Il ritorno di Batista, e più in particolare la reazione che il pubblico gli ha riservato, è stato decisamente un elemento altamente destabilizzante in vista del PPV più importante dell’anno. E se a questo aggiungiamo un certo CM Punk…le deviazioni da effettuare in questa road to Wrestlemania aumentano. Più tedioso di un commento facebook da critico cinematografico sotto metanfetamine, ecco a voi l’editoriale di oggi!

Pubblicità

Beh i piani erano diversi. Batista torna a sorpresa nella Rumble, acclamatissimo dal pubblico osannante, un paio di mesi di booking da babyface puro e poi boom, main event di Wrestlemania contro Orton e vittoria titolata. Lineare, semplice, efficace. In un mondo senza Daniel Bryan ovviamente.

Una gradita sorpresa, ecco come sarebbe dovuto essere il ritorno di Big Dave. Il tutto però non è stato una sorpresa, vista la grossolana e non voluta fuga di informazioni (un vero botch da PR, diciamolo) né tantomeno è stato gradito, non perché Batista fosse inadeguato o inviso al pubblico per partito preso, bensì perché è stato messo in un posto che la gente, il tanto decantato WWE Universe, percepiva come già occupato da qualcun altro. E’ un po’ come ordinare una succulenta fetta d’arrosto di 750g per poi veder arrivare a tavola un hamburger di media pezzatura…non abbiamo assolutamente nulla contro l’hamburger, intendiamoci, ma già sentivamo il boccone di fiorentina sciogliersi in bocca, tutto qua.

Ecco, l’hamburger Batista ha preso il posto della fiorentina Bryan. E la storia ci insegna che non esiste un personaggio più odiato di colui che usurpa il legittimo posto di qualcun altro. Pensateci bene ripensando a film e cartoni animati noti ai più: Jafar che reclama per se il sultanato in Aladin, Scar che ammazza Mufasa ne il Re Leone, Commodo che siede sul trono di Roma in barba al buon Massimo Decimo Meridio ne il Gladiatore, Re Giovanni che frega Riccardo Cuor di Leone in Robin Hood, il malvagio ed infido Rosco Dunn che ruba il tanto agognato spotlight a Bud Spencer nel capolavoro cinematografico del 1982 Bomber. Batista è stato un usurpatore agli occhi del pubblico, ed in questa lunghissima storia che vede Bryan contro tutto e tutti la sua figura, inaspettatamente, si colloca come nemesi perfetta.

La WWE è stata decisamente abile nel fare di questa situazione pericolosissima un punto di forza. Perché molto spesso nel wrestling non si è in grado di afferrare esattamente ciò che rende un personaggio amato o odiato finendo, talvolta, con lo snaturare l’elemento chiave che sta rendendo quel personaggio over. Basti pensare a Ryder, per dirne una. Con Batista non è stato così: la WWE ha capito che il punto chiave non era Big Dave in se, ma il suo ruolo in quel momento, e pian piano ha dato vita ad un turn heel mirato non ad renderlo un cattivo e basta ma ad essere ciò che il pubblico detesta e ciò di cui ha più paura, ossia l’ennesimo motivo per non dare a Bryan ciò che merita da tempo.

Sono più che convinto che questa edizione di Wrestlemania sarà il culmine di una faida nata ad agosto: quella tra la WWE ed il pubblico. La Federazione vuole imporre i propri personaggi al vertice, e lo sta facendo tramite la sua proiezione “in character”, ossia l’Authority…e dal canto suo il pubblico, mai come stavolta, non vuole imposizioni ma vuole vincere a tutti i costi, mettendo sul tetto del mondo il proprio prescelto, ossia Bryan. E per farlo Bryan deve andare nel Main Event di Wrestlemania per il Titolo, vincerlo e festeggiare assieme ad uno stadio delirante: qualsiasi ipotesi alternativa sarebbe follia pura. Mettere per il Titolo Orton vs Batista sarebbe follia PURA.

Senza contare che sono entrambi due heel allineati con l’Authority, quindi un match uno contro uno sembrerebbe essere oramai un’ipotesi lontana anni luce. La presenza di Bryan in questo match è frenata solo dall’imminente faida con Triple H, oramai avviata ed ereditata da Punk…ed a questo punto, le ipotesi per uscire da questa situazione di empasse potrebbero essere due.

Triple H sfida Bryan in un match a Wrestlemania, con un’occasione Titolata in caso di vittoria stile “Money in The Bank”, sicurissimo di sconfiggere il nostro barbuto beniamino, considerato un semplice B+ Player. Il match ha luogo a ridosso del main event Titolato, magari subito prima del match di Cena e quello tra Taker e Lesnar e poi, in un segmento che darebbe pieno senso anche alla presenza di Hogan come host di WM, Bryan potrebbe decidere di partecipare all’incontro tra Batista ed Orton “incassando” la sua occasione senza aspettare oltre. Così facendo vincerebbero tutti: Triple H avrebbe il suo match a 4 stelle a Wrestlemania XXX, il match tra Orton e Batista non sarebbe un suicidio di massa, il pubblico avrebbe il suo momento atteso sei lunghi mesi e Bryan potrebbe avere il tanto agognato e procrastinato momento di gloria. Sarebbe troppo bello (e logico) se fosse vero.

La seconda ipotesi dovrebbe poter vedere, per forza di cose, il ritorno di CM Punk. Ciò che è avvenuto lunedì sera a Raw mi ha dato molto a cui pensare: una fonte interna confida a Meltzer del Wrestling Observer, il Gotha del wrestling web, che CM Punk sarebbe stato presente a Chicago, trollandolo (o chiedendogli di trollare, delle due l’una)…e nella stessa sede non solo la WWE non sequestra tutti i cartelli inneggianti all’idolo di casa, ma la sua presenza è volutamente utilizzata come elemento aleggiante per tutta la puntata, con annesso promo di Paul Heyman che si conferma un dispensatore di eccellenza pura in formato audio, non mi stancherò mai di scriverlo. Il ritorno di Punk, ad ogni modo, potrebbe “liberare” Bryan dalla faida con HHH e far tornare tutto su binari più o meno stabiliti, con un ottimo triple threat nel main event, fatto da due “favoriti” e da un terzo incomodo osannato dal pubblico.

Visto il grande valore dato alla numerologia in casa McMahon, non pensate che il main event di Wrestlemania XXX, finendo con un trionfante Bryan, possa essere un’ulteriore occasione per pulire il vivido ed in qualche modo tristissimo ricordo del main event di Wrestlemania XX? Neanche a farlo apposta, anche in quell’occasione il match era un triple threat

…voi per cosa optate, per strane coincidenze oppure per innocue congetture da fantawrestling?

NM Punk

Danilo
Atarassico, eclettico, nuotatore tendenzialmente pigro, amante dei fagioli con le cipolle, delle serie tv, dei manga e delle botte di Natale. Lavora anche, ma solo nel tempo libero.