John Cena è il simbolo della WWE da ormai 10 anni. Lo abbiamo visto affrontare qualsiasi tipo di avversario e fronteggiare qualsiasi tipo di avversità.

Pubblicità

Ha fronteggiato chiunque, tutti i nomi più in visti del wrestling WWE, li ha combattuti e spessissimo battuti anche oltre ogni realistica possibilità.

Un paio di mesi fa, Cena ha partecipato alla storia perchè a Wrestlemania 30 non era inserito nel main event, non era nel feud principale di questa edizione dello Showcase of Immortals.

Non ha fronteggiato una Superstar al suo livello come popolarità o grandezza. Non è stato inserito in un match per il titolo. Ha lavorato con Bray Wyatt, inserito nel main roster WWE da circa un annetto con questa sua meravigliosa gimmick.

Non era un match tra Superstar (o per lo meno, una la deve ancora diventare, ma è sull'ottima strada), non c'erano titoli in ballo.

Il match è stato focalizzato sulla volontà di Wyatt di bruciare, distruggere e vedere implodere l'eredità di John Cena.

 

I due si sono affrontati in 3 match in ppv nei mesi successivi. Le star come Cena non sono facili da mettere a terra.

Quando ci sono Superstar come lui, arrivi ad un punto che puoi sfruttare come federazione, questa Superstar a tuo vantaggio, farlo perdere ogni tanto, senza intaccare il suo status e fargli fronteggiare giovani atleti esordienti in cui credi, che vuoi coltivare e far diventare delle Superstar a tutto tondo.

 

Come abbiamo letto in questa settimana, il prossimo giovane talento che pare sarà “battezzato” da Cena, è Rusev.

 

Gimmick semplice, ma ancora altamente d'impatto nonostante la Guerra Fredda sia ormai terminata (almeno sulla carta) da 25 anni. Un personaggio heel classico che porta il pubblico a fischiarlo, a mettersi di traverso ogni volta che entra perchè i russi da quelle parti dell'Occidente sono ancora tabù e non sono per niente amati.

 

Ovviamente serve un lavoro di costruzione del Bulgarian Brute prima di poter mettersi faccia a faccia contro sua maestà John Cena. Ed il lavoro di costruzione è iniziato già da qualche mese. Squash su squash ed un feud stravinto contro un altro giovane talento che pare molto apprezzato a Stamford, ma che fatica ad emergere propria per la carenza di personalità, tale Big E. Langston (ricorda vagamente Bobby Lashley sia come potenza, sia come, ahimè, espressioni del viso).

La costruzione riscontrata finora con Rusev, è molto simile con quanto accaduto con Umaga.

Sì perchè il pubblico si sta accorgendo di lui dopo un inizio in sordina, silenzioso, poco appariscente. Lui sta svolgendo in modo discreto il suo ruolo, ma la gente lo sta piano piano odiando e quando verranno ostacoli più duri verso la sua salita, state pur certi che il pubblico inizierà a fischiare completamente il ragazzo.

 

La WWE ha NXT. La compagnia ha avuto una grandiosa intuizione. Lo show è fantastico.

Qui la WWE ha la possibilità di valutare e simulare cosa sanno fare i ragazzi sul ring e col microfono in mano, il tutto già di fronte ad una telecamera e con un buon seguito di pubblico live.

Certo non è Raw, ma NXT racconta che il pubblico è costante, piuttosto caldo e partecipe. Infine, un ring è pur sempre un ring.

 

Cena potrebbe lavorare con Rusev quest'estate e ciò avrebbe un senso. Forse sarebbe ancora meglio farli incrociare verso l'autunno o fine anno proprio come accadde grossomodo tra Umaga ed il leader della Cenation.

Il feud con Bray Wyatt pare ormai agli sgoccioli o quasi terminato, a Cena serve un nuovo obiettivo.

Posso facilmente immaginare, visto l'imminente Money in the Bank, che Cena venga coinvolto nel match per il titolo o per la valigetta (staremo a vedere cosa deciderà la WWE in merito a Daniel Bryan) e proprio al ppv, venga attaccato da Rusev, costandogli la possibilità di vincere la cintura.

Il match per Summerslam sarebbe praticamente già fatto.

 

Rusev contro il supereroe della WWE, Russia vs USA. Cena tuttavia potrebbe dividere i fans anche stavolta. La maggior parte parteggerà per lui, ma ci saranno frange di tifo che proveranno a spingere Rusev a mettere knockout Cena.

 

La chiave fondamentale di questa storyline sarà il primo match, il primo rendez-vous tra i due.

Non è necessario che sia un piccolo classico e dubito fortemente che lo sarà, ma forse è meglio così. I match tra Cena e Wyatt sono via via migliorati col tempo, il primo incontro è stato interessante quanto basta per poter proseguire il feud nei mesi successivi.

Lo stesso deve accadere a Rusev, deve battere Cena durante il loro primo confronto e poi proseguire la sua strada contro l'ex più volte campione WWE.

 

La manager, quella meraviglia della natura che risponde al nome di Lana, avrà un ruolo fondamentale e super importante nel feud perchè sarà lei con il suo inglese a provocare Cena, a minacciare verbalmente Johnny Boy.

Proprio come la giunonica Brigitte Nielsen, moglie di Dolph Lundgren alias Ivan Drago, faceva con Apollo Creed e Rocky Balboa.

 

Un altro nome che dovrebbe incrociare Cena entro fino anno o alla Royal Rumble 2015, potrebbe essere BNB, Bad News Barrett.

Si sono affrontati parecchio durante il clamoroso stint del Nexus, ma ora Barrett ha cambiato gimmick, ha trovato la chiave di volta della sua carriera, sta crescendo ancora di brutto al microfono e sul ring ha sempre mostrato una certa stoffa di big man. Il 2015 potrebbe davvero essere il suo grande anno.

 

Lo stesso vale per Dean Ambrose. Sta per essere lanciato da singolo dopo l'esplosione fragorosa dello Shield. Che sia bravo a combattere e col microfono lo abbiamo appurato, serve qualcosa che lo porti al piano superiore. Cena sarebbe perfetto.

 

Ma per ora concentriamoci su Cena vs Rusev a Summerslam. E' un match che ci sta, che possono organizzare, che possiamo vedere.

 

Rusev sta crescendo, il pubblico lo sta fischiando, ma potrebbe farlo ancora di più. Con gli squash match e Big E., ha stabilito la sua dominanza.

Ora spetta a Cena l'arduo compito di far accrescere questo astio nei confronti del russo e portarlo al livello che conta davvero.

Speriamo che il Bulgarian Brute non soffra di vertigini.

 

E' tutto, alla prossima!

MarcoManiac83
Il più "storico" di Zona Wrestling, grandissimo appassionato di basket NBA e fan UFC, ancora oggi in cerca dell'Eldorado. Festeggia quest'anno i 10 anni di collaborazione con ZW...oh my brother, testifyyyyy!