Pubblicità

Tra le Total Divas c'è qualcuno che sembra sempre fuori posto, qualcuno che non si capisce cosa ci faccia lì in mezzo, qualcuno che potrebbe rivelarsi una risorsa preziosa per la WWE

Natalya Neidhart ha un posto fisso nel mio cuore, in quanto possiede tutte e tre le qualità che maggiormente apprezzo in una Diva, tre qualità opposte a quelle che sempre più spesso, purtroppo, si riscontrano nelle Divas sotto contratto con la WWE.

Prima di tutto l'essere figlia d'arte, fatto che dovrebbe avvantaggiare molto un lottatore così come una lottatrice, abbiamo visto come l'aver masticato wrestling sin dalla culla abbia fatto di Paige quel gioiellino che è, ovviamente non tutti i wrestler possono esser figli d'arte ma diciamo che la cosa non guasta, specialmente per una lottatrice, a cui spesso e volentieri non si sente la necessità d'insegnare più dello stretto indispensabile, l'essere cresciuta in una famiglia di wrestler senz'altro aiuta.

Seconda cosa, i muscoli. Lungi da me emulare il Grande Capo Vince McMahon e la sua passione per i big men, tuttavia tendo a provare una simpatia istantanea per le wrestler con i muscoli più definiti, probabilmente perché questa caratterista fisica è direttamente inversa ai fisici da modelle da tabloid che troppo spesso le lottatrici hanno, d'altra parte se è una modella quella che ingaggi devi aspettarti che abbia il fisico da modella, non da wrestler; inoltre se nei match delle Divas spesso e volentieri basta una semplice Clothesline per schienare l'avversaria, questa mossa diventa quantomeno più verosimile se eseguita da una Natalya o da una Beth Phoenix piuttosto che da una AJ Lee

In ultimo, la longevità. Troppo spesso le wrestler hanno vita breve in WWE, un po' per esigenze personali, un po' per infortuni, un po' perché molte di loro prendono la WWE come un trampolino di lancio verso orizzonti a loro avviso più alti, sembrano diventare sempre più rare le lottatrici determinate a far questo mestiere per lungo tempo. Natalya è una delle lottatrici più “anziane” del main roster, assieme a Layla e Alicia Fox (si potrebbero contare le Bellas se non si fossero prese quel periodo di pausa), una vera e propria veterana che sembra determinata a continuare per la sua strada finché potrà.

Insomma, capirete che non posso non provare una simpatia istantanea per Natalya, a questi tre fattori potrei aggiungere l'avere una mossa di sottomissione come finisher (ma quella è proprio una fissazione mia) e qualche altra bella qualità della canadese, ma è meglio che mi fermi qui.

Perché, malgrado tutto, è evidente che col personaggio di Natalya c'è qualcosa che non va.

Pur non avendo io, fortunatamente, vissuto il periodo della gimmick #demmerda (in tutti i sensi) che le era stata rifilata, c'è voluto poco per capire che la WWE stesse sfruttando molto male il suo personaggio, e dire che mi è bastato vedere un suo match contro Beth Phoenix (uno degli ultimi, sigh, della Glamazon) per farmi avere in simpatia la canadese.

Natalya, questo quello che penso, viene costantemente umiliata dalla WWE, basta guardare un episodio random di Total Divas, ove viene fatta passare per l'amica di tutti che tuttavia nessuno sopporta, per di più con un marito che si comporta come un figlio ribelle, oppure basta vedersi l'ultimo suo match a Raw, in cui è stata costretta a scoppiare in lacrime per lo 0 ricevuto da Cameron

Cameron che da 0 a Natalya in quanto ad abilità in ring . . . andiamo bene.

Sembra quasi che la WWE si diverta a ricordare costantemente che, nonostante si trovi sul podio delle migliori Divas del main roster, non potrà mai raggiungere i traguardi delle sue colleghe, Natalya sembra quasi esser stata infilata apposta nel cast di Total Divas per far capire quanto lei sia diversa dalle altre: le altre sono belle, lei pare più vecchia di quanto è in realtà, lei è troppo muscolosa, le altre hanno dei fisici delineati ma non troppo, le altre hanno dei fidanzati che assecondano i loro capricci, lei ha un marito che non fa che metterla nei guai. Natalya è l'esclusa, il simbolo di coloro che, se si trovassero in qualsiasi federazione che premiasse maggiormente il wrestling dell'entertainment, sarebbe una pluricampionessa, ma sfortunatamente è in WWE che si trova, dove l'immagine è una caratteristica fondamentale.

Ma allora è forse colpa della Neidhart? In fondo io sono la prima ad affermare che carisma e abilità al microfono sono due fattori essenziali per avere successo, il primo in misura ancor maggiore del secondo; dunque forse Natalya si merita di ritrovarsi così in basso dal momento che al microfono (almeno da face) non è niente di speciale e in quanto a carisma (ancora, almeno da face) lascia molto a desiderare?

