Dopo avervi fatto compagnia con Smackdown ritorna con voi la vostra Desil per i 27 minuti di show che oramai sono riservati allo show viola dei pesi leggeri

1) Isaiah “Swerve” Scott vs Joaquin Wilde 3 out of 5 stars (3 / 5)

Alla tecnica dell’atleta di colore si è opposta l’agilità di Wilde che in un battibaleno lo ‘costringe’ verso l’esterno prima di portarlo sul tavolo dei commentatori con una hurracanrana e mentre si prepara per un’ulteriore manovra, Wilde viene sorpreso da Scott prima che la sfida tra i due diventi a colpi diretti senza più difese; Joaquin esegue una hurrincanrana inversa, alla quale Scott risponde perfettamente senza però prendersi la vittoria, che arriverà da lì a breve con un modificato Driver Michinoku

WINNER: ISAIAH “SWERVE” SCOTT

Rivediamo quanto accaduto ad NXT UK con Jordan Devlin che si è riconfermato campione dei pesi leggeri

2) Tony Nese vs Oney Lorcan 3 out of 5 stars (3 / 5)

Contrariamente alla precedente questa è una sfida basata esclusivamente sulle abilità tecniche dei due avversari; con un Lorcan che è in netto vantaggio almeno nelle fasi iniziali concentrandosi, per lo più, sul collo e sugli arti superiori dello statunitense; quest’ultimo, dopo aver subito, riesce a prendersi il controllo colpendo Lorcan al collo prima di farlo cadere attraverso le corse;

Con grande tenacia, il britannico si riprende; ma giusto il tempo, però, di provare la sua Half and Half suplex prima che Nese, connetta, in sequenza: uno stomp al petto, un german suplex e la sua Running che lo portano alla vittoria

WINNER: TONY NESE

Così finisce questo mini episodio, a presto! 🙂

Desil

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6
Evoluzione delle storyline
5
Desil
Ho 25 anni e seguo il wrestling da tanti anni. Mi divido tra gli studi universitari, la WWE e le mie amate serie TV cercando nel frattempo di svolgere anche un lavoro semi serio come consulente Chogan; scrivere report di 205 Live e di NXT UK ha acceso in me una vera e propria passione per la scrittura, della quale non so più farne a meno. Attualmente seguo poco il wrestling ma rimango fedele sin dal 2014 al mio 'credo' per il King Slayer Seth Rollins e il fu Dean Ambrose, motivo quest'ultimo per il quale ho aperto i miei orizzonti verso i lidi giapponesi e l'AEW