La Road To Wrestlemania è nel suo momento clou: la costruzione dei match di copertina bene o male procede, ma parallelamente anche quei wrestler che al momento occupano un ruolo di secondo piano cercano in tutti i modi di trovare uno spazio al Grandaddy Of Them All. Oltre a quella che ormai diventerà la consueta Andre The Giant Memorial Battle Royal, la WWE ha pensato di proporre un Ladder Match a più uomini valevole per il titolo intercontinentale. Come procede la costruzione di questo incontro? E’ una buona mossa proporlo in uno show così importante? O se ne poteva fare a meno?

Pubblicità

Partiamo dall’analizzare i partecipanti a questo match: il campione Bad News Barrett, Dean Ambrose, Luke Harper, Dolph Ziggler, R-Truth e, anche se non è ancora ufficiale, considero anche Daniel Bryan.

Il primo, Barrett, era ovviamente inevitabile, dato che l’incontro gira tutto intorno al suo titolo. L’inglese è da troppo tempo nell’orbita di questo titolo secondario e per un motivo o l’altro non gli è mai servito a nulla, se non ad avere un ruolo attivo negli show. Penso dunque che lasciargli il titolo sia praticamente inutile e spero che il suo campione sia proprio un partecipante di questo incontro, Dean Ambrose. Il Lunatic Fringe dopo lo scioglimento dello Shield ha avuto un ottimo cambio di personaggio e di attire, che lo ha reso sotto questo punto di vista una delle cose più interessanti della WWE attuale. Le rivalità contro Seth Rollins e Bray Wyatt hanno consolidato il suo personaggio da singolo, ma alcune scelte di booking utilizzate in questi feud non hanno portato forse ai risultati sperati. Ambrose ha aumentato il suo status, ma gli manca ancora qualcosa per raggiungere i top name della compagnia. Ecco che forse un po’ di gavetta nel midcard potrebbe fargli bene. Oltre a sperarlo sono anche convinto del trionfo di Dean, considerando anche che inizialmente la rivalità era solo tra lui e l’ex leader del Nexus. Oltre a loro due anche la top star Daniel Bryan crea interesse attorno a questo match. Cosa ci fa un main eventer praticamente affermato qui? Non dovrebbe esserci lui contro Brock Lesnar? Forse si, ma sta di fatto che così è e così sarà. C’è anche da dire che rispetto ad un ipotetico match con Sheamus o con Ziggler, questa opzione di inserirlo nel Ladder è la migliore. I due singles match sarebbe anche potuti essere carini, ma lo scarso minutaggio e lo scarso interesse attorno a loro (frutto di una rivalità che sarebbe stata banale) avrebbero reso il tutto dimenticabile. E comunque’ molto strano vedere che un papabile nome di punta come lui sia impiegato nella zona media della card. Ricordiamoci che è lo stesso wrestler che solo un anno fa ha sconfitto Triple H, Randy Orton e Batista nella stessa notte. Una retrocessione quindi per lui, ma che potrebbe dare alla contesa un qualcosa in più dal punto di vista qualitativo, oltre che aumentare notevolmente lo star power generale. Restano poi quindi tre wrestler, due buoni ed uno un po’ meno. Harper e Ziggler fanno, ovviamente, parte di quelli buoni, nonostante difficilmente usciranno dal Levi’s Stadium con il titolo alla vita. Il primo dopo la separazione della Wyatt Family è riuscito a crearsi uno spazio in singolo, grazie alle sue buoni doti sul ring e alla sua presenza scenica, riuscendo anche a vincere proprio l'Intercontinental Championship. Un wrestler che ora è in una fase di stallo e probabilmente ci resterà ancora per molto, dato che difficilmente la WWE punterà forte su di lui nell'immediato futuro, anche se la mia speranza è che accada il contrario. Il secondo, invece, è un wrestler amatissimo ormai da diversi anni, ma che complice la sfortuna, delle dichiarazioni fuori luogo ed altri fattori non ha mai fatto il salto di qualità definitivo, ed oggi si ritrova ad essere un ibrido tra midcarder e main eventer, anche lui bloccato in una fase di stallo destinata a durare per molto. I due sul ring sono entrambi una garanzia e la loro partecipazione in questo match è sicuramente gradita, dato che sicuramente si renderanno protagonisti di ottimi spot. Basti solo pensare al bel Ladder match che i due hanno tirato fuori recentemente, a TLC, quando sono stati contrapposti. Quello un pochino meno buono è invece R-Truth, un wrestler che negli ultimi due o tre anni non ha combinato assolutamente nulla, venendo impiegato in match casuali e in qualche breve rivalità per i titoli minori. Perché quindi inserirlo proprio in questo match? Non c’era nessun altro di migliore? Fosse stato per me avrei messo Curtis Axel, sfruttando l’ondata di popolarità che lo ha travolto dopo la sua controversa “eliminazione” alla Royal Rumble. Invece ci troviamo con l’ex Ron Killings, un wrestler letteralmente finito che non penso abbia più nulla da dare al wrestling. A pensarci bene potrebbe anche essere solamente un contentino prima del suo ritiro e la scelta sarebbe quindi più comprensibile.

Nonostante però questa scelta discutibile, possiamo dire con certezza che la WWE ha fatto centro con questo match. Un match che già solo per la presenza delle scale crea interesse nei fan e che quindi non ha chissà quanto bisogno di una grande costruzione per risultare un match interessante. E’ sostanzialmente un ritorno al passato, quando nel Ladder Match a 6 di Wrestlemania ci si giocava il Money in the Bank. I migliori wrestler che non avevano una sistemazione venivano inseriti li a giocarsi la valigetta e ad offrire uno spot fest degno di nota. Ha sempre funzionato e quindi, a meno di clamorosi errori sul ring, funzionerà anche questa volta. Sicuramente meglio sei wrestler nel complesso molto bravi che si danno battaglia con l’aiuto delle scale piuttosto che un insipido 1 vs. 1 tra Barrett ed Ambrose, visto che l’alternativa sarebbe stata questa senza ombra di dubbio. E' stata quindi la soluzione migliore che la WWE poteva trovare per dare risalto ad un titolo e contemporaneamente avere un bel match nella card. Non mi sorprenderei neanche se alla fine questo risultasse lo show stealer della serata a dir la verità, visto che sulla carta gli altri incontri sono tutti inferiori a questo. 

 

Cosa ne pensate voi dei partecipanti di questo incontro? E del match in generale? Vi piace questo oppure avreste preferito un single match? Dite la vostra nei commenti!

Andrea Cesana
Classe 1996 e staffer di ZonaWrestling dal 2012. News reporter, reporter, editorialista, blogger e tanto altro ancora...sul sito ho fatto un po' di tutto diciamo. Oltre a parlarne da dietro un computer, per questa disciplina svolgo anche un ruolo attivo, ovvero quello di arbitro in FCW. Al di fuori del pro-wrestling sono un grandissimo tifoso milanista.