Ed eccoci ad un’altra puntata di Raw! Qui è Erika e anche oggi si vola.
Oggi in America si festeggia il Memorial Day e come ogni anno Raw è in prima fila per celebrare coloro che hanno perso la vita per l’amore della loro Nazione con una grafica toccante e commovente.
Ma passiamo subito all’azione, infatti è la theme di Braun Strowman che interrompe la magia, microfono alla mano e si parte!
Braun si dice motivato ogni volta che alza lo sguardo verso la valigetta, ci ricorda come ogni buon capitan ovvio che contiene il contratto che gli permetterà di vincere la cintura e, come al solito, ci ricorda come distruggerà altri sette uomini da bravo mostro quale è. Nessuno, ne The Miz, ne Kevin Owens, ne il New Day, ne Bobby Roode riusciranno a fermarlo, neanche Finn Bàl- oh ma che sorpresona, ecco Finn che fa la sua entrata per difendere il proprio onore e dignità.
Finn ci ricorda che è il primo Universal Champion in assoluto e ci ricorda che non ha mai perso la cintura… e che vuole riprendersela (stiamo freschi, lo dice ogni volta con una cadenza di un mese da quasi un anno… i booking, quelli belli). Ricorda a Braun che sbaglia a sottovalutarlo, perchè beh, Finn la scorsa settimana ha tenuto testa a Braun… e udite, udite, con una frecciatina sull’altezza di Finn, Braun l’ammette. Per essere piccolo, il pulcino sa cantare… ma Finn non lo prende esattamente come un complimento e colpisce Braun, che in tutta risposta lo prende e lo lancia dall’altra parte del ring, facendolo volare!
Finn sfugge dal ring, Braun tenta un inseguimento ma questa volta è il General Manager di Raw a fare la sua entrata e da bravo motivatore face vuole accellerare i tempi per una sfida che chiama sang- intensità, intensità e intensità! Andiamo quindi con il primo match (povero, povero Finn).

Pubblicità

Braun Strowman vs Finn Bàlor (1,5 / 5)

Per la nostra gioia è Kevin Owens che si aggiunge al nostro già colorito commento di Raw!
Il match comincia con qualcosa di completamente diverso dal solito! Wow, ci avete creduto davvero? Mi dispiace.
Braun e Finn giocano ad acchiappino, almeno fino a che Braun riesce ad acchiappare Finn e lanciarlo a suo piacimento un po’ a destra, un po’ a sinistra. Il Mostro prende la rincorsa dal paletto opposto al quale è spiaggiato Finn per poterne fare una sottiletta, ma il nostro caro ”Primo campione Universale” riesce a deviarlo con un bel calcione in faccia. Il match procede, per ogni calcio o pugno che Finn si azzarda a tirare, Braun lo lancia dall’altra parte del ring senza troppa premura. Sembra che non ci sia niente da fare per Finn e sembra che la fine del match sia vicina… ma ecco Kevin Owens che preso dall’euforia del commento (lo amiamo per questo) si alza, prende il microfono e incita Braun a dare di più. E’ come il regista di un film brutto, si alza e ”E’ così che un Monstro fa?! No! Voglio di più, di più! Vogliamo il sangue Braun!”. Il gigante sembra prendere bene quel commento e dopo uno sguardo omicida a Owens torna a martoriare povero Finn con una serie di mosse viste e riviste, con una dinamica del match del tutto simile ai minuti precedenti.
Ed è Owens, ancora, che ci regala gioie e pepe al commento! In un momento di rivalsa di Finn, dove l’atleta riesce a spingere Braun fuori dal ring, Owens si alza e “Ti sembra questa l’intensità che un uomo straordinario che fa cose strordinarie mette?! Più sangue, Finn!”.
Finn non si lascia distrarre, anzi sembra motivarsi! Ed ecco che Finn riesce ad atterrare Braun, arriva a fare un primo Coup de Grâce, ed ecco che sta per arrivare il secondo! MA E’ KEVIN OWENS CHE INTERROMPE IL MATCH! Colpisce Finn quando è in cima al paletto, ed anche oggi zero gioie per il nostro irlandese.
Vincitore: Braun Strowman per squalifica
Ma se pensate che Owens abbia finito vi sbagliate di grosso. Per abbattere mostri e leggende del wrestling le sole mani non bastano ed ecco che per finire bene il lavoro prende una scala e colpisce Finn! Sta per fare lo stesso con Braun, ma in tutta risposta il Gigante prende la scala dalle mani di Owens e la lancia, mentre KO scappa!
Ed anche oggi niente sangue. Magari la prossima settimana.
Come inizio non male, va ammesso. Ma oggi per noi sembra andare ancora meglio, dato che la regia ci porta nel backstage, all’inseguimento di un Kevin Owens armato di valigia, che cerca una macchina per fuggire dall’arena in modo celere ed efficace. E’ Kurt che lo raggiunge, lo riacchiappa e anticipa a tutti noi che avrà un match stasera! E sarà contro il GLORIOSO Bobby Roode.

