Ultimo evento di Maggio per la UFC, si torna a Las Vegas per l’edizione 88 di UFC Fight Night e nel main event troviamo due 24enni di altissime prospettive e possibilità che, con una vittoria, potrebbero ricevere la title shot ai pesi gallo. In più, torna nell’ottagono anche Barao alla disperata ricerca di un’affermazione. Come è andata lo vediamo in questa review qui di seguito:

Pesi welter, Jorge Masvidal vs Lorenz Larkin
Secondo incontro di serata, Larkin attacca subito, avanza con il sinistro e colpisce con un calcio basso Masvidal. Per un minuto e mezzo, non succede più nulla, Larkin trova alcuni calci bassi interni ed un buon calcio al corpo. Masvidal finora non pervenuto. Incontro piuttosto fiacco in questa prima parte, ginocchiate di Larkin, ma Masvidal finalmente risponde con calci al corpo e soprattutto calci alle gambe che mettono in difficoltà Larkin, il quale prova ad attaccare, ma l’avversario risponde con un jab diretto all’occhio destro forse un po’ troppo aperto. Ciò provoca l’interruzione dell’incontro, si ricomincia, ma Masvidal ci impiega parecchio per recuperare la giusta visuale. Il primo round, decisamente scarso, è di Larkin.

Larkin riparte nella seconda ripresa con altri calci bassi mancini, salvo poi concentrarsi sul viso di Masvidal, il quale pare paralizzato, le sue offensive sono molto ben controllate da Larkin che lo sta annientando piuttosto bene. Larkin spinge Masvidal contro la rete, blocca una gamba dell’avversario, ma non riesce a completare il takedown. Si ricomincia e Masvidal connette una ginocchiata al corpo. Troppo poco per impensierire Larkin, il quale risponde nuovamente con un gancio sinistro. Masvidal prova a spingere Larkin contro la rete, ma quest’ultimo sguscia via immediatamente. Il round si chiude, ancora Larkin in vantaggio, ma l’incontro è decisamente sottotono.

Round 3, jab di Larkin su Masvidal e calcio al corpo. Masvidal avanza su Larkin che lo sorprende con un uppercut, ma Masvidal è molto bravo a trovare un jab che produce sangue dal naso di Larkin. Quest’ultimo spinge Masvidal contro la rete e lo colpisce con una gomitata, altri ganci sinistri per Larkin e si va per terra. Larkin cerca di connettere la ghigliottina, ma Masvidal lavora alle gambe di Larkin. Mancano due minuti alla fine del round, non succede più nulla, il round sembra a favore di Masvidal. I giudici assegnano una vittoria non unanime a Larkin, decisione corretta per quanto visto.
Winner by split decision: Lorenz Larkin

Pesi medi, Chris Camozzi vs Vitor Miranda
Terzo match di serata, parte in pressione Camozzi con calci bassi che portano Miranda subito control la rete, Camozzi prende la testa del brasiliano e connette alcune ginocchiate alte, si prosegue sempre con calcio alle gambe, la prima parte di match è decisamente macchinosa. Camozzi è molto più propositivo, butta Miranda contro la rete e trova alcune gomitate, ma Miranda si difende bene. Il brasiliano riesce anche a prendere un calcio alto di Camozzi e tramutarlo in un takedown. I due sono a terra, gambe incrociate, Miranda è in posizione di monta e colpisce con i gomiti le gambe dell’avversario, il pubblico fischia, i due rimangono per terra negli ultimi 40 secondi, Miranda riesce ad aprire una ferita sull’occhio sinistro di Camozzi. Match onestamente piuttosto brutto, in vantaggio Chris Camozzi.

