè lo ritengo una delle pochissime novità interessanti rimaste nel mondo del wrestling dopo la dipartita di Corgan. Oggi solo telenovele e reality di sto c…o.

  • Awesome

    Bella intervista.Se ne avete la possibilità fatele più spesso.

  • Ottima intervista, molto interessante, complimenti per il colpaccio Girolamo