Si passa oltre!
Andiamo al centro del ring, dove troviamo Elias Samson, che strimpellando la chitarra insulta l’arena di Richmond, ma viene interrotto da un grido che rompe il silenzio momentaneo che si è creato, BUUUUUURN IT DOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOWN!
Ed eccoci con la difesa del titolo intercontinentale da parte di Seth Freakin’ Rollins, più brillante che mai nel giorno del suo compleanno (le coincidenze).
Seth con non chalance prende lo sgabello di Elias e lo lancia fuori dal ring, mentre un indisposto Elias abbandona il ring. E andiamo!

Seth Rollins vs Jinder Mahal (2 / 5)

Diamo il via alle danze! I due si studiano al centro del ring, con leve e giochi di forza lottano per ottenere la supremazia sul ring… ed è Mahal a vincerla, schiantando Seth sul ring e tentando subito l’1, 2 e 3! Ma Seth è pronto e annulla il tentativo.
Per la prima parte del match sembra che Jinder abbia la meglio grazie alla sua stazza, ma Rollins riesce a recuperare grazie alla sua sorprendente agilità, conquistando il ring.
Seth e Jinder ci regalano una serie di scambi straordinari! I due sembrano andare di pari passo, senza che nessuno dei due prevalga!
Ma ogni cosa bella deve finire e sembra essere l’Architetto a costruirsi la vittoria! Seth si prepara per la sua mossa finale, la curb stomp… ma è Singh ad intervenire, afferra Rollins per un piede e attira l’attenzione dell’arbitro, che lo caccia dal ring! Nel frattempo indisturbato Jinder afferra una sedia e colpisce Seth, tenta lo schienamento e… ANCORA NIENTE! Seth riesce ad alzare una spalla prima che arrivi il definitivo 3!
Seth reagisce, ma è ancora Singh a intervenire! A questo punto è Seth a cacciare Singh, prendendolo e mazzolandolo bene. Ed è a quel punto che gli occhi di Seth cadono sulla sedia a bordo ring, la afferra e comincia a colpire reiterate volte Jinder! E poi Singh! E poi Jinder! E con la sedia alzata al cielo, come un trofeo, sancisce la fine del match (Seth ed i rapporti con le sedie, non so perchè ma ho una leggera ansia ogni volta che gliela vedo in mano).

Vincitore per squalifica Jinder Mahal

Quando si dice fortuna, uhm? Stavo chiedendo di togliere la sedia dalle mani di Seth e Elias sembra avermi ascoltata e provvede, anche se non nel modo in cui speravo.
Infatti il musicista solitario prende la sua chitarra e la fracassa sulla schiena di Seth, che sta festeggiando con la sua adorata sedia sopra il tavolo di commento. Seth cade di sotto e sembra cosa seria, dato che viene trasportato fuori dal ring con tanto di presidi medici.
E passiamo alle signorine!

