Bentornati lettori di Zona Wrestling ad un nuovo entusiasmante episodio della Ring of Honor. Quella di oggi sembrerebbe essere una puntata imperdibile, Matt Taven inizierà il suo percorso per riuscire a mettere le mani su Vincent dopo mesi di attesa, andando contro Bateman, EC3 affronterà Jay Briscoe per vedere se sia davvero rimasto onore all’interno di questa compagnia e Jay Lethal cercherà di risalire le graduatorie per il PURE Championship detenuto da Jonathan Gresham contro LSG. Immergiamoci nell’azione!

Quinn McKay apre lo show con una panoramica dei match in programma e ci viene presentato il videopackage per l’atteso scontro tra EC3 e Jay Briscoe. Jay ammette che in realtà dovrebbe focalizzarsi sui titoli di coppia, ma EC3 lo ha distratto con una semplice domanda: “Esiste davvero l’onore?”. Carter, dall’altra parte, ammira Jay Briscoe, è un simbolo, ha sempre combattuto per la Ring of Honor, e per loro ha dato tutto, sangue e sudore. Una volta sul ring seguirà il Code of Honor, Jay farà lo stesso? Sarà capace di controllare la sua narrativa?

SINGLE MATCH: EC3 VS JAY BRISCOE 3 out of 5 stars (3 / 5)

Il match non dura molto, EC3 cerca la stretta di mano da parte di Briscoe, che da parte sua vuole solamente battere Carter ed andare oltre a questa storia. Non appena riesce a metterlo all’angolo non lo molla fino a quando non viene squalificato.

WINNER VIA DQ: EC3

Arrivano ufficiali a bordo ring e cercano di contenere la rissa tra i due. Non appena vengono divisi Carter si inginocchia e chiede a Jay di colpirlo, deve controllare la sua narrativa. Non riesce a farlo perché gli arbitri lo trascinano fuori dal ring mentre lui cerca di capire cosa stia cercando di raggiungere EC3. Nel backstage Briscoe viene raggiunto da Quinn McKay che gli chiede perché si sia rifiutato con tanta veemenza di stringere la mano all’avversario. Lui risponde in modo semplice che Carter deve andare a farsi fottere, e se ne va.

Momento intervista prima del match per LSG. Non è mai stato tentato da una carriera nel wrestling, ma quando la Ring of Honor è arrivata in New Jersey, sua città natale, ha capito cosa volesse dalla vita. Da 10 anni lotta, ma non è mai riuscito a raggiungere l’apice, ma ora, dopo aver visto per anni Lethal lottare, e dopo averlo affrontato in un match di coppia, ha la possibilità di batterlo e far vedere al mondo quanto sia alto il suo valore. Questo match è tutto per lui.

Lethal ripercorre quanto accaduto nel PURE Tournament, la sconfitta è stata amara per lui, e soprattutto inaspettata. Ma è contento che Gresham e Williams siano arrivati in finale, perché dimostra che la compagnia sta tornando. Ha richiesto lui un match con LSG, perché vuole lottare contro uno dei lottatori più promettenti, uno di quelli che ha davvero sacrificato tempo ed energie pur di arrivare a questo punto.

PURE RULES MATCH: LSG VS JAY LETHAL 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Match lottato senza pause, con LSG che riesce a tenere testa ad un avversario davvero ostico e molto più preparato di lui. Match che si conclude per raggiungimento del tempo limite subito dopo che Lethal è stato costretto ad utilizzare il secondo ropebreak per fuggire da una sottomissione devastante. La scelta del vincitore si rimanda ai giudici.

WINNER: JAY LETHAL

Con un brevissimo video ci viene annunciato il ritorno di un ex PURE Champion nella compagnia: John Walters sta tornando.

È tempo del main event della serata: Matt Taven vs Bateman.

SINGLE MATCH: BATEMAN VS MATT TAVEN

Match abbastanza basilare, Taven in continuo controllo del match con qualche sporadica risposta di Bateman. La vittoria (abbastanza telefonata) arriva grazie ad un roll-up di Taven.

WINNER: MATT TAVEN

Non c’è tempo di festeggiare, subito Bateman attacca Taven, e Vincent non tarda a palesarsi. Dice che quello che ha appena ricevuto non è abbastanza, e continua l’attacco ai suoi danni. Si chiede come possa essere così solo, è pieno di gente nel backstage, ma nessuno corre a salvarlo. Non importa quanto ci possa provare, Matt Taven non riuscirà mai ad ottenere l’approvazione che tanto cerca. Tutto ciò che ha fatto, il Kingdom, la vittoria al Madison Square Garden, è stato tutto un fallimento. Tira fuori una freccetta e dice che ora proverà sulla sua pelle il dolore puro. Mentre mira le luci se ne vanno, e sul trinatron parte il video di…MIKE BENNETT!!! Ma di lui non c’è traccia. È davvero tornato? Le luci vanno via di nuovo, la musica si interrompe, e non appena torna tutto alla normalità sul ring si palesa Mike Bennett. Vincent e Bateman sono costretti alla fuga, mentre Taven dà il bentornato al vecchio amico. Con questo ritorno inaspettato si chiude anche questo episodio della Ring of Honor TV.