Welcome Everybody! Monday Night in Milwaukee, infatti il Roster di Raw si trova al Fiserv Forum della cittadina del Wisconsin tanto cara a Lana. Pronti per questa tappa di avvicinamento a WWE TLC. #StayAttila

Al tavolo di commento ci sono Micheal Cole, Reene Young e Corey Graves.

Ma andiamo direttamente al centro del ring dove troviamo un ancora gongolante per il 6 a 0 Baron Corbin. Il General Manager si trova al centro del ring con Drew McIntyre, Bobby Laaaaassssh-ley e Lio Rush. Corbin vuole subito parlare a tutti di come durante il giorno del ringraziamento, tutti loro, hanno mangiato a sbafo (solo quel giorno?) mentre quelli presenti sul ring trattano il loro corpo come si deve, per questo hanno quel fisico. Quindi Corbin è grato per il lavoro svolto da GM. Tartufone Lashley invece, informa tutti noi di essere grato per i maschi Beta che non fanno nulla, mentre lui da Alpha si prende ciò che vuole. McIntyre invece è grato per il pestaggio che hanno dato a Braun Strowman settimana scorsa. Corbin dice anche lui di essere grato per quello, non lo dimenticherà mai. Per questo rivediamo un video di quello che hanno fatto a Strowman settimana scorsa.

A questo punto Baron Corbin ci informa di come Braun sia infortunato e non lo rivedremo per molto tempo. Non ha caso vediamo un intervista al docile Strowman direttamente dal lettino(-one) d’Ospedale in Alabama a Birmingham. Braun ci mostra in effetti il suo braccio che è tutto in livido, dicendoci che starà fuori per un po’. Ma appena tornerà darà ‘le sue mani’ a Corbin, McIntyre e Lashley.

Corbin continua a gongolare, dice che presto lui vincerà il suo match contro Strowman, appunto per forfait. Il match sarebbe in programma per WWE TLC. A questo punto a TLC diventerà GM permanente e invita le Superstar di Monday Night Raw a farsi trovare dalla parte giusta per quella data. Ma ecco che l’Arena va completamente al buio. Una volta questo significava l’arrivo dell’Undertaker, oggi invece arriva Elias sulla rampa. Il Drifter dice che non ne poteva più di ascoltare la voce di quei 3 sul ring. Poi intona la chitarra e canta una canzone su come Laaaaaaasssssh-ley faccia schifo, per il visibilio del pubblico. Poi Elias si avvia sul ring per affrontare proprio Tartufone.

MATCH 1: Elias vs Bobby Lashley (With Lio Rush, Drew McIntyre & Baron Corbin) (3,5 / 5)

Pubblico schierato apertamente per Elias visto che continua a cantare ‘Lashley Sucks’. Il match che inizia invece vede Tartufone che nelle prime fasi domina col suo fisico prorompente. Prese tecniche al tappeto e proiezioni a terra da parte di Lashley, sono l’incipit del match. Elias riesce ad avere una reazione puntando sulla velocità, con buoni esiti. Ma Lashley riesce a riprendere il controllo d’astuzia, facendo sbattere il collo di Elias sulla terza corda. Per questo Elias si ritrova di nuovo al centro del ring preso al collo o sbattutto da una parte all’altra del ring. Quando poi Elias prova a reagire viene pure distratto da McIntyre, dando un grosso aiuto a Lashley a mantenere il controllo. Pubblicità.

Tornando al centro del ring troviamo una situazione cambiata, Elias sta infatti volando dal paletto per un Elbow Drop. 1-2-3! NO! L’arbitro era pronto per contare il 3 ma quel maledetto Criceto di Lio Rush ha tirato l’arbitro fuori dal ring. L’Arbitro chiama la squalifica, ma Corbin dice che le regole le fa lui e quindi il match riprende come un No-Disqualification match.  A questo punto si ritrovano tutti e 3 appassionatamente sul ring con una chitarra in mano. No, non vogliono stare tutti beati e felici davanti ad un falò a spazziare tra il repertorio di Claudio Baglioni e Lucio Batisti. Tutti e tre vogliono solo infliggere quanto più dolore possibile ad Elias. Da segnalare, tra le altre, un’Alabama Slam di McIntyre sui gradoni d’acciaio ed una Spear di Lashley con rincorsa fuori dal ring subite ad Elias.

A Tartufone non resta altro che riportare la carcassa di Elias sul ring per farsi contare l’1-2-3! Con tanto di proclamazione da parte di Lio Rush.

