La WWE ci ha sempre abituato a considerare NXT come un territorio di sviluppo. Questo roster è sempre stato considerato come un luogo di crescita professionale, che ti permette di inserirti al meglio all’interno delle dinamiche della federazione di Stamford, prima di spiccare il volo e raggiungere il Main Roster. Questo taboo però è stato sfatato, dato che, nelle ultime settimane, un wrestler ha compiuto il percorso inverso, tornando nello show giallo dopo diverso tempo (se vi interessa sapere di chi sto parlando, cliccate qui). Per questo, oggi sono qui a proporvi cinque performer attualmente in forza a Raw e Smackdown che secondo me dovrebbero tornare nel roster giovane. Senza indugiare oltre, possiamo incominciare:

5) Tye Dillinger

Come al solito, partiamo con il nome più scontato. È evidente che Tye Dillinger sia uno dei lottatori che più necessitano di essere rispediti ad NXT. Difatti, fin dal suo approdo a Smackdown, The Perfect Ten non ha mai avuto le giuste occasioni, tanto che molto spesso si è ritrovato ad essere inutilizzato per diverse settimane. Se da una parte possiamo dire che sia un peccato, soprattutto per la reazione generata col suo debutto alla Royal Rumble 2017, dall’altra questa può essere considerata come una chance per ripartire. D’altronde, nel roster giovane Dillinger ha saputo dare il meglio di sé, sia nella vittoria che nella sconfitta, conquistando il cuore di tutti i fan, sempre pronti ad incitarlo che lui fosse o non fosse presente. Inoltre, da qualche mese è stato inserito un titolo secondario pure nel roster giallo, ossia il North American Championship, quindi perché no…

4) Ember Moon

Purtroppo, questa retrocessione sarebbe auspicabile per cause di forza maggiore. Per l’appunto, parlando della divisione femminile di Raw, il 2018 ha visto una sola ed unica protagonista: Ronda Rousey. Difatti, l’ex fighter ha dominato tutto e tutti nel corso degli ultimi mesi, e, da quando è diventata campionessa, l’essere la contendente numero uno alla cintura equivale ad un sicuro secondo posto, dato che, sfidando la Rousey, si va incontro ad una sconfitta certa. Per questo, considererei questo ritorno ad NXT non tanto come una punizione, ma come un periodo d’attesa: infatti, l’idea migliore sarebbe quella di parcheggiare Ember Moon nello show giovane fino a quando non ci saranno per lei più possibilità di emergere a Raw, evitando così di sprecare un talento come il suo.

3) The Ascension

Dal 2015 ad oggi, non è andato bene niente. Dopo un breve boom iniziale, i due hanno subito perso la retta via, ritrovandosi a vacillare nelle zone più basse della card. Un flop su tutte le linee. Quindi, perché non rincominciare proprio da NXT? D’altronde, The Ascension hanno già dimostrato di trovarsi a proprio agio di fronte al pubblico della Full Sail University. Essendo due figure chiave per la categoria di coppia del roster giallo e  avendo stabilito in passato uno dei regni più longevi della storia del programma, sono sicuro che sarebbero i benvenuti, trovando nella loro vecchia casa un’opportunità per voltare pagina.

2) The Club (Luke Gallows & Karl Anderson)

In questo caso, azzardo la soluzione più originale di tutte, un tag team che, prima del suo debutto a Raw, non è mai passato per lo show giallo. Lo so, svariate volte in passato si è parlato della possibilità di vedere gli ex-membri del Bullet Club tornare in NJPW, ma, dato che sembra che i due vogliano rimanere sul suolo americano, NXT potrebbe essere sicuramente la soluzione più giusta. Infatti, lo stile di vita di un wrestler del territorio di sviluppo è meno faticoso rispetto a quello di un atleta del Main Roster, cosa che permetterebbe ai due wrestler di esprimere le loro qualità senza troppe pressioni, soprattutto a livello fisico. Inoltre, sappiamo tutti che lo show giovane è uno spettacolo che strizza l’occhiolino in particolar modo agli amanti di un wrestling più tecnico: quindi, inserire Karl Anderson e Luke Gallows in questo meccanismo darebbe loro sicuramente l’occasione di proporre qualcosa di molto simile alla passata esperienza in Giappone. A tutto questo aggiungiamoci che NXT è un programma WWE, cosa che garantirebbe ai due una esposizione mediatica su vasta scala, e otteniamo tutte le condizioni giuste per mantenere il duo in federazione per un altro po’.

1) Samoa Joe

Non potevo che lasciarvi con una bomba. Sicuramente, Samoa Joe è il personaggio di questa lista che necessita di meno di una retrocessione, dato che, nel bene o nel male, le sue soddisfazioni se l’è tolte nel suo percorso prima a Raw e poi a Smackdown: infatti, nonostante lui non sia mai stato in grado di vincere un titolo, The Destroyer ha disputato diversi incontri molto importanti, su tutti lo scontro con Lesnar e il Main Event di Summerslam 2017. Ma, allo stesso tempo, sappiamo tutti che il wrestler ha deciso di firmare con la compagnia solo per sfizio personale, cosa che lo porterà a non rinnovare il contratto una volta giunto alla sua naturale scadenza. Per questo, lascerei che il performer si tolga le sue ultime soddisfazioni nel Main Roster, come disputare un match di rilievo a Wrestlemania, per poi spostarlo una volta per tutte ad NXT. Da questo possibile cambiamento ne gioverebbe sia il wrestler, che, come già detto in precedenza, potrebbe vivere una vita più tranquilla, sia il pubblico, che potrebbe godersi un Samoa Joe al suo massimo splendore fino al momento della scadenza dell’accordo siglato con la federazione di Stamford. Che dite, è un’ipotesi troppo azzardata? Per me, no!

E voi, siete d’accordo con le mie scelte? Nel caso non lo foste, perché? Chi pensate che debba essere rispedito ad NXT? Fatemelo sapere nei commenti.

The Notorious

The Notorious
Ho 19 anni. Seguo il wrestling da quando sono bambino, ed è tutt'ora la mia passione. Mi autodefinisco un WWE guy, perchè mi interessa soprattutto la federazione di Stamford, ma allo stesso tempo, quando ne ho modo seguo anche le indipendenti. F**k The Mayweathers.