Round 2, Miranda lavora con calci bassi sulla parte destra del corpo di Camozzi, le gambe di quest’ultimo diventano subito rosse. Camozzi respinge alcuni colpi di Miranda, ma soprattutto rifiuta un calcio e mette per terra il brasiliano. Camozzi aggredisce subito il volto del suo avversario, Miranda si dimena in cerca di una soluzione per uscire dalla presa, scramble importante tra i due, ma Camozzi prende le gambe di Miranda e le blocca. Miranda è intrappolato, Camozzi prova a scivolare alle spalle di Miranda, ma è bloccato contro la rete, Camozzi è sempre in posizione di monta, prova a lavorare con i gomiti anche alla fine del round, nuovamente vinto da Camozzi. Match comunque non molto gradevole.

Round finale, Herb Dean chiama I dottori per un controllo su Miranda, molto gonfio sulla parte sinistra del sopracciglio, ma viene dichiarato abile a continuare. Si parte e Camozzi spinge subito Miranda contro la rete. Jab di Camozzi sul volto di Miranda e lo porta di nuovo per terra. Miranda tenta una kimura poco convinta, il controllo è tutto di Camozzi. Si ritorna in piedi, Miranda trova un calcio destro alto, doppio jab per Camozzi e successivo calcio alto. Miranda negli ultimi due minuti aggredisce l’avversario, calci bassi, pugni stanchi, ma Camozzi lo respinge con duri jab, il brasiliano continua ad avanzare e mettere sotto pressione il suo avversario, ma non ne ha più e il round si conclude con alcuni scambi piuttosto fiacchi. Camozzi vince anche il round finale ed il match per decisione unanime.
Winner by unanimous decision: Chris Camozzi

Pesi welter, Tarec Saffiedine vs Rick Story
Round 1, Story assorbe subito calci bassi di Saffiedine e lo spinge contro la rete, Saffiedine lo spinge via e lo schiaffeggia con un calcio alto. Story prova a chiudere subito la distanza, connette un ottimo gancio sinistro, i due lavorano contro la rete, Story trova alcuni colpi al corpo ed alle gambe dell’avversario.
Il taglio che ha Saffiedine sul ginocchio sinistro si riapre e il sangue esce copioso dalla gamba del belga. Story chiude il round con alcune bombe laterali sul corpo di Saffiedine, il quale risponde con un calcio alto ben oltre la sirena che fortunatamente non va a segno. Il primo round è di Rick Story.

Seconda ripresa, Saffiedine apre il round con alcuni calci frontali, Story risponde con calci al corpo e si va a terra, ma i due si rialzano subito, Story si rialza immediatamente sui suoi piedi e spinge Saffiedine contro la rete finchè non porta a segno un takedown. Story colpisce ancora Saffiedine con alcuni duri colpi al corpo, ma quest’ultimo risponde con una ginocchiata e quindi resiste e cerca una presa, ma è frustrato da Story che lo colpisce nuovamente al corpo. Saffiedine prova a spingere l’avversario contro la rete, ma è ancora Story ad avere la meglio. Ginocchiate corte per Saffiedine e Story chiude ancora il clinch prima della fine del round. Anche la seconda parte del match è di Rick Story.

Round finale, Story aggredisce immediatamente Saffiedine, calci bassi, ma Saffiedine sembra più fresco nonostante sia indietro visto che ha perso i primi due round. Saffiedine prova a chiudere Story in un Thai clinch, ma l’americano lo punisce con colpi al corpo. Saffiedine colpisce Story con pugni diretti e spinge il lottatore contro la rete. Saffiedine cerca offensive sporadiche anche quando Story esce dal clinch. Saffiedine trova nuovo pugni, calcio alto mentre Story è sfuggente, gira attorno all’avversario. Story trova un gancio basso e preme Saffiedine contro la rete. Finisce il round con un lungo clinch contro la gabbia, match onestamente piuttosto bruttino. I giudici, correttamente, danno la vittoria a Rick Story.
Winner by unanimous decision: Rick Story

Co-Main Event, pesi piuma, Renan “The Baron” Barao vs Jeremy Stephens
Round 1, parte bene Stephens con calci alle gambe, ma Barao risponde con un bel gancio destroy, prende il calcio di Stephens e quindi lo colpisce pesantemente col destro. Barao porta la battaglia contro la rete, Stephens è spinto contro la rete. Stephens soffre, ma trova un buonissimo gancio destro che ribalta la situazione e mette il brasiliano contro la rete. L’ex campione risponde con una gomitata ed un calcio al corpo. Stephens risponde con alcuni pugni, ma Barao si muove bene ed evita andando al centro dell’ottagono. Barao prova un takedown a fine ripresa, senza fortuna e si chiude la prima parte di match.

