Cari Lettori, con un po’ di (colpevole) ritardo torna l’appuntamento con 205 Live.
Come avrete intuito dal titolo – spero che apprezziate il gioco di parole che mi è costato ben dieci minuti di duro lavoro – andremo a discutere di una delle poche novità nel roster dei pesi leggeri, ossia il debutto di Chad Gable.

Qualsiasi fan dello show, nonché qualsivoglia appassionati della disciplina, dovrebbe essere ben lieto di questo debutto che, paradossalmente, potrebbe rivelarsi salvifico per la carriera, decisamente sottotono, di Gable in WWE.


Il buon Chad, difatti, dopo il call up da NxT e la separazione da Jason Jordan, non ha vissuto dei momenti felici: prima, la sfortunata parternship con Benjamin, quasi a voler replicare i fasti del Best Tag Team Ever; poi, il cambio di gimmick e l’unione, altrettanto infruttuosa (salvo per un breve regno come campioni di coppia) con Bobby Roode.

Gable sembrava uno dei tanti atleti, passati per quel di Stamford, straordinariamente dotati sul piano tecnico ma poveri dal punto di vista del carisma, costretti ad una eterna stagnazione nel low-mid carding (chiedere a Cesaro e Kidd per intenderci…).

Ma ora, con il passaggio a 205, qualcosa di assai interessante potrebbe aprirsi al’orizzonte per lui.
Difatti, in uno show così concentrato sul lottato e così povero di ingombrante star power, Gable potrebbe ritagliarsi la propria fetta di gloria. Ancora di più se si considera il recente (recentissimo) cambio di titolo.

Con un campione heel come Gulak un antagonista come Gable ci starebbe bene come una birra gelata (rigorosamente Ichnusa) nelle sere d’estate.
Drew, infatti, potrebbe incarnare quell’aspetto dell’America agiata, superba e ignorante da contrapporre al lato più genuino e autentico del medesimo paese, incarnato da Gable.
Quell’atleta olimpico che ‘si è fatto da solo’, insomma, pronto a detronizzare il despota di turno.

Anche una versione heel di Gable, a dimostrazione della sua ampia versatilità, non sarebbe priva di fascino e interesse, anche considerando la fisicità dell’atleta che si potrebbe prestare ad un ruolo simile.

Da ultimo, risulta quasi superfluo evidenziare come Chad ha in sé la capacità di regalarci ottimi incontri con tutti i membri dell’attuale roster di 205, al netto di un primo match contro Gallagher che non è andato per il meglio (si veda l’ultimo episodio di Botchmania per tutti i dettagli).

In estrema sintesi, non mi posso che dire felice per questa new entry nello show.
E voi cosa ne pensate? Contenti di Gable? E quali altri atleti, finora relegati ai margini della WWE, vorreste vedere a 205?

_Claudio_

Claudio
Nel sito dal 2014, editorialista occasionale, blogger di 205 Live, nonché una delle voci del ZWRadio Show. Orgogliosamente sardo, venne folgorato da un Velocity su Italia 1 in giovane età; da allora non ha più smesso di seguire il Wrestling.