Nia Jax vs Atleta Locale (?) (1 / 5)

E’ la campionessa che fa la sua entrata, ma a metà rampa viene interrotta da Ronda Rousey, che fa la sua entrata per raggiungere il tavolo di commento.
Nia, come gli altri due atleti già interrotti prima di lei, non la prende esattamente bene e chiede il microfono, per poter minacciare Ronda.
La campionessa di Raw è contro un’atleta locale oggi, niente di speciale, Nia vuole solo imostrare come distruggerà Ronda. Infatti è Nia a porgere il braccio all’atleta, per far sì che simuli la mossa di sottomissione dell’ex campionessa UFC… ed è in un batter d’occhio che si libera, dimostrando che per lei non è un problema liberarsi e schiantarla a terra solo come una donna della stazza di Nia sa fare. Ronda non sembra per niente impressionata, mentre Nia finisce l’atleta, che non si muove più, sono quasi preoccupata.
Il match è lento e la dimostrazione pure. Ronda continua a sorridere come una scolaretta a Corey Graves, Nia colpisce l’agnello sacrificale e per ogni volta che lo fa prende il microfono e con noia mortale illustra i suoi piani malvagi per Money In The Bank… ‘sta puntata di Raw sembrava cominciata troppo bene, ora sì che riconosco i miei bookers.
Finalmente oserei dire, Nia invita Ronda ad aiutare la povera Atleta a terra al centro del ring. Nia caccia addirittura l’arbitro, vuole solo Ronda sul ring. Le due si studiano, si guardano e mentre Ronda socchiude gli occhi nel tentativo di intimidire Nia, quest’ultima ride e la prende in giro, sminuendo il suo clamoroso tentativo di apparire quasi minacciosa (dopo che ha sorriso per dieci minuti e mezzo come una bambina felice mentre si parla di come la distruggeranno a MITB… il che è assurdo, chi sorride in questi casi?).
La Campionessa finalmente decide di andarsene dal ring, abbanonando un’attonita e confusa Ronda Rousey al centro del ring e boh, sinceramente lo sono anche io.
Ma perchè… why. Gestione un po’ patetica.
E andiamo con i tag team! I campioni Tag Team di Raw fanno la loro entrata.
Se ho cercato di fare un commento serio fino ad ora, da qua in poi non credo di esserne capace. Non posso prendere seriamente tutto ciò.

Matt Hardy & Bray Wyatt vs The Ascension (1,5 / 5)

Prima di cominciare, stoppo un attimo il video, RIP quel gran personaggione che era Bray Wyatt. Ebbene, rieccoci, mi arrotolo le maniche della camicia e con sguardo sdegnato dalla vita riprendo a visione.
Partono Bray e Viktor al centro del ring. I due si danno battaglia per poco, scambio veloce prima del cambio a Matt! Questa volta è Viktor a prevalere, dando il cambio a Konnor, che fa di Matt un po’ quello che vuole. Lo lancia da una parte all’altra del ring, prova in ogni modo a cercare una combo vincente ma l’unica cosa che alla fine riesce a fare è chiedere il cambio a Viktor, mentre Matt lo chiede a Bray. Il match non ha niente di speciale, non finchè Bray finalmente chiama la Sister Abigail in combo con Matt, sancendo la fine del match.
Vincitori e campioni Bray Wyatt e Matt Hardy
Ringraziando il cielo la grafica ci porta lontano dal ring (sfortunatamente mai troppo lontano in questi casi), nel backstage! Il B-Team, Bo Dallas e Curtis Axel, chiedono a Kurt un match per le cinture Tag Team! I due sembrano aver acquistato fiducia da quando hanno vinto il loro primo match (e ragazzi, neanche quando erano i Social Outcast vincevano. Ma ve li ricordate come erano conciati? Magnifici).
La parte degli idioti gli riesce particolarmente bene ed è così che i due, al rifiuto di Kurt di indire il match, decidono di prendersi la benedizione per il match da soli… invitando i tag team tutti al loro Memorial Day Barbecue, che si terrà stasera. Anche Kurt è attonito mentre i due festeggiano la grandiosa idea che hanno avuto. Potrebbe dare una svolta alla serata, ma soprattutto alla divisione tag team… non sarebbe male.
Si va con la grafica che annuncia il prossimo G L O R I O S O match!

Bobby Roode vs Kevin Owens (1,5 / 5)

Ogni volta che vedo Bobby fare la sua entrata la speranza invade il mio cuore… e ancora di più quando sento la theme di Owens, che come un tornado, come un bambino ferito, grida frustrato al cielo. Potrebbe essere la mia rappresentazione adesso, sinceramente. Magari vi chiederete “quanto manca alla fine di questo noioso report di questo ennesimo schifo di Raw!?” beh, ve lo dico io, troppo.
Bando alle ciance, eccoci al match. I due non perdono tempo e subito tentano delle mosse di costrizione, provano a prevalere con una serie di mosse al centro del ring.
E Kevin che prevale per la maggior parte del match, regalandoci un repertorio di mosse ben fatte e divertenti insulti a Bobby di tanto in tanto. Roode sembra recuperare di tanto in tanto, ed è finalmente dopo qualche minuto di completa incertezza che si prepara per la Glorious DDT… ma Kevin è pronto e scivola fuori dal ring! Il Glorioso lo insegue, colpendolo sulla rampa, prendendolo e riportandolo sul ring. Owens non si fa prendere impreparato, con un perfetto superkick colpisce Roode in piena faccia, stordendolo!
Sembra che sia Bobby a prevalere, tentando un roll-up, ma è Owens che vince lo scambio, tentando a sua volta un roll-up che riesce! 1, 2 e 3!

Vincitore: Kevin Owens

Mentre Bobby si dispera e Owens festeggia, sorpresona delle sorpresone, un risentito Braun Strowman fa la sua entrata. Kevin prova a scappare facendo un giro del ring e poveraccio, gli sarebbe andata bene se non ci fosse stato Bobby a bloccargli il passaggio.
Inutile dirvi come finisce, vero? Braun prende Owens e non lo sbatte a terra una volta, ma ben due. E mentre il Glorioso festeggia il gigante, quest’ultimo dimostra di non volere alcun amico. Lo prende per la gola e, con grazia divina, prende e schiaccia anche lui a terra, perchè può.

Non sono stata colpita da Braun, ma vi assicuro che il dolore è tanto… dalla regia ci ricordano l’esistenza di questo feud, Sami vs Lashley. A quanto pare Sami si scuserà con Bobby per aver offeso lui e le sue sorelle.
Ho visto solo la grafica e già sto in agonia.
Ed eccoci quindi con Sami, che entra ballando in modo del tutto imbarazzante fino al ring. Sapete cosa c’è di peggio di un Sami face e gestito male? Un Sami heel e gestito male. E sebbene la voglia di skippare sia tanta, devo commentarvi anche questo. Mannaggia a me.
Sami prende quindi un paio di occhiali, se li mette nel tentativo di impersonare Geppetto di Pinocchio e comincia a leggere un foglio che sembra scritto dalla gestione della WWE. In sunto, il foglio esplica come Sami abbia mentito, quelle non sono le sorelle di Bobby e Sami dovrebbe vergognarsi per ciò che ha fatto. E, ragazzi, momentone della serata… Sami si sfila gli occhiali e con sguardo grave fissa la telecamera, rivelandoci che… ci ha mentito. Quelle… quelle non sono le sorelle di Bobby. Anzi, sono uomini, perchè nessuno lo ha capito, no? Sono uomini… e servivono per provocare Bobby. E con molta, mooolta fatica, Sami cerca di scusarsi. Si scusa con la famiglia di Bobby, con Bobby, con noi pubblico a casa.
Ma subito il momento toccante e disperato si trasforma in un’invettiva generale. Sami si agita e contorce mentre ci dice che sì, quelle non erano le vere sorelle di Bobby, ma perchè dovrebbe vergognarsi di aver detto al verità? Infatti il sunto finale a cui lui voleva arrivare con quel tremendo segmento era che Bobby è un bugiardo, quelle storie sono vere! Sami vorrebbe le scuse del pubblico, lui le merita. E perchè? Perchè meritava di più. Perchè se ci fosse una giustizia divina sarebbe stato lui a partecipare al match per la valigetta del Money In The Bank, lui a sfidare Seth Rollins per il titolo. E come dargli torto? C’ha pure ragione il nostro Sami, è quello che tutti pensiamo da quando ha messo piede nel roster principale.
Ma ecco Bobby Lashley ad interrompere Sami, un Sami in agonia ed amareggiato quanto me.
Bobby propone a Sami una sfida, a MITB, per risolvere la cosa ”da veri uomini”. Anzi, propone a Sami l’opportunità di finirla con le lamentele e il trash talking, per passare ai fatti.
I due si stringono la mano e si provocano un’ultima volta prima di mettere la parola fine a questa agonizzante scena. A Money In The Bank avremo un altro super match, wow, non vedo l’ora. Quasi meglio di Roman vs Jinder, woooh, mitico.
Cerchiamo di guardare ciò che c’è di buono in questo roster, passiamo a Drew McIntyre, accompagnato da Dolph.

Drew McIntyre with Dolph Ziggler vs Chad Gable (1 / 5)

Si parte, here we go!
Chad parte subito all’attacco, ma è Drew ad avere la meglio, con una serie di pugni e chop riesce a mettere in seria difficoltà Gable. Chad non sembra vedere la luce, sembra che non ci sia niente che possa fare contro Drew. A niente serve il moonsault che va a segno, Drew domina la scena con la sua forza e stazza. Poco dopo l’inizio del match arriva il Claymore Kick finale, che mette fine ai giochi.
1, 2 e 3, Gable torna a casa in attesa che qualche miracolo accada (e vedendo quanto prevedibili sono i booking, sapiamo tutti cosa accadrà da qua a poche puntate).

Vincitore: Drew McIntyre

Ed eccoci al momento più alto della serata… forse supera il segment di Sami, lol. IL MEMORIAL DAY BBQ DEL B-TEAM!
I due sono al centro del ring con Titus, Apollo, gli Ascension, Curt Hawkins, Rhyno e Heath, i Breezango… sembrano esserci tutti. E le cose sembrano andare per il meglio fino a che Titus non si lamenta del fatto che manchino dei biscotti.
Sì, i biscotti, avete capito bene. Ma Heath va in loro difesa… insomma, è una festa o no? Bisogna divertirsi e mangiare quello che c’è! Ma Bo e Cutis sembrano risentirsi, quindi cosa fare se non richiedere indietro tutto il cibo? Provano a strappare una ciotola di non-si-sa-bene cosa dalle mani di Fandango e Tyler, ma i due non ci stanno ed è così che dal nulla si crea una delle più classiche americanate made in WWE mai esistite, FOOD WAR AL CENTRO RING! Solo Rhyno rimane sul ring, a mangiare. Ma il suo momento di notorietà presto finisce, perchè il B-Team una volta cacciati tutti quanti torna sul ring per rifarsela con lui. E fortunatamente anche questa è andata, i due schiantano Rhyno su un tavolo e festeggiano non si sa bene cosa, alzando i pugni al cielo.
Oh dio, almeno siamo a fine.
Come se non fosse bastato il segmento ci ritroviamo nel backstage con il B-Team e Kurt Angle, che annuncia una sfida tra tag team per la prossima settimana… chiunque vinca, potrà quindi sfidare i campioni tag team, Bray e Matt.
Gioia infinita, bacini, si passa alle donne.

