Stasera scorpriremo chi è il vero #1 Contender al titolo massimo detenuto da Prince Puma e non è tutto, perché la puntata ha sìin serbo per voi debutti, ritorni e tanta tanta azione sul ring.

Dario Cueto si trova al cospetto del fratello Matanza (ovviamente sempre rinchiuso nella gabbia). L'owner di LU dice di aver speso una fortuna ma alla fine ha trovato il settimo medaglione di una preziosa collezione. Dario dice che, una volta riuniti tutti gli oggietti di questa collezione, verrà donato un enorme potere al loro possessore, facendolo diventare potente come una divinità e probabilmente più di Matanza stesso. Dario continua il suo monologo (si, perché Matanza non risponde ma si limita a ringhiare ogni tanto), aggiungendo che stasera farà qualcosa di epico e darà il via al suo piano. Mentre se ne sta andando, dice a Matanza che non si perderà lo spettatolo di stasera perché gli farà portare un tv nella cella, affinché possa godersi il caos che scatenerà.
 
Partiamo con la puntata vera e propria e, come sempre, abbiamo Vampiro e Matt Striker al commento, i quali anticipano i temi caldi dell'episodio odierno: il grande annuncio di Cueto ed il main event tra Alberto El Patron e Hernandez per la #1 Contendership al Luche Underground Title. In più avremo tra pochissimo un nuovo debutto in federazione…
 
Singles Match: Aerostar vs. Jack Evans (3.5/5)
Un altro pezzo pregiato della AAA direttamente qui a Lucha Underground (e per i più nostalgici, un altro pezzo della WXS). L'incontro ha tutte le carte in regola per essere un signor spotfest ma i due riescono pure a regalarci qualcosa in più. Evans si fa odiare col suo atteggiamento da cocky heel, spostando tutto il tifo su Aerostar, il quale domina le prime fasi con le su acrobazie ma finisce per farsi male ad una gamba dopo un Dive fuori dal ring. Ne approfitta Evans per imporre il suo gioco, lavorando sulla gamba del rivale e nel contempo sfiancandolo con altre mosse. L'incontro sale nel ritmo e nell'intensità ed i due si danno battaglia dentro e fuori dal ring. L'infortunio alla gamba di AS sembra poterne compromettere la vittoria finale ma il messicano tira fuori dal cilindro una bellissima Super Canandian Destroyer dal turnbuckle (sellata divinamente da JE, come del resto ha fatto per tutto il match), con la quale annienta le ultime resistenze del rivale e porta a casa questo ottimo incontro.
Vincitore: Aerostar
 
Big Ryck sta contando i soldi quando viene interrotto dal cugino The Mack, il quale vorrebbe una maggiore condivisione del guadagno fatto in virtù del loro legame di sangue. Big Ryck non è d'accordo perché questo legame non gli ha permesso di vincere i trios title. Mack ama entusiasmare le folle con le sue mosse ma non ha capito che questo business si basa su due regole fondamentali: fare soldi e farne ancora di più. Per rispettare queste leggi, Big Ryck sarebbe addirittura disposto a prendere a calci la sua stessa famiglia.
 
Torniamo all'arena perché abbiamo ben sette lottatori sul ring ed un Dario Cueto pronto a fare il suo speciale annuncio. L'owner di LU esce dal suo ufficio e fa la sua proposta, cioè una lotta a sette luchador dove il vincitore otterrà uno dei sette medaglioni appartenuti alle antiche tribù azteche. Come mai quell'oggetto è così importante? Perché, spiega Cueto, è una delle vie per l'immortalità ed il suo possesso darà un grande potere al vincitore dell'incontro. Quindi partiamo subito con questa particolare sfida.
 
Azteca Medaillion Seven Way Match: Cage vs. Fenix vs. Killshot vs. King Cuerno vs. Pentagon Jr. vs. Sexy Star vs. The Mack (4/5)
Un match con così tanti luchador coinvolti dovrebbe venir su caotico a mille ma, almeno nelle prime fasi, segue lo schema "due dentro, il resto a picchiarsi fuori". Di carne al fuoco ce n'era tanta: Pentagon con il suo vecchio rivale Fenix ed il suo nuovo Sexy Star, gli scontri incrociati Cage/KC vs. Mack/Killshot, ecc… Dalla linearità delle prime fasi andiamo sempre più verso il caos, in cui le counter, le double-team moves e gli spot fanno da padroni. Ogni lottatore è determinato a portare a casa l'incontro ma i vari schienamenti vengono sempre interrotti al due dalle interferenze degli altri luchadro finché, pian piano, il ring si svuota a suon di finisher ben assestate e rimangono in tre, proprio i tre che hanno interagito di più in questa prima stagione, ossia Pentagon, Fenix e Sexy Star. 0 Miedo domina, sembra reggere nonostante il 2 vs. 1 ma tutti i suoi schienamenti non portano a buon fine. Molto più cinico il fratello, il quale approfitta della prima distrazione buona di Pentagon per metterlo a terra con una Reverse Hurracanrana e finirlo rapidamente con uno Standing Moonsault.
Vincitore: Fenix
 
Dario Cueto, nel suo ufficio, è a colloquio con i trios champions; Dario dice di ammirarli perché in fondo non aveva mai creduto in loro ed ora hanno addirittura vinto i titoli. Il fatto, però, è che la Crew si è guadagnata una title shot al Trios Title, quando la settimana scorsa hanno battuto Angelico e SoH. Havoc lo interrompe, perché i tre non possono difendere i titoli con un componente al 50% delle sue forze, riferendosi a Ivelisse, la quale non ci sta e ribatte che le servono solo le mani per sconfiggere gente come la Crew. Cueto apprezza la cosa appena detta, infatti ha sancito una difesa titolata molto particolare: un Ladder Match. I tre campioni sono sbigottiti ma Dario è irremovibile, proponendo loro di rendere vacanti i titoli se non vogliono altri infortuni. I tre campioni scartano subito l'idea, decidendo di comune accordo di lottare, anche se non sono ancora affiatati e coesi come team.
 
Fenix si sta spogliando dopo il match appena vinto. Improvvisamente vanno via le luci ed appare Catrina, la quale si rivolge al giovane confidandogli che quanto fatto in passato era solamente una trappola: ha pilotato Fenix per fargli seppellire Mil Muertes affinché il suo vero assistito potesse risorgere più forte di prima. Fenix si è scavato la fossa con le sue mani e la morte sta per venirlo a prenderlo. Fenix prova ad afferrare la ragazza ma un altro blackout la porta via, lasciando il luchador in compagnia di tra loschi figuri, con maschere inquietanti, che prima squadrano il giovane e poi gli piombano addosso.
 
Lucha Underground Title #1 Contender Singles Match: Alberto El Patron vs. Hernandez (2.5/5)
Sarà il minutaggio scarso, sarà che Hernandez non è questa gran cima con cui fare un match singolo, sarà che tutto era funzionale all'angle finale ma a me sto match non è piaciuto per niente (lo potresti trovare benissimo in un WWE Main Event a caso). Alberto ha tutto il pubblico dalla sua ed ha il match in pugno ma dal nulla sbuca Johnny Mundo che lo attacca con ferocia, mandandolo addirittura contro i vetri dell'ufficio di Cueto, che vanno in frantumi con l'impatto. Dario osserva la scena divertito mentre si fa un drink, l'arbitro non chiama la squalifica (forse mi son perso il punto dove dicono che è NO DQ, ma vabbè) d Hernandez esegue uno dei pin più facili della storia. 1,2,3 ed abbiamo il #1 Contender indiscusso al Lucha Underground Title detenuto da Prince Puma.
Vincitore: Hernandez
Il fresco #1 Contender se la ride e se ne va, Johnny Mundo lacia sguardi di fuoco a El Patron ed Albertone viene portato via in barella dopo l'attacco subito.
 
Cosa mi è piaciuto: due match su tre son una delizia per uno show settimanale: molto spottosi ma con comunque un contorno ed una storia da raccontare; Dario Cueto sempre più personaggio cardine dello show, impossibile non amarlo; Mil Muertes/Catrina stanno tornando, hanno portato con loro tre spaventosi sgherri, Fenix ne prenderà tante: il paradiso per me; ottimo build up per i trios title ed il ladder match promette benissimo.
Cosa non mi è piaciuto: Hernandez #1 Contender non è la scelta giusta ma d'altronde rientra perfettamente nella storyline intro al campione, speriamo almeno che ne esca un match decente; basta far perdere Pentagon jr, che lo costruisci per un sacco di puntate con la storia del maestro ed ora sembra tornato nel limbo iniziale.
 
Anche oggi il nostro tempo è finito, appuntamento sempre qui tra sette giorni e fatemi sapere qua sotto i vostri commenti alla puntata odierna di Lucha Underground.
Have a nice day,
8-Bit
8-Bit
Appassionato di wrestling fin da quando trasmettevano Velocity su Italia 1, col tempo ho ampliato il parco di federazioni da seguire, tra major e indies, andando a recuperare pure federazioni storiche come la ECW. Da ottobre 2012 scrivo report per il sito: sono partito da Superstars fino a toccare un po' tutti gli show (WWE e non); attualmente mi dedico a tempo pieno a Main Event.