Winner: Bobby Lashley

Dopo di che le grafiche ci ricordano che stasera avremmo un match per i titoli di coppia tra gli AOP contro Roode/Gable, un’Open challenge di Seth Rollins ed un match tra Finn Balor e il GM Baron Corbin.

Dopo la pubblicità Corbin, nel Backstage, licenzia seduta stante il ragazzo che ha spento le luci ad Elias. Subito dopo di fronte appare una visione per noi celestiale, la bellissima Alexa Bliss. La Dea lo loda, dice che è stato impressionante come lui abbia licenziato quel peso morto del povero fesso che si occupava delle luci. Alexa continua dicendo che Corbin sta facendo un ottimo lavoro da GM, per questo si mette a sua totale disposizione. Qualsiasi cosa che lei possa fare per aiutarlo non si tirerà indietro, basta che lui chieda. Corbin allora chiede se davvero può chiedergli qualsiasi cosa e lei dice si qualsiasi cosa. A questo punto Baron spreca l’occasione della vita che tutti noi sogniamo, chiedendo ad Alexa di occuparsi della divisione femminile, visto che lui ha così tante cose di cui farsi carico e se ne va. Alexa dopo aver accettato l’incarico lo guarda andare via soddisfatta. Mai fidarsi di una Dea caro Corbin, occhio!

Dopo di che rivediamo un Video-package di quello che è accaduto fin’ora tra Ambrose e Rollins. Subito dopo vediamo Ricamino in infermeria col proprio medico intento a preparare un vaccino. Ambrose ci informa infatti che ha bisogno di un vaccino per tutte le malattie che potrebbe prendere a contatto con la gentaglia di Milwaukee. Ambrose poi dice che nessuna doccia toglierà mai i peccati di Seth Rollins. Ambrose dice che solo lui può eliminare i peccati, ossia Seth Rollins, dalla sua sofferenza a WWE TLC. Quindi Ambrose dopo essere passato da Ricamino a Reverendo si lascia pungere sul Popò dal medico. Subito dopo la regia si sposta al tavolo di commento, dove mentre Corey Graves parla, Ricamina Reene Young si chiederà come mai Ambrose sia pronto ad abbassarsi i pantaloni davanti al primo medico che trova.

Cambio di scena, i Lucha House Party sono pronti ad un match contro i Revival.

MATCH 2: Tag Team match; The Lucha House Party vs The Revival (2 / 5)

Anche stavolta i Lucha House Party adottano la Freebirds Rules e quindi il match diventa un Handicap match 3 contro 2 Tag Team. Gran Metalik e Dash Dawson aprono le danze. Metalik prende il sopravento aiutato anche da Lince Dorado. Sono poi i Revival che prendono il controllo del match, approfittando di qualche colpo a vuoto dei Lucha Party.

Ma non dura molto, la Lucha Rule da un grande aiuto ai Latini Americani. Infatti Kalisto colpisce Dawson con la Salida del Sol e grazie alla Rules Metalik esegue una Senton dalla 3° corda. Lince poi chiude il match con un tuffo, anche il suo in volo, per l’1-2-3.

Winner: The Lucha House Party

Subito dopo il match Reene Young ci annuncia che la “Facebreaker” Nia Jax ha ricevuto il suo match titolato per WWE TLC contro Ronda Rousey.

Nuova vignetta, poi, che annuncia il debutto di Lars Sullivan prossimamente su questi schermi. Graves spera che sia un nuovo innesto a Monday Night Raw.

Cambio di scena, sul ring arrivano Nia Jax e Tamina. Nia prende il microfono, ed i fischi vengono giù che manco la Juventus al San Paolo. Nia dice che le fa piacere che tutti gli siano grati per essere l’unica sopravvissuta del Team Raw a WWE Survivor Series. Lei è molto grata invece per aver rotto la faccia alla campionessa di Smackdown Becky Lynch e averla messa in naftalina con una commozione cerebrale.  Nia ci informa poi che la prossima sua vittima sarà Ronda Rousey, strappondole anche il titolo dalle mani. Jax poi continua a parlare, ricordando anche il loro match di WWE Money in the Bank 2018. La Jax smette di parlare solo quando Ronda Rousey decide di salire anche lei sul ring per due parole. E comunque se Ronda ha una pecca, mi sembra proprio quella che dovrebbe trovare un modo più credibile di portare la cintura sulle spalle. Sembra me quando porto la spesa a casa.

La Rousey prima le fa i complimenti per la vittoria della Battle Royal di WWE Evolution, poi senza mezzi termini dice a Nia Jax di essere pronta a combattere contro di lei anche subito. Cosi che una volta che avrà spezzato il braccio a lei, potrà concentrarsi su Charlotte Flair. Nia si prende del tempo, giusto quello che serve a lei e Tamina per circondarla. Ma ecco che arriva Natalya che prova a ristabilire la parità sul ring.

Ma Natalya non riesce nemmeno ad arrivare sul ring, visto che a metà strada viene fermata da una Riott Squad selvatica che compare dal nulla. Così Ronda è costretta ad andare in aiuto alla canadese lanciando occhi di sfida sia alle 3 Casinare che a Nia Jax.

Subito dopo cambio di scena, Drake Maverick è nel Backstage insieme ai campioni di coppia. Maverick ci dice che si, lui a WWE Survivor Series ha avuto paura di Big Show, ma questo non giustifica che Bobby Roode e Chad Gable possano ridere di lui. Per questo vuole che anche loro sentano la stessa paura che ha provato lui. Akam e Rezar rincarano la dose lanciando un avvertimento ai Number one conteder. Tutto ciò in quel che mi sembrava un sottoscala. Della serie famolo strano, come piace a noi.

MATCH 3: Raw Tag Team Championship match; Authors of Pain ( c )(with Drake Maverick) vs Bobby Roode & Chad Gable (2,5 / 5)

Prima del match Roode e Gable sono passati da Charly Caruso dove hanno ribadito il concetto che si prenderanno ti titoli per rendere la divisione Tag Team di Raw semplicemente e meravigliosamente ‘Gloriosa’. Sono Bobby Roode ed Akam che iniziano il match valevole per i titoli. Nel frattempo Drake prende possesso dell’accapatoio di Glorioso di Bobby Roode. Nel frattempo nel ring Roode e Akam si lanciano da una parte all’altra del ring, con qualche Chop che può solo accompagnare. Bobby riesce poi ad ottenere il tag e Gable si presenta prima con Missil Dropkick e poi con un’armbar tra le corde su Rezar.

Roode si riprende poi il cambio ma viene distratto da Drake Maverick, che dopo aver indossato il mantello ‘Glorioso’ sale la rampa e fa per andersene. Pubblicità. Torniamo dalla pubblicità DDT di Gable su Akam. Roode e Rezar si prendono i rispettivi Tag. Mentre intanto dal Titantron si nota Drake nel bagno con adosso la tunica sacra di Roode. La mette nella tazza e decide di farci i suoi bisogni fisiologici sopra. Nota di merito per l’intonazione della Theme song di Roode mentre effettua il suo bisogno col fischio. Con tanto di un ‘Glorious’ mentre lo sciacquone viene tirato. Tutto meravigliosamente, incredibilmente, semplicemente; Bello.

Inutile dire che in tutto ciò nel ring Gable e Roode vengono distratti, gioco facile per gli AOP effettuare la Last Chapter su Roode per ottenere l’1-2-3 vincente.

Winner and Still Raw Tag Team Champion: Authors of Pain

Cambio di scena, Bayley e una bellissima Sasha Banks sono nello spogliatoio quando vengono raggiunte da Alexa Bliss. L’ex campionessa di Raw dice ad entrambe che sa bene che hanno avuto delle divergenze in passato ma è anche grazie a loro due se lei ora ha questa responsabilità di occuparsi della divisione femminile. Per questo questa sera avrà un forum aperto con i fan. Alexa dice che vuole mettere da parte gli screzi passati ed il loro ego per il bene della divisione. Ovviamente la Banks non crede molto alle parole di Alexa che però spera che loro possano ricredersi. E se ne va.

Prima della pubblicità però Ember Moon sale sul ring per il suo match contro Alicia Fox. Really?

MATCH 4: Ember Moon (with Curt Hawkins) vs Alicia Fox (with Jinder Mahal & The Sing Brothers) (1 / 5)

Le ragazze sono infatti accompagnate sul ring dai rispettivi partner di Mixed Match Challenge. La Fox parte forte, mentre nel frattempo Alexa Bliss guarda il match nel suo ufficio. Ember Moon nel frattempo si libera abbastanza presto della pressione di Alicia, Eclipse, 1-2-3. Goodnight Everybody.

Winner: Ember Moon

Curt Hawkins incredulo finalmente può festeggiare una vittoria, anche se non sua. Ma mentre sono sulla rampa a divertirsi arriva No Way Jose con tutta la sua combriccola festosa. Il prossimo match lo vedrà impegnato contro il Modern Day Maharaja.

