Bentornati amici di Zona Wrestling nella serata più calda della settimana, quella del confronto fra NXT e AEW Dynamite. Dopo una due giorni dove la WWE ha dimostrato per l’ennesima volta di avere un talento innato per rovinare un buon lavoro, possiamo gioire. Il giallo è garanzia di qualità e i match annunciati nella card ne sono la prova: Lio Rush tenterà l’assalto al titolo dei pesi leggeri detenuto da Drew Gulak, mentre il talentuoso Isaiah “Swerve” Scott proverà a mettersi in mostra contro il North American Champion Roderick Strong. Nel main event ci sarà la resa dei conti fra WALTER e Kushida, dopo la serie di attacchi delle scorse settimane. A raccontarvi questo popò di roba c’è Jasper e si parte subito con la difesa dell’NXT Cruiserweight Championship, la prima da quando la cintura è stata ribattezzata con la sigla dell brand dorato, anche se nell’aspetto è sempre la stessa cafonata viola.

1) Single match for the NXT Cruiserweight Championship: Lio Rush vs Drew Gulak (c) 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)
Rush ha l’argento vivo addosso e parte a mille all’ora con una Spanish Fly e voli fuori dal ring. Lo sfidante prova a intrappolare Gulak in una Guillotine Choke ma il suo peso leggerissimo favorisce il campione che ha una facile via di fuga. Drew porta la contesa a ritmi a lui più congeniali, prima con manovre di impatto poi con prese a terra. Lio viene anche caricato sul paletto e dopo un tentativo di fuga viene scaraventato nel vuoto con un Dropkick. Dopo la pausa è sempre Gulak ha far valere la sua esperienza e ribalta un tentativo di Springboard Stunner prendendo Lio al volo e intrappolandolo nella Gu-Lock. Rush ne esce incredibilmente viene subito schiantato al suolo con la Cyclone Crash, che gli vale solo un due. Il campione prova allora a mettere nuovamente Lio sulla terza corda, ma stavolta viene fatto capitolare a terra e colpito con uno Splash. Il campione si rialza ma Lio lo rimette a dormire con un’altra Stunner in rimbalzo sulle corde. Il Man of the Hour sale ancora in quota e tributa Eddie Guerrero nel giorno del suo 52 esimo compleanno con una Frog Splash. L’arbitro conta fino a tre e Lio Rush è il nuovo campione dei pesi leggeri.
Winner and new: Lio Rush via pin fall

William Regal vuole incoronare personalmente il vincitore ma Gulak sembra non essere molto d’accordo e strappa la cintura dalla vita di Rush. Dopo un momento di tensione mostra però grande sportività e passa il testimone complimentandosi con Lio. Intanto Kushida si sta scalda con i Breezango per il suo match e una grafica annuncia che Tegan Nox tornerà la prossima settimana a NXT dopo il brutto infortunio e stasera è nel backstage è in compagnia di Dakota Kai. Rimaniamo nella divisione femminile e il prossimo match sarà un perfetto esempio di come calpestare un bellissimo fiore con uno stivale di pelle.

2) Single match: Rhea Ripley vs Aliyah (s.v.)
Bastano i cori del pubblico per raccontare il match: “Rhea is gonna kill you!”.
Winner: Rhea Ripley via submission

Rhea Ripley è sempre più incazzata, non si è dimenticata di come è finito il suo match contro Shayna Baszler e sfida la campionessa a farsi avanti nelle prossime settimane. Fatico a credere che questa bestia sia la stessa ragazza che su Instagram pubblicava foto con cuccioli di cane. Dopo la pubblicità, nell’arena risuona lo stesso rumore che mi sveglia regolarmente alle 7 di mattina, quello di un martello pneumatico. Lo stage diventa un cantiere per la nuova entrata dei “Men at Work” Breezango. Parte la musica degli Ever-Rise, ma i due canadesi arrivano trascinati a peso morto da Jaxon Ryker. A quanto pare i due muratori avranno dei nuovi avversari.

3) Tag Team match: Breezango vs The Forgotten Sons 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)
I due brutti ceffi iniziano di prepotenza, lavorando benissimo in coppia e prendendo di mira la schiena di Tyler Breeze con una serie di Backbreaker. Prince Pretty riesce a dare l’hot tag a Fandango che per un momento ha la meglio sugli avversari e travolge Jakson Ryker fuori dal ring con un Suicide Dive. La distrazione però gli è fatale, perché i Blake e Cutler intrappolano il ballerino nella Memory Remains che vale la vittoria.
Winner: The Forgotten Sons via pin fall

Un video fa vedere Keith Lee che promette che ci crogioleremo nella sua gloria. Un giorno dovrà anche spiegarci cosa vuol dire, ma ora è il momento giovani che tanto ci piace. Peccato che…

4) Single match: BOA vs Cameron Grimes (s.v.)
Altro match di pochi secondi per Grimes, Double Footstomp e tutti a casa.
Winner: Cameron Grimes via pin fall

Ma diretto verso il ring c’è Kilian Dain che ha bisogno di menare qualcuno. Grimes è rapido a prendere il suo orrendo cappello e darsela a gambe. BOA è ancora a terra e viene brutalizzato dalla Bestia di Belfast, che si lancia de panza dalla seconda corda e scaraventa l’atleta cinese sul tavolo dei commentatori. Dopo aver visto i Forgotten Sons, Rhea Ripley e Killian Dain non vorrei mai trovarmi da solo nel backstage di NXT. Una clip fa vedere Damian Priest, che promette a Pete Dunne di cancellare il suo nome dalla memoria di NXT, dopo l’attacco della scorsa settimana. Si torna all’azione e non vedo l’ora di assistere al prossimo incontro: “Swerve” è quello che reputo il miglior talento a NXT e stasera ha l’occasione di far vedere quanto vale contro il campione nord americano.

5) Non -Title Single match: Roderick Strong vs Isaiah Scott 4 out of 5 stars (4 / 5)
Strong fa subito lo sbruffone ma con Swerve c’è poco da scherzare e risponde facendogli assaggiare la suola dello stivaletto. Scott mette in mostra grande agilità, Strong ha esperienza da vendere (da segnalare una chop che mi ha fatto venire la pelle d’oca). Isaiah incassa bene ma a ogni tentativo di reazione viene fatto vittima del verbo del Messia della Backbreaker e la schiena fa CRACK. Dopo molte difficoltà, Scott riesce a reagire e a stampa a terra Strong con una DDT dalla seconda corda. Roderick è in difficoltà e il resto dell’ Undisputed Era arriva a dargli sostegno. Swerve sembra non preoccuparsene troppo e mette a segno una splendida sequenza di mosse chiuse da un potente calcio laterale. Isaiah colpisce anche con la Swerve Stomp il campione nordamericano, che era rimasto sospeso sull’apron. Il giovane talento però pecca di inesperienza perché si fa distrarre al minimo segnale dell’Era, quanto basta per essere colpito con la End of Heartache, seguita dalla Strong Hold che lo costringe alla resa.
Winner: Roderick Strong via submission

Adam Cole chiede un applauso per Isaiah Scott, che però non si è dimostrato all’altezza del suo amico. La cosa che gli piace di NXT è che tutti danno il massimo, ma questo non basterà a Tommaso Ciampa o a Finn Balor per realizzare il sogno di spodestare l’Undisputed Era. Ma…qualcuno ha detto…Sogno? Velveteen Dream appare in balconata fra i fumi violacei e percula Roderick Strong mostrando la foto nella quale posa nudo con la cintura, imitando Shawn Michaels nella suo celebre scatto. Dream ha in mente solo il titolo e annuncia che fra due settimana avrà l’occasione di riconquistarlo in un match uno contro uno. I guai non sono finiti per Adam Cole e compagni, perché fa il suo arrivo anche Tommaso Ciampa che prende una sedia e si mette comodo sul ring. Allo psicopatico siciliano non interessa dell’ Undisputed Era, prende il microfono e parla direttamente alla cintura dicendo a Goldy che il papi è tornato a casa. Durante la pubblicità il Blackheart viene intervistato da Cathy Kelley, ma viene interrotto da Angel Garza che blatera qualcosa in spagnolo. Ciampa non ha tempo da perdere, gli molla un destro e se ne va. Si torna nell’arena per il prossimo match, che sarà la prima grande prova per la rientrante Dakota Kai.

6) Single match: Dakota Kai vs Bianca Belair 3 out of 5 stars (3 / 5)
Bianca Belair prova subito con la forza bruta, ma Dakota Kai e in forma e sforna calci a ripetizione come ai vecchi tempi. La EST però trasuda potenza da tutti i pori e si permette pure qualche squat prima di una Scoop Slam seguita da una Tilt a Whirl Gutbuster. Consigli per gli acquisti ed è Dakota a prendere le redini dell’incontro con un’altra scarica di calci, prende la rincorsa e lava la faccia all’avversaria con il Kaio-Kick all’angolo, che le vale solo un due. Bianca ha un guizzo e frantuma a terra Dakota con una Chickenwing Facebuster, seguita da uno spettacolare Standing Shooting Star Press. La neozelandese esce da due schienamenti, in Bianca comincia a montare la frustrazione e rischia con un paio di culle dalle quali esce senza troppa difficoltà. Dakota ci riprova con i calci ma la Belair riesce ad schivarli e caricarsi sulle spalle l’avversaria e mettere a segno la KOD, per l’uno, du, tre vincente.
Winner: Bianca Belair via pin fall

La EST prende il microfono e dice di aver sentito le parole di Rhea Ripley e dice che se qualcuno deve affrontare Shayna Baszler, quella persona può essere solo lei. Il trio di commento ci ricorda cose delle quali avrei fatto volentieri a meno, tipo i confronti fra Lesnar, Velasquez e quella gente lì. Momento di annunci, e che annunci: Dominick Dijakovic ci rivela di aver studiato a fondo Keith Lee e la settimana prossima ci sarà la sfida finale della loro straordinaria serie di incontri. Un video poi ci mostra un Pete Dunne con il dente avvelenato per l’attacco di sette giorni fa e fra sette giorni potrà vendicarsi di Damian Priest sul ring. Ma è arrivato il momento del main event fra il Generale del Ring e il Marty McFly del Sol Levante.

7) Single match: Kushida vs WALTER 4 out of 5 stars (4 / 5)
La tensione è palpabile e i due si studiano nelle fasi iniziali, con WALTER che scherza anche un po’ per la differenza fisica. Kushida è agilissimo a uscire dalle prese a terra e spedisce il campione UK fuori dal ring, impedendogli di rientrare a suon di Dropkick. Di nuovo nel ring e il giapponese prova un attacco in Springboard, botcha e WALTER gli rifila un Big Boot, per poi sfiancarlo con la Single Leg Boston Crab. Kushida si rifugia sull’ apron ma l’austriaco lo bracca e lo suona con una serie di Chop. Tenta anche una Powerbomb, ma Kushida ribalta in una DDT. Il nipponico prende coraggio, e dopo una serie di scambi a bordo ring schianta l’avversario con un’altra DDT dal’apron. L’austriaco ha il fiato corto e dopo una Sleeper Hold sventata a fatica da Kushida, parte una serie di schienamenti e tentativi di sottomissione continuamente ribaltati. WALTER le prova tutte, anche a salire sulla terza corda ma viene proiettato con un grandissimo sforzo al suolo per il braccio e chiuso nella Kimura Lock, dalla quale riesce a uscirne solo grazie alle corde. WALTER si riprende e travolge l’avversario con un mastodontico Dropkick, seguito da una Powerbomb. Sembra fatta, ma Kushida torna dal futuro e rompe il conteggio dell’arbitro. Il Ring General ne ha abbastanza, solleva il suo rivale esausto lo ghigliottina con il Burning Lariat che non lascia scampo al coraggioso giapponese.
Winner: WALTER via pin fall

WALTER solleva la cintura sullo stage insieme alle sue truppe e intanto Mauro Ranallo annuncia che fra sette giorni ci sarà il Rubber match (per noi italiani la “Bella”) fra Keith Lee e Dominick Dijakovic e l’incontro fra Pete Dunne e Damian Priest. Ma Cathy Kelley ha un’importante breaking news e con il suo sorrisone dice che William Regal ha appena ufficializzato altri due match: settimana prossima ci sarà il ritorno sul ring di Tommaso Ciampa contro Angel Garza (grazie ragazzo, è stato bello conoscerti) mentre Roderick Strong difenderà il North American Title contro Velveteen Dream. Questi sono i finali che riempiono il cuore, mica le squalifiche in un Hell in a Cell.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
7.5
Sviluppo delle storyline
7
Qualità dei promo
6.5
Jasper
Il lungo tempo passato sul divano lo passo ascoltando musica, guardando wrestling,ogni tanto film e serie tv. Quando lavoro ho la fortuna di dedicarmi alla passione per il vino e la cucina. Cresciuto nel mito di Macho Man e successivamente Edge, aspiro ad una vita alla Ric Flair.