Ogni anno, oltre alla Hall of Fame WWE, c’è un altro moment in grado di iscrivere nella storia il nome di un professionista del wrestling. Parliamo della celebre lista del Pro Wrestling Illustrated, che ogni anno stila la classifica dei 500 migliori wrestler al mondo.

Oltre alla celebre PWI 500, esiste anche una più stringata top 50, non meno prestigiosa, dedicata alle donne, giunta quest’anno alla sua decima edizione.

A beneficio di chi conosce poco questa classifica, è bene ricordare che si tratta di una classifica in stile “Pallone d’Oro”, che tiene conto principalmente dei risultati ottenuti sul ring dai wrestler e sulla qualità del loro lavoro durante gli ultimi 12 mesi. Ovviamente viene sempre presa in considerazione anche l’importanza del palcoscenico su cui i wrestler si esibiscono, il successo mediatico e tanti altri fattori.

Anche quest’anno il periodo considerato non è l’anno solare 2017 ma i 12 mesi che vanno da settembre a settembre.

La vincitrice

L’inarrestabile Asuka. Se continua così vincerà anche il prossimo anno.

Ad imporsi come numero uno è stata Asuka. Imbattuta da più di un anno, la giapponese era già arrivata terza nell’edizione 2016, guidata da Charlotte e Sasha.

Il titolo NXT è forse un po’ meno importante di quelli WWE, eppure il dominio di Asuka è stato così netto che in una classifica come questa non poteva non essere preso in considerazione.

La top ten

La campionessa di Raw Alexa Bliss. Un anno ricco di soddisfazioni per lei, che però non è bastato a garantirle il primo posto. Sfortuna?

La WWE da prova di essere diventata un punto di riferimento per il wrestling femminile. Non solo Asuka, ma tutte le prime 5 classificate sono dipendenti di Vince McMahon e tra le prime 10 solo in 2 non hanno prestato i loro servigi per la WWE.

La grande delusa di questa stagione è probabilmente Alexa Bliss. Dal ventinovesimo posto della classifica del 2016, la bionda campionessa di Raw è arrivata solo terza, sopravanzata da Charlotte e non premiata malgrado i notevoli traguardi raggiunti durante l’ultimo anno solare.

Il fatto che tra le top 5 siano rimaste Sasha Banks, Charlotte e Bayley esattamente come nel 2016, ci fa capire che negli ultimi 12 mesi non ci sono state grandi novità nel panorama del wrestling femminile che conta.

Kairi Sane premiata per aver vinto il Mae Young Classic. Alle sue spalle la trainer di NXT Sara Del Rey, che è stata stabilmente nelle prime 10-15 atlete della PWI top 50 fino al 2012

I nomi nuovi però ci sono e come, oltre alla sopra citata Alexa Bliss, abbiamo Naomi a rappresentare ancora la WWE e due “colpi” di Triple H: Shirai, che in molti definiscono la migliore wrestler del mondo, e Kairi Sane, che ha vinto il chiacchieratissimo Mae Young Classic.

Sienna, l’ex campionessa di Impact, con una delle tante versioni del titolo delle Knockout vista in questi mesi.

A completare la top 10 abbiamo l’unica “knockout” del lotto, Sienna, che ha a lungo indossato la cintura di campionessa nella tormentata divisione femminile di Impact. Riconoscimento assolutamente meritato per l’ex Allysin Kay, che ha ceduto il titolo durante Bound for Glory di domenica scorsa.

Le altre

Nicole Savoy (a sinistra), Shayna Bazsler (al centro) e Mercedes Martinez (a destra), tre delle protagoniste del Mae Young Classic, della SHIMMER e di questa classifica.

Dopo questa sbornia di WWE, vera dominatrice della classifica, scendendo oltre le prime 10 abbiamo finalmente rappresentanti di un numero maggiore di compagnie. Intanto al numero 11 la campionessa Shimmer Mercedes Martinez che conferma la posizione del 2016. Un riconoscimento anche questo alla costanza della veterana, che abbiamo apprezzato anche nel Mae Young Classic.

A proposito del torneo femminile WWE, l’altra finalista migliora di molto la posizione ottenuta l’anno scorso: parliamo di Shayna Bazsler, che dal 40° posto del 2016 raggiunge la dodicesima posizione.

Mayu Iwatani, considerata una delle più grandi performer al mondo: ha solo 24 anni ma vanta già diversi titoli

Poco dopo di lei in classifica, al 13° posto c’è la seconda Knockout della classifica di quest’anno, Rosemary, quindi anche Mia Yim (16°) ed Allie (17°). Buon quindicesimo posto per Mayu Iwatani, unica del magnifico trio della Stardom a non aver ancora firmato con la WWE.

