Lettori di ZW, bentornati ad un nuovo episodio di Main Event, siamo a pochi giorni da Hell In A Cell e oggi come di consueto vedremo il meglio settimana del main roster in attesa dell’ultimo episodio di SmackDown prima del ppv. Previsti anche i i due consueti match e dopo la sigla Kevin Patrick e Byron Saxton ci danno il benvenuto. Cominciamo!

Per quanto riguarda SmackDown abbiamo rivisto i momenti in cui Jinny Uso ha usato parole non troppo dolci verso Roman Reigns accusandolo di usare Jey come un suo pupazzo, proprio come faceva quando erano più piccoli. Poco dopo Rey Mysterio chiama il campione universale ad una sfida all’interno della gabbia infernale, sfida accettata poco dopo da Paul Heyman e il messicano attacca brutalmente Roman con un kendo stick salvo poi riprendersi e infierire su di lui e su Dominick a favore di camera.

Dello show rosso invece abbiamo visto le immagini della rivalità tra Alexa Bliss e Nia Jax con il match finito per squalifica dopo l’intervento di un Reginald posseduto. Viene anche annunciato un match tra Alexa e Shayna per Hell In A Cell dopo i problemi avuti dall’ex campionessa di NXT con la bambola della Bliss.

La parte dei recap si conclude con l’ultimo affronto tra Bobby Lashley e Drew McIntyre in vista del loro match nella gabbia per il titolo WWE, con il match a più uomini dove lo scozzese ha unito le forze con i Viking Raiders contro AJ Styles, Omos e appunto Bobby. Vittoria per i face con la Claymore di Drew sul campione che chiude il match.

Mace & T-Bar vs. Lucha House Party 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

C’è di buono che il match più brutto sulla carta lo hanno fatto come primo per i soliti 5 minuti di durata, e per fortuna direi. Vincitori: Mace & T-Bar

Ricochet vs. Drew Gulak 3 out of 5 stars (3 / 5)

Mi aspettavo di più da loro due, ma probabilmente la scrittura del match ha imposto di andare piano senza mai accelerare annoiandoci per 9 minuti. Vincitore: Ricochet

Appuntamento alla prossima settimana.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità della puntata
5.5
Metallaro appassionato di Musica Classica, deve la scoperta di uno dei suoi gruppi preferiti a Edge e sogna di poter rivedere Kurt Angle con una bottiglia di latte