In quel di Nashville/Orlando, la TNA ha sempre avuto una specie di predilizione per le stable, tanto che in quindici anni di storia, se ne son viste di tutti i colori. Stable di successo come il Team Canada, la Christian Coalition, la Main Event Mafia o anche le Beautiful People, giusto per citare quelle più storiche. O anche casi recenti come la Decay o i LAX compresa la sua versione attuale. Ma non sempre le stable hanno avuto successo, tipo il caso della Revolution o il DCC, entrambe capitanate da James Storm. Casi anche più comici come la Menagerie o la Rock N’ Rave Infection.

Pubblicità

 

Attualmente ad Impact abbiamo solo due stable(o meglio tre stable però Adam Thornstowe è infortunato e quindi la Von Eerie non è ancora con i Reno Scum) dopo aver assistito a quella che sembra essere la fine della Decay durante la puntata della scorsa settimana: I LAX ed il gruppo formato da Sienna, Laurel Van Ness, KM e Kongo Kong e su quest’ultimo porremo maggiormente le nostre attenzioni.

 

I 4 sono uniti dallo stesso scopo: rovinare la vita di Braxton Sutter ed Allie dopo che i due hanno rovinato le nozze perfette di Laurel, provocando un “esaurimento nervoso” a Maria Kanellis. Senza la Kanellis, Sienna ha preso le redini ed si è focalizzata sul rovinare i Romeo e Giulietta della Impact Zone, mentre la Van Ness è precipatata nella depressione e declino più totale finendo per non curare più il suo aspetto ed andare in giro vestita da sposa e con una bottiglia di Champagne. Non potendo fare affidamento sulla Van Ness, Sienna ha iniziato a lavorare al suo piano di vendetta ed il primo tassello è stato introdurre suo “cugino” KM(Aka Kevin Matthews, wrestler indy che è principalmente conosciuto per il suo stint in PWS). Ma il cugino non è bastato, così Sienna ha portato ad Impact Kongo Kong, un big man agile e capace di asfaltare chiunque trovi sul suo cammino, tanto che Sutter non si è ancora ripreso(ovviamente in chiave storyline) dall’attacco subito due settimane fa.

 

Ora ovviamente la mente e leader della stable è Sienna, che credo ne abbia giovato molto dall’addio della Kanellis ad Impact, visto che ha iniziato ad avere anche spazio al microfono, dimostrando buone mic skill, cosa che prima non ha mai potuto mostrare visto che la Kanellis era al centro delle attenzioni e parlava sia per lei e sia per Laurel. Il suo stile sul ring si consolida bene al personaggio, pur non essendo un suo grande estimatore. Invece nel caso della Van Ness abbiamo una buonissima lottatrice che sta migliorando sul ring e che si era calata bene nel personaggio della ragazza viziata da un padre ricco e che la vede come la sua principessina, ma che dopo la fine del matrimonio ha lasciato spazio ad un personaggio da pazza, che è divertente da vedere ma alla lunga rischia di diventare troppo stucchevole. Personalmente opterei per far tornare la Van Ness ad essere una persona normale e magari usarla come manager di Kongo kong che è quello su cui punterei maggiormente fra i due uomini. Kong è un big man che può fare un buon match nonostante la stazza, come ad esempio in AIW, e che è davvero agile per essere il tipico panzone forzuto. Con la Van Ness come manager, potrebbe anche fare strada ad Impact ma anche con qualsiasi buon manager che esalta le sue qualità e parla per lui si troverebbe bene

KM è al momento quello che vedo messo peggio fra i quattro: ha la stazza ed una buona finisher ma al momento si è ancora visto poco sul ring e si è intravisto qualcosa nell’extra ring, tra il segmento trash della scorsa settimane ed il promo all’esordio con Karen Jarrett. Personalmente non sarei sopreso di vederlo allontanato da Sienna nei prossimi mesi, per poi finire ai margini della jobberland di Impact.

 

Arrivati a questo punto parte una domanda più che legittima: la stable può puntare in alto? Ni e per un semplice motivo. Non sono una stable destinata a dominare nel lungo termine, non saranno mai una Main Event Mafia, ma da singolo, possono tutti, a parte KM, puntare in alto, soprattutto Sienna e la Van Ness visto che in questa divisione delle Knockouts è più facile raggiungere la cima. Kongo Kong ha il potenziale per lasciare il segno in singolo ma dipenderà parecchio da come verrà costruito nei prossimi mesi. A livello di stable hanno però delle buone possibile di finire nel limbo fra quelle stable che hanno fatto la storia in positivo e quelle che la hanno fatta in negativo. Sempre meglio che fare la fine della Menagerie.

Mauro Chosen One
Nato in un paesino sperduto fra la nebbia della bassa Bergamasca, scrive per Zona Wrestling da 3 anni. Reporter di Impact, co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno", editorialista. Tifoso sfegatato della Juventus e del Liverpool. Si ritiene un gran fan di Edge,Scott Steiner, Gail Kim, Emma, Bobby Roode, AJ Styles, Eli Drake, ECIII, Mike Bennett e probabilmente l'unico che sopporta Mojo Rawley in Italia. Sogna di diventare il nuovo Ron Burgundy.
  • Pure io spero che la Van Ness torni normale, comunque credo che questa stable non durerà molto, massimo entro un mesetto o due si dividereranno, magari le due donne continuano insieme e per un po’ lancerei anche Kongo Kong e KM in team.

  • Nicola #BvP

    E io che pensavo che fosse un editoriale sula SAnitY.

  • LANSE ARCIAAAAA !!!

    Viva la Rock N’ Rave Infection.

  • Cole

    Penso che questa stable morirà presto, meglio vederli in singolo(tranne KM, mi fa un po’ pena).