Ammettendo i suoi limiti, non la ritengo una motivazione sufficiente per relegarla al ruolo che ha adesso e per sprecare il suo talento in ring in questo modo. Natalya forse non ha le capacità innate per essere una protagonista? Forse, ma non dimentichiamo con quale lottatrice AJ Lee ha fatto i migliori match del suo regno da campionessa: esclusa la faida con Kaitlyn, AJ e Natalya hanno messo su probabilmente il miglior match femminile del main roster dell'anno, a TLC, ed il più lungo match titolato (per il titolo delle Divas) della storia a Main Event. Questo per far comprendere che puoi essere un mostro di bravura al microfono e pure sul ring, ma se poi ti ritrovi a combattere contro gente come Cameron, la qualità del tuo regno ne risentirà.

Se Natalya tornasse ad essere il personaggio che era ai tempi delle Divas of Doom potrebbe divenire realmente l'ostacolo insormontabile, la prova del nove per qualsiasi campionessa, la temibile avversaria ben diversa da tutte le altre affrontate finora, un ruolo che da troppo tempo manca in WWE e che forse avrebbe potuto essere occupato da Tamina Snuka, la quale tuttavia ha assunto prima il ruolo fisso di guardia del corpo di AJ Lee, poi è stata la prima ad essere sacrificata sull'altare del regno di Paige (e poi non mi pare neanche il caso di paragonare le abilità di Tamina a quelle di Natalya)

Se Natalya non può essere accostata ai canoni rappresentati dalle Total Divas (ma anche dalle cosiddette “True” Divas), allora dovrebbe davvero ritagliarsi uno spazio tutto suo, diventare una Diva che non si lasci coinvolgere in match femminili a squadre senza un nesso logico, una Diva che non perde tempo ad insultare, denigrare, umiliare le sue colleghe, ma semplicemente una wrestler desiderosa di lottare e di imporsi sulle altre

Abbiamo spesso parlato di come nella divisione femminile manchi totalmente una minima caratterizzazione dei personaggi, l'unica eccezione è stata AJ a cui è stato affidato un character ben definito da sviluppare, poi è arrivata Emma, che sì ha una sorta di personaggio ma forse avrebbe preferito non averlo, ed in ultimo Paige, la quale tuttavia nel main roster non ha ancora mostrato tutti i lati della sua gimmick da anti-diva (si spera che quando AJ sarà tornata dalla luna di miele potremo assistere al tanto chiacchierato feud tra le due)

Insomma, in un tale deserto, una gimmick così semplice come quella della lottatrice dura e distaccata parrebbe oro colato e Natalya è perfetta per il ruolo; l'essere così diversa dalle altre Divas dovrebbe spingere il booking team non a tentare di omologarla alle altre, ma anzi a farle prendere una direzione diametralmente opposta

Giusto qualche settimana fa vi è stato, ad NXT, un confronto tra lei e Charlotte, in cui le ragazze hanno ribadito di essere l'una figlia e l'altra nipote di due dei più grandi wrestler del passato, ingaggiando una sorta di competizione per dimostrare all'altra chi provenga dalla famiglia più prestigiosa

Il personaggio di Natalya è stato sfruttato meglio in quei due minuti scarsi di promo rispetto a mesi e mesi di booking scriteriato nel main roster.

Adesso parrebbe che Nattie sia destinata a distaccarsi dalle altre, trovandosi sempre più in competizione ed isolata dal resto del gruppo, tuttavia io non ci metterei la mano sul fuoco, dal momento che abbiamo visto fiori di “screzi” tra le Total Divas che tuttavia sono sempre stati chiariti al grido di “the show must go on”, senza contare che i mesi di differita rispetto al programma costringono la WWE a clamorose marce indietro o cambi di rotta improvvisi, basti pensare che la storia di Cameron che perde Louie, il gatto di Natalya, risale a prima dell'infortunio di Naomi, ossia a quasi quattro mesi fa, e solo ora è stata mostrata a Raw per iniziare una sorta di feud interno tra la Funkadattila e Natalya, stesso discorso per lo screzio avuto tra Nattie e Nikki Bella, anche quello risalente agli ultimi giorni di gennaio.

Io spero vivamente che Natalya si distacchi al più presto dalle Total Divas, non tanto per il programma in sé o per le protagoniste ma per i canoni che, come protagonista del programma, è costretta a rispettare e per il copione che è costretta a portare anche sul ring, copione che l'ha ormai etichettata come l'ultima della fila.

Dopo i miei hashtag #FREEEMMA e #FREESANDOW mi sento in dovere di lanciarne un terzo

#FREENATALYA

E voi cosa ne pensate? Natalya dovrebbe distaccarsi da Total Divas? O il parteciparvi le dona uno spazio che, viceversa, nel main roster le verrebbe tolto? Come potrebbe iniziare un rilancio del personaggio? Un turn heel le gioverebbe? Ha carisma o solo tecnica da vendere? Potrebbe essere la prossima sfidante di Paige?

Stretta è la foglia, larga è la via, dite la vostra che ho detto la mia

Ysmsc.

Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname