Siamo di fronte alla serata decisiva per il torneo dei trios, stasera verranno incoronati i primi Lucha Underground Trios Champions. Chi la spunterà?

Black Lotus sta scrivendo nel suo diario. La ragazza dice che ormai sono passate 8 settimane da quando ha iniziato il suo allenamento, in vista dello scontro con Matanza. Il suo addestratore non la vuole ancora far combattere nonostante la ragazza si senta ormai pronta. Le dice che la sua rabbia è la sua più grande debolezza ma BL non è della stessa opinione. Mentre sta scrivendo viene interrotta dall'addestratore, El Drago Azteca, che prima la fa combattere con cinque uomini: Black Lotus riesce ad avere ragione dei suoi avversari. La prova finale prevede lo scontro con EDA, il quale subisce le offensive della ragazza, la quale riesce pure ad immobilizzarlo. Sul più bello, però, l'uomo si libera della presa e reversa la mossa in suo favore. Black Lotus non riesce a liberarsi ed El Drago Azteca le dice che ancora non è pronta. L'allenamento continua.
 
Vampiro e Matt Striker ci danno il benvenuto ad una nuova puntata di Lucha Underground, in questa notte storica, perché verranno assegnati finalmente i Trios Title al team vincitore del torneo. In più avremo la resa dei conti tra Sexy Star e Pentagon jr, quindi linea subito alla bella annunciatrice Melissa Santos (in forma nonostante l'attacco subito la scorsa settimana) per il primo match della serata…
 
Singles Match: Sexy Star vs. Pentagon jr. (3/5)
Pentagon picchia veramente forte e bastano i suoi calci a demolire Sexy Star, la quale reagisce, atterra più volte l'avversario ma non ottiene niente di significativo. Pentagon si diverte nel creare dolore negli avversari e la cosa viene confermata nel match odierno; prova più volte l'Armbar ma ogni volta Sexy Star riesce ad uscire, evitando il peggio. L'epilogo sembra già scritto ma dal niente SS tira fuori una Backstabber, con cui incredibilmente vince l'incontro e lascia Pentagon jr. con un pugno di mosche (alla prima sconfitta in singolo dopo mesi e mesi di dominio). Chissà cosa avrà da dire il "maestro" riguardo a questa figuraccia del suo allievo…
Vincitrice: Sexy Star
 
Johnny Mundo si sta allenando quando viene interrotto da Alberto El Patron. Il messicano prende un po' in giro l'amico, dicendogli che non si aspettava di vederlo tagliato fuori dal main event di stasera. Mundo, secondo El Patron, è un lottatore straordinario ed una delle ragioni per cui è venuto fin qui in LU. Alberto ha visto il main event del primo episodio, quando Mundo ha battuto Prince Puma in un incontro spettacolare; allo stesso modo, però, si è meravigliato quando Johnny non è riuscito a prevalere, sempre contro PP, nell'Aztec Warfare (quello che assegnava il titolo n.d.r.). Per Alberto questo è il riassunto della vita di Johnny: sempre così vicino al suo obiettivo senza però mai riuscire a conquistarlo. Mundo ne ha abbastanza dei commentini provocatori dell'ex Del Rio e gli dice di star attento con lui, perché non è quel tipo di ragazzo con cui puoi scherzare a lungo. El Patron gli dice di rilassarsi e se ne va, contrariato dalla reazione di MUndo (anch'io non è che t'avrei lasciato prendermi per il culo tanto a lungo, eh).
 
Vampiro e Matt Striker ricordano quando accaduto nel main event della scorsa settimana, con Drago che ha vinto la Best of 5 Series Match contro Aerostar, ottenendo lo speciale premio di Cueto, un'arma a doppio taglio: una title shot al Lucha Underground Title ma con l'obbligo di lasciare il Tempio qualora Drago fallisse. Tutto ciò si tramuta nell'incontro titolato a cui noi assisteremo la prossima settimana, quindi restate sintonizzati.
 
Lucha Underground Trios Title Tournament Final Three Way Elimination Match: Cage, Texano & King Cuerno vs. Son of Havoc, Ivelisse & Angelico vs. Big Ryck, Killshot & The Mack (3.5/5)
Grande match tra i tre trios meglio costruiti del torneo. In teoria abbiamo un incontro tag, con tre lottatori contemporaneamente sul ring (uno per ciascun team); praticamente abbiamo il team di Texano con due uomini sul quadrato a fare da padrone della scena e Killshot ed Angelico a prenderle, almeno fino all'hot tag, che rimescola tutte le carte in gioco fa scattare la tipica fase di caos, dove ognuno ha il suo momento di gloria dentro e fuori dal ring. In uno di questi Texano finisce per sbaglio addosso al nostro ricco amico nelle prime file (Daivari), rovesciandogli il drink sulla giacca; l'indiano non la prende bene e malmena Texano, prima di andarsene infuriato. Killshot sfrutta l'assist di Daivari e piazza il Double Foot Stomp dal turnbuckle, schienando l'ex AAA Megachampion ed eliminando il primo team dalla contesa. Da qui in poi è dominio del team di Ryck, con Angelico sul ring a prenderle (strano…), Son of Havoc continuamente estromesso dall'incontro ed Ivelisse infortunata ad una caviglia. Ancora una volta l'hot tag cambia gli equilibri del match, con un SoH on fire che ne ha per tutti ed Ivelisse che, nonostante l'infortunio, riesce a dare il suo contributo. Killshot viene isolato e colpito da una Reverse Huracanrana, SoH ed Ivelisse volano sugli altri due: per Angelico è un gioco da ragazzi connettere la sua Razor's Edge contro il turnbuckle e portare a casa questa prestigiosa vittoria.
Vincitori: Son pf Havoc, Ivelisse & Angelico
I tre stanno festeggiando ma vengono interrotti da Dario Cueto, il quale si congratula con loro, perché non pensava che un trio tanto strano come il loro fosse in grado veramente di vincere i titoli. A dirla tutta, però, i tre non hanno ancora vinto i titoli perché c'è un altro team da affrontare, specificatamente scelto dall'owner di LU. Il prossimo match sarà quello decisivo e sarà un NO DQ Match tra Son of Havoc, Ivelisse & Angelico e… THE CREW!
 
Lucha Underground Trios Title Tournament (Another) Final No Disqualification Match: Son of Havoc, Ivelisse & Angelico vs. The Crew (Mr.Cisco, Bael & Cortez Castro) (3/5)
La Crew, più fresca e riposata, parte forte e colpisce duramente i tre avversari fuori dal ring. Il pubblico è totalmente dalla parte de "Lo strano trios", il quale fa quello che può ma ha: Ivelisse infortunata alla gamba, Angelico stremato ed SoH che da solo fa poco. Si capisce che il match sarà un grande brawl però bisogna va apprezzato lo storytelling che i sei riescono a tirare fuori. L'azione prosegue, i rudos isolano Ivelisse sul ring, sbattono Angelico sopra il tettuccio dell'ufficio di Cueto e portano Son of Havoc tra gli spettatori. Poi accade l'impensabile, il colpo di scena che tutti volevano vedere: i technicos sono stremati ed alle corde, i rudos stanno per trionfare su Ivelisse ma dall'alto piomba Angelico con un doppio Crossbody. Dall'alto. Dal tetto dell'edificio. Un OMG Moment meglio piazzato non si poteva chiedere. I technicos allora trovano la svolta che cercavano, Ivelisse abbatte i rudos a colpi di singapore cane e l'incontro si chiude con la Shooting Star Press di SoH da una parte e il Diving Foot Stomp di Angelico dall'altra, tra il delirio della folla. 1-2-3, abbiamo i primi campioni e che campioni!
Vincitori: Son of Havoc, Ivelisse & Angelico
I tre giustamente festeggiano ed il pubblico tributa loro l'ovazione meritata. la puntata si chiude su questa bellissima immagine.
 
Cosa mi è piaciuto: la puntata nel complesso, per lottato, segmenti e costruzione; doveva focalizzarsi sui trios e l'ha fatto, con i due match che sono guardabili (non capolavori) ma inseriti bene nel contesto da Cueto & co; buono l'accenno alla storia di Black Lotus, perché troppo spesso sparisce dai radar per tante puntate; allo stesso modo ho gradito gli screzi tra Alberto e Johnny, perché i due possono dar vita ad una buona faida;
Cosa non mi è piaciuto: mi fa un po' storcere il naso la vittoria di SS, per quanto funzionale alla storyline: speriamo dia la scossa giusta alla rivalità e ci porti a scoprire chi si cela sotto i panni di questo fantomatico Maestro (io penso sia Vampiro).
 
Appuntamento alla prossima settimana con un nuovo episodio di Lucha Underground. Commentate qua sotto e fatemi sapere cosa ne pensate della puntata odierna.
Have a nice day,
8-Bit
8-Bit
Appassionato di wrestling fin da quando trasmettevano Velocity su Italia 1, col tempo ho ampliato il parco di federazioni da seguire, tra major e indies, andando a recuperare pure federazioni storiche come la ECW. Da ottobre 2012 scrivo report per il sito: sono partito da Superstars fino a toccare un po' tutti gli show (WWE e non); attualmente mi dedico a tempo pieno a Main Event.