Il periodo di tagli della WWE pare non avere ancora avuto fine. Dopo il licenziamento di numerose superstars e addetti ai lavori pare che ora la federazione stia eseguendo dei tagli sostanziali sugli stipendi di arbitri e produttori. Pare che questi ultimi siano stati informati durante le ultime 48 ore del fatto che la loro paga sarà ridotta da ora in avanti.

Durante il Wrestling Observer Radio è stato detto che sono molte le persone che sono state soggette a questi tagli. Viene detto che molti se non tutti gli arbitri avranno tagli sul salario pari circa al 20% della propria paga attuale. Soggetti a una sorte simile sono stati anche i produttori nonostante ad aprile, sempre per un problema di spese, alcuni sono stati licenziati o allontanati con possibilità di reintegro futura.

Viene comunque detto che la WWE potrebbe richiamare qualche produttore nel momento in cui la federazione tornerà a fare live event. Ovviamente questi tagli alle spese e licenziamenti sono stati attuati per via dell’enorme impatto economico causato dal coronavirus.