Round 2, ganci destri per Barao, ma Stephens risponde con uppercut, aggredisce Barao e lo colpisce. Barao è spinto contro la rete, Stephens connette un buonissimo uppercut, ma il brasiliano risponde con un clinch. Stephens ribalta la posizione e mette Barao spalle alla gabbia. Gli ultimi 90 secondi sono di attacchi a vuoto, pugni sporchi, Barao prova il takedown senza fortuna e finisce anche la seconda ripresa, a favore di Jeremy Stephens.

Round finale, parte ancora forte Stephens con un jab ed un buon gancio sinistro. Barao vuole combattere contro la rete, ma Stephens riesce ad evitare di chiudere la distanza. Il brasiliano cerca il centro dell’ottagono, trova alcuni jab, ma manca alcuni uppercut, mentre Stephens risponde piuttosto bene. La frequenza e la forza dei colpi di Stephens è migliore rispetto quella di Barao, il brasiliano cerca e trova un takedown, ma è ben bloccato da Barao. Stephens esce dal clinch e colpisce Barao con un buon gancio basso. I due lavorano poco, Barao manca un pessimo attacco e trova un uppercut piuttosto sporco. Gancio sinistro di Barao nei secondi finali, ma è Stephens ad avere l’ultimo parola nel farraginoso finale. Anche questo round è di poco a favore di Stephens. Ed i giudici vedono la vittoria unanime per Jeremy Stephens.
Winner by unanimous decision: Jeremy Stephens

Main Event, pesi gallo, Thomas Almeida vs Cody Garbrandt
E’ tempo del main event tra due fighter giovani e molto talentuosi. Garbrandt inizia il pressing, mentre Almeida attende a guardia alta e resta in attesa. Garbrandt colpisce duro al naso di Almeida in modo piuttosto pesante ed ancora gancio sinistro importante seguito da un gancio destro al mento. Altro 1-2 per Garbrandt veramente in palla, Almeida non va giù, ma è già molto in difficoltà perché non riesce a trovare contromisure. Almeida prova ad avanzare, ma è Garbrandt lo punisce con un diretto terrificante al mento che fa collassare Almeida a terra, Garbrandt vola su di lui con gli hammerfist, McCarthy interviene per chiudere l’incontro.

Che vittoria per Cody Garbrandt, devastante knockout, per Almeida prima sconfitta, direi piuttosto pesante, mentre Garbrandt continua a crescere e farsi notare.
Winner by knockout: Cody Garbrandt

Commento Evento:
Male, malissimo fino al co-main event e main event. Ottima vittoria per Stephens in un incontro piuttosto tirato, altra sconfitta per Barao che da quando ha perso la cintura, è irriconoscibile. Mentre Garbrandt schianta il favorito Almeida con un knockout pazzesco e veramente tosto e si candida ad un ruolo di primo piano nella categoria pesi gallo della UFC. Comunque sia non un evento indimenticabile, due incontri buoni non salvano un evento per lunghi tratti noioso e irritante.
Voto: 5,5

Bonus della serata:
Fight of the Night: Jeremy Stephens vs Renan Barao
Performance of the Night: Cory Garbrandt & Jake Collier (preliminary fights)

Appuntamento al 4 giugno, UFC 199: Rockhold vs Weidman II

Corey
Dal 2006 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia, Coppa dei Campioni, Indy City Beatdown e tante altre. Studioso del wrestling in tutte le sue sfaccettature, col tempo ha voluto perdere la definizione di "Marco Travaglio del wrestling web".