Il brano di oggi è On My Own, composto dai CFO$ e utilizzato come sigla per Main Event.

Pubblicità

ChristiaNexus: L’inizio del brano richiama vagamente la vecchia sigla del medesimo show (Diamond Eyes degli Shinedown), come a voler dare un segnale di continuità col passato; al di là del possibile plagio, il pezzo non è male e presenta una buona base condita da un testo che narra della voglia di affermarsi contando sulle proprie forze, a dispetto delle difficoltà che si pongono sul cammino. Una piccola nota personale riguarda il fatto che averla ascoltata dal vivo a Manchester la rende più appetibile alla mia memoria, ovviamente.

Mauro Chosen One: Main Event sbarca in rubrica insieme a quella che è attualmente la theme song dello show. Pezzo breve ma decisamente energico e che evita di esser un loop infinito e stucchevole come alcune delle theme prodotte dai CFO$. Testo che vuole sottolineare come si può arrivare da soli a fare grandi cose, nonostante gli ostacoli che si trovano sulla propria strada. E’ una ottima theme per uno show come Main Event, potenzialmente potrebbe essere pura una ottima bumper per Raw o SD Live, nel giorno in cui la WWE decidesse di cambiare theme o addirittura cancellare lo show.

Mauro Chosen One e ChristiaNexus

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.
  • Contro Nessuno

    Stavolta non hanno fatto il passo falso che fanno spesso, quei pigri dei CFO$.
    Bella.
    p.s. come bumper bella di questi ultimi anni c’era anche “Hangman”. Spero che la mettiate, un giorno.