MATCH 5: No Way Jose (with Combriccola Party) vs Jinder Mahal (with Sing Brothers) (2 / 5)

L’ex Campione WWE (detto con moooolta riluttanza) domina le prime fasi del match. Jose cerca di sorprenderlo con un Roll up che produce un conto di 2 mentre di controparte riceve un bel Superkick dritto al viso. Anche qui però solo 2 per Jinder. I Sing Brothers guardano il tutto da bordo ring compiaciuti.

Jinder poi inchioda Jode con una Sleeperhold al centro del ring. Jose riesce a liberarsi e colpire con un Crossbody dal paletto prima e 3 Clothesline poi. Mahal perà è bravo di astuzia a lanciarlo sulla terza corda e a connettere poi la Kallas, 1-2-3. Shaaaanti.

Winner: Jinder Mahal

Dopo  la pubblicità arriva sul Ring l’Intercontinental Champion Seth Rollins. “Benvenuti a Monday Night Rollins” questo l’esordio di Seth per dare il benvenuto al pubblico in visibilio per lui. Rollins ammette che ultimamente è stato molto preso dalla situazione con Dean Ambrose, per questo è tempo di tornare a essere un campione di combattimento. Anche Seth ha sentito dire da Ambrose che non sarà qui stasera, perché è un vigliacco, probabilmente sarà nascosto da qualche parte nell’arena. Ma a Seth non importa, lo brucerà comunque, ma ora è il momento di indire una Open Challenge per il suo Intercontinental Title.

Ad uscire è Dolph Ziggler. Dolph dice che se Rollins vuole tornare a essere se stesso, allora non deve fare altro che perdere contro di lui. Poi rincara la dose dicendo che se Rollins torna se stesso allora lui torna ad essere il ‘Best in the World’ (cit.) e non solo, visto che tornerà anche ad essere Intercontinental Champion.

MATCH 6: Intercontinental Championship match; Seth Rollins ( c) vs Dolph Ziggler (4 / 5)

Presentazioni di rito di Jojo e match può iniziare subito con ritmi molto alti. I due contendenti si mandano senza problemi da una parte all’altra del ring. Fino a quando Seth non manda fuori dal ring Dolph con una Clothesline e manda noi in pubblicità.

Tornati dalla stessa troviamo Rollins che si lascia sorprendere da una Slingblade di Ziggler, che poi lo tiene giù con una presa al collo. Rollins prova a reagire ma è vittima di un Neckbreaker, 1-2-Kick Out! Si salva Seth dal pinfall dello Show Off. A quel punto Ziggler colpisce anche Seth con mosse al limite della legalità, ma comunque non sufficenti a far scattare la squalifica.

Seth Rollins è ancora prigioniero di una presa alla testa al centro del ring, riesce a rialzarsi solo grazie al supporto del pubblico, ma è vittima di una spallata di Dolph. 1-2-Kick Out, non basta una semplice spallata per vincere un match contro l’Architetto del Ring. Rollins prova a ribaltare la situazione, ma stavolta viene lanciato lui in catapulta fuori dal ring da parte di Ziggler prima della pubblicità.

Tornando sul ring troviamo Seth in cima al paletto che prova a volare andando a vuoto. Ma riesce però a colpire Dolph con un calcio in semirovesciata, roba da Daredevil insomma. Rollins va poi sulla 3° corda in volo, questa volta il colpo va a segno ma come frutti riceve un inutile conto di 2. Torna allora di nuovo sul palleto, questa volta Dolph lo fa inciampare e prova a farlo cadere con un Superplex dal paletto. Ma Seth si libera e vola per il Frog Splash, che non va a segno. Rollins è allora vittima della Fame-asser, 1-2-Kick Out!!! Rollins si salva proprio mentre sembrava che il titolo stesse prendendo la via di Cleveland.

Subito dopo Rollins e Ziggler riescono a bloccarsi a vicenda vari tentativi di colpirsi. Rollins allora chiama il Superkick che va a segno e prova due volte a colpirlo con il Curb Stomp, ma va a vuoto. Di riflesso invece Ziggler va a segno con la Zig Zag, è finita, 1-2-NO! Rollins riesce di nuovo ad uscire dal conteggio giusto in tempo. Allora Dolph, oramai frustato, quasi non è vittima di un Roll Up improvviso di Seth. Ma Dolph se ne esce e va sulla cima del paletto. Rollins caccia fuori il coniglio dal cilindro è lo raggiunge come un rapace sulla vetta dell’Everest. Superplex dal paletto e successivo Vertical Suplex, 1-2-3!!! Che magia quella di Seth Rollins!

Winner and still Intercontinental Champion: Seth Rollins

Dopo il match Seth si prende il tributo dal pubblico che merita. Dean Ambrose invece non è pervenuto alla contesa.

