Niente da fare, non rivedremo facilmente CM Punk in un ring di wrestling. Se, dopo l’ennesima sconfitta in UFC, in tantissimi speravano in un suo ritorno alla disciplina che lo ha reso celebre, arriva oggi una smentita da parte del collega Cody Rhodes.

Cody, che insieme agli Young Bucks sta organizzando All In, ha cercato di ingaggiare CM Punk, consapevole che questa mossa avrebbe reso felici molti appassionati. La risposta del wrestler di Chicago però, sarebbe stata negativa.

Cody ha spiegato: “Matt (Matt Jackson degli Young Bucks, ndr) gli ha fatto una proposta concreta per i suoi servizi ma credo che Punk sia concentrato sul versante mixed martial arts della sua carriera. Non credo prenderà parte allo show”. Rhodes ha spiegato anche il motivo che li ha spinti ad offrirgli un posto nella card: “Ha una presenza quasi mitica per gli appassionati. Pensavo che sarebbe stato bello per lui tornare ad avere un legame con loro ma questo è solo il mio parere”.

CM Punk farà comunque parte in qualche modo del weekend di All In, avendo in programma una sessione di autografi organizzata dal sito Pro Wrestling Tees, che per altro è andata esaurita in pochi secondi, costringendo gli organizzatori ad emettere nuovi biglietti.

Dopo la sconfitta di questo giugno, sembrava che la carriera nelle MMA di CM Punk fosse definitivamente da archiviare ma evidentemente l’ex wrestler vorrebbe continuare a cimentarsi in questo sport, magari in qualche altra compagnia.

Giuseppe Calò
Webmaster di Zona Wrestling, quando non è sul ring lavora in un'agenzia di comunicazione di Palermo. Ama il calcio, le serie televisive e la sua adorata Ambra. Se il sito non funziona al 99% è colpa sua.