Bayley vs Liv Morgan vs Sarah Logan vs Ruby Riott vs Dana Brooke vs Mickie James vs Sasha Banks (3 / 5)

Ultima opportunità per qualificarsi per il Ladder Match femminile del Money in The Bank con un Gauntlet match! Adoro questa modalità di match, non so bene perchè ma a livello di intrattenimento mi piace un sacco.
La prima ad entrare è Bayley, che tiene a ricordarci che è pronta a sfidare chiunque salga sul ring, compresa Sasha. Non rinuncerà al sogno di vincere quella valigetta!
La sua prima sfidante è Liv Morgan. Il match non fa in tempo a cominciare che Bayley ha già schienato la Morgan… well, you tried Liv.
Prossima sfidante, altro componente della Riott Squad, Sarah Logan!
Le due cominciano con uno scambio di pugni, è sempre Bayley a prevalere, sembra dare il massimo e non lasciare spazio all’avversaria! E’ con un roll-up, quando sembra in difficoltà, che Bayley vince. Ma Liv e Sarah Logan attaccano Bayley subito dopo, in preparazione a ciò che sta per arrivare… l’ultima componente della Squad, Ruby Riott, che sembra avere la vittoria in tasca.
E’ Ruby a prevalere, dopo pochi scambi con una già stanca e pestata ben bene Bayley, la punk ha la meglio! 1, 2 e 3, con il lavoro fatto dalle altre due si porta a casa la vittoria.
Chi vince tiene la corona, quindi fuori Bayley, dentro Ruby contro Dana Brooke!
Ruby non la fa neanche entrare, comincia a colpirla proprio mentre entra. Questo non sembra fermare Dana, che con delle mosse da circo sembra mettere in difficoltà Ruby… ma niente da fare. Con un enzuigiri conclude la rivalità.
Fuori Dana, dentro Mickie James da Wonder Woman vestita! Ruby sembra stanca, ed infatti Mickie ne approfitta. Salto dal paletto ai danni della punk, ma nonostante ciò non sembra fermarsi. Mickie tenta un paio di volte il pin, ma niente da fare, Ruby non desiste!
Le due hanno un bello scambio di mosse e contro mosse, Ruby evita un superkick di Mickie, questa evita l’enzuigiri di Ruby, si passa ad un roll-up ai danni di Ruby che viene sventato e con un altro roll-up, ai danni della James, Ruby ottiene il pin! 1, 2 e 3, non proprio pulitacome vittoria, dato che ha trattenuto la James per il costume, ma Ruby vola verso casa, manca solo una base per ottenere il punto!
Ed eccoci, entra la Boss, Sasha Banks!
Si parte con una serie di roll-up tutti sventati, fino a che non è la Boss a prevalere e a bloccare Ruby a terra. Le due si danno battaglia, ma la Riott è stanca e fatica a riprendere fiato. Sasha prevale, ma non riesce mai ad ottenere la vittoria, le due sembrano annullarsi, per ogni mossa l’altra ha una contro-mossa.
E’ sul paletto che sembra esserci una svolta! Sasha scivola tra le gameb di Ruby, prendendola e scaraventandola a terra! In un nulla le è sopra e si vadi Bank statement! Liv interviene, per un momento sembra che Ruby ottenga la vittoria con un roll-up, ma la Boss non si fa fregare e dopo aver cacciato la biondina riesce a portare a termine il Bnk statement con successo!
Ruby cede, Sasha Banks è l’ultima donna a qualificarsi per il Women’s Ladder Match di Money in The Bank!
Saranno Natalya, Charlotte Flair, Ember Moon, Alexa Bliss, Becky Lynch, Naomi, Lana e Sasha Banks a darsi battaglia per raggiungere il loro obbiettivo comune, la tanto agognata valigetta.

Vincitrice: Sasha Banks

Ed è qui che io vi saluto, dopo una puntata decisamente lunga alla quale non so come son sopravvissuta, non vedevo la luce in fondo al tunnel.
Alla prossima!

PANORAMICA RECENSIONE
QUALITA' DEI MATCH
5,5
QUALITA' DEI PROMO
5
EVOLUZIONE DELLE STORYLINE
6,5
Ventiduenne in fissa con il crossfit che pratica giornalmente e con il wrestling che segue fin da piccola. L'Irlanda è il suo grande amore e lo sport è l'aria che respira e probabilmente quando non la trovate in palestra potete trovarla sommersa da una marea di fumetti. P.S.: #TeamStark #TeamLoki #Grifondoro