Questo inizio di 2019 in quel di NXT ha messo in chiaro essenzialmente tre cose: Bianca Belair è il futuro rosa del brand di Orlando, l’Undisputed Era è pronta per esordire nel Main Roster prima di subito e Ciampa e Gargano domineranno in modo preponderante le storyline giallonere da qui ad (almeno) Aprile. In questo editoriale, la mia intenzione è quella di fare un punto della situazione proprio su Gargano e Ciampa, due heel nemici (?) destinati prima o poi a scontrarsi per l’epilogo finale della loro storia.

 

Allo stato attuale, nel prossimo Takeover Ciampa sará impegnato contro Black mentre Gargano dovrá vedersela con Ricochet per il Titolo Nordamericano: in sostanza, i due top heel della federazione sfideranno due dei tre top face (mi riferisco a Dream come pezzo mancante ovviamente) e potrebbero probabilmente ritrovarsi con due dei principali Titoli della Federazione. Una prospettiva accattivante, che potrebbe aggiungere un ulteriore importante tassello alla loro faida.

Ciampa ha ormai fatto breccia nella mente del suo acerrimo rivale, che ha abbandonato qualsiasi residuo di moralitá per tramutarsi in una versione oscura di se stesso, convinto di poter ottenere i risultati che gli spettano di diritto per poi “lavare” tutte le bassezze effettuate sino a questo momento con un colpo di spazzola. La diffidenza nei confronti del Campione NXT rimane, sarebbe illogico ipotizzare qualcosa di dissimile…tuttavia la psicologia di Gargano è oramai deviata, debole, distrutta e quindi ricostruibile in modo anche incoerente con il suo recente passato.

Vincere un Titolo grazie a Ciampa occluderebbe il giudizio precario di Gargano, dotato di una “moralitá flessibile” come recitava Nick Naylor film Thank You for Smoking: nella sua contorta ricerca di giustificazioni etiche nei suoi atti anetici, Gargano potrebbe paradossalmente ricostruire il sodalizio con il suo acerrimo nemico in funzione di un alloro da sempre evanescente e sfuggente, o quantomeno intrattenere l’idea che il male di ieri puo´essere cancellato dall’utile di oggi. Un meccanismo psicologico contorto, che pero´si sposerebbe benissimo con la psicologia di questo Johnny Wrestling.

Per certi versi, questo personaggio mi ricorda vagamente il primo CM Punk Heel, quello vincitore del MITB della faida contro Jeff Hardy. Il babyface che pensa di essere ancora babyface pur essendo heel è un personaggio difficilmente interpretabile (ricordo solo Y2J, Punk e Bryan come interpreti capaci di dar vita ad un personaggio cosi´): Gargano è convinto che alla fine, una volta ottenuto il risultato sperato, il pubblico tornerá ad acclamarlo come se nulla fosse mai accaduto. “Sono sempre io, il vostro amico Johnny!”, con la sottilissima differenza che questa versione del nostro beniamino è crudele, rabbiosa, oscura e sleale. Non proprio un cambiamento da poco insomma, ed il fatto che lui non riesca a vederlo è poesia pura.

Diversissimo invece il personaggio interpretato da Ciampa. Manipolatore, attendista, psicologicamente ancorato ad una ferrea e spietata coerenza da lupo solitario senza pero´disdegnare lo sfruttamento di pedine sacrificabili: questo heel è un capolavoro, per certi versi irreplicabile nel main roster per una serie innumerevole di varianti, non ultima la sua cottura lentissima a base di pazienza e storyline a lungo termine. Utilizzare meccanismi psicologici particolarmente subdoli per convincere Gargano a danneggiare Black anziché se stesso, allo stesso tempo guadagnando un inconsapevole (?) alleato e perdendo un pericoloso rivale sarebbe un colpo da maestro, estremamente funzionale alla storia raccontata.

Pensateci bene: quale sarebbe lo step successivo per questa coppia di improbabili alleati dotati di Cinture indipendenti, al secolo Campioni di Coppia di NXT? In quanto Heel, ambizione ed ingordigia potrebbero essere certamente dei tratti comuni e condivisi, dunque mettere da parte le momentanee acredini per conquistare i Titoli di Coppia (o almeno lottare per gli una chance agli stessi) potrebbe essere un ulteriore scenario probabile…anzi, potrebbe essere la chiave di volta per far aprire gli occhi a Johnny Gargano (magari grazie a Candice in qualche modo o ad un ulteriore tradimento del barbuto compagno) e chiudere con l’epilogo prevedibile ma annunciato questa meravigliosa pagina di wrestling a cui stiamo inconsapevolmente assistendo. Mi riferisco ovviamente a Johnny che ritrova se stesso, i suoi fan ed il successo finale con tanto di Titolo.

In un periodo in cui la WWE è piatta, noiosa, monotona e fatica in modo assai evidente ad uscire dalla pozzanghera nella quale si è impantanata, NXT ancora una volta brilla per lungimiranza e qualitá complessiva. Questa faida è sicuramente la piu´importante della storia dello show nel momento migliore della storia dello show: difficilmente un domani avremo un roster di questa qualitá, difficilmente un domani avremo un coinvolgimento emotivo paragonabile a questa faida.

Un consiglio per tutti: godiamocela finché dura, perché il main roster è “Tutta n’ata storia” come avrebbe detto l’eterno Pino.

Stay Frosty!

Danilo
Atarassico, eclettico, nuotatore tendenzialmente pigro, amante dei fagioli con le cipolle, delle serie tv, dei manga e delle botte di Natale. Lavora anche, ma solo nel tempo libero.