Le deluse

Carmella ha conquistato il primo storico Money in the Bank femminile quest’anno ma la giuria del Pro Wrestling Illustrated gli ha conferito soltanto il 38° posto.

Tra le deluse, oltre ad Alexa che probabilmente poteva ambire anche al primo posto, abbiamo sicuramente la bella Carmella. Miss Money in the Bank non arriva nemmeno alle prime 30, registrando il 38° posto. In discesa libera anche l’ex campionessa Shimmer Nicole Matthews (32°), che dopo aver perso il titolo perde anche 16 posizioni.

Abbey Layth alias Kimber Lee, oggi ad NXT, all’epoca campionessa assoluta della Chikara

Lo stesso dicasi per Abbey Leith (35°), che oltre ad aver cambiato nome e federazione, non giova più dei benefici del prestigioso titolo assoluto Chickara conquistato quando si faceva ancora chiamare Kimber Lee e che rientrava nel periodo di valutazione dello scorso anno (è stata campionessa fino a giugno 2016).

Curiosità

La 7 volte campionessa di Impact Gail Kim, a Bound for Glory questa domenica ha disputato e vinto il suo ultimo match in carriera. Si ritirerà da campionessa?

Forse non sarà una delusione, ma non trovare la neo campionessa di Impact Gail Kim in questa classifica è un fatto più storico di quanto non si possa pensare. La canadese – infatti – è sempre stata presente nella top 50 fin dalla sua istituzione, nel 2008, ed oltre ad essere stata eletta migliore wrestler al mondo nel 2012, negli ultimi 5 anni è sempre stata nei primi 10 posti del ranking. “This is my house” direbbe Paige.

A proposito di Paige, per la prima volta dal 2012 non vediamo Paige nella classifica in cui è stata al vertice nel 2014. Fuori anche Sexy Star, che in effetti ha lottato pochissimo dopo l’incidente con Rosemary, ma che l’anno scorso era stata inserita nella top 10. Che sia stata una punizione per il comportamento poco professionale avuto in occasione di Triple Mania?

Per la prima volta ci sono ben tre atlete giapponesi tra le prime 10. Era forse necessario che la WWE cominciasse a pescare in quel mercato per dargli un po’ di spazio?

Questo 2017 è stato in assoluto l’anno del Giappone, come saprete, infatti, la stella della New Japan Pro Wrestling Okada è stato eletto numero 1 della PWI 500, evento storico per il puroresu, visto che nessun wrestler giapponese c’era mai riuscito.

Si tratta in fine anche di una prima storica volta in cui un wrestler di NXT si classifica al primo posto della Top 50.

La classifica completa (tra parentesi la posizione della scorsa edizione della classifica)

  1. Asuka (3)
  2. Charlotte Flair (1)
  3. Alexa Bliss (29)
  4. Sasha Banks (2)
  5. Bayley (5)
  6. Io Shirai (-)
  7. Natalya (7)
  8. Sienna (10)
  9. Naomi (25)
  10. Kairi Sane (-)
  11. Mercedes Martinez (-)
  12. Shayna Bazsler (40)
  13. Rosemary (14)
  14. LuFisto (30)
  15. Mayu Iwantani (-)
  16. Mia Yim (6)
  17. Allie (15)
  18. Ember Moon (37)
  19. Becky Lynch (4)
  20. Madison Eagles (12)
  21. Nicole Savoy (13)
  22. Nia Jax (23)
  23. Candice LeRae (18)
  24. Toni Storm (-)
  25. Hiroyo Matsumoto (-)
  26. Chelsea Green (-)
  27. Saraya Knight (-)
  28. Shazza McKenzie (-)
  29. Kay Lee Ray (28)
  30. Mickie James (-)
  31. Dakota Kai (21)
  32. Nicole Matthews (16)
  33. Alex Windsor (-)
  34. Deonna Purrazzo (-)
  35. Abbey Laith (17)
  36. Risa Sera (-)
  37. Viper (-)
  38. Carmella (44)
  39. Ruby Riot (20)
  40. Nikki Cross (-)
  41. Vanessa Kraven (35)
  42. Santana Garrett (24)
  43. Tessa Blanchard (38)
  44. Arisa Nakajima (-)
  45. Lady Lory (-)
  46. Shotzi Blackheart (-)
  47. Veda Scott (46)
  48. 48 Alpha Female (-)
  49. Marti Belle (32)
  50. Zoey Skye (-)
Giuseppe Calò
Webmaster di Zona Wrestling, quando non è sul ring lavora in un'agenzia di comunicazione di Palermo. Ama il calcio, le serie televisive e la sua adorata Ambra. Se il sito non funziona al 99% è colpa sua.