Il nostro Main Event sarà Balor verso Corbin, mentre nel Backstage Alexa Bliss è intenta a prepara il suo forum con i fan chiamato “Open Forum: Un’opportunità per Sasha Banks e Bayley”.

Marchetta di Smackdown dove Daniel Bryan sta ancora una volta dimostrando chi è il migliore in WWE e si va in pubblicità.

Tornati nell’Arena Alexa Bliss arriva al centro del ring. Alexa si presenta come nuova responsabile della Women’s Divison di Raw e presenta il suo Open Forum. Indica Charly Caruso che intervisterà i fan. Ma prima di tutto ciò da il benvenuto sul ring alla Boss Sasha Banks e alla Hugger Bayley! Devo dire che ascoltare la Theme di Bayley alle 6 del mattino non è poi così male. Le due amiche salgono sul ring, Alexa le fa accomodare su delle sedie al centro del ring e poi indica il primo fan che può fare una domanda. La prima fan chiede a Sasha e Bayley come cambierebbero la Raw Women’s Division. La diplomatica Bayley dice che è orgogliosa della divisone e non cambierebbe nulla. Sasha invece la tocca subito piano dicendo che manderebbe Alexa Bliss a Smackdown Live.

A questo punto Alexa punzecchia Sasha su quanto siano amiche lei e Bayley, anche se la Hugger l’ha messa spalle a terra molte volte. Bayley non è d’accordo. Anzi dice che forse si è sbagliata. Anche lei mandarebbe Alexa da qualche parte, ossia all’inferno da dove è venuta. Alexa le guarda male mentre le due ridono finchè non vengono attaccate alle spalle da Mickie James, Alicia Fox e Dana Brooke. Le Hug & Boss Connection fanno piazza pulita del ring, mentre Alexa è costretta a guardarle festose sulla rampa.

E siamo giunti al Main Event.

MAIN EVENT MATCH 7: Finn Balor vs Baron Corbin   (2,5 / 5)

Il match inizia subito con Balor che parte all’assalto del forte di Baron Corbin. Il General Manager ancora pro-tempore di Monday Night Raw riesce a portare il suo avversario all’angolo e a tenerlo a terra in mezzo al ring con una presa alla testa. Balor cerca di lottare e uscire dalla presa. Corbin allora si lancia sulle corde e subisce il Dropkick da Finn (Bravo fesso che la metti in velocità con Balor). Balor a questo punto riesce a prendere il sopravvento nel ring, con Baron che è costretto ad uscirne fuori. Pubblicità.

Torniamo dalla stessa trovando Baron Corbin che ha preso il volante del match tra le mani, col vestito di Rosso Balor in difficoltà. Baron riesce addirittura a mettere giù Balor con una potente Clothesline,1-2-Kick Out. Questa volta Balor riesce ad alzare la spalla. Baron tenta allora ancora una volta di far viaggiare Balor per il ring, ma questa volta è vittima della Slingblade. Dropkick poi per Balor, ma Baron lo colpisce con la Deep Six, 1-2-Kick Out. Si salva ancora Finn. I due si rialzano e Balor riesce a mettere giù Corbin con un Doppio Stomp a cui va a seguire la Coup de Grace. Ma Balor va a vuoto perché Corbin riesce ad evadere. Baron prende un microfono è indice che questo match diventerà un 2 contro 1 Handicap match ed il suo partner sarà Drew McIntyre.

Winner: No Contest

MAIN EVENT MATCH 8: 2 vs 1 Handicap match; Drew McIntyre & Baron Corbin vs Finn Balor (voto complessivo vedi sopra)

A questo punto punto più che un match diventa una mattanza per il povero Finn Balor. Infatti Drew e Corbin fanno quello che vogliono di Balor. Claymore, 1-2-3.

Winner: Baron Corbin & Drew McIntyre

Al banchetto sulla carcassa di Balor si aggiunge anche Tartufone Lashley, che lo colpisce subito con una Dominator. Prima che Monday Night Raw finisca, Drew McIntyre ha il tempo di colpire con una nuova Claymore. Così che Raw finisce con i Drew e Lashley sui paletti e Baron che Gongola al centro del rin

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
5
Qualità dei promo
5
Evoluzione delle storyline
4,5
FONTEzonawrestling.net
Leafar Attila
La passione per la WWE è alla pari a quella per il Napoli. Vive alla giornata non si preoccupa dei problemi, sono i problemi che si preoccupano di lui. AJ Styles, Kevin Owens, HBK, Eddie Guerrero e CM Punk i Wrestler preferiti. Blindmark di Daniel Bryan, YES! YES! YES!