Un saluto a tutti i lettori di Zona Wrestling. A battere i tasti del computer è Giammarco Ibba, che vi dà il benvenuto nella terra del Sol Levante, in compagnia di NJPW Strong.

Lion Break Crown Semi-finals: Clark Connors Vs Logan Riegel 2 out of 5 stars (2 / 5)

Opener della serata valevole lo status di finalista del Lion Break Crown Tournament, col favorito Connors che, dopo la promessa di vittoria durante l’intervista post-match di settimana scorsa, riesce ad accedere alla finale in un guardabile match dalla breve durata. La contesa, improntata sul wrestling più statico e tecnico, riesce a regalare qualche buono spot come la Pounce di Connors in risposta all’European Uppercut dell’avversario, vittima di vari Shoulder Blocks e numerose Chops, connesse sul petto e sulla schiena del povero Riegel, chiuso in una Chin Lock, seguito da un bello Snap Suplex del favorito, autore degli unici tre spot interessanti, col terzo che vede la vittoria arrivare in seguito alla letale combo di Spear e Boston Crab.

Vincitore: Clark Connors.

Intervista: Viene intervistato Blake Christian che, riguardo agli acciacchi che si porta appresso durante l’intero torneo, risponde alla domanda dicendo di aver vinto tornei con una gamba ed un braccio e, di conseguenza, non avrà problemi a conquistare anche questo torneo.

Lion Break Crown Semi-finals: Danny Limelight Vs Blake Christian 2.5 out of 5 stars (2,5 / 5)

Christian non riesce a vendere bene l’infortunio, a detta sua, più serio della sua carriera, limitandosi a toccarsi le costole ed a fare qualche smorfia. Il match inizia con un buon lavoro diretto alla zona intercostale da parte di Limelight, autore di numerosi Knees ed un Jumping Double Foot Stomp, venendo colpito con un Enzeguiri Kick, prima di far cadere l’avversario sulle corde durante una manovra in Springboard. Buona psicologia per l’intera durata dell’incontro, con Limelight che, approfittando dell’infortunio di Blake Christian, punta alla zona martoriata, dando vita ad uno scambio di scortesie, poi vinto da Christian con un Basement Dropkick, seguito da manovre del calibro del 450° Splash, ma ancora nessun risultato. È Limelight a passare alle finali grazie alla letale combo di Avalanche Fisherman Buster e della medesima manovra in variante tipica.

Vincitore: Danny Limelight.

Brody King & Flip Gordon Vs Karl Fredericks & TJP 2 out of 5 stars (2 / 5)

Cominciano Gordon e TJP, con quest’ultimo dominante seppur non in modo dominante, prima di stabilire il proprio dominio con la Knee Bar che, durata per poco, fa più effetto sul lato psicologico che fisico dell’avversario, finora rimandato a settembre a causa della supremazia dell’ex-WWE ed entrambi i team cambiano rappresentanti. È Brody King a prevalere su tutta la linea, non accusando alcun colpo e commettendo rari errori, che includono il Lariat erroneamente perpetrato al Partner, vittima di un Double Suplex e della combo di Backdrop e Stading Elbow Drop, con TJP che, rimasto uomo legale, incassa una Facebuster con caduta sull’apron ring di Gordon che, lasciate le luci al monster heel, vede quest’ultimo connettere varie manovre d’’impatto, da lui rincarate con un Penalty Kick. Il risultato resta coerente con l’andamento della contesa, con la vittoria dei big men in seguito alla TKO di Gordon.

Vincitori: Brody King & Flip Gordon.

David Finlay, Jeff Cobb, Misterioso Jr. & Rocky Romero Vs Bullet Club 3.5 out of 5 stars (3,5 / 5)

Confusionario main event iniziato con lo scontro tra Hikuleo e Rocky Romero che, accortosi di chi fosse il suo sfidante, ha ben deciso di cambiare tattica e, di conseguenza, ha tentato una Chop, facendosi male lui stesso alla mano, per poi incassare una rumorosissima Chop dell’avversario, seguita da una nupva Knifedge Chop di Jay White, il quale dà subito il tag a Chase Owens, fattosi da parte in favore della “rivincita” tra Cobb e Kenta, aiutato in modo fallimentare dal proprio leader, non riuscito nell’intento di agevolare il giapponese, assistito dal Big Boot di Hikuleo, autore di un vero e proprio game changer. Dati i nomi degli atleti coinvolti, era prevedibile il fatto che questa si rivelasse il miglior match della serata che, nonostante la caotica stipulazione, riesce a solidificare ancor più la cattiveria del Bullet Club, vincitore in seguito ad uno scambio di scortesie generale, culminato con la letale Elevated STO di Hikuleo.

Vincitori: Bullet Club.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6
Qualità dei promo
6
Evoluzione delle storyline
7
Giammarco Ibba, sardo DOC, seguo il wrestling da 7 anni. Non avendo molte passioni oltre al Wrestling, quest'ultimo mi occupa gran parte del tempo libero. Amante sfegatato della PWG, il mio wrestler preferito è Pete Dunne, senza disdegnare Minoru Suzuki, Brian Pillman ed altri. Scrivo per Zona Wrestling dal settembre 2020, occupandomi di news e della sezione report.