Lettori di ZW, bentornati ad un nuovo appuntamento con Impact, con Hard to Kill ormai passto agli archivi ci avviamo verso quello che sarà il cammino che ci porterà all’evento No Surrender che si terrà a metà Febbraio e che sarà disponibile nel network ImpactPlus. Dalla scorsa settimana abbiamo ancora diverse cose da chiarire come la sfida lanciata da Moose al titolo mondiale, al match sancito che vedrà protagonisti Ace Austin e Matt Cardona a quello che succederà nella divisione femminile dopo l’addio di Taya Valkirye. D’Lo Brown e Matt Striker ci danno il benvenuto e dopo la sigla siamo pronti a cominciare.

Rich Swann apre la puntata e ci racconta di come il suo sogno da bambino era diventare un campione mondiale di auesta disciplina, cosa che ha fatto e per la quale ha sputato sangue per arrivarvici. Continua dicendo che il 13 febbraio è il giorno di No Surrender e sarà anche il cinquantesimo compleanno di Tommy Dreamer, quindi dato il grande contributo che ha dato a questo mondo e a questa federazione, è giusto che lui abbia una title shot.

Sami Callihan non la pensa così e si presenta sullo stage insultando l’ex ECW e dicendogli che sicuramente questa scelta sarà opera sua e non di Swann, visto che prova sempre a girare le cose a proprio favore.

Anche Chris Bey ha qualcosa da dire e dopo essersi presentato dice che il 13 Febbraio sarà anche il suo di compleanno e visto che lui è il futuro di questo show, merita la title shot.

Moose non la pensa così e richiede la possibilità che dice di aver già conquistato. Rich spedisce tutti a farsi friggere e dice di voler parlare solo con Tommy, ma poi partono le botte da orbi tra tutti. Giunge Willie Mack e rifila Stunner come se piovesse, salvo poi capitolare dopo l’arrivo di Ken Shamrock.

Backstage: Poco dopo Gia Miller intercetta Swann Dreamer e Mack e i tre dicono di volere un match contro quelli con cui hanno fatto rissa poco fa. Scott D’Amore arriva e dice di avere un candidato perfetto per essere il quarto di questo gruppo.

Matt Cardona & Josh Alexander vs. Ace Austin & Madman Fulton 3 out of 5 stars (3 / 5)

Ci si aspettava una prestazione positiva di Matt e così è stato, visto il suo debutto al ppv contro Austin. La cosa strana è stata vedere la sintonia che hanno mostrato nel match, quasi sembrassero un team più che collaudato, e questo probabilmente verrà portato avanti nel prossimo futuro. Vincono loro con il debuttante Cardona che schiena Fulton dopo la Radio Silence.

Vincitori: Matt Cardona & Josh Alexander

Backsyage: Rohit Raju da indicazioni ad alcuni tecnici su come riprendere il suo match, per inquadrare meglio la sua vittoria del titolo X-Division.

Promo: Tony Khan si fa rivedere qui dicendo che utilizzerà Impact per bookare i match che piu gli vanno di vedere e che tutti i titoli qui presenti saranno vinti dai suoi.

Backstage: Brian Myers incontra Matt Cardona e gli dice che avrebbero potuto combattere assieme prima, ma lui ha preferito scegliere di battersi contro un ex campione del mondo. Conclude dicendo che Matt ha preferito lottare insieme ad un perdente come Alexander.

Brian Myers vs. Eddie Edwards 3 out of 5 stars (3 / 5)

Match non proprio bellissimo ma utile alla costruzione che si è data a loro due. Brian che si definisce il miglior professionista e che chiama Eddie wrestler spazzatura perchè non in grado di lottare in maniera corretta. L’ex WWE cerca di usare sotterfugi per indebolire l’avversario, ma quest’ultimo risponde con mosse tipiche da lottatore scientifico, nonostante poi ricorra alle dita negli occhi e ad un morso, cosa che obbliga l’arbitro a chiamare la squalifica.

Vincitore: Brian Myers

Matt Hardy si congratula con se stesso per il lavoro che sta svolgendo come manager dei Private Party, visto che gli ha fatto conquistare una possibilità titolata.

Rosemary (w/Crazzy Steve) vs. Tenille Dashwood (w/Kaleb with a K) 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Match che non è stato niente di che, ma che porta aventi la storyline tra loro quattro. I primi minuti sono stati dominati da Tenille grazie anche alle distrazioni di Kaleb da bordo ring, fino a quando Rosemary, utilizzando la propria forza, rigira una Half Nelson e trovare la via che poi porta a connettere la Butterfly Bomb che vale la vittoria.

Vincitrice: Rosemary

Backstage: Larry D ritorna dalla prigione e cerca vendetta con Rosemary attaccando Crazzy Steve. La prossima settimana probabilmente i due team si scontreranno.

John E.Bravo e Swinger sono impegnati a giocare quando vengono finalmente reclutati dalle campionesse di coppia Kiera Hogan e Tasha Steelz come manovali per la preparazione del loro festival.

Deonna Prrazzo si vanta con Kimber Lee e Susan di come ha sconfitto e mandato via da Impact Taya Valkyrie. Arrivano Jordynne Grace e Jazz e tra la prima e Susan nasce una sfida per la prossima settimana.

Fire n’ Flava Festival: Lo spezzone è divertente, soprattutto perchè tutti gli invitati si lamentano della qualità del cibo e delle bevande, per fortuna però non dura molto infatti è tutto un pretesto per l’arrivo di Havoc e Neveah, le quali lanciano la sfida per i titoli.

Backstage: Chris Sabin e James Storm mentre si fanno un bicchiere dicono di non aver ancora concluso con i Private Party o i Good Brothers. Dopo qualche altro giro, andranno a vedere cosa possono fare per tonrare a lottare per i titoli.

Joe Doering (w/Violent By Design) vs. Cousin Jake sv

Classico Squash dove Joe massacra Jake con diverse powermoves e chiude la pratica con una Lariat.

Vincitore: Joe Doering

Dopo il match, sembrava che i Violent volessero massacrare Jake, ma Eric Young offre uno spazio anche lui per entrare nella stable.

Per la prossima settimana abbiamo in programma: Grace vs. Susan, Josh Alexander vs. Madman Fulton, Tasha Steelz vs. Havok e TJP vs. Rohit Raju.

Rich Swann, Willie Mack, Tommy Dreamer & Trey Miguel vs. Moose, Sami Callihan, Ken Shamrock & Chris Bey 3 out of 5 stars (3 / 5)

Match ovviamente caotico visto il numero dei partecipanti, ma utile a vendere bene il ritorno di Trey Miguel, assoluro protagonista nei minuti cruciali. E’ lui infatti a prendersi i vari hot tag soprattutto da Willie Mack, bersaglio preferito degli heel e portare la vittoria al suo team dopo essere uscito dalla Piledriver di Callihan e averlo chiuso nello schienamento vincente.

Vincitori: Rich Swann, Willie Mack, Tommy Dreamer & Trey Miguel

Dopo il match, Ken Shamrock se la prende con l’arbitro, lo attacca e gli chiude dolcemente la caviglia nella Ankle Lock.

Su queste immagini si chiude la puntata di Impact e io vi do appuntamento alla prossima settimana, sempre qui, su Zona Wrestling.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6
Evoluzione delle storyline
7
Qualità dei promo
6
Dorian
Metallaro appassionato di Musica Classica, deve la scoperta di uno dei suoi gruppi preferiti a Edge e sogna di poter rivedere Kurt Angle con una bottiglia di latte