Super ShowDown, il ppv che la WWE sta tenendo proprio in queste ore al King Abdullah Sports City Stadium di Gedda, in Arabia Saudita, presentava nella sua card un match molto particolare e mai realizzato prima d’ora: la 50-Man Battle Royal, cioè una Battle Royal che prendeva la presenza sul ring di ben 50 superstar della WWE contemporaneamente. Il match si è concluso proprio ora…

…a prendere parte al match sono stati: The Miz, Samoa Joe, Cesaro, Titus O’Neil, Elias, Erick Young, Humberto Carrillo, i Singh Brothers, Karl Anderson, Luke Gallows, Curtis Axel, Akira Tozawa, Bo Dallas, No Way Jose, Brian Kendrick, Mojo Rawley, Drew Gulak, Tony Nese, gli AOP, gli Heavy Machinery, i Viking Experience, Shelton Benjamin, Xavier Woods, Buddy Murphy, Matt Hardy, Zack Ryder, Curt Hawkins, Rusev, Nakamura, Chad Gable, Apollo Crews, Ricochet, Jinder Mahal, Rowan, gli Usos, Revival, Cedric Alexander, Sin Cara, Roode, Ali e Mansoor.

Alla fine gli unici due a rimanere sul ring sono stati Elias e Mansoor, quest’ultimo il beniamino di casa visto che è proveniente proprio dall’Arabia Saudita. E così a spuntarla è stato proprio lui che, dopo essere stato a un passo dalla eliminazione, è riuscito a ribaltare la situazione, lanciare fuori dal ring Elias e a vincere così la Battle Royal. Subito dopo la sua vittoria Mansoor è stato intervistato e si è dimostrato incredulo,dicendo che questo è un vero e proprio sogno, in particolare perché ha vinto nella sua terra.

VIAzonawrestling.net
FONTEzonawrestling.net
ENQU4R
Laureato in legge, ancora senza un futuro certo, ma con tre grandi passioni: il Calcio, il Cinema e la WWE. Come tutti quelli della mia età mi sono avvicinato al wrestling 15 anni fa, su Italia 1, con John Cena ed Eddie Guerrero, poi me ne sono allontanato riscoprendolo da poco più di 5 anni. Adoro Seth Rollins, AJ Styles e Kevin Owens. Nel sito oltre ad essere, ormai, tra i veterani che rompono le scatole ai nuovi arrivati, sono il "reporter ufficiale" di SmackDown e di Main Event. Quando non sono in giro a bere Gin Tonic e Old Fashion passo le giornate tra film, serie tv, tennis e partite di calcio. Fino alla fine!