Monday Night Raw vi da il benvenuto per il ventitrennale della prima messa in onda! Alla tastiera, Ysmsc.

La puntata comincia con il solito recap: rivediamo l’evolversi del feud tra Roman Reigns e l’Authority (più Vince? Farà parte dell’Authority anche lui? Mah), feud culminato con l’annuncio che il Royal Rumble match quest’anno sarà valido per il titolo del mondo, Roman Reigns dovrà dunque difendere il titolo nella Rissa Romana, pardon, Reale.

Ad aprire le danze sono non solo Vince McMahon e Stephanie McMahon, ma tutto il roster di Raw, presente sullo stage, dato che oggi è il ventitresimo anniversario della messa in onda di Raw, avvenuta esattamente l’11 gennaio 1993; Steph e Vince si congratulano con il roster, sicuri che tra di loro ci sia il nuovo campione del mondo, ritenendo impossibile che Reigns possa battere tutti i suoi ventinove avversari, ovviamente Stephanie e Vince sanno che può esserci un solo vincitore e fanno alcuni nomi: Dolph Ziggler, Kevin Owens, il New Day (Amen!).

Buio, all’improvviso le luci si spengono e, al tavolo di commento, fanno la loro comparsa i Wyatts, con Bray che rispolvera il vecchio detto “Anyone but you” . . . e niente, finita lì

Anche perché ad interrompere i due sul ring ci pensa proprio il campione WWE, che fa il suo solito ingresso dal pubblico (risultando tifato alquanto), Stephanie chiede a Roman se abbia intenzione di pestare suo padre di nuovo, ma Reigns risponde che è qui per porre una domanda: che cosa succederebbe se lui vincesse la Rumble? Ciò provoca una sonora risata da parte di Stephanie ma Vince ammette che c’è la possibilità che ciò accada ed è per questo che vogliono mettere alla prova Roman mettendolo in più match contro vari membri del roster stasera, potrebbe anche ritrovarsi a sfidare il suo compare Dean Ambrose, dice Stephanie, tuttavia Vince la contraddice ancora, perché Dean è già in un match stasera, contro Sheamus, che infatti lo attacca alle spalle, avviandosi poi sorridente verso il ring

Sheamus vs Dean Ambrose (2,5 / 5)

La pausa pubblicitaria ci restituisce uno Sheamus che continua a mantenere il vantaggio sull’avversario attaccato scorrettamente, Dean prova una reazione all’angolo ma l’irlandese lo porta alle corde dove esegue una combo di colpi al petto e alla schiena, intanto, dal commento, mi sembra di capire che Reigns non dovrebbe disputare più di un match nella stessa sera ma un unico match “one vs all”, vedremo; Ricamino riesce a liberarsi da una presa al collo ed inizia un confronto sull’apron, Dean esegue, con gioia del pubblico, i Tamburi di guerra su Sheamus, ma poi l’ex campione del mondo lo fa cadere e lo spinge prima sulle transenne e poi sul tavolo di commento

(E io ogni volta mi ricordo che a SmackDown contro Neville venne squalificato per una cosa del genere, vabbuò, anche io perché mi impunto su queste cose non lo so)

Nonostante il confronto fuori dal ring Ambrose acquista sempre più vantaggio, evita un Brogue kick, fa cadere Sheamus ed esegue un Suicide dive, Sheamus risponde poco dopo chiudendo l’avversario in una presa alle gambe (che non mi pare la Cloverleaf), Dean raggiunge le corde e tenta poi uno schienamento dopo una Neckbreaker, ma è solo due, ci riprova con una Tornado DDT ma è ancora due, Elbow drop dal paletto, ma niente, tenta allora la Dirty deeds, Sheamus la evita ma nel confronto finisce per la seconda volta fuori dal ring, questa volta il Suicide dive viene bloccata da un Uppercut dell’avversario, la rissa prosegue finché l’arbitro non conta entrambi fuori dal ring

Vincitore: doppio count out

Sembra essere Dean Ambrose a vincere il confronto, ma ad attaccarlo alle spalle (dato che sembra un vizio) arriva Kevin Owens, una mezza dozzina di arbitri interviene a bloccarlo, ma ormai il danno è fatto e Dean resta a terra; e Sheamus? Lasciato a morire in un angolo, ovviamente.

Ci viene annunciato che stasera tornerà, per la nostra gioia, l’highlight reel di Chris Jericho, con ospiti il New Day

Dopo la pausa Renee Young intervista un Dean Ambrose che è fuggito dall’infermeria a torso nudo e le chiede di sentirgli le pulsazioni per dimostrarle che è ancora vivo e quindi sta bene

(Ma fateli a casa vostra i preliminari, e son cose che non son cose(cit.)!)

