Barri Griffiths, noto in WWE come Mason Ryan, è stato intervistato da Tom Feaheny a proposito del proprio passato in WWE, del presente nelle federazioni indipendenti e di un possibile ritorno a Stamford o un futuro in TNA.

 

Sui trascorsi in WWE: "E' stato un sogno divenuto realtà; trasferirsi in America, vivere all'americana e, ciliegina su una torta già molto gustosa, avere la possibilità di fare ciò che ho sempre sognato dinanzi a milioni di telespettatori e a migliaia di paganti nelle arene di tutto il mondo è qualcosa di difficile da descrivere. L' ho amato, è stato tutto ciò che sognavo e anche di più."

 

Sulle differenze tra la WWE e le indies: "Il contesto delle federazioni indipendenti è ben diverso rispetto a quello della WWE. Lì la fortuna è che tutti si occupano di tutto per conto di noi lottatori: i voli, il merchandising e gli show sono ampiamente pubblicizzati. In ogni caso, il wrestling è sempre e comunque wrestling, è qualcosa che adoro, lo considero una forma d'arte e mi piace cha la gente venga a guardare gli show indipendenti e a divertirsi; l'unica differenza è che devo organizzare è gestire in prima persona molte più cose."

 

Su un possibile ritorno in WWE o un approdo in TNA: "Lo prenderei sicuramente in considerazione (tornare in WWE, ndr). Sarei un folle, se non lo facessi ma, a dir la verità, mi sto divertendo parecchio a viaggiare in giro per il mondo; sono stato in Giappone, a breve andrò in Germania e in Francia, poi negli Stati Uniti e, infine, farò nuovamente ritorno nella Terra del Sol Levante. La mia agenda è, a dir poco, piena e pressoché senza pause, ma ovviamente la TNA è una grande compagnia e la WWE è la migliore compagnia di wrestling al mondo, per cui la mia porta è completamente aperta."

 

Fonte: WrestlingINC.com & ZonaWrestling.net

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.