In un’altra area del backstage Vince McMahon e Stephanie danno il bentornato a Paul Heyman, che si congratula per l’idea del one vs all, poi si passa ad argomenti scottanti, come la presenza di Brock Lesnar alla Royal Rumble, Heyman vorrebbe Brock competere per il titolo a WrestleMania contro il vincitore della Rumble, Vince invece pensava di inserirlo nella rissa reale e dice chiaramente che l’idea di Paul non gli piace, Stephanie suggerisce di continuare la conversazione nel loro ufficio, lontano da occhi indiscreti, e così viene fatto.

Il primo match vede contrapposti Titus O’Neil e Star”truccato come David Bowie”Dust, scelta che io approvo totalmente

Stardust vs Titus O’Neil (1,5 / 5)

O’Neil si diverte a lanciare Stardust un po’ per tutto il ring prima che questi accenni finalmente una reazione, prendendosela con i soliti cori del pubblico, Ttitus risponde con uno Splash all’angolo, Stardust rilancia con un balzo dal paletto, che tuttavia va a vuoto e lo lascia vittima della Powerbomb dell’avversario

Vincitore: Titus O’Neil

Questa volta tuttavia Stardust non ci sta e attacca Titus che stava festeggiando con alcuni bambini, attaccare gli avversari alle spalle a quanto pare oggi è un vizio.

Dopodiché si passa al preannunciato Highlight reel, con un Jericho in giacca luminescente, petto nudo e cravatta (giustamente), il pubblico è tutto per il nostro eroe; Jericho ci da il benvenuto al suo show e poi si gasa giusto un pochettino per le reazioni dei social media al suo ritorno (ma solo un poco eh), Jericho si mette la giacca e dice che gli hanno chiesto come intende salvare la WWE, ebbene questo percorso è già cominciato con il suo ingresso alla Rumble che lo porterà a vincere ancora una volta il titolo del mondo, a questo punto Jericho viene interrotto dal New Day, anche loro con la loro fetta di tifosi, Xavier Woods dice che forse Jericho si è dimenticato di annunciare i suoi ospiti, coloro che salveranno il suo show da se stesso, Y2J risponde facendo ripartire il coro del Rooty Tooty Booty, ma il New Day non vuole lasciarsi intimidire, ricordano a tutti noi la vergogna di non averli votati come tag team dell’anno quand’ecco che a presentarsi sono quei ladri truffatori maramaldi dei Samoani Iperattivi, altrimenti noti come Usos, che si chiedono come mai gli Slammy sono nelle loro mani

(Eh, me lo chiedo anch’io)

Kingston prende in giro la poca qualità del loro facepaint, dato che si sta già squagliando, ma Jericho interviene chiamando il New Day “dumbass”, in prima tv, poi si schiera dalla parte degli Usos (perché, Chris? Perché?) per un sano due contro due, ma con lui stesso all’angolo degli Usos

Usos(with Y2J) vs New Day (Kofi Kingston&Big E with Xavier Woods) (3 / 5)

Xavier non pare intimidito dalla concorrenza angolare, il match dopo la pubblicità vede gli Usos in vantaggio, sia E che Kofi incontrano difficoltà in queste prime fasi del match, Kofi riesce poi a portare Jey sull’apron dove E lo malmena, tag per Jimmy Uso che connette lo Splash all’angolo, ma viene poi fatto cadere dal paletto da Kofi, Woods ha la bella idea di iniziare a strombazzare in faccia a Jericho, che con un “bu!” lo fa scappare fino allo stage, ad ogni modo Woods riguadagna a poco a poco la sua posizione, mentre la caduta di Jimmy ha portato in vantaggio i suoi compagni, Splash sull’apron di E e tentativo di schienamento, ma è solo due, Jimmy tenta una reazione ma Kofi si prende il tag cercando di evitargli il tag, Big E fa cadere Jey dall’apron così che il tag non possa avvenire e poi, non visto, colpisce Jimmy con una Clothesline, gli uomini legali sono ancora Jimmy e Kofi, che va a segno con il BOOM drop, fallisce però la Trouble in paradise e Jimmy lo stende con un calcio alla testa che porta a un doppio tag e ad un volo di Jey su entrambi gli avversari, Crossbody del samoano (iperattivo), ma non basta a schienare E che prova un Belly to belly, ma anche per lui solo due, Jey somministra un Superkick prima ad E e poi a Kofi, ma Woods interviene a bloccargli il tentativo di Splash all’angolo, a questo punto Jericho prima gli ruba il trombone, glielo suona a un centimetro dall’orecchio e poi, senza pietà alcuna, glielo spezza in due

(Francescooooooo!)

Woods piange e si dispera reggendo il corpo esanime di Francesco, mentre Kofi viene schienato di roll up

Vincitori: Usos

Ma chissenefùt, c’è da consolare un Woods in lacrime, gente senza cuore!

Ci viene annunciato un match per il titolo US tra Del Rio e Kalisto, che sembra aver preso ufficialmente il posto di John Cena nel feud.

Negli Uffici, Paul Heyman sta ancora cercando di convincere Stephanie che la sua idea di Brock vs il vincitore della Rumble a WrestleMania sia il meglio del meglio, mentre Steph ribatte che per la prima volta il titolo WWE è in palio nella Royal Rumble

(really?)

e competere in un match di tale portata è il meglio che Brock potrebbe chiedere, Heyman le consiglia di dire sia a suo marito che a suo padre che Lesnar dice di “no”, ma anche Stephanie si fa valere dicendo che Vince McMahon, il padrone del contratto di Lesnar, dice che lui “dovrà” competere nella Rumble, Heyman opta per una ritirata strategica, anche per evitarsi una possibile denuncia per molestie sessuali.

Tornati sul ring, un JBL in grande spolvero si dice onorato di annunciare il primo introdotto nella Hall Of Fame WWE classe 2016: Sting!

Segue video sulla carriera di Sting estremamente galvanizzante.

Al termine di tale video e delle congratulazioni del tavolo di commento e dei social media tutti, nell’arena sopraggiunge la Wyatt Family, mentre la grafica ci informa che, per la prima volta dopo quattro anni, vedremo un Tables match a SmackDown, tra la Family ed i Dudley Boyz

Bray non fa in tempo a dire una parola una che, freschi freschi di nuova theme song e magliette, nell’arena arrivano i Social Outcasts! Il quartetto si avvicina spavaldo al ring dicendo che c’è una nuova family in città, uniti, come i quattro moschettieri (ciò lo afferma Bo Dallas anche se il resto del gruppo, forse ignorando l’esistenza di D’Artagnan, lo guarda perplesso), e sono qui per lottare!

Bray Wyatt se la ride, ma a quanto pare il match s’ha da fare

The Wyatt Family vs The Social Outcasts (s.v.)

Adam Rose si getta senza paura contro Braun Strowman ma viene rigettato all’angolo e così accade a Bo Dallas, qualche colpo in più riesce a piazzarlo Axel, che tuttavia viene gettato a terra con una spallata, Bray si prende il tag e . . . e arriva Ryback, Ryback attacca la Family e gli Outcasts gli danno manforte ed i cinque riescono a cacciare la Family dal ring

Vincitori: . . . what the hell did I just see?

Nel backstage Renee Young intervista Kalisto, che dice che il titolo degli Stati Uniti deve essere portato con onore da tutti, Cena l’ha portato con onore e così Eddie Guerrero, Del Rio, invece, per lui, non è un vero campione.

Alberto Del Rio si presenta sul ring e si vanta di aver infortunato John Cena, Cena non sarà alla Rumble e non sarà in grado di partecipare a WrestleMania, perché lui lo ha distrutto, lo ha messo fuori combattimento e stasera vuole mettere fuori combattimento qualcun altro, una mosca fastidiosa, Kalisto, e lui le mosche le schiaccia

(Pubblico stranamente silente dato l’argomento Cena, che bene o male qualche reazione in un senso o nell’altro la suscita sempre)

United States Championship match Alberto Del Rio(c.) vs Kalisto (3,5 / 5)

Da notare la presentazione in spagnolo di Kalisto e quella in inglese di Del Fiume, quando in genere sono gli heel a farsi presentare in straniero. Ad ogni modo, Del Rio parte subito aggressivo, Suplex e DDT per stendere Kalisto il prima possibile, il campione sale sul paletto e connette una spallata, poi porta l’avversario sull’angolo, ma qui Kalisto si libera e tenta una reazione, ma Del Rio blocca una Headscissor ed esegue una Powerbomb, che lo riporta in vantaggio e quando l’avversario accenna un’altra reazione non disdegna un Headbutt, Kalisto rischia ancora poco dopo con un Suicide dive e di nuovo Del Rio annulla la sua mossa, una pausa pubblicitaria ci restituisce poi un Kalisto che fallisce un tentativo di Crossbody, sembrerebbe proprio non essere giornata per il luchador mascherato, Del Rio si sente sicuro e prova a salire nuovamente sul paletto, ma qui l’avversario lo sorprende con una Hurracanrana, parte finalmente la reazione di Kalisto che va a segno con un DDT rotante, evita poi il calcio alla testa di Alberto e prova anch’egli a salire sul paletto ma si becca un Vertical suplex, molti ribaltamenti di fronte in questo match, non c’è che dire; Kalisto prova la Salida del Sol aiutandosi con la seconda corda, ma Alberto si sposta e nell’esecuzione lo fa cadere di pancia sulla terza corda, posizionandolo poi a testa in giù all’angolo per la sua finisher, Kalisto pensa a quello che nessuno in tutti i match Del Rio aveva mai pensato, ossia abbassarsi invece di tirarsi su, e connette velocemente una Headscissor, ma non basta a schienare il campione, una seconda Salida del Sol va a vuoto, ma quando Alberto solleva l’avversario Kalisto riesce a ribaltare il tutto nel pin vincente

Vincitore e New United States Champion: Kalisto

Lucha! Lucha! Lucha! Signore e signori!

Dopo questo non certo prevedibile cambio di titolo, passiamo alle Divas: JoJo chiede a Charlotte come mai abbia attaccato Becky alle spalle quando l’aveva battuta onestamente, Charlotte, con un triplo ribaltamento carpiato di frittata, riesce a convincere se stessa che Becky è invidiosa di lei e che lei è la vittima mentre Becky è la cattiva, analisi interessante. Dopodiché si scopre che l’avversaria odierna di Charlotte è Brie Bella

Peccato che Becky Lynch abbia idee diverse e attacchi Charlotte (è proprio un vizio allora!) appena questa sale sul ring e promette di strappare la cintura a Charlotte mentre due arbitri la portano via, Ric Flair interviene dicendo che il suo tesoro non può combattere contro Brie essendo stata attaccata prima del match, l’arbitro Robinson prova a dire qualcosa ma si becca un “What you gonna do fat boy?”, i Flair se ne vanno.

Nel backstage vediamo Paul Heyman che spiega a Brock Lesnar il rifiuto dell’Authority di concedergli il single match a WrestleMania e l’obbligo di partecipare alla Rumble, Brock, prevedibilmente, non dice nulla e se ne va.

JoJo intervista Becky Lynch, che ha finalmente capito di essere da sola, è la donna che ha fatto cedere Charlotte a SmackDown e l’ha battuta a SmackDown e ciò accadrà di nuovo, è una promessa.

Siamo arrivati al main event, il preannunciato One vs All match tra Roman Reigns e l’intero roster, ingresso per Roman dalle gradinate, come al solito

Prima però la grafica ci informa di un tag team match tra Neville, Dean Ambrose, Kevin Owens e Sheamus ed il rematch tra Kalisto e Del Rio in quel di SmackDown

Dicevamo, Vince&Figlia presentano l’intero roster, compreso chi ha appena perso un titolo o disputato un match di qualsivoglia sorta, in realtà il gruppo non è così gremito come si potrebbe pensare, dal momento che solo gli heel si presentano sul ring, in totale si arriva a circa quindici wrestler

One vs All match Roman Reigns vs Heel Roster (s.v.)

Vince McMahon in persona dichiara che il primo wrestler ad affrontare Reigns sarà Kevin Owens e dato che il resto del team se ne sta a bordo pare che il match sia ad eliminazione, somigliando più a . . . quella stipulazione dove venendo eliminato un avversario ne entra un altro in sostituzione, venitemi in soccorso. Owens tiene in controllo Reigns durante l’inizio del match, ovviamente appena questi tenta di reagire il resto degli avversari interviene a distrarlo, Reigns finisce fuori ring e si becca una Followay slam sulle transenne (ed uno Splash di Owens dall’apron avvenuto durante la pubblicità), intanto Cole mi fa involontariamente notare che tutti gli heel persenti hanno perso (o non vinto) i loro match di stasera; sul ring Owens prova a chiudere i giochi con un Superkick ma è solo due, tenta di sfiancare l’avversario, riesce a farlo impattare all’angolo e connettere la Cannon ball, ma è solo due, Owens indica Vince vicino al tavolo di commento ma a questo punto fallisce una Senton, scambio di pugni al centro del ring e Reigns urla qualcosa a Vince che lo fa infuriare, poi riesce a mandare Owens al tappeto, alcuni avversari provano a entrare sul ring ma vengono neutralizzati, Stardust con un pugno, Breeze con una Spear, altri avversari salgono sul ring per finire Roman definitivamente (mentre il pubblico grida qualcosa, “we want Brock” forse, ma è probabile che abbia capito male), Sheamus colpisce Reigns con un Brogue kick ed ecco che “qualcuno” si presenta nell’arena, qualcuno di nome. . .

Brrrock Llllesnarrrr!

Giù il New Day, giù Kevin Owens, giù Del Rio, giù anche Sheamus, Suplex a cascata per tutti, sul ring rimane solo un Roman Reigns esanime, Brock lo fissa, lo solleva e gli somministra una F-5

Lesnar se ne va ghignando mentre anche Reigns, rammentando WrestleMania 31, ride, seppur dolorosamente, chiudendo così la puntata.

. . .

Ah già

Vincitore: Chissenefùt

PS: Volevo dire qualcosa su David Bowie, ma la verità è che non sono brava in queste cose, vi chiedo umilmente perdono.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6.5
Qualità dei promo
6++
Evoluzione delle